Scarica PDF Scarica PDF

Questo articolo spiega come comprimere file di grandi dimensioni in modo che occupino meno spazio su disco. Questa procedura è eseguibile sia su PC Windows sia su Mac. La capacità di compressione dipende dalla tipologia di file che si desidera comprimere. Quando si comprimono audio, video o immagini, è sempre meglio utilizzare software appositi per l'editing audio, video e di immagini o foto. Tuttavia, è bene precisare che quando si parla di comprimere un file, quindi di ridurne le dimensioni effettive, la conseguenza principale è la perdita di qualità. Altre tipologie di file, come documenti o database, possono essere compressi con software come 7-Zip, WinRAR e l'app per Mac denominata Utility Compressione.

Metodo 1
Metodo 1 di 6:
Usare 7-Zip per Windows

  1. 1
    Scarica e installa 7-Zip. Si tratta di un programma di compressione gratuito che può essere usato per comprimere file e cartelle di grandi dimensioni. Segui queste istruzioni per scaricare e installare 7-Zip:
    • Visita l'URL https://www.7-zip.org/ usando il browser internet;
    • Clicca sul link Download, posto accanto all'ultima versione disponibile di 7-Zip;
    • Esegui il file EXE che hai scaricato – puoi farlo direttamente dal browser o accedendo alla cartella "Download";
    • Clicca sul pulsanteInstall.
    Consiglio dell'Esperto
    Luigi Oppido

    Luigi Oppido

    Tecnico Riparatore Computer e Titolare di Pleasure Point Computers
    Luigi Oppido è Titolare e Gestore di Pleasure Point Computers a Santa Cruz, in California. Ha oltre 16 anni di esperienza in riparazioni generali di computer, recupero dati, rimozione virus e aggiornamenti. Va particolarmente fiero del suo servizio clienti e della sua politica dei prezzi trasparente.
    Luigi Oppido
    Luigi Oppido
    Tecnico Riparatore Computer e Titolare di Pleasure Point Computers

    Lo sapevi? Comprimere un file è ideale quando si ha la necessità di ridurne le dimensioni e, di conseguenza, lo spazio occupato su disco rigido o in memoria, ma anche quando si ha la necessità di creare un archivio compresso composto da più file. Per esempio, se hai bisogno di inviare tramite e-mail un file di 12 MB, ma il limite imposto dal tuo provider di posta elettronica è 10 MB, comprimendolo puoi ridurre la dimensione a 7 MB. Il destinatario del messaggio potrà poi decomprimere il file prima di aprirlo.

