Dalla gestione dei rischi chimici per i bambini in gestazione alla comprensione della fatica, delle variazioni di peso e delle esigenze nutrizionali che impatteranno sulla tua vita di lavoro ogni giorno, conoscere in anticipo quanto potresti risentirne ti aiuterà a pianificare un periodo positivo in ufficio prima che nasca il bambino.

Passaggi

  1. 1
    Decidi quando dirlo alla gente. È considerato generalmente sicuro dire alla gente che sei incinta alla fine del primo trimestre. A questo punto, la possibilità di un aborto è molto ridotta e la gravidanza potrebbe iniziare a diventare evidente, a seconda del tuo fisico. D'altra parte, se soffri di gravi nausee mattutine, non avrai altra scelta se non informare il datore di lavoro della gravidanza, così da spiegare i tuoi frequenti viaggi in bagno e sensibilizzarlo ad aiutarti dove necessario.
  2. 2
    Renditi conto che lo stato associato alla gravidanza non è uguale per tutte. Ci saranno giorni in cui ti sentirai in piena forma e altri in cui riuscirai a malapena a tenere gli occhi aperti. I cambiamenti ormonali impatteranno sul tuo stato d'animo e potrebbero influenzare la tua capacità di concentrazione, anche se questo dipende abbastanza dal tuo tipo di personalità (così come dal livello di interesse per il lavoro). Non sorprenderti di scoprire di avere meno interesse nel lavoro di quanto ti saresti aspettata; per alcune donne, la gravidanza funge da campanello d'allarme riguardo a un lavoro che non sempre hanno trovato piacevole. Prova a documentarti su come apprezzare il tuo lavoro (leggi su wikiHow anche l'articolo: How to Enjoy Your Job). Per altre donne, tuttavia, la gravidanza rende evidente l’amore per il proprio lavoro insieme al desiderio di avere un bambino, e i loro piani per destreggiarsi tra le due cose iniziano subito!
  3. 3
    Pensa a quando smetterai di lavorare per andare in congedo di maternità. Alcune donne lavorano fino alla fine della gravidanza, senza che ci siano preoccupazioni o problemi. Altre decidono che sia meglio staccare prima del parto per dare spazio alla preparazione, al riposo e anche per adattarsi ad alcuni degli aspetti meno piacevoli della gravidanza: l’aumento del peso, il mal di schiena, la stanchezza profonda, la smemoratezza e le preoccupazioni. Nel valutare quando lasciare il lavoro, è molto importante prendere in considerazione il proprio livello di stress, perché questo può influire sulla crescita del bambino. Un periodo di riposo un po' più lungo può fare ora la differenza per avere un bambino più tranquillo in seguito. D'altra parte, se ti terrorizza il pensiero di stare a casa senza fare niente, oltre al preoccuparti e passeggiare, rimanere al lavoro potrebbe essere la scelta migliore per te. Un altro compromesso adatto alle circostanze potrebbe essere continuare a lavorare da casa; le e-mail e l’accesso a internet rendono questa un'opzione molto accettabile al giorno d'oggi. Cerca suggerimenti per lavorare meno su wikiHow (consulta l'articolo How to Work Less).
  4. 4
    Al lavoro, tieni confezioni di mini snack fatti con alimenti eccellenti dal punto di vista nutrizionale, per garantirti un’alimentazione di qualità. Frutta fresca, frutta essiccata, frutta secca, cracker, formaggio, latte o altre bevande, acqua di buona qualità e così via: sono tutte scelte eccellenti da avere a portata di mano. Tenta di evitare spuntini ad alto contenuto di zuccheri e cibi di bassa qualità. Questi non danno né a te, né al bambino la nutrizione necessaria, ma fanno accumulare peso e contribuiscono ad aumentare la sensazione di stanchezza. Documentati su come mangiare correttamente durante la gravidanza (vedi anche l'articolo How to Eat Right While Pregnant).
  5. 5
    Parla sempre a te stessa in modo positivo e ottimistico. Cerca di mantenere una normale routine e quando la nausea, i dolori, i malesseri e la pancia che cresce iniziano a buttarti giù, ricorda a te stessa che ce la farai e sia il bambino, sia il lavoro sono importanti per te. Non sentirti in colpa per le pause più frequenti o per la necessità di sederti più spesso; fai semplicemente qualunque cosa sia necessaria per andare avanti. Può essere utile leggere l'articolo How to Be Optimistic.
  6. 6
    Non esagerare con gli orari. Anche se era tua abitudine lavorare fino a tardi prima della gravidanza, questo cambiamento è essenziale. Sarai abbastanza stanca anche senza perdere sonno prezioso o trascorrendo più tempo di riposo a casa in un ambiente confortevole.
  7. 7
    Tieni per te i problemi e le preoccupazioni per la crescita del bambino o condividili con i tuoi amici al lavoro. Ai tuoi colleghi non interessano storie di caviglie gonfie, di pance dilatate e di vomiti. Non è rilevante sul posto di lavoro e non ridurrà il gelo nei rapporti se passi molto tempo a lamentarti o, peggio ancora, utilizzi la gravidanza come scusa per non rispettare le scadenze. Qualora tu debba affrontare una gravidanza difficile, rifletti se sia il caso di restare al lavoro, o chiedi al tuo capo compiti meno impegnativi quando ritieni di non farcela. Ricorda, la gravidanza al lavoro