Che ci piaccia o no, capita a tutti prima o poi di incontrare una persona molto immatura, magari al lavoro o in una situazione di volontariato. Questa "esperienza" potrebbe danneggiare la propria vita affettiva e sociale, e forse anche il modo di vedere il mondo. Tuttavia, è possibile sopportarla facendo uno sforzo di comprensione, cercando di controllarsi e un po' di pratica.

Parte 1 di 3:
Comprendere il Comportamento Immaturo

  1. 1
    Considera la sua età. Il termine immaturo si usa per indicare una persona che "non ha raggiunto un pieno sviluppo". Per sua natura, è probabile che un simile individuo non sappia reagire in determinate situazioni. Più è giovane, meno potrebbe esserne capace.[1] Perciò, cerca di essere comprensivo se di fronte hai una persona giovane e immatura.
    • Per esempio, un ragazzo potrebbe mostrare la sua immaturità facendo battute volgari sul seno delle donne e sul membro maschile, lasciandosi andare a comportamenti volgari davanti agli amici, mettendo le dita nel naso e comportandosi in genere come un bambino.[2] Sebbene sia antipatico, può essere un comportamento normale per una persona della sua età e, pertanto, conviene semplicemente ignorarlo. Prima di innervosirti, dai a chi è più giovane il modo di crescere e maturare.
    • D'altro canto, un adulto apparentemente maturo (per esempio, chi ha superato la fase degli scherzi più triviali) può ancora peccare di immaturità emotiva e, quindi, comportarsi da sconsiderato, non riuscire ad ammettere la responsabilità dei propri errori, tentare di instillare invidia in altre persone o farle arrabbiare di proposito.[3]
  2. 2
    Individua quando una reazione è matura o immatura dal punto di vista emotivo. A volte le situazioni più difficili possono innescare reazioni emotivamente immature, che portano a confondere il confine tra l'emotività adulta e quella tipica dei bambini – questo comportamento si chiama, appunto, regressione infantile. Rifletti su come reagire quando sai di avere a che fare con una persona matura. Esistono vari metodi per renderti conto se una reazione è frutto di un equilibrio acquisito nel tempo o un gesto puerile.[4]
    • Una persona emotivamente immatura reagisce d'impulso, ha un atteggiamento vittimistico, si comporta seguendo le sue emozioni (forti o "di pancia", esplodendo per la rabbia, scoppiando in pianti improvvisi e così via), è egocentrica ed attenta solo a difendersi, cerca di giustificare sempre i suoi gesti di fronte a se stessa e agli altri, manipola, è spinta dalla paura o dall'idea di "sentirsi obbligata" a fare qualcosa, ma anche dalla necessità di evitare l'insuccesso, il disagio e il rifiuto.[5]
    • Una persona che mostra una certa maturità emotiva è disposta ad ascoltare il punto di vista degli altri; è proattiva; è motivata a crescere e ad agire in base a una visione o un obiettivo; si comporta in un certo modo per sua scelta, non perché si sente obbligata; agisce con integrità, ovvero i suoi gesti sono frutto dei valori in cui crede.[6]
  3. 3
    Cerca di capire perché una persona è emotivamente immatura. Le persone emotivamente immature hanno difficoltà a gestire le loro emozioni e spesso reagiscono con un rassegnato senso di rinuncia e impotenza, credono di non poter cambiare la loro situazione né di migliorare la vita.[7] Tutto ciò può dipendere dal fatto che non hanno mai imparato ad affrontare e gestire le emozioni più difficili. Anche se assumono un comportamento inappropriato, dal tuo canto cerca di essere più comprensivo nei loro confronti quando ti rendi conto che la paura le spinge a difendersi da ciò che le mette emotivamente sotto scacco.
  4. 4
    Riconosci l'eventuale presenza di problemi di salute mentale. La persona con cui hai a che fare potrebbe soffrire di ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattività) o un disturbo della personalità.[8] Alcuni problemi di questo tipo possono essere scambiati per immaturità e manifestarsi in vari modi.[9]
    • Una persona affetta da ADHD può darti l'impressione di essere immatura, quando in realtà soffre di un disturbo mentale. Magari ha difficoltà a prestare attenzione ed è logorroica, sembra autoritaria o interrompe gli altri mentre parlano, diventa verbalmente aggressiva quando si sente frustrata, fa fatica a controllare le sue emozioni ed esplode per la rabbia o scoppia in lacrime.[10]
    • Il disturbo borderline di personalità è in genere accompagnato da notevoli sbalzi d'umore.
    • Le persone che soffrono del disturbo di antisociale personalità sono spesso scortesi e non hanno la capacità di rispettare i sentimenti altrui.[11]
    • Chi è affetto dal disturbo istrionico di personalità può fare di tutto per attirare l'attenzione degli altri e si sente a disagio quando non riesce a ottenerla.[12]
    • Il disturbo narcisistico di personalità si manifesta nelle persone che hanno una considerazione esagerata di sé e scarsa empatia verso gli altri, caratteristiche che tradiscono una vulnerabilità tale da causare accessi d'ira.[13]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Gestire una Persona Emotivamente Immatura

  1. 1
    Renditi conto che non puoi costringere qualcuno a cambiare. La verità è che non è una tua battaglia. Se l'altra persona non è disposta a riconoscere il suo comportamento e adottare dei provvedimenti per cambiare, c'è poco da fare. Può essere molto difficile per una persona che tende a vivere i rapporti in modo infantile capire che deve cambiare, giacché il segno distintivo dell'immaturità emotiva sta nell'incolpare le altre persone o le circostanze quando si sbaglia.[14]
    • L'unica cosa che puoi controllare è il tuo comportamento, in questo caso il modo in cui reagisci di fronte a tale persona e quanto tempo passi con lei.
  2. 2
    Prova a limitare la vostra frequentazione. Se è troppo immatura e non intende cambiare, forse dovrai allontanare tale persona dalla tua vita. Se si tratta del tuo partner, probabilmente sarai costretto a prendere atto del suo scarso impegno a cambiare e porre fine alla vostra relazione. Se si tratta di qualcuno che non puoi escludere totalmente dalla tua vita, come il tuo superiore, un collega o un familiare, cerca di limitare il più possibile i contatti.
    • Cerca di interagire il meno possibile. Quando parlate, congedati con fermezza ma educatamente, dicendo ad esempio: "Mi dispiace di dover interrompere la nostra conversazione, ma sono alle prese con un progetto importante e devo tornare a lavorare".
    • In pubblico fai del tuo meglio per evitarla, parlando con altri amici o parenti.
  3. 3
    Comunica in maniera assertiva. Una persona emotivamente immatura può essere manipolativa ed egocentrica, quindi se non puoi fare a meno di comunicare con lei, cerca essere chiaro e assertivo. Assertivo non significa aggressivo, bensì vuol dire essere preciso, rispettoso e difendere le tue esigenze, ma al tempo stesso portare rispetto per i bisogni, i sentimenti e i desideri degli altri.[15] In breve, devi esprimere quello di cui hai bisogno, senza preoccuparti di quello che potrebbe comportare.
    • Tieni presente che, anche se manifesti le tue esigenze con una certa levatura d'animo, non è detto che le persone immature sappiano reagire nello stesso modo.
    • Informati sull'assertività leggendo questo articolo.
  4. 4
    Cerca un confronto. Se pensi che sia disposta ad ascoltare il tuo parere ed è una persona con cui desideri conservare un rapporto, forse sarebbe il caso di parlare con lei del suo comportamento. Preparati all'eventualità che si metta sulla difensiva,[16] fraintendendo le tue parole. Potresti anche suggerirle di consultare uno psicologo o qualcuno che possa aiutarla a comunicare con più maturità.
    • Riporta il comportamento che reputi immaturo e il modo in cui ti ha fatto sentire. Per esempio: "Mi avvilisco quando mi demandi tutte le incombenze più importanti di casa. Potresti darmi una mano durante la settimana?". Dopodiché dille nello specifico che cosa potrebbe fare quotidianamente per dare un contributo.
    • Potresti ricordarle che può essere estremamente difficile cambiare, ma che intendi starle accanto e aiutarla a crescere e maturare, se te ne dà l'opportunità.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Reagire di Fronte a un Comportamento Immaturo e Aggressivo

  1. 1
    Ignora e non lasciarti coinvolgere. È il modo e la reazione più semplice quando una persona immatura cerca di ottenere la tua attenzione o una tua reazione. Reagendo di fronte ai suoi comportamenti, le darai ciò che vuole e alimenterai ulteriori atti d'immaturità. Se la ignori, probabilmente si sentirà frustrata per il fatto che i suoi attacchi non hanno prodotto alcun effetto e sarà indotta a gettare la spugna.
    • Se non riesce a mantenere il sangue freddo o cerca di polemizzare, non raccogliere le sue provocazioni.
    • Distogli lo sguardo. Gira la testa o evita di guardarla negli occhi. Ti basta ignorare la sua presenza.
    • Voltale le spalle. Anche se cerca di affrontarti direttamente, girati di nuovo.
    • Vai via. Allontanati più in fretta possibile per fare qualcos'altro, finché non smette di discutere.
    • Prova a ignorarla usando i dispositivi elettronici. È molto difficile parlare o disturbare qualcuno se è costantemente al telefono o connesso col tablet. Tieniti così occupato da non notarla nemmeno.
  2. 2
    Invitala a lasciarti in pace. Se non sente ragione o non va via, forse ti conviene essere un po' più aggressivo dicendole che non potrai più continuare a frequentarla. Raccogli tutto il tuo coraggio e chiedile gentilmente di lasciarti in pace in modo da allontanarti da un clima di costante irritazione. Prova uno dei seguenti approcci:
    • Lasciala perdere con delicatezza, dicendo: "Per favore, vorrei stare tranquillo. Non sono di buon umore".
    • Sii più diretto nel comunicare le tue intenzioni, come: "Non importunarmi".
    • Tenta un approccio più semplice, dicendo per esempio: "Non discuto con te. La conversazione è finita".
    • Usa la tecnica del disco rotto. Ribadisci più volte il tuo rifiuto a continuare una polemica: "Questa conversazione è finita". Mantieni la calma mentre utilizzi questa strategia e allontanati.
  3. 3
    Puntualizza sul suo atteggiamento. È possibile che non si renda conto di quanto sia infantile. Per maturare emotivamente, bisogna imparare ad avere a che fare con le persone più giovani e/o meno mature. È seccante affrontare una persona che ha comportamenti puerili, ma se le fai capire che sono fuori luogo e fastidiosi, potrebbe anche smettere di importunarti.
    • Se sei diretto, potresti ottenere qualche risultato. Ad esempio, prova a dire: "Non apprezzo il tuo comportamento. Per favore, smettila".
    • Spiegale qual è il suo atteggiamento: "Ti stai comportando come un bambino. Smetti di infastidirmi".
    • Riformula la sua risposta sotto forma di domanda: "Ti rendi conto di quanto sia immaturo il tuo comportamento in questo momento?".
  4. 4
    Frena il desiderio di rispondere a tono. Anche se sei tentato di reagire al suo stesso modo, potrebbe essere controproducente rendere pan per focaccia. Se devi interagire con questa persona in ambito lavorativo, un comportamento immaturo da parte tua potrebbe metterti nei guai. Inoltre, potrebbe essere pericoloso provocare una persona immatura che è oltretutto aggressiva o ha un brutto carattere. Quando sei tentato di reagire, fallo in modo equilibrato e non lasciarti coinvolgere, ma allontanati dalla situazione.
  5. 5
    Cerca aiuto. Se al fastidio si aggiunge anche l'aggressività, consulta un avvocato o la polizia. A nessuno è permesso di molestarti o toccarti. Se capita, devi ricorrere a un intervento esterno capace di fermare questo genere di comportamento, che probabilmente non avrebbe fine senza la presenza di terzi in grado di esercitare un'influenza maggiore. Hai a disposizione alcune opzioni:
    • Usa la tua rete di sostegno sociale. Se non puoi fare a meno di interagire con questa persona, rivolgiti a un amico, un familiare, un insegnante, al dirigente scolastico, al tuo superiore o a chiunque di cui ti fidi e chiedi aiuto.
    • Informa la persona che intendi chiamare la polizia. La minaccia delle autorità può intimidirla quanto basta perché si fermi.
    • Chiama la polizia. Se temi per la tua incolumità e/o ti sta molestando, minacciando, perseguitando o ha assunto un comportamento violento nei tuoi confronti, puoi chiamare l'intervento della polizia oppure presentare una denuncia. Prova ad annotare nel dettaglio ogni accaduto in modo da avere un registro degli episodi di molestie e ricordarti da quanto tempo vanno avanti.
    • Le molestie includono: minacce, continue telefonate, messaggi, e-mail, biglietti o altre forme di contatto; pedinamenti, ricatti, squarciare le gomme dell'auto.[17]
    • Considera la possibilità di richiedere un ordine restrittivo per molestie. Prova a parlare con la polizia o un avvocato per conoscere l'iter da seguire in questi casi.
    Pubblicità

Consigli

  • Fai respiri profondi. Non scaricare la tua rabbia su questa persona, altrimenti scenderai al suo livello e l'avrà vinta.
  • Non agire frettolosamente. Prenditi tutto il tempo che ti occorre per riflettere prima di decidere come reagire o parlare.

Pubblicità

Avvertenze

  • C'è differenza tra una persona che non si comporta in base alla sua età e chi è violento e prepotente. Se hai l'impressione di essere perseguitato, non esitare a chiedere aiuto.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Avere una Buona Salute Mentale

Come

Combattere la Nostalgia di Casa

Come

Lanciare una Maledizione su Qualcuno

Come

Gestire la Fama

Come

Iniziare una Conversazione Online

Come

Trattenere la Cacca in Situazioni Imbarazzanti

Come

Capire se Piaci a una Ragazza da un SMS

Come

Vendicarsi di Qualcuno

Come

Evitare di Vomitare Quando sei Ubriaco

Come

Trovare Buoni Argomenti di Conversazione

Come

Flirtare

Come

Divertirti con i Tuoi Amici

Come

Rispondere a un Ringraziamento

Come

Diventare Famoso
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Trudi Griffin, LPC, MS
Co-redatto da
Counselor Professionale Registrata
Questo articolo è stato co-redatto da Trudi Griffin, LPC, MS. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011. Questo articolo è stato visualizzato 21 342 volte
Categorie: Interazioni Sociali
Questa pagina è stata letta 21 342 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità