Scarica PDF Scarica PDF

I girasoli sono piante dai molti usi originarie delle Americhe. L’olio viene utilizzato per cucinare, per produrre biodiesel e con semi dei fiori si possono preparare snack gustosi. Un girasole può anche abbellire qualsiasi finestra o balcone soleggiato. Coltivare un girasole in un vaso è un progetto facile che anche i bambini piccoli possono divertirsi a realizzare.[1]

Parte 1 di 3:
Scegliere il Girasole e il Vaso

  1. 1
    Acquista semi di girasole per la coltivazione. Puoi acquistare i semi di girasole presso un vivaio, un centro di giardinaggio e puoi anche ordinarli online. Se desideri varietà più rare, le troverai più facilmente su internet.[2]
    • I semi di girasole sono venduti anche nei supermercati e nei negozi di alimentari, ma sono da mangiare e non adatti alla coltivazione. Dopo essere stato tostato, un seme di girasole non germoglierà.
    • Se hai già una pianta di girasole completamente cresciuta, metti i semi del fiore in un contenitore a chiusura ermetica e riponili in frigorifero. Prova a piantarli il prima possibile: semi più vecchi possono fare più fatica a germogliare.
    • Per ottenere i migliori risultati scegli una varietà nana di girasole, poiché quelle più grandi crescono meglio nel terreno.[3]
  2. 2
    Scegli la varietà di girasole. Una confezione di semi di girasole (o una pagina web dedicata) indicherà chiaramente il nome della varietà, il tipo di pianta e quanto crescerà. Se stai acquistando i semi presso un vivaio o un centro di giardinaggio, puoi anche chiedere aiuto a un commesso.[4]
    • I girasoli a gambo singolo producono solo un fiore da ciascun seme. Se vuoi avere girasoli per tutta l'estate, dovrai ripiantare i semi ogni 10-14 giorni. Tuttavia le varietà a stelo singolo sono prive di polline, quindi non ne lasceranno cadere sulla veranda, sui mobili o sui vestiti.
    • I girasoli ramificati producono molti fiori nel corso della stagione senza dover essere ripiantati; hanno anche tonalità di colore più insolite, come bordeaux e cioccolato.
  3. 3
    Trova il vaso delle dimensioni giuste. Scegli la dimensione del vaso in base all'altezza del fiore che vuoi piantare, così come la quantità di girasoli che vuoi mettere in ogni vaso. Generalmente, la maggior parte dei girasoli nani può essere piantata in un vaso da 30-40 cm.[5]
    • I girasoli giganti hanno bisogno di un vaso da almeno 18 litri.
    • Se stai riutilizzando un vaso in cui precedentemente c’era un’altra pianta, assicurati che sia pulito e disinfettato. Potrebbe anche essere necessario praticare fori di drenaggio se usi un altro tipo di contenitore; senza i fori per il drenaggio, i semi potrebbero marcire.
    • Utilizza sempre un sottovaso per raccogliere l'acqua in eccesso.
  4. 4
    Aggiungi terriccio e compost. Scegli terriccio di alta qualità e ricco di sostanze nutritive per piantare i girasoli. Unire del compost fornisce anche un’ulteriore fonte nutritiva ai tuoi girasoli.[6]
    • Un terriccio di qualità avrà un pH compreso tra 5,5 e 7,5 e più del 3% di contenuto organico. Queste cifre solitamente sono riportate sulla confezione.[7]
    • Se utilizzi un terriccio di alta qualità non è necessario aggiungere alcun materiale di drenaggio, come sabbia o ghiaia, sul fondo del vaso. In questo modo si ostacola il movimento dell'acqua e si può impedire che il vaso dreni correttamente.[8]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Piantare il Girasole

  1. 1
    Spingi ciascun seme a una profondità di circa 2-3 cm nel terreno. Se stai piantando nel vaso più di un seme, posizionali a circa 10-13 cm di distanza l'uno dall’altro. Potresti aggiungere un sottile strato di compost sulla superficie del terreno, dopo averci inserito i semi.[9]
    • Assicurati che attorno a ciascun seme ci sia spazio libero in un raggio di 10-13 cm. Non seminare troppo vicino ai bordi del vaso.
  2. 2
    Innaffia i semi ogni giorno. I girasoli hanno bisogno di più acqua rispetto alla maggior parte delle piante, durante la crescita. Assicurati che il terreno rimanga umido e ben drenato. Dai ai girasoli almeno 7-8 litri d’acqua a settimana mentre i semi stanno germogliando.[10]
    • I girasoli che non ricevono sufficiente acqua durante questa prima fase svilupperanno un gambo debole e sottile, che non sarà in grado di sostenere il fiore in posizione verticale.
    • Un terreno è ben drenato se l'acqua scorre attraverso di esso in tempi relativamente brevi. La presenza di acqua stagnante nel vaso indica un problema di drenaggio.[11]
  3. 3
    Osserva i semi germogliare. Entro 7-10 giorni, i semi di girasole dovrebbero iniziare a svilupparsi in piccole piantine. Durante questo periodo, continua a innaffiarli ogni giorno e assicurati che il terreno sia umido, in particolare intorno ai semi.[12]
    • Se i girasoli sono all’aperto, potresti scegliere di coprire le piantine con ceste o reti per proteggerle dagli uccelli.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prendersi Cura dei Girasoli