  2. 2
    Clicca sul file o sulla cartella che vuoi comprimere con il tasto destro del mouse. Verrà visualizzato un menu contestuale.
    • Per selezionare più di un file contemporaneamente, tieni premuto il tasto Ctrl mentre clicchi su ciascuno di essi.
    • Praticamente tutti i formati di file possono essere compressi, ma alcuni (soprattutto i file video e audio) possono essere compressi solo in minima parte, dato che utilizzano già formati compressi nativamente.[1]
  3. 3
    Seleziona l'opzione 7-Zip dal menu. Verrà visualizzato un elenco secondario di opzioni.
  4. 4
    Clicca sulla voce Aggiungi all'archivio. In questo modo, verrà avviato il programma 7-Zip.
  5. 5
    Seleziona l'opzione 7z dal menu a discesa "Formato dell'archivio". Usando 7-Zip avrai a disposizione un'ampia gamma di formati di compressione con cui salvare il file compresso su disco. Il formato che garantisce il migliore rapporto di compressione è quello proprietario di 7-Zip, denominato 7z.[2]
    • Le persone che dovranno poi usare il file avranno la necessità di utilizzare un software in grado di decomprimere il file in formato 7z, come 7-Zip, WinZip e il programma per Mac Utility Compressione.[3]
    • Se ti preoccupa il fatto che i destinatari del file possano avere dei problemi nell'aprirlo, puoi scegliere di usare il formato compresso ZIP. Normalmente, la maggior parte dei dispositivi è in grado di decomprimere nativamente i file ZIP. Si tratta di un formato che garantisce comunque un buon rapporto di compressione.
  6. 6
    Seleziona l'opzione Ultra dal menu a discesa "Livello di compressione". In questo modo, indicherai al programma 7-Zip di comprimere il file cercando di ridurne le dimensioni il più possibile. Il rapporto di compressione che si otterrà dipende soprattutto dal tipo di file che si vuole comprimere.
  7. 7
    Seleziona l'opzione LZMA 2 dal menu a discesa "Metodo di compressione". Se l'opzione indicata non è presente, seleziona la voce LZMA. Si tratta del metodo di compressione più moderno a disposizione ed è compatibile con la maggior parte dei dispositivi.
  8. 8
    Imposta il valore della voce "Dimensione dizionario" a un valore che sia almeno 10 volte più piccolo della quantità di RAM installata sul computer. Un dizionario di grandi dimensioni garantisce una compressione migliore, ma la quantità di RAM richiesta per eseguirla sarà pari a 10 volte la dimensione del dizionario. Nella maggior parte dei casi, un dizionario da 128 MB sarà più che sufficiente, dato che garantirà un livello di compressione eccellente e una velocità accettabile.[4]
    • Per esempio, se il tuo computer dispone di 8 GB di RAM, come dimensione del dizionario di compressione potrai selezionare un valore vicino agli 800 MB. Tuttavia, se vuoi che il processo di compressione e decompressione sia più rapido, dovrai scegliere una dimensione del dizionario inferiore a quella indicata.
  9. 9
    Seleziona l'opzione che permette di suddividere l'archivio in più volumi (facoltativo). Puoi avviare il processo di compressione utilizzando i valori predefiniti delle altre impostazioni di configurazione. Tuttavia, se si tratta di un file particolarmente grande, il programma mette a disposizione anche la possibilità di suddividere l'archivio compresso in diversi volumi più piccoli. Per esempio puoi suddividere in tre volumi una cartella compressa con una dimensione di 12 GB, in modo che ciascun file possa poi essere masterizzato su DVD. Usa il menu a discesa "Dividi in più file (dimensione in byte)" per selezionare la dimensione che dovrà avere ciascun volume.
    • È bene precisare che in questo caso, per poter decomprimere l'archivio, si dovranno avere a disposizione tutti i volumi che lo compongono. Per questo motivo assicurati di non eliminare o perdere nessuno dei volumi dell'archivio.
  10. 10
    Clicca sul pulsante OK per avviare il processo di compressione. In questo modo, il file verrà trasformato in un archivio compresso seguendo le impostazioni indicate.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 6:
Usare WinRAR per Windows

  1. 1
    Scarica e installa WinRAR. Si tratta di un programma gratuito (con un periodo di prova gratuito che però può essere rinnovato per un numero illimitato di volte) che permette di comprimere un file su PC Windows. Segui queste istruzioni per installare WinRAR:
    • Visita l'URL https://www.win-rar.com/download.html usando un browser internet;
    • Clicca sul pulsante blu WinRAR 6.02 (il numero di versione può variare nel tempo) per scaricare il file di installazione;
    • Esegui il file "EXE" di WinRAR;
    • Clicca sul pulsante Installa e segui le istruzioni che appariranno sullo schermo.
  2. 2
    Clicca sul file o la cartella che vuoi comprimere con il tasto destro del mouse. Verrà visualizzato un menu contestuale.
    • Per selezionare più di un file contemporaneamente, tieni premuto il tasto Ctrl mentre clicchi su ciascuno di essi.
    • Praticamente tutti i formati di file possono essere compressi, ma alcuni (soprattutto i file video e audio) possono essere compressi solo in minima parte, dato che sono già compressi nativamente.
  3. 3
    Clicca sulla voce Aggiungi ad un archivio caratterizzata dall'icona di WinRAR. Quest'ultima è caratterizzata da una pila di libri.
  4. 4
    Seleziona il formato dell'archivio. Puoi scegliere fra i seguenti formati: RAR, RAR5 e ZIP. I formati "RAR" e "RAR5" offrono un rapporto di compressione migliore rispetto al formato "ZIP", ma le persone che dovranno decomprimere tali archivi avranno la necessità di installare un software apposito come WinRAR o 7-Zip per Windows o Unarchiver su Mac.[5] RAR5 è l'ultima versione del formato dei file RAR, ma potrebbe non essere compatibile con i programmi di decompressione più datati. Il formato "ZIP" rappresenta lo standard per la compressione dei file ed è compatibile con qualsiasi sistema operativo.
  5. 5
    Seleziona l'opzione Migliore dal menu "Metodo di compressione". Questa impostazione fornisce il rapporto di compressione più elevato generando file di dimensioni più piccole.
  6. 6
    Seleziona la dimensione del dizionario. Verrà selezionata automaticamente l'opzione predefinita in base al formato dell'archivio che hai scelto. Più il dizionario è grande e maggiore sarà il rapporto di compressione del file. Tuttavia, il processo di compressione (e di decompressione) sarà più lungo, inoltre un dizionario di grandi dimensioni richiede anche un computer più potente e moderno. Puoi provare a impostare un valore che sia 10 volte più piccolo della quantità di RAM installata sul computer oppure utilizzare quello predefinito se il processo di compressione dovesse richiedere troppo tempo.
    • Per esempio, se il computer è dotato di 4 GB di RAM, puoi impostare un valore vicino ai 400 MB come dimensione del dizionario.
  7. 7
    Scegli l'opzione per suddividere l'archivio compresso in più volumi (facoltativo). Se l'archivio dovesse risultare troppo grande, hai la possibilità di suddividerlo in volumi più piccoli. Per esempio puoi suddividere una cartella compressa con una dimensione di 12 GB in tre volumi, in modo che ciascun file possa poi essere masterizzato su DVD. Usa il menu a discesa "Dividi in volumi con dimensione" per selezionare la dimensione che dovrà avere ciascun volume.
    • È bene precisare che in questo caso, per poter decomprimere l'archivio, si dovranno avere a disposizione tutti i volumi che lo compongono. Per questo motivo assicurati di non eliminare o perdere nessuno dei file dell'archivio.
  8. 8
    Clicca sul pulsante OK per avviare il processo di compressione. In questo modo, il file verrà trasformato in un archivio compresso seguendo le impostazioni indicate.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 6:
Usare Utility Compressione su Mac

  1. 1
    Apri una finestra di Finder cliccando sull'icona . È caratterizzata da uno smile bicolore ed è visibile direttamente sul Dock. Quest'ultimo normalmente è ancorato nella parte inferiore dello schermo.
  2. 2
    Clicca sul file che vuoi comprimere usando il tasto destro del mouse. Verrà visualizzato un menu contestuale.
    • Se hai la necessità di selezionare più file contemporaneamente, tieni premuto il tasto Command mentre clicchi su ciascun file. A questo punto, clicca con il tasto destro del mouse sulla selezione di elementi che hai creato.
    • È possibile comprimere la maggior parte delle tipologie dei file presenti su Mac. La dimensione dell'archivio compresso varierà in base alla tipologie del file di partenza (per esempio, normalmente le immagini, i documenti di testo e altre tipologie di documenti possono essere compressi meno rispetto ai file audio e video).[6]
  3. 3
    Clicca sul pulsante Comprimi. In questo modo, il file scelto verrà compresso in formato ZIP il che ne ridurrà la dimensione.[7]
    • Il nuovo archivio compresso sarà contraddistinto dall'estensione ".zip". Si tratta di un formato di compressione standard a livello globale che è compatibile nativamente praticamente con tutti i sistemi operativi, quindi non sarà necessario installare alcun software aggiuntivo per decomprimerlo.
    • Per decomprimere un file ZIP, è sufficiente fare doppio clic sull'icona corrispondente.
    Pubblicità

Metodo 4
Metodo 4 di 6:
Comprimere File Video di Grandi Dimensioni

  1. 1
    Scarica e installa Avidemux. Per comprimere file video di grandi dimensioni è necessario installare un apposito software creato per la compressione video. Avidemux è un programma gratuito in grado di ridurre notevolmente la dimensione dei file video ed è disponibile per Windows, Mac e Linux. Segui queste istruzioni per installare Avidemux:
    • Visita il link http://fixounet.free.fr/avidemux/download.html usando un browser internet;
    • Clicca sul link FOSSHUB relativo al sistema operativo installato sul computer;
    • Clicca sul link per eseguire il download della versione del programma compatibile con il sistema operativo in uso;
    • Esegui il file di installazione appena scaricato cliccando sul link visualizzato nella finestra del browser o accedendo alla cartella "Download";
    • Segui le istruzioni che appariranno a video per completare l'installazione.
  2. 2
    Avvia Avidemux. L'icona corrispondente è elencata nel menu "Start" di Windows o nella cartella "Applicazioni" del Mac.
    • Comprimere un file video significa essenzialmente ridurne le dimensioni su disco sacrificando la qualità delle immagini. È possibile lavorare sulle impostazioni di compressione per trovare il migliore rapporto fra le dimensioni del file e la qualità video.
    • Ricorda che i file video che si scaricano dal web potrebbero essere già compressi. In questo caso, comprimerli ulteriormente potrebbe portarti ad avere dei video che risulterebbero inguardabili oppure la seconda compressione non apporterebbe alcun cambiamento alle dimensioni del file.
    • È bene precisare che non è possibile decomprimere un file video che è stato sottoposto a compressione. In altre parole, non è possibile ottenere la versione originale di un video partendo da quella compressa. Per questo motivo è sempre bene creare una copia compressa, conservando la versione originale del video in un file separato.
  3. 3
    Apri il file video all'interno di Avidemux. Segui queste istruzioni:
    • Clicca sul menu File e scegli l'opzione Apri;
    • Seleziona il file video da comprimere e clicca sul pulsante 'Apri.
  4. 4
    Seleziona la voce Mpeg4 AVC (x264) dal menu a discesa "Output video". Si tratta del formato video che garantisce il migliore rapporto di compressione possibile e il livello di qualità più elevato.[8]
  5. 5
    Seleziona il formato AAC FDK dal menu a discesa "Output audio". Questo passaggio serve per comprimere anche la traccia audio del video riducendone le dimensioni.
  6. 6
    Seleziona l'opzione MP4 Muxer dal menu "Contenitore output". Si tratta del formato di file video con il livello di compatibilità più ampio.
  7. 7
    Clicca sul pulsante Configura visibile nella sezione "Output video". È la prima opzione disponibile nella sezione "Output video".
  8. 8
    Scegli l'opzione Dimensione video (due passate) dal menu a discesa "Modalità di codifica" visualizzato nella sezione "Controllo bitrate". In questo modo, avrai la possibilità di specificare la dimensione finale che dovrà avere il file video.
    • Maggiore sarà la dimensione del file e migliore sarà la qualità delle immagini. Impostare una dimensione molto piccola rispetto a quella del file originale comporterà una riduzione drastica della qualità.
    • Se hai dei dubbi e non sai come impostare questo valore, usa quello predefinito.
  9. 9
    Imposta la dimensione finale che dovrà avere il video compresso. Avidemux modificherà di conseguenza le altre impostazioni per raggiungere l'obiettivo richiesto. Tuttavia, la dimensione effettiva del file che otterrai potrebbe essere leggermente inferiore o superiore a quella che hai indicato.
  10. 10
    Clicca sul pulsante OK. Verrai reindirizzato alla schermata principale del programma.
  11. 11
    Clicca sull'icona raffigurante un floppy disk per salvare il nuovo file e avviare la procedura di compressione. È collocata nella parte superiore sinistra della finestra del programma. Ti verrà chiesto di assegnare un nome al nuovo file prima che il processo di compressione abbia inizio. In base alla dimensione del file originale e alle impostazioni che hai scelto, il completamento del processo di conversione potrebbe richiedere diverso tempo.
    Pubblicità

Metodo 5
Metodo 5 di 6:
Comprimere File Audio di Grandi Dimensioni

  1. 1
    Scopri quali formati audio possono essere compressi. La maggior parte dei file audio che si possono scaricare dal web, come i file MP3 o AAC, è già compressa. Comprimere ulteriormente questo tipo di file normalmente genera tracce audio di qualità molto scarsa, pur riducendone le dimensioni su disco. Normalmente, è meglio adottare questo approccio per formati audio non compressi, come il formato WAV o AIFF.
  2. 2
    Scarica Audacity. Si tratta di un editor audio gratuito e open-source disponibile per Windows, Mac e Linux. Segui queste istruzioni:
    • Visita il link https://www.audacityteam.org/download/ usando un browser internet;
    • Clicca sul link del file di installazione relativo al sistema operativo del computer;
    • Esegui il file che hai scaricato accedendo alla cartella "Download" e segui le istruzioni che appariranno a video per completare l'installazione.
  3. 3
    Avvia Audacity. L'icona corrispondente è elencata nel menu "Start" di Windows o nella cartella "Applicazioni" del Mac.
  4. 4
    Apri il file audio che vuoi comprimere. Segui queste istruzioni:
    • Clicca sul menu File e seleziona l'opzione Apri;
    • Scegli un file audio e clicca sul pulsante Apri.
  5. 5
    Converti il file da stereo a mono (facoltativo). Si tratta di un passaggio non consigliato nel caso di file musicali o tracce audio con effetti stereo, ma nel caso di una registrazione vocale o di altro tipo (che non richiede una qualità elevata) passare dalla modalità stereo a quella mono (usando un singolo canale) può ridurre notevolmente le dimensioni del file finale. Segui queste istruzioni per eseguire la conversione:
    • Clicca sull'icona raffigurante una freccia rivolta verso il basso – è visibile accanto al nome del file visualizzato nell'area del progetto;
    • Seleziona l'opzione "Dividi Stereo in Mono" dal menu apparso.
  6. 6
    Apri la finestra di dialogo "Esporta audio". Questa finestra ti permetterà di scegliere dove salvare il nuovo file e quale formato utilizzare. Segui queste istruzioni:
    • Clicca sul menu File;
    • Clicca sulla voce Esporta;
    • Clicca sull'opzione Esporta audio….
  7. 7
    Seleziona un formato compresso. Tutti i formati elencati nel menu a discesa "Salva come" sono formati compressi, ad accezione delle opzioni ".wav" e ".aiff". Il formato che devi usare dipende dalle tue necessità.
    • Il formato compresso più diffuso e utilizzato è il formato "MP3", dato che garantisce una buona compressione senza perdere molto in termini di qualità audio. Inoltre, offre anche il grande vantaggio di essere compatibile con praticamente qualsiasi dispositivo in commercio.
    • Il formato "FLAC" è un formato compresso "lossless", cioè conserva la qualità audio originale. Rappresenta un'ottima opzione se desideri riprodurre il file usando un impianto stereo di alta qualità. Tuttavia, si tratta di un formato che offre una compatibilità limitata. Essendo un formato compresso "lossless" non può offrire una grande riduzione delle dimensioni del file.
    • Il formato "OGG" offre un livello di qualità sonora superiore a quella del formato "MP3", garantendo comunque un rapporto di compressione simile. Tuttavia, non è compatibile con molti dispositivi.[9]
  8. 8
    Seleziona il livello di qualità audio. Impostando un livello della qualità basso otterrai un grande rapporto di compressione, ma la qualità del suono non sarà eccelsa.
    • MP3: le opzioni Media e Standard offrono un buon rapporto di compressione e una qualità audio discreta. Le opzioni Estrema e Senza senso garantiscono una compressione inferiore, ma un livello di qualità sonora altissimo.
    • OGG/M4A(ACC): trascina il cursore della barra verso sinistra per aumentare il rapporto di compressione a discapito del livello della qualità audio. Al contrario, trascinalo verso destra per aumentare la qualità sonora a discapito del rapporto di compressione.
    • Tutti gli altri formati audio: usa il menu a discesa "Bit Rate" per selezionare la frequenza di campionamento e gestire di conseguenza il rapporto di compressione. Minore è il valore del bit rate e maggiore sarà il rapporto di compressione, a discapito però della qualità sonora.
  9. 9
    Assegna un nome al nuovo file compresso e clicca sul pulsante Salva. In questo modo, il file originale verrà compresso in base ai parametri inseriti e memorizzato in uno nuovo che avrà il nome indicato. Il file audio originale verrà quindi conservato sul computer.
    Pubblicità

Metodo 6
Metodo 6 di 6:
Comprimere Immagini di Grandi Dimensioni

  1. 1
    Scopri quali formati possono essere compressi. La maggior parte delle immagini che viene scaricata dal web è già compressa. I formati JPG, GIF e PNG sono alcuni esempi di immagini già compresse che se vengono compressi ulteriormente possono causare una perdita considerevole della qualità delle immagini. Comprimere le immagini è utile solo nel caso di file scaricati da fotocamere digitali o in formato BMP.
    • Anche in questo caso, è bene precisare che non è possibile decomprimere un'immagine compressa. In altre parole, non è possibile ottenere la versione originale di un'immagine partendo da quella compressa. Per questo motivo, è sempre bene creare una copia compressa, conservando la versione originale della foto o dell'immagine in un file separato.
  2. 2
    Comprendi la differenza esistente fra formato "lossless" e formato "lossy". In sostanza, esistono due tipologie di formati compressi per le immagini: una "lossless" e una "lossy". I formati "lossless" sono adatti per tutti quei casi in cui è necessario preservare la qualità originale dell'immagine e, normalmente, vengono usati per comprimere disegni, diagrammi e immagini mediche. I formati "lossy" si usano quando la perdita di qualità non impatta molto sulla resa visiva dell'immagine, quindi sono adatti per le fotografie digitali.
    • I formati GIF, TIFF e PNG sono tutti "lossless".
    • Il formato JPG è un esempio di formato "lossy" ed è quello più utilizzato per comprimere le immagini.
  3. 3
    Avvia un editor di immagini a tua scelta. Praticamente tutti i programmi di questo tipo supportano la compressione dei file, permettendo di salvare le immagini su disco in diversi formati. Quando si sceglie un formato compresso, viene fornita anche la possibilità di scegliere il livello di compressione da utilizzare.
    • Photoshop, GIMP e Paint permettono di salvare le immagini in formato compresso. Praticamente qualsiasi editor di immagini offre tale possibilità, anche se alcuni presentano più opzioni di altri.
    • Photoshop è il programma più diffuso e usato, ma se non si dispone di un abbonamento al servizio, si può optare per GIMP che è gratuito. GIMP offre molte delle funzionalità presenti in Photoshop.
  4. 4
    Apri l'immagine che vuoi comprimere usando il programma che hai scelto. Ogni editor è diverso, ma in linea generale la procedura da seguire per aprire un'immagine è sempre la stessa. Segui queste istruzioni per caricare un file all'interno dell'editor:
    • Clicca sul menu File;
    • Clicca sulla voce Apri;
    • Seleziona l'immagine da modificare e clicca sul pulsante Apri.
  5. 5
    Accedi al menu di esportazione. In questo modo, potrai creare una copia dell'immagine originale e salvarla in un nuovo formato. Segui queste istruzioni per avere accesso alla finestra di esportazione:
    • Clicca sul menu File;
    • Clicca sull'opzione Salva con nome (Photoshop, Paint) o Esporta come (GIMP).
  6. 6
    Seleziona il formato desiderato. Se stai usando Paint, devi semplicemente cliccare sul formato che hai scelto di usare. In Photoshop, seleziona il formato da usare cliccando sul menu a discesa "Formato". In GIMP clicca sul menu Seleziona tipo di file, quindi scegli il formato desiderato. Il formato che devi scegliere è strettamente legato alla natura dell'immagine da comprimere.[10]
    • Se devi comprimere una fotografia digitale, scegli il formato JPG;
    • Se desideri comprimere un'immagine caratterizzata da meno di 256 colori, usa il formato GIF;
    • Se vuoi comprimere uno screenshot, un disegno, un fumetto o qualsiasi altro tipo di immagine creata a mano o tramite una procedura, scegli il formato PNG;
    • Se l'immagine è composta da più livelli che devono essere tutti preservati, scegli il formato TIFF (non sempre il formato TIFF è considerato un formato compresso).[11]
  7. 7
    Clicca sul pulsante Salva (in Photoshop) o Esporta (in GIMP). L'immagine verrà salvata usando il nuovo formato scelto.
  8. 8
    Imposta il livello di qualità (se possibile) e clicca sul pulsante OK. Gli editor come Photoshop e GIMP offrono la possibilità di selezionare il livello di qualità dell'immagine e il rapporto di compressione da utilizzare quando si clicca sul pulsante "Esporta/Salva". Normalmente, è possibile modificare tali parametri agendo su appositi cursori.
    • Aumentare il rapporto di compressione (a discapito del livello di qualità) darà origine a un file di dimensioni ridotte, ma l'immagine risultante sarà caratterizzata da molti artefatti e da una gamma di colori che non rispecchierà più quella originale. È molto probabile che dovrai sperimentare varie impostazioni prima di trovare il giusto compromesso fra dimensione del file e qualità visiva.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Creare un Documento d'Identità FintoCreare un Documento d'Identità Finto
Aprire i File EMLAprire i File EML
Rimuovere lo Sfondo Bianco di un'Immagine Usando Microsoft PaintRimuovere lo Sfondo Bianco di un'Immagine Usando Microsoft Paint
Identificare la Scheda MadreIdentificare la Scheda Madre
Convertire delle Immagini nel Formato JpegConvertire delle Immagini nel Formato Jpeg
Creare uno Sfondo Trasparente con Microsoft PaintCreare uno Sfondo Trasparente con Microsoft Paint
Aggiungere Font in IllustratorAggiungere Font in Illustrator
Installare Ubuntu su VirtualBoxInstallare Ubuntu su VirtualBox
Formattare una Chiavetta USB Protetta da ScritturaFormattare una Chiavetta USB Protetta da Scrittura
Rimuovere lo Sfondo con Adobe IllustratorRimuovere lo Sfondo con Adobe Illustrator
Aggiungere un Nuovo Font a InDesign
Trovare una Canzone Usando la MelodiaTrovare una Canzone Usando la Melodia
Copiare i Driver da un Computer per Installarli su un Altro (Windows e Mac)Copiare i Driver da un Computer per Installarli su un Altro (Windows e Mac)
Ridimensionare la Tavola da Disegno in Adobe IllustratorRidimensionare la Tavola da Disegno in Adobe Illustrator
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Luigi Oppido
Co-redatto da:
Tecnico Riparatore Computer e Titolare di Pleasure Point Computers
Questo articolo è stato co-redatto da Luigi Oppido. Luigi Oppido è Titolare e Gestore di Pleasure Point Computers a Santa Cruz, in California. Ha oltre 16 anni di esperienza in riparazioni generali di computer, recupero dati, rimozione virus e aggiornamenti. Va particolarmente fiero del suo servizio clienti e della sua politica dei prezzi trasparente. Questo articolo è stato visualizzato 116 656 volte
Categorie: Software
Questa pagina è stata letta 116 656 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità