Come Comportarti con un Bambino Viziato

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

In questo Articolo:Risolvere i Problemi e gli AttritiEducare e Stabilire dei LimitiPrevenire i Comportamenti Scorretti14 Riferimenti

Molti di noi, se non tutti, hanno avuto a che fare con un bambino viziato. Ma come si tratta una persona senza regole ed egoista, che cerca sempre di averla vinta? È importante saperla gestire per salvaguardare la propria salute mentale ed evitare spiacevoli e inutili litigi. In questi casi, puoi prendere qualche misura per scongiurare l'insorgere di problemi e conflitti, specialmente se sai che di fronte hai un ragazzino piuttosto capriccioso. Inoltre, puoi imparare a risolvere efficacemente qualsiasi dissidio e contrasto.

Parte 1
Risolvere i Problemi e gli Attriti

  1. 1
    Mantieni il controllo delle tue emozioni quando litighi. Per risolvere in modo efficace un problema sorto con un bambino viziato, devi prima fare un respiro profondo e prendere il controllo della tua emotività. In queste situazioni potresti cominciare a innervosirti o infastidirti, ma cerca di agire con calma e ragionevolezza. Così facendo, eviterai che lo scontro degeneri e non permetterai che la rabbia prenda il sopravvento.[1]
    • Non prendere personalmente le sue parole. Spesso, nella foga del momento, si possono dire parole piuttosto offensive. Una persona capricciosa può urlare e gridare cose orribili oppure provocare pubblicamente un amico arrivando persino a ferirlo. Ricorda che un simile soggetto agisce mosso dalla rabbia e dal proprio interesse, e può usarti come sacco da boxe pur di ottenere quello che vuole. Quindi, qualsiasi cosa dica in queste circostanze non ti riguarda personalmente.
  2. 2
    Fai una pausa se il conflitto ti sfugge di mano. Se hai bisogno di tempo per prendere il controllo delle tue emozioni, non avere paura di fare un passo indietro e concederti una pausa. È molto utile se ti senti stressato, arrabbiato o frustrato nei confronti dell'altra persona.[2]
    • Puoi dire che non ti senti emotivamente pronto a discutere di quanto è successo e che ti serve un po' di tempo. In alternativa, se si tratta di un bambino, puoi mandarlo in camera sua per dieci o quindici minuti mentre rifletti sulla situazione. Concedendoti il tempo necessario per controllare le tue emozioni, riuscirai ad affrontare meglio il conflitto che si è venuto a creare.
  3. 3
    Puniscilo in privato. Evita di umiliarlo o metterlo in imbarazzo per disciplinarlo, in quanto rischi solo di esasperare lo scontro e generare altri problemi in futuro. Invece, se si tratta di una persona più grande, proponile un incontro privato in modo da discutere del suo comportamento oppure, se si tratta di tuo figlio, portalo in un luogo lontano da occhi indiscreti per parlargli del problema. In questo modo, potrai avere un confronto a quattr'occhi e spiegare che ogni azione comporta delle conseguenze.[3]
    • Ad esempio, supponiamo che si rivolga in modo scortese nei confronti del tuo partner, insultandolo. Potresti prenderlo da parte e spiegargli che con il suo comportamento non ha rispettato né te né la persona che ti sta a fianco. In seguito, potresti chiedergli di scusarsi. Una discussione privata ti permetterà di fargli capire che ha sbagliato e vi darà l'opportunità di chiarirvi.
  4. 4
    Proponi diverse soluzioni al problema. Quando devi gestire una situazione conflittuale, cerca di offrire diverse opzioni o forme di compromesso. Suggerisci in quali modi si può risolvere il problema. Dato che hai a che fare con una persona che si è comportata in maniera prepotente, non devi cedere o scusarti, ma proporre diverse soluzioni per incoraggiare un dialogo più aperto e civile.[4]
    • Ad esempio, supponiamo che tuo figlio fa i capricci perché non vuole mangiare. Puoi presentargli diverse soluzioni, come fare almeno cinque bocconi o andare a letto senza cena. È molto probabile che sceglierà la prima opzione perché quasi certamente non gradirà l'idea di andare a dormire a uno stomaco vuoto.

Parte 2
Educare e Stabilire dei Limiti

  1. 1
    Stabilisci fin da subito regole e limiti chiari. Per evitare conflitti e problemi quando hai a che fare con un bambino viziato, devi imporre una disciplina chiara e rigorosa. Mettilo al corrente in modo che sappia fin dove può spingersi. Ad esempio, potresti decidere che deve rispondere sempre "per favore" e "grazie" quando riceve qualcosa oppure scusarsi quando starnutisce. Invitalo a rispettare le regole e i limiti che hai stabilito perché ti aiuteranno a contenere il suo comportamento.[5][6]
    • Puoi fissare delle regole per il comportamento a tavola, come dire "per favore" e "grazie", non poggiare i gomiti sul tavolo, masticare con la bocca chiusa e scusarsi quando si alza. Le buone maniere permettono ai bambini viziati di stare calmi e composti quando si mangia.
    • Puoi stabilire altre regole per il comportamento in pubblico, come tenerti per mano nei luoghi affollati per evitare che corra o venire da te quando lo chiami. Puoi anche spiegargli che andrà incontro a conseguenze spiacevoli se si comporta male tra la gente, in modo da dissuaderlo dal fare i capricci.
    • Se si tratta di un adulto, dovresti dichiarare apertamente i tuoi limiti. Fagli capire che non sei disposto a rispondere alle sue chiamate o ai suoi messaggi a tutte le ore del giorno e che stai cercando di stabilire dei limiti netti nella tua vita. Se sei chiaro e diretto, riuscirai a prevenire ulteriori problemi in futuro.
  2. 2
    Segui una routine quotidiana e rispetta gli stessi orari. Dovresti programmare gli impegni e le attività di tuo figlio in modo che, sapendo che cosa aspettarsi, non vada in confusione. Un cambiamento nelle abitudini potrebbe innervosirlo e indurlo a comportarsi male.[7]
    • Tuo figlio dovrebbe seguire la stessa routine quotidiana: sveglialo ogni giorno alla stessa ora e programma le sue attività ricreative negli stessi giorni della settimana. Potresti anche comunicargli in anticipo se ci sarà un cambiamento in modo che non si senta colto di sorpresa e si innervosisca. In ogni caso, qualsiasi variazione potrebbe innescare comportamenti sbagliati, ma almeno potrai dire che lo avevi avvertito prima.
  3. 3
    Riconosci quando si comporta bene e premialo. Di solito, è più facile prestare attenzione ai momenti in cui un figlio fa i capricci che quando gioca tranquillamente da solo o con i suoi fratelli in pubblico. Tuttavia, dovresti cercare di riconoscere quando si comporta bene e ricompensarlo in queste occasioni.[8]
    • Puoi premiarlo rivolgendogli parole gentili, come: "Apprezzo come stai giocando con le tue sorelle" o "Sei bravo quando giochi calmo e tranquillo". Potresti anche premiarlo proponendogli una gita o qualcosa di divertente da fare insieme.
  4. 4
    Incoraggialo a comunicare correttamente. Insegna a tuo figlio a parlare in prima persona per esprimere sentimenti ed emozioni in modo che impari a comunicare chiaramente con tutti. Spronalo a formulare e usare frasi in prima persona quando interagisce con adulti e altri bambini.[9]
    • Se non parla ancora, puoi fargli apprendere la lingua dei segni. Insegnagli a usare le mani per esprimere vari concetti, come la fame, l'attenzione o il sonno.
  5. 5
    Non temere di dire "no" quando è opportuno. Se da un lato dovresti scegliere le battaglie da combattere con un ragazzino viziato ed evitare di reagire ogni volta che dà in escandescenze, dall'altro dovresti essere disposto a dire "no". Puoi provare qualche tattica per distrarlo o fare in modo che si concentri su qualcos'altro, ma se questi tentativi risultano inefficaci, forse ti conviene essere più rigido e negargli il tuo consenso con un atteggiamento fermo e chiaro. Dopodiché, se scalpita per qualcosa, togligli di mano l'oggetto o allontanalo in modo che possa gridare e disperarsi da solo.[10]

Parte 3
Prevenire i Comportamenti Scorretti

  1. 1
    Riconosci i fattori che scatenano i comportamenti negativi. Per evitare che faccia i capricci, prova a individuare le cause che possono indurlo a comportarsi male. Probabilmente è provocato da altri bambini viziati e irrispettosi o si agita quando si trova solo in un luogo che non conosce.[11]
    • Talvolta, i fattori scatenati possono essere fisici: ad esempio, la fame comporta stanchezza e carenze nutritive. Il bambino potrebbe anche soffrire di una condizione medica, come un'allergia, che favorisce l'irritabilità e la mancanza di pazienza.
  2. 2
    Prova a organizzarti in modo da evitare i fattori scatenanti. Assicurati che tuo figlio dorma a sufficienza e mangi regolarmente nel corso della giornata in modo che non arrivi affamato a tavola. Dovresti anche evitare le zone e i posti che potrebbero scatenare i sintomi della sua condizione medica e, di conseguenza, creare conflitti e problemi.[12]
    • Puoi anche incoraggiarlo a osservare il suo comportamento ed esprimere un parere in modo che impari a risolvere i suoi problemi da solo. Così facendo, sarà in grado di gestire le situazioni quando si comporta male e superare l'imbarazzo.
    • Ad esempio, potresti fargli notare quando torna a casa dopo un brutto giorno a scuola e sfoga la sua rabbia sul fratellino. Chiedigli: "Invece di litigare con tuo fratello, che cosa puoi fare?". In questo caso, sarà incentivato a trovare una soluzione al problema, come: "Potrei passare un po' di tempo da solo a disegnare in camera e ascoltare musica".
  3. 3
    Non essere troppo protettivo. I bambini viziati devono capire che il loro comportamento produce delle conseguenze. Se sei eccessivamente protettivo, impedirai a tuo figlio di crescere e maturare. Ognuno deve imparare a gestire le situazioni più difficili e assumersi le proprie responsabilità, specialmente un bambino viziato.[13]
    • Non andare in suo aiuto nelle situazioni spiacevoli.
    • Permettigli di sbagliare.
  4. 4
    Lasciagli guadagnare le sue ricompense. Insegnagli a essere una persona riconoscente e paziente permettendogli di raggiungere determinati obiettivi e ricompensarsi da solo. Non devi incoraggiarlo e premiarlo tutte le volte che si comporta bene. Se gli dai tutto quello che vuole, diventerà ancora più viziato.[14]
    • Premialo quando si comporta correttamente e non soddisfare ogni sua richiesta.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.

Categorie: Genitori

In altre lingue:

English: Deal With a Spoiled Brat, Português: Lidar com um Pirralho Mimado, Español: lidiar con un niño consentido, Deutsch: Mit einem verzogenen Kind umgehen, Bahasa Indonesia: Menghadapi Anak Manja, Français: se comporter avec un enfant gâté

Questa pagina è stata letta 1 380 volte.
Hai trovato utile questo articolo?