Come Coltivare un Albero di Mango

In questo Articolo:PreparazioneColtivare un Albero dal SemePiantare un Albero di Mango

Se vivi in una zona dal clima adatto alla coltivazione dell'albero di mango, puoi decidere di piantarlo e crescerlo tu stesso per godere dei suoi deliziosi frutti tropicali ricchi di vitamine. Con un po' di tempo e pazienza, non sarà difficile ottenere un albero di mango direttamente dal seme. Metti alla prova il tuo pollice verde con questo frutto tropicale e avrai un bellissimo albero in poco tempo.

Parte 1
Preparazione

  1. 1
    Valuta se l’habitat dove vivi è favorevole alla coltivazione del mango. Sebbene sia un albero che non richiede molta manutenzione una volta piantato, richiede però delle condizioni precise per potersi sviluppare. I mango preferiscono un clima molto caldo e possono resistere sia in zone aride che umide/paludose. La maggior parte cresce nelle aree equatoriali, negli Stati Uniti si trova soprattutto in Florida. Se vivi in una zona in cui la temperatura media annua si aggira intorno ai 26-37°C e durante l’inverno non ci sono gelate, allora puoi avere successo con il tuo cultivar.
    • Le piogge non dovrebbero superare i 300 mm annui.
  2. 2
    Scegli il punto in cui vuoi coltivare il mango. Può crescere in vaso oppure in giardino. La cosa importante è che sia esposto alla luce diretta del sole, ciò significa che le coltivazioni indoor non sono indicate (anche se puoi portare il vaso in casa durante l’inverno). Le dimensioni dell’albero cambiano in base alla varietà, ma in media cresce parecchio, anche oltre i 3-4 metri. Inoltre scegli una zona dove abbia molto spazio a disposizione e che non sia messo in ombra da altri alberi grandi.
  3. 3
    Scegli la varierà di mango. Ne esistono molte, ma solo alcune possono svilupparsi bene in specifiche aree. Recati al vivaio della tua zona e trova quella più adatta al clima della tua regione. Puoi coltivare il mango secondo due modalità: da un seme oppure con un innesto. Sono necessari 8 anni prima che un albero nato dal seme produca dei frutti, ma potrebbe anche non produrne mai se non è stato innestato. Gli innesti invece producono i frutti dopo 3-5 anni e garantiscono un buon raccolto. Se preferisci coltivare il tuo albero da un seme, acquista un frutto che proviene da un albero forte e produttivo; se ne acquisti uno dal fruttivendolo, probabilmente non otterrai nulla.
    • Gli innesti producono degli alberi che sono circa la metà rispetto a quelli nati dal seme.
    • Gli alberi nati dal seme sono più forti e resistenti ma non producono grandi frutti.
    • Se vuoi comprendere i limiti ambientali della tua regione, sappi che ci sono un paio di varietà che crescono anche in condizioni più fredde rispetto a quanto indicato sopra.
  4. 4
    Prepara il terreno. I mango preferiscono un terreno smosso, sabbioso e che dreni bene l’acqua. Controlla il pH per essere certo che rispetti i limiti favorevoli al mango: tra 4,5 e 7 (terreno acido). Aggiungi la torba annualmente per assicurarti che l’acidità resti costante. Non usare dei fertilizzanti chimici o altri prodotti che contengono del sale poiché ostacolano lo sviluppo dell’albero. Smuovi il terreno fino a una profondità minima di 90 cm, così ci sarà molto spazio per la diffusione delle radici.
  5. 5
    Sappi quando piantare. Il periodo migliore è l’inizio dell’estate quando il clima è caldo ma ci sono comunque delle piogge. Tuttavia la stagione corretta dipende anche dalla varietà, chiedi quindi consiglio al vivaista. Le varietà Beverly e Keitt non andrebbero piantate prima di agosto/settembre.

Parte 2
Coltivare un Albero dal Seme

  1. 1
    Seleziona un grosso mango maturo poli-embrionale. Se vivi in una zona dove vengono coltivati i mango, rivolgiti a un frutteto. Se non puoi fare affidamento sul frutto di un albero forte e sano, chiedi al tuo fruttivendolo di aiutarti a sceglierne uno. Ricorda al commesso che il mango deve essere poli-embrionale, altrimenti non crescerà alcun albero.
  2. 2
    Rimuovi e pulisci il nocciolo. Mangia il frutto o rimuovi la polpa finché raggiungi il seme fibroso. Puliscilo con una spazzola morbida o una spugnetta di lana d’acciaio. Togli solo i residui di polpa che sono rimasti attaccati.
  3. 3
    Prepara il seme. Lascia che si asciughi per una notte intera in un luogo fresco, lontano dalla luce diretta del sole. Apri il nocciolo con un coltello affilato, proprio come faresti con un’ostrica. Stai attento a non tagliare troppo in profondità per non danneggiare il seme interno. Fai leva con il coltello e rimuovi il seme che assomiglia a un grosso fagiolo di lima.
  4. 4
    Fallo germinare. Mettilo in un contenitore con del terriccio di qualità, devi interrare la parte concava per circa 2,5 cm. Inumidisci il terreno e conserva il contenitore in un luogo caldo e ombreggiato finché non spunta il germoglio. Saranno necessarie 1-3 settimane.
  5. 5
    Pianta il seme. A questo punto il seme deve essere interrato nella sua postazione definitiva. Se hai deciso di coltivarlo all’aperto, cerca di metterlo già nel punto giusto ed evita di trapiantarlo, così non dovrai preoccuparti e non farai subire all’albero uno shock inutile.

Parte 3
Piantare un Albero di Mango

  1. 1
    Scava una buca. Usa una pala e scava un foro che sia grande 2-4 volte il sistema radicale della tua piantina. Se l’area è ricoperta di erba, sappi che dovrai rimuoverla per un raggio di 60 cm dalla buca per fare spazio all’albero. Mescola un po’ di compost con il terriccio che hai smosso (al massimo il 50%) e che successivamente ricoprirà le radici.
  2. 2
    Pianta l’albero. Rimuovi la piantina dal contenitore e adagiala nella buca. La base dell’alberello dovrebbe essere allo stesso livello o leggermente sopra il terreno. Rimetti il terreno che avevi scavato nella buca per coprire le radici e compattalo leggermente. I mango preferiscono un terreno smosso, quindi non applicare troppa pressione.
  3. 3
    Durante il primo anno di vita, aggiungi del fertilizzante naturale una volta al mese. Una miscela 6-6-2 dovrebbe andare bene. Sciogli il concime con un po’ di acqua calda prima di applicarlo, tieni la soluzione a portata di mano per un uso mensile.
  4. 4
    Innaffia il mango. Solitamente non ama un eccesso di acqua, ma durante la prima settimana dovresti innaffiarlo un po’ di più. Dagli due cucchiai di acqua ogni giorno per la prima settimana, poi continua al ritmo di 1-2 volte a settimana durante il primo anno di vita. Puoi anche installare un sistema di irrigazione quando l’albero ha superato il primo anno e lasciare che la pioggia faccia il suo lavoro.
  5. 5
    Tieni sotto controllo le erbacce. Possono diventare un grave problema per il mango se non vengono strappate regolarmente. Elimina ogni pianta e ogni erba infestante appena spunta vicino al tronco del mango. Aggiungi uno strato sottile di pacciame per permettere al terreno di trattenere l’umidità e prevenire lo sviluppo degli infestanti. Puoi anche mettere un po’ di compost assieme al pacciame per dare al mango un po’ di nutrienti.
  6. 6
    Pota quando è necessario. L’obiettivo è quello di garantire ai rami lo spazio necessario per svilupparsi, dato che i frutti nasceranno all’estremità degli stessi (dette terminazioni floreali). Dopo la stagione dei frutti (autunno), taglia i rami a 2,5 cm dal tronco se c’è troppo affollamento al centro. Puoi anche potare il tuo mango per limitarne la crescita, eliminando i rami troppo alti o ampi. Se hai dei dubbi in merito alla potatura, rivolgiti a un vivaista per avere dei consigli.
  7. 7
    Raccogli i frutti. I mango possono essere di vari colori, forme e misure in base alla varietà; di conseguenza non puoi sapere se è maturo finché non lo apri. Puoi cercare di fartene un’idea dal profumo e dalla consistenza, ma solo l’uso di un coltello ti darà la certezza. Se la polpa è gialla fino al nocciolo, allora il frutto è maturo per essere mangiato. Se è bianca e molto dura, aspetta ancora 1-2 settimane. Se raccogli i frutti troppo presto, puoi comunque farli maturare in un sacchetto di carta a temperatura ambiente. In alternativa puoi raccoglierli ancora acerbi e tagliarli a julienne per preparare una deliziosa insalata di contorno per i piatti di pesce.

Consigli

  • Per garantire una crescita ottimale distanzia l'albero di mango di circa 3,5-4 metri dagli alberi circostanti.
  • Non annaffiarlo in modo eccessivo per non danneggiarlo.
  • Proteggi il tuo giovane albero di mango dal gelo invernale avvolgendolo in una tenda o in una coperta.

Avvertenze

  • L'antracnosi è una malattia mortale per l'albero di mango perché lo attacca in ogni sua parte. Ai primi segni di macchie nere sui frutti usa un fungicida.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 15 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Il Tuo Orto

In altre lingue:

English: Grow a Mango Tree, Español: cultivar un árbol de mango, Deutsch: Einen Mangobaum pflanzen, Português: Plantar Uma Mangueira, Русский: вырастить манговое дерево, 中文: 种植芒果树, Français: faire pousser un manguier, العربية: زراعة شجرة المانجو, Nederlands: Een mangoboom kweken, Tiếng Việt: Trồng cây xoài

Questa pagina è stata letta 88 292 volte.
Hai trovato utile questo articolo?