Scarica PDF Scarica PDF

Probabilmente al tuo ragazzo piaci per molte ragioni, il problema è che l'attrazione può talvolta sconfinare nell'ossessione. Se sembra ossessionato dal tuo sedere, è possibile che tu ti senta a disagio o vittima di oggettivazione. Inizia ad affrontare il problema non appena si manifesta, in modo da definire chiaramente i tuoi limiti. Dopodiché, parlane con calma per spiegargli quali atteggiamenti ti danno fastidio e perché. Rifletti sulla relazione, specialmente se le cose non dovessero cambiare. Non sprecare il tuo tempo con una persona che ti considera un mero oggetto sessuale.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Elaborare il Problema

  1. 1
    Prima di capire quali comportamenti dovresti affrontare e risolvere, determina i tuoi limiti. Devi infatti comprendere bene che cosa reputi accettabile o meno nel tuo rapporto [1] .
    • Non sentirti mai in colpa per porre dei limiti. Se un comportamento ti mette in soggezione o ti rende infelice, hai assolutamente il diritto di fronteggiarlo. Quando definisci i tuoi limiti, non preoccuparti dei sentimenti del tuo ragazzo.
    • Considera quali sono i comportamenti che ti danno ai nervi. Forse non hai problemi quando il tuo ragazzo ti fa complimenti in privato, ma magari ti senti a disagio quando ti palpeggia in pubblico. Cerca di avere una lista di limiti ben chiara nella tua mente. In futuro saprai così quando farti sentire.
  2. 2
    Affronta la questione non appena si presenta. Non ti conviene lasciar ribollire il rancore. Dovresti inoltre sentirti a tuo agio quando parli dei tuoi diritti e dei tuoi limiti, come se fosse una cosa normalissima. Non appena il tuo ragazzo fa qualcosa che non tolleri, diglielo chiaramente [2] .
    • Per esempio, non vuoi che faccia commenti degradanti o dalla forte connotazione sessuale sul tuo sedere, nemmeno in privato.
    • Se quando siete insieme fa un commento del genere, non arrabbiarti, ma non restare nemmeno in silenzio. Affronta immediatamente la questione dicendo per esempio: "Non gradisco che mi parli in questo modo".
  3. 3
    Mostrati dolce ma decisa. Assertività non è sinonimo di aggressività. Non devi litigare con il tuo ragazzo. Quando affronti problemi di tipo comportamentale, devi esprimere le tue emozioni in maniera chiara e diretta, senza essere aggressiva [3] .
    • È inutile alzare la voce o rispondergli male. Puoi formulare il problema con un tono di voce calmo e chiaro. Non usare un linguaggio polemico o arrabbiato. Devi essere educata ma ferma.
    • Per esempio, digli che non ti piace essere palpeggiata in pubblico. Se dovesse succedere, afferma: "Non mi piace quando mi tocchi in questo modo. Mi sento a disagio".
  4. 4
    Accetta i tuoi diritti in questa situazione. Molte persone pensano di essere responsabili delle emozioni provate dalla gente che le circonda o credono che essere gentili significhi evitare a tutti i costi il confronto. Non è questo il caso: se il tuo ragazzo si sente infastidito o arrabbiato quando ti fai valere, non è un problema tuo. Hai dei diritti nella relazione. Uno di questi è stabilire chi può toccare il tuo corpo, quando e come: nessuno ha il diritto di infrangerlo [4] .
    • Se il tuo ragazzo ti fa sentire in colpa quando dimostri assertività, non tirarti indietro. Potrebbe opporsi alla tua reazione e provare a dire: "Non è niente di grave" o "Non riesco a controllarmi perché mi piaci troppo".
    • Non sei responsabile dei suoi sentimenti. Il suo diritto di espressione non è più importante del tuo diritto di sentirti rispettata. Non rimanerci male qualora dovesse reagire negativamente di fronte alla tua reazione. Ricorda che hai il diritto di sentirti sicura e a tuo agio nel rapporto. Nessuno dovrebbe mancare di rispetto alle tue esigenze.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Parlare del Problema

  1. 1
    Rifletti su quello che vuoi dire. Prima o poi dovresti parlare di questo comportamento con lui. Non è affatto il caso di lasciar ribollire il rancore. Prima di parlare, pensa però a che cosa vuoi dire. Che cosa desideri risolvere con questa conversazione? Come farlo al meglio [5] ?
    • Prima di parlare con lui, puoi provare ad annotare i tuoi pensieri su un diario. Mettere tutto per iscritto potrà aiutarti a capire come esprimerti al meglio.
    • Considera quale risultato intendi ottenere con questa conversazione. Vuoi solo che il tuo ragazzo ti capisca? Vuoi che cambi? Mentre scrivi quello che desideri dire, prefiggiti degli obiettivi.
  2. 2
    Affronta la conversazione senza aspettative, che possono causare apprensione e ansia. Se ti convinci del fatto che il tuo ragazzo reagirà in un certo modo, ciò potrà influire sul tuo comportamento [6] .<br<
    • Per esempio, forse immagini che si arrabbierà. Se pensi che avrà una reazione ostile, rischi di metterti sulla difensiva e di avere quindi un atteggiamento astioso durante la conversazione.
    • Prova a liberarti di tutte le aspettative. Questo ti aiuterà ad affrontare con maggiore calma la situazione e ti permetterà di lasciare che si sviluppi naturalmente, senza provare a controllarla.
  3. 3
    Esprimiti in prima persona singolare. Questa strategia permette di enfatizzare i propri sentimenti, senza dare giudizi obiettivi. Le frasi in prima persona singolare aiutano a non attribuire colpe. Sono composte da tre parti. Esordisci con "Mi sento...", quindi elabora immediatamente il tuo stato d'animo. Poi, spiega quale comportamento ti ha portato a sentirti in questo modo e perché ha provocato tale effetto [7] .
    • Per esempio, senza pensarci potresti dire: "È umiliante quando mi palpeggi in pubblico. Non sono un oggetto". Quello che provi è assolutamente giustificabile, ma esprimerti in questo modo farà sentire il tuo ragazzo attaccato o giudicato.
    • Invece, rielabora questa emozione in prima persona singolare. Prova a dire: "Mi sento umiliata quando mi palpeggi in pubblico. Questo mi fa sentire un oggetto, non una persona".
  4. 4
    Definisci che cosa vuoi cambiare. Concludi la conversazione con un piano. Tu e il tuo ragazzo dovreste stabilire chiaramente che cosa va cambiato in futuro.
    • Offrigli istruzioni concrete e positive in merito a come comportarsi in futuro. Non soffermarti solo sui suoi errori. Dopo averlo invitato a controllare certi comportamenti, spiegagli che cosa vorresti che facesse.
    • Per esempio, potresti dirgli: "Mi piace ricevere complimenti sul mio fisico, mi fanno sentire bene con me stessa. Vorrei però che questi commenti venissero fatti in privato, non davanti ai tuoi amici".
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Prendere Decisioni sul Futuro della Relazione

  1. 1
    Cerca di capire se sei vittima di oggettivazione sessuale. Esiste una distinzione netta fra attrazione e oggettivazione sessuale. Il tuo ragazzo può anche dirti che è unicamente motivato dall'attrazione, ma ossessionarsi per una certa parte del corpo significa andare oltre [8] .
    • Hai la sensazione che tenda a separarti dal tuo sedere? Se ti tratta come un oggetto, non una persona, allora sei vittima di oggettivazione sessuale.
    • Considera il modo in cui parla del tuo sedere e interagisce a livello fisico. Pensi che ti presti attenzione come persona? Pensi che oltre al tuo corpo dia importanza al tuo carattere e alla tua intelligenza?
  2. 2
    Osserva se ha tendenze misogine, che nel lungo termine possono danneggiare profondamente una relazione. Se il tuo ragazzo ha una mentalità misogina, sarà difficile cambiare questo comportamento [9] .
    • Ha una personalità alla dottor Jekyll e mister Hyde? Forse supera certi limiti e ti fa soffrire, ma poi cerca di rimediare con un comportamento dolce e gentile. Nel tempo, però, si comporterà male di nuovo.
    • Si comporta in maniera autoritaria o competitiva nei tuoi confronti? Ti impone regole in fatto di abbigliamento e comportamento? Si sente minacciato dal tuo successo o dai traguardi che raggiungi?
    • È poco costante dal punto di vista comunicativo? A volte ti parla tutti i giorni, salvo poi sparire per una settimana senza spiegazioni?
  3. 3
    Considera se vuoi continuare a stare con lui. Le relazioni sono impegnative. Bisogna scendere a compromessi sotto molti punti di vista, ma non è giusto rinunciare alle proprie esigenze. Il tuo ragazzo dovrebbe rispettarti come persona, altrimenti non vale la pena di stare con lui [10] .
    • Se continua a infrangere le tue richieste nonostante ne abbiate parlato, dimostra in questo modo una mancanza di rispetto alla base del rapporto. Ti meriti una persona che ti tratti con attenzione.
    • Se il tuo ragazzo non fa che infrangere i limiti, è evidente che la relazione non è sana. A questo punto sarebbe meglio lasciarsi e voltare pagina.
    Pubblicità

Consigli

  • Indossa vestiti che reputi comodi e che ti facciano sentire sicura. Se attirano l'attenzione sul sedere, non è colpa tua. Mai limitarti perché ci sono uomini irrispettosi.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Migliorare le Proprie RelazioniMigliorare le Proprie Relazioni
Far Durare una RelazioneFar Durare una Relazione
Sapere Quando Chiudere una RelazioneSapere Quando Chiudere una Relazione
Riparare una RelazioneRiparare una Relazione
Farti RispettareFarti Rispettare
Fare Sesso MeglioFare Sesso Meglio
Farle Venire Voglia di FarloFarle Venire Voglia di Farlo
Mettere il Preservativo su un Pene con il PrepuzioMettere il Preservativo su un Pene con il Prepuzio
Capire Quando la Tua Ragazza Non Ti AmaMi ama o non mi ama? 12 dettagli a cui prestare attenzione per capire quando la tua ragazza non corrisponde il tuo amore
Soddisfare una DonnaSoddisfare una Donna
Chiedere alla tua Ragazza di Fare del Sesso OraleChiedere alla tua Ragazza di Fare del Sesso Orale
Prendere l'Iniziativa per Fare SessoPrendere l'Iniziativa per Fare Sesso
Provare la Masturbazione ReciprocaProvare la Masturbazione Reciproca
Parlare SporcoParlare Sporco
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Jessica Swenson
Co-redatto da:
Psicologa di Comunità e Psicoterapeuta Abilitata
Questo articolo è stato co-redatto da Jessica Swenson. La Dottoressa Jessica Swenson è una psicologa di comunità e psicoterapeuta abilitata all'esercizio della professione, nonché fondatrice dello studio Transformative Growth Counseling. Con oltre 10 anni di esperienza, è specializzata in relazioni sentimentali e familiari. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Psicologia di Comunità presso la National Louis University e una laurea di secondo livello in Psicologia Clinica alla Roosevelt University. È anche una professionista certificata nel trattamento dei traumi. Questo articolo è stato visualizzato 31 367 volte
Categorie: Vita di Coppia
Questa pagina è stata letta 31 367 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità