Come Comportarti con Tua Madre

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

In questo Articolo:Gestire i DisaccordiGestire Situazioni ParticolariMigliorare il RapportoCambiare il Tuo Comportamento e il Tuo Modo di Pensare18 Riferimenti

Senz'altro vuoi molto bene a tua madre, ma al tempo stesso riconosci che ogni tanto ti fa anche saltare i nervi. La relazione con lei può essere altalenante: alcune volte il rapporto è felice e appagante, altre hai la sensazione che ti maltratti o ti mortifichi. Se fai fatica ad andare d'accordo con tua madre, tieni presente che, anche se non puoi cambiarla, hai l'opportunità di modificare il modo di interagire con lei.

Parte 1
Gestire i Disaccordi

  1. 1
    Prendi l'iniziativa. Probabilmente ti aspetti che sia lei ad avvicinarsi a te, ma non avere paura di farlo per prima. È possibile che voglia fare il primo passo, ma non sa come prenderti o forse teme anche lei un rifiuto. Se continui ad aspettare che faccia la prima mossa, non stupirti se il vostro rapporto non va avanti.[1]
    • Prima di agire, decidi di che cosa vuoi parlare e come intendi discuterne. Affronta la questione con lo spirito di chi desidera trovare una soluzione, non lanciando accuse.
  2. 2
    Allontana la paura. Invece di nutrire rabbia e paura, renditi conto che non c'è bisogno di reagire in questo modo. Chiediti: "Che cosa posso fare per sdrammatizzare la situazione?". Non è tuo compito gestire le emozioni di tua madre né fare in modo che la sua rabbia o la sua frustrazione diventi un tuo problema.[2]
    • Riconosci il tuo stato d'animo senza proiettarlo su tua madre dicendo: "Sei tu che sei nervosa".
  3. 3
    Fai una scelta. Se tua madre ti incalza a prendere una decisione o ti porta a credere che non hai alternative, metti le carte in tavola.[3] Ricorda che hai sempre una scelta, a prescindere da quanto gli altri ti facciano sentire impotente. Quando raggiungi il punto di non ritorno, fermati e non cedere.
    • Dici a tua madre che hai una scelta e che spetta a te farla. Ringraziala per il suo punto di vista, ma sentiti libero di decidere per conto tuo.
  4. 4
    Perdona. Non reprimere il risentimento. Perdonare non vuol dire scusare i comportamenti altrui, fingendo che non sia accaduto niente o lasciando che le persone agiscano indisturbate.[4] Nel tuo caso, il perdono ti permette di liberarti dall'idea di aggrapparti al risentimento o ai sentimenti più negativi nei confronti di tua madre. Prima riesci a perdonare, prima comincerai a rimediare ai danni causati.

Parte 2
Gestire Situazioni Particolari

  1. 1
    Blocca i suoi tentativi di controllare le tue decisioni. Tua madre può cercare di controllare la tua vita, chi frequenti, dove vai o come fai determinate cose. Può provare a importi il suo modo di fare sotto ogni aspetto e mostrare la sua più totale insoddisfazione quando vai contro la sua volontà. Se vuoi prendere le tue decisioni senza subire le sue reazioni, sii risoluto.[5] Quando fai una scelta, non permettere che le sue opinioni interferiscano nelle tue decisioni.
    • Ad esempio, se stai comprando qualcosa, dille: "È adatto alle mie esigenze ed è quello che mi serve".
    • Se sei intento in qualcosa che, a suo parere, andrebbe fatto in modo diverso, puntualizza: "Farò in questo modo, perché preferisco così".
  2. 2
    Ignora le sue critiche. Ricorda che tua madre può sbagliare quanto te. Quando è pronta a criticare il tuo fidanzato, il tuo modo di vivere o accudire i tuoi figli, prova ad ammettere che stai facendo del tuo meglio e che probabilmente commetterai degli errori.[6] Se ti fa notare una tua pecca, puoi perfettamente riconoscerla: "Sì, mamma, ho sbagliato. L'importante è che ho capito la lezione". Un breve commento può porre fine alla questione.
    • Quando ti critica, rispondile dicendo: "Grazie per il tuo contributo, mamma. Sto facendo del mio meglio per gestire la situazione".
    • Se i suoi appunti ti infastidiscono, dovresti discuterne: "Non so se ti rendi conto, ma ho l'impressione che mi critichi troppo spesso. Voglio davvero avere un rapporto con te, ma è difficile quando mi sembra che vuoi criticare il modo in cui conduco la mia vita".
  3. 3
    Impara a gestire la sua ansia. Non dimenticare che essere genitore è un compito complicato e che nessuno sceglie di soffrire di ansia. Detto ciò, può essere fastidioso e frustrante subire l'ansia di una madre. Ricordati di non incolparla per la sua ansia. Non è piacevole provare questa sensazione.[7]
    • Parla con tua madre e falle capire come ti senti. Potresti dirle: "Non mi piace quando ti preoccupi troppo per me. Mi sembra che tu non abbia fiducia nei miei confronti".
    • Se sospetti che tua madre soffra di un disturbo d'ansia, parlale con delicatezza del tuo dubbio per incoraggiarla a chiedere aiuto: "Mamma, ho notato quanto sei preoccupata. Vorrei che tu sapessi come ci si sente a godersi pienamente la vita, perciò credo che la psicoterapia possa aiutarti".
  4. 4
    Gestisci il suo comportamento iperprotettivo. Quando eri bambino, non avevi altra scelta che ubbidire ai tuoi genitori. Tuttavia, man mano che crescevi, hai guadagnato un controllo maggiore sulla tua vita, se chiaramente hai deciso di conquistarti questo diritto. Può darsi che tua madre non sia contenta di tutto questo, però chiediti: "Sono io a controllare la mia vita o è mia madre a dirigerla?". Non puoi mettere finire al dominio di tua madre e assecondarla al tempo stesso.[8] Se cambi il modo in cui interagisci con lei, c'è il rischio che si innervosisca perché non riuscirà più a controllarti come vorrebbe.
    • Spetta a te decidere se farti condizionare e controllare da lei o stabilire dei limiti.[9]
    • Se ti infastidisce il fatto che ti chiama più volte al giorno, scegli se risponderle o meno al telefono. Se non sei così contento di parlare tanto spesso con lei, decidi di non rispondere alle sue telefonate e sappi che, anche se il tuo comportamento potrebbe contrariarla, ti conviene conservare il controllo della tua vita.
    • Considera di dirle: "Mamma, voglio essere un adulto responsabile e intraprendente, perciò mi piacerebbe farlo per conto mio. Desidero il tuo appoggio mentre cresco e divento più maturo e indipendente".

Parte 3
Migliorare il Rapporto

  1. 1
    Impara ad accettare. Tieni conto che, a prescindere da tutti i tuoi sforzi, non puoi cambiare né tua madre né il suo comportamento. Forse dovrai trovare un modo per accettare la sua presenza, il vostro rapporto o le sue stranezze.[10] Impara ad accettarla con tutte le sue qualità, positive e negative.
    • Se credi che sia compito tuo cambiarla affinché i tuoi fratelli più piccoli conducano una vita migliore, renditi conto che è molto improbabile che riuscirai a esercitare su di lei un'influenza tale da modificare il suo comportamento. Non è compito tuo.
  2. 2
    Controlla i contatti con lei. Sebbene sia più difficile gestire i vostri contatti se vivete insieme, può essere utile porre dei limiti quando le fai visita se vivi lontano da lei. Invece di andare a trovarla o invitarla a casa tua, proponile di incontrarvi in territorio neutrale. Se vi vedete in un luogo pubblico, potrai congedarti e chiudere la conversazione più facilmente dato che è inopportuno andare su tutte le furie o comportarsi male tra la gente.[11]
    • Se non ti piace l'idea che tua madre venga a trovarti perché temi che possa criticare il tuo stile o i tuoi standard di pulizia, non invitarla. Se si presenta senza preavviso, dille che non accetti un simile comportamento.
  3. 3
    Mettiti nei suoi panni. È probabile che tua madre abbia difficoltà a comprendere quello che desideri e di cui hai bisogno perché ha poca empatia. Chiediti perché ti tratta in questo modo, ma tieni presente che forse il suo comportamento dipende dal fatto che non comprende il tuo stato d'animo quando ti parla e interagisce con te. Anche se la reazione naturale sarebbe quella di respingerla o evitarla, cerca di essere più amorevole nei suoi confronti. Trattala come vorresti essere trattato da lei: immedesimati nella sua situazione.[12]
    • Quando desideri dare sfogo alla rabbia o alla frustrazione, fermati e rispondile in modo gentile e affettuoso.
  4. 4
    Cerca di nutrire aspettative realistiche. Quando eri bambino, avevi bisogno di attenzioni, affetto e consigli. Se tua madre ti delude, il ricordo di tale delusione può diventare incancellabile e forse sei portato a incolparla per il fatto di non venire incontro alle tue esigenze. Pertanto, cerca di avere aspettative realistiche nel vostro rapporto, senza metterla su un piedistallo.[13] A volte, può essere difficile accettarlo, ma pensa che anche una madre è un essere umano, quindi può commettere errori o non considerare le esigenze di un figlio.
    • Potresti discutere con lei del vostro rapporto. Forse si aspetta di vederti tre volte a settimana quando, invece, desideri incontrarla solo una volta nell'arco della settimana. Conoscendo le vostre reciproche aspettative e in che misura si differenziano, riuscirete ad alleviare parte dello stress connesso ai vostri rapporti.

Parte 4
Cambiare il Tuo Comportamento e il Tuo Modo di Pensare

  1. 1
    Concentrati su quello che provi. Invece di incolpare tua madre e lanciarle delle accuse (benché vere), pensa a quello che stai provando e al modo in cui ti condiziona. Non puoi modificare il suo comportamento, ma puoi cambiare il modo in cui tu reagisci nei suoi confronti e quello che senti.[14] Anche se non dà importanza al tuo stato d'animo, a questo punto avrai creato dei limiti emotivi che ti permetteranno di dimostrarle che li sta superando.
    • Invece di dire "Sei crudele", prova a spiegarle il concetto: "Sto davvero male quando mi parli in quel modo".
  2. 2
    Cambia il tuo comportamento. Sicuramente il suo modo di comportarsi ti farà perdere la ragione, ma ricorda che non puoi cambiarlo. Quello che puoi modificare è il tuo atteggiamento.[15] Se tendi ad andare su tutte le furie quando discuti, prova a rispondere diversamente, con calma o senza farti condizionare dalla sua rabbia. Vedi se, ponendoti in modo differente, riesci a ottenere qualche risultato nel vostro rapporto e nell'atteggiamento che ha nei tuoi riguardi.
    • Se tua madre critica costantemente il tuo scarso impegno in qualcosa (per esempio, quando devi riporre le stoviglie), vedi come reagisce quando porti a termine questo compito in tempo e con precisione.
  3. 3
    Stabilisci dei limiti ben precisi. Dovresti fissare dei limiti fisici ed emotivi nel rapporto con tua madre. Probabilmente è arrivato il momento di andare a vivere per conto tuo o vedervi di meno. Prova a porre un freno al fatto di venire da te senza preavviso o pulire al posto tuo. Tra i limiti emotivi considera di non derogare sul modo in cui vorresti essere trattato. Potresti dirle: "Voglio avere un rapporto con te, ma quando mi critichi, sono costretto ad andare via perché non lo ritengo salutare".[16]
    • Dovresti comunicare chiaramente quali sono i limiti nel vostro rapporto. Dille: "Non voglio che entri nella mia camera quando non sono a casa. Spero che rispetterai il mio bisogno di privacy".
  4. 4
    Accetta il fatto che siete in disaccordo. Rischi di combattere e affannarti inutilmente se non ti rendi conto che su determinati argomenti non la pensate allo stesso modo: potreste avere divergenze sulla religione, sulle scelte sentimentali, sul matrimonio, sull'accudimento dei figli o sulle scelte professionali.[17] Impara ad ascoltare rispettosamente le sue opinioni e poi cambia discorso. Accetta il fatto che esistono questioni fondamentali su cui non andrete d'accordo e lascia le cose come stanno.
    • Non prendere una decisione solo per accontentare tua madre quando, invece, non ti rende felice. Chiediti: "Ne vale la pena?".
  5. 5
    Riduci i contatti. Se non ti senti in grado di migliorare la situazione e la sua presenza nella tua vita ti sembra troppo ingombrante, probabilmente è arrivato il momento di prenderti una pausa o tagliare i legami con lei.[18] Se stai soffrendo sul piano fisico ed emotivo a causa del rapporto con tua madre, valuta quali opzioni hai a disposizione. Tieni conto che allontanarsi da lei è una scelta drastica e che, quindi, devi considerarla con attenzione. Se tua madre ti ferisce o ti tratta male, non sei tenuto a vederla o dedicarle il tuo tempo.
    • Riduci gli incontri e prendi in considerazione di comunicare con lei per telefono o tramite e-mail.
    • In definitiva, fai ciò che è meglio per te. Metti la salute e la felicità al primo posto.

Consigli

  • Se il fatto di interagire con tua madre ti snerva, trova il modo di sfogare lo stress. L'attività fisica, un diario o una persona con cui parlare può essere utile per alleviare la tensione accumulata.
  • Indipendentemente dalle frustrazioni causate da tua madre, evita di ricorrere al consumo di alcol e sostanze stupefacenti.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.

Categorie: Gioventù

In altre lingue:

English: Deal With Your Mother, Русский: построить отношения с матерью, Français: avoir une bonne relation avec sa mère, Español: tener una buena relación con tu madre, Bahasa Indonesia: Menghadapi Ibu Anda, Deutsch: Mit deiner Mutter klarkommen, Português: Lidar com a Sua Mãe

Questa pagina è stata letta 3 326 volte.
Hai trovato utile questo articolo?