  1. 1
    Se lo desideri, aggiungi del fertilizzante. Sebbene i girasoli non abbiano necessariamente bisogno di ulteriore alimentazione per crescere, un fertilizzante può rendere i colori dei fiori più vivi e luminosi. Inizia con un fertilizzante liquido per piante ad alto contenuto di azoto, quindi passa a uno con più fosforo quando il germoglio inizia a fiorire.[13]
    • Puoi anche aggiungere fertilizzante diluito all'acqua che dai al girasole. Fai attenzione a non esagerare con il fertilizzante: lo stelo potrebbe rompersi.[14]
  2. 2
    Tieni il girasole alla luce diretta del sole. Man mano che le piantine crescono, avranno bisogno di più luce solare diretta possibile, in modo che gli steli crescano spessi e forti e in grado di sostenere il grande fiore. Una volta cresciuto, il girasole dovrebbe ricevere dalle 6 alle 8 ore di luce solare diretta al giorno.[15]
    • Le teste eliotropiche dei girasoli seguono il percorso del sole. Se non vengono esposti alla luce solare diretta si piegheranno verso il sole, il che nel tempo potrebbe danneggiare lo stelo.
  3. 3
    Innaffia il girasole diverse volte alla settimana. Aspettati di innaffiare i girasoli più spesso di quanto fai con le altre piante. Controlla il terreno a giorni alterni: dovrebbe essere costantemente umido. In genere dovresti dare ai girasoli circa 7-8 litri d’acqua a settimana.[16]
    • Se i girasoli sono coltivati all’aperto, dovrebbero essere a posto con l'acqua piovana dopo aver raggiunto i 30-60 cm di altezza.[17] Potrebbe essere necessario innaffiarli un po’ quando c’è una giornata molto calda e secca.
    • Man mano che il fiore cresce, innaffia la zona della radice in un raggio di 7-10 cm intorno alla pianta.[18]
    • Tieni a portata di mano un flacone spray e spruzza regolarmente il fiore con acqua.
  4. 4
    Se necessario, offri un sostegno al girasole. Alcune varietà nane potrebbero non crescere così tanto da aver bisogno di supporto. Tuttavia, se i girasoli raggiungono un'altezza di 90 cm o più, dovrebbero venire fissati a un sostegno per evitare che il fiore si pieghi.[19]
    • Non fissare il supporto all'interno del vaso stesso. Quando il girasole raggiunge le dimensioni massime, potrebbe rovesciare il vaso. Fissa il paletto a una grondaia, a un muro o a un altro oggetto.
  5. 5
    Raccogli i semi. Se hai piantato una varietà di girasole dai semi commestibili, lascia che il fiore appassisca sullo stelo; anche i semi matureranno e si seccheranno. Se tieni i girasoli all’aperto, coprili con una rete o un sacchetto di carta per impedire agli uccelli di mangiare tutti i semi.[20]
    • Generalmente, i semi di girasole neri o grigi con strisce bianche sono commestibili.
    • Solitamente, quando la parte posteriore del fiore diventa marrone, i semi sono pronti per la raccolta.[21]
    • Una volta essiccati, puoi conservare i semi in un contenitore ermetico a temperatura ambiente per un massimo di 4 mesi. Puoi anche congelarli, se hai bisogno di conservarli più a lungo.
    • Anche i germogli di girasole possono essere mangiati. Prima sbollentali per eliminarne il gusto amaro, quindi cuocili a vapore o lessati per 3 minuti. Sono deliziosi conditi con il burro all’aglio.
    Pubblicità

Consigli

  • Esistono diverse organizzazioni senza scopo di lucro, come Cercatori di Semi (www.cercatoridisemi.com), che vendono varietà rare e antiche di girasoli.[22]
  • Sebbene la maggior parte delle persone tosti i semi di girasole prima di mangiarli, puoi anche mangiarli crudi. Questi semi sono ottime fonti di diverse vitamine del gruppo B e vitamina E e sono ricchi di proteine.[23]
Pubblicità

Avvertenze

  • I girasoli non amano essere trapiantati, quindi piantali in un vaso abbastanza grande da contenere il fiore completamente cresciuto.[24]
  • Non tutti i semi di girasole possono essere mangiati: se hai intenzione di raccogliere i semi per cibartene, assicurati di acquistare una varietà commestibile.[25]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Piantare un Albero di Avocado
Fare Talee di RosaFare Talee di Rosa
Piantare i Semi di CiliegioPiantare i Semi di Ciliegio
Innaffiare le OrchideeInnaffiare le Orchidee
Ravvivare un'Orchidea che non FiorisceRavvivare un'Orchidea che non Fiorisce
Raccogliere il BasilicoRaccogliere il Basilico
Coltivare un Albero di GiadaColtivare un Albero di Giada
Favorire la Fioritura delle OrchideeFavorire la Fioritura delle Orchidee
Eliminare le Formiche dalle Piante in VasoEliminare le Formiche dalle Piante in Vaso
Rinvigorire una Pianta di Aloe Vera AppassitaRinvigorire una Pianta di Aloe Vera Appassita
Prendersi Cura delle OrchideePrendersi Cura delle Orchidee
Ottenere una Pianta di Aloe da una Foglia
Creare un BonsaiCreare un Bonsai
Prenderti Cura di una Sansevieria o Pianta SerpentePrenderti Cura di una Sansevieria o Pianta Serpente
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Artemisia Nursery
Co-redatto da:
Vivaio e Negozio di Giardinaggio
Questo articolo è stato co-redatto da Artemisia Nursery. Artemisia Nursery è un vivaio che vende al dettaglio. Si trova nella zona nord-est di Los Angeles e si specializza in piante native della California. Artemisia Nursery è una piccola azienda di proprietà dei lavoratori che ha intenzione di diventare una cooperativa di proprietà dei dipendenti. Oltre alle piante autoctone della California, Artemisia Nursery offre una selezione di piante grasse, piante antiche, piante per la casa, ceramica, strumenti e forniture per il giardinaggio. Attingendo alle conoscenze dei fondatori, offre anche consulenze, design e installazioni. Questo articolo è stato visualizzato 112 703 volte
Questa pagina è stata letta 112 703 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità