Scarica PDF Scarica PDF

Le kalanchoe sono piante grasse dai colori vivaci e allegri con spesse foglie verdi e fiori bellissimi. Sono molto facili da coltivare e crescono sia in casa sia all'aperto, a patto che vengano esposte alla luce solare e si trovino in un ambiente relativamente caldo. Come molte altre piante grasse, le kalanchoe devono essere annaffiate pochissimo e possono soffrire se ricevono troppa acqua. Dato che richiedono pochissima manutenzione, è davvero facile prendersi cura di loro e resistono a molte malattie che colpiscono le piante più delicate, sono esemplari ideali da tenere in casa o regalare.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Piantare le Kalanchoe

  1. 1
    Crea una talea da una pianta esistente. Il modo migliore per coltivare una kalanchoe è ottenere una talea da un esemplare adulto, per poi interrarla. Usa un paio di cesoie da giardinaggio affilate per tagliare un ramo di una pianta adulta. Elimina tutte le foglie negli ultimi 5 cm della talea e lasciane soltanto un paio in cima al ramo.[1]
  2. 2
    Lascia asciugare il taglio della talea per 3 giorni. Una volta praticato il taglio e rimosse le foglie, metti la talea sulla carta assorbente e lascia che si asciughi per qualche giorno. Questa operazione è detta "formazione del callo".[2]
  3. 3
    Immergi l'estremità della talea nell'ormone radicante. Una volta che il taglio si è asciugato, immergi gli ultimi centimetri della talea in una sostanza in grado di stimolare la crescita delle radici, in modo che si sviluppino sane e più rapidamente.[3]
  4. 4
    Metti la talea nel terreno. Riempi di terriccio drenante il fondo di un piccolo vaso con fori di drenaggio. I vasi di argilla sono la scelta migliore per le piante grasse, perché le lasciano traspirare. In seguito, pratica un foro nel terreno con una matita o una penna. Prendi la talea asciutta e inseriscila nel buco che hai appena realizzato, lasciando fuori la parte superiore.[4]
    • È fondamentale utilizzare terreno che dreni bene per la talea, in modo che non trattenga troppa umidità. Puoi trovarlo nei negozi di giardinaggio, dove potrai acquistare anche prodotti specifici per le piante grasse.
    • Puoi provare un mix con il 60% di muschio di torba e il 40% di perlite.[5]
    • Immergi la talea nell'ormone radicante una volta sola. Utilizzare troppa polvere può avere un effetto negativo sulla crescita della pianta.
  5. 5
    Bagna il terreno e copri il vaso con un sacchetto di plastica. Una volta interrata la talea, annaffiala leggermente fino a inumidire appena il terreno. A quel punto, prendi un grande sacchetto di plastica, pratica qualche taglio in alto e usalo per coprire completamente il vaso.
    • Coprire il vaso con il sacchetto di plastica aiuta a creare un ambiente umido in cui la talea possa crescere e prosperare.
  6. 6
    Esponi il vaso alla luce solare indiretta ma intensa e annaffialo occasionalmente. Una volta coperto con il sacchetto, mettilo su un tavolo o su un davanzale illuminati indirettamente. Controlla il terreno una volta alla settimana e bagnalo leggermente quando è asciutto, rimettendo il sacchetto sul vaso dopo aver finito.[6]
    • Finché la kalanchoe non ha sviluppato le radici, deve restare esposta alla luce solare forte, ma indiretta.
  7. 7
    Togli il sacchetto dopo 2-3 settimane. Al termine di questo periodo, le radici dovrebbero iniziare a crescere, perciò togli il sacchetto e lascia il vaso in un ambiente illuminato dal sole, annaffiandolo una volta alla settimana, quando il terreno è secco.[7]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Prendersi Cura delle Kalanchoe

  1. 1
    Assicurati che ricevano luce solare a sufficienza. Le kalanchoe hanno bisogno di molto sole, a prescindere che tu le stia coltivando da una talea o abbia acquistato una pianta adulta. Se hai deciso di tenerle in casa, posizionale davanti a una finestra esposta a sud per ricevere luce del sole diretta – oppure rivolta a est o ad ovest per sfruttare l'intensa luce indiretta nei mesi estivi.[8]
    • Durante l'estate, troppa luce solare può danneggiare le piante.
    • Se tieni la kalanchoe in casa, mettila entro 1 metro da una finestra, in modo che riceva luce sufficiente.
  2. 2
    Tieni la kalanchoe in un ambiente caldo. Come molte piante grasse, questa specie cresce meglio nei climi temperati o caldi. È adatta agli interni, ma se hai deciso di coltivarla all'aperto in vaso, portala in casa quando la temperatura scende sotto i 10 °C.[9]
  3. 3
    Annaffia la kalanchoe ogni 10 giorni circa. Questa pianta ha bisogno di una quantità d'acqua molto specifica, in modo che possa ricevere il corretto nutrimento senza soffrire per l'idratazione eccessiva. Quando il terreno è secco, annaffialo in profondità, finché l'acqua non esce dai fori sul fondo del vaso e si deposita nel sottovaso. Prendi il sottovaso e svuotalo dall'acqua, poi rimettilo al suo posto. Lascia che il terreno si asciughi completamente, per circa 10 giorni, prima di annaffiarlo di nuovo.[10]
    • Puoi anche annaffiare la tua pianta riempiendo una vaschetta d'acqua, al cui interno metterai il vaso. Lascia che l'acqua impregni il terreno finché la superficie non risulta umida. In questo modo, sarai certo che le radici siano sature d'acqua, senza bagnare le foglie.
  4. 4
    Fertilizza la kalanchoe una volta al mese. Anche se questa pianta è relativamente autosufficiente, può beneficiare dall'applicazione occasionale di concime. Utilizza un fertilizzante bilanciato e organico, per esempio con formula 20-20-20. Per applicarlo, segui le istruzioni sulla confezione, assicurandoti di non superare le dosi consigliate.[11]
    • Se hai acquistato la pianta da un negozio, dovrebbe essere già stata fertilizzata e non dovrai preoccuparti di concimarla per almeno un paio di mesi.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Proteggere e Potare la Tua Kalanchoe

  1. 1
    Tieni la pianta lontana dalla pioggia. Se hai deciso di lasciarla all'aperto, assicurati che si trovi in una zona ben protetta, non esposta alle precipitazioni. L'acqua piovana può saturare troppo la pianta e persino farla morire.[12]
  2. 2
    Pota i gambi dei fiori morti. Dopo la fioritura, fai attenzione alle foglie e agli steli secchi. Se li noti, potali attentamente con un paio di cesoie affilate, proprio sotto la parte avvizzita.[13]
    • Annaffia meno la pianta per un paio di settimane, una volta tagliate le parti secche.
  3. 3
    Usa insetticidi completamente naturali per combattere gli insetti. Anche se le kalanchoe di solito sono resistenti alle malattie e a quasi tutti gli insetti, quando vengono coltivate all'aperto possono essere danneggiate da alcuni parassiti, come afidi e acari. Contrastali applicando un insetticida organico spray, seguendo le istruzioni sulla confezione.
    • Puoi anche preparare da solo un insetticida naturale, mescolando alcune gocce di detersivo per piatti, di olio di colza o di girasole e un litro d'acqua.[14]
    • Per applicarlo, spruzzalo direttamente sulle parti della pianta in cui noti la presenza di parassiti.
  4. 4
    Fai rifiorire la kalanchoe. Questa pianta può fiorire nuovamente l'anno successivo se ti prenderai cura di lei correttamente. Avrà bisogno di almeno 6 settimane di giornate invernali naturali affinché si formino i germogli, quindi circa 12 ore di buio al giorno.
    • La pianta deve restare al buio durante la notte in autunno e in inverno.
    • Dato che probabilmente terrai la pianta in casa per proteggerla dal freddo, mettila in una stanza buia o dentro un armadio di sera e di notte. In questo modo, nasceranno i germogli.[15]
    Pubblicità

Consigli

  • Se cerchi di stimolare la fioritura, assicurati che la pianta resti al buio per circa 12 ore dalla fine dell'autunno all'inizio della primavera, la stagione in cui si sviluppano i fiori.
  • Se noti che la pianta sembra sfinita e malata, probabilmente non riceve luce sufficiente. Spostala all'aperto al sole o in un punto ben illuminato.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Piccolo vaso di argilla
  • Fertilizzante organico ben bilanciato
  • Cesoie da giardinaggio affilate
  • Ormone radicante

Informazioni su questo wikiHow

Harmony Corelitz
Co-redatto da:
Esperta di Botanica
Questo articolo è stato co-redatto da Harmony Corelitz. Harmony Corelitz è un'esperta di botanica e direttrice operativa di Plants and Friends, vivaio e negozio di piante con sede nella San Francisco Bay Area. Harmony è cresciuta aiutando i suoi genitori a gestire l'azienda di famiglia, dedicata a cura delle piante e allestimento di angoli verdi per interni. Si è laureata in Letteratura e Spagnolo alla University of San Francisco. È specializzata in cura di piante da interno e creazione di spazi verdi per interni. Ha aperto un negozio temporaneo di piante e articoli per la casa vintage chiamato Younger Child e ha aiutato Plants and Friends a crescere e a espandersi in due sedi. Questo articolo è stato visualizzato 43 590 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 43 590 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità