Come Concentrarsi sugli Studi

Se non hai un forte desiderio di imparare qualcosa o di sviluppare una capacità, può essere difficile concentrare tutta la tua attenzione in un unico campo. La televisione, gli smartphone, i social network, gli amici e la famiglia possono distrarti dall'obiettivo di riuscire bene a scuola. Per combattere questo problema, crea un ambiente che favorisce la concentrazione, sviluppa un programma che ti permette di avere più tempo per studiare, prova diverse tecniche di studio e fai delle pause, in modo da non sentirti mai sopraffatto dal lavoro.

Metodo 1 di 4:
Creare un Ambiente di Lavoro Ideale

  1. 1
    Evita le distrazioni. Scegli il punto giusto in cui studiare. Per riuscire a concentrarti, devi eliminare tutte le cose che possono distrarti. Tieni lontani i dispositivi mobili, spegni la televisione, chiudi tutte le altre finestre del browser e siediti lontano dalle persone che fanno rumore.
    • Siediti con la schiena dritta davanti a una scrivania. Non sdraiarti sul letto e non assumere una posizione che concilia il sonno. Scegli una zona e adibiscila unicamente allo studio. Non ci vorrà molto tempo prima che il tuo corpo inizi ad associare quello spazio con l'azione di studiare e ti accorgerai che diventerà più facile concentrarsi.
    • Studia in una stanza bene illuminata. In questo modo proteggi gli occhi dall'affaticamento mentre leggi un libro, gli appunti o lo schermo del computer. Le luci forti ti aiutano anche a non dormire.
    • Trova una sedia comoda. Assicurati di non affaticare la schiena o il collo, perché il dolore è una distrazione terribile.
  2. 2
    Metti della musica esclusivamente strumentale. Alcune persone non sopportano il silenzio e hanno bisogno di rumori di sottofondo per restare motivati. Se è il tuo caso, prova a scegliere dei brani rilassanti di musica classica. Tuttavia, mentre la musica aiuta alcune persone a concentrarsi, altre ne vengono distratte. Prova questo consiglio e cerca di capire se fa per te. Della musica di sottofondo può aiutarti a dimenticare che stai studiando invece di divertirti.
    • Considera che la musica adatta allo studio probabilmente non è la stessa che senti in auto. Riempi la stanza di suoni, ma non al punto da distrarti o sentirti stressato. Sperimenta vari generi e scopri quali ti aiutano di più a concentrarti.[1]
  3. 3
    Preparati in anticipo. Assicurati di avere a disposizione tutti i materiali che ti servono. Procurati matite, penne, evidenziatori, carta, libri di testo, calcolatrici e tutto il resto. Organizza anche lo spazio di lavoro. Se tutto è in ordine, avrai meno distrazioni. Il tuo obiettivo dovrebbe essere occuparti di tutte le cose diverse dallo studio prima di sederti alla scrivania e iniziare a concentrarti. In caso contrario, sarai costretto ad alzarti molte volte, perdendo più tempo rispetto a un'unica sessione ininterrotta.
  4. 4
    Trova un luogo in cui puoi "staccare la spina". Una delle lamentele più comuni dei professori in merito agli studenti riguarda la loro incapacità di concentrarsi su una materia. L'uso costante dei social network e dei dispositivi come i telefoni cellulari impegna la nostra attenzione e rende più difficile concentrarsi.
    • Se devi usare il computer, considera che cosa ti distrae di più quando lo utilizzi. Esistono siti web e programmi come SelfRestraint, SelfControl e Think in grado di bloccare le pagine e le applicazioni a cui non riesci a resistere.[2]
    • Trova un luogo in cui non hai accesso a internet o in cui il cellulare non funziona. In alternativa, puoi decidere di studiare dove non è consentito l'uso di dispositivi elettronici, come la sezione più silenziosa della biblioteca.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Creare un Programma di Successo

  1. 1
    Impara quando dire no. Spesso non riusciamo a concentrarci sugli studi perché prendiamo troppi impegni. Se capita anche a te, non aver timore di rifiutare qualche invito. Spiega semplicemente che devi studiare e che non avresti il tempo o l'energia per farlo se accettassi.[3]
  2. 2
    Crea un programma. Cerca di lavorare per sessioni di 30-60 minuti, con pause di 5-10 minuti. È molto più facile impegnarti per intervalli prestabiliti, se sai che arriverà una pausa. Il tuo cervello ha bisogno delle soste per ricaricarsi ed elaborare le informazioni.[4]
    • Inserisci nel programma sessioni su diverse materie. Studiare la stessa cosa per troppo tempo è una ricetta sicura per la noia. Impara a conoscerti; ti annoi facilmente? In quel caso, crea un programma che ti permette di restare sempre stimolato.
    • Quando ti senti più produttivo? Lavorando quando hai molte energie, tutto diventa più facile. Se sai di sentirti particolarmente stanco in un certo momento della giornata, programma in quelle ore le attività che non richiedono molta attenzione.
    • Alcune persone danno il massimo di mattina. Si svegliano prima di quasi tutte le altre e sfruttano quei momenti di pace per studiare. Altre invece sono animali notturni e si sentono meglio quando tutti sono già a letto. Di notte in casa c'è silenzio e riescono a concentrarsi meglio. Altre non hanno il lusso di potersi svegliare presto o di stare alzate fino a tardi e magari tu rientri in quest'ultima categoria. In quel caso, trova il periodo della giornata che preferisci da dedicare allo studio.
  3. 3
    Crea delle liste. Scrivi gli obiettivi di studio per ogni giorno. Che cosa desideri o devi ottenere?
    • Assicurati che i traguardi siano raggiungibili. Se devi scrivere 10 pagine a settimana, stabilisci di completare 2 pagine al giorno per 5 giorni. L'obiettivo non ti sembrerà più spaventoso e scoraggiante. Questo consiglia funziona per qualunque compito, che si tratti di leggere un libro, studiare per un'interrogazione, realizzare un progetto di scienze o altro. Suddividi il lavoro in parti più facili da gestire.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Studiare in Modo Efficiente

  1. 1
    Varia le tecniche di studio. Non limitarti a un solo metodo di studio, come leggere un libro di testo. Crea dei bigliettini e prova a rispondere ad alcune domande. Guarda video didattici se riesci a trovarli e riscrivi i tuoi appunti. La varietà ti aiuta a restare interessato agli studi e a utilizzare il tempo in modo più efficiente.
    • Il tuo cervello riesce a elaborare le informazioni in vari modi diversi. Studiando con tecniche differenti, il cervello elabora le informazioni sempre in maniera nuova, aumentando la probabilità di fissare nella memoria quello che hai imparato.
  2. 2
    Studia in modo più attivo. Per rendere lo studio più efficace e per concentrarti meglio, usa tecniche di lettura attiva. Leggi il tuo libro di testo ad alta voce, scrivi degli appunti e ripetili a voce alta. Il tuo cervello elaborerà le informazioni in modo diverso e riuscirà a restare coinvolto dall'argomento.
    • Fai partecipare altre persone. Uno dei modi più efficaci per imparare qualcosa è provare a insegnarla a qualcun altro. Chiedi alla tua partner, a un coinquilino, a un amico o a un parente di ricoprire il ruolo dello studente. Guarda se riesci a spiegargli un argomento difficile.
  3. 3
    Rielabora gli appunti con parole tue. Per andare bene a scuola non basta imparare a memoria gli appunti: è importante comprenderne il significato. Cerca di riscrivere gli appunti che hai preso in classe o i compiti con parole tue.
  4. 4
    Prova la regola dei "cinque minuti". In alcuni casi, è necessario fare dei giochetti mentali per riuscire a studiare. Ripeti a te stesso di fare solo cinque altri esercizi o di leggere per altri cinque minuti prima di smettere. Una volta terminati, "continua per altri cinque". Suddividere le attività in sezioni più piccole è molto utile per chi ha una bassa soglia dell'attenzione e permette di restare concentrati più a lungo.
  5. 5
    Occupati per prima dell'attività meno gradevole. Questo consiglio ti sembrerà strano, ma cominciando dalla parte più difficile, tutto il resto diventerà più facile. Non lasciare che i problemi complessi ti facciano perdere tempo. Cerca di capire il prima possibile se hai bisogno di aiuto per imparare qualcosa.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Fare delle Pause

  1. 1
    Fai delle pause. Il tuo cervello è come una spugna: se assorbe troppe informazioni, comincia a perderne delle altre. Interrompi lo studio per far riposare la mente.
  2. 2
    Ricompensati. In alcuni casi abbiamo bisogno di un incentivo per andare avanti. Se i buoni voti non sono un premio sufficiente, trova qualcos'altro che ti aiuti a concentrarti sugli studi. Magari dei dolci o il tuo programma preferito alla televisione? Una giornata dedicata allo shopping? Un massaggio o un sonnellino? Che cosa ti può motivare a studiare?
  3. 3
    Fai uno spuntino. Nutrirsi è fondamentale per sentirsi vigili e motivati a studiare, quindi tieni sempre da mangiare a portata di mano. Scegli alimenti semplici, come una manciata di frutta secca o di mirtilli o un pezzo di cioccolato fondente. Tieni vicina anche l'acqua; evita di bere troppo caffè, tè nero o energy drink (non ti farebbero dormire bene). Alla fine, svilupperesti una tolleranza alla caffeina e quelle bevande non sarebbero più così utili.
    • Mangia i superalimenti. Degli studi hanno dimostrato che mirtilli, spinaci, zucca, broccoli, cioccolato fondente e pesce migliorano le attività celebrali. Evita i cibi spazzatura e i dolci, che non hanno valore nutrizionale. Il tuo corpo spenderebbe energie per digerirli, appesantendo anche la tua mente.[5]
  4. 4
    Fai attività fisica per decomprimere. L'esercizio fa meraviglie per il corpo e per la mente. Fai allungamenti che prendono di mira le parti del corpo che si sono indolenzite durante le sessioni di studio. Piegati fino a toccarti la punta dei piedi, solleva dei pesi leggeri e fai una corsetta.
  5. 5
    Fai un sonnellino. Il sonno permette al cervello di immagazzinare le informazioni che hai studiato. Se non dormi bene, studiare è inutile. Inoltre, il sonno regola anche gli ormoni, aiutando a tenere i nervi sotto controllo.[6]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Questa pagina è stata letta 1 105 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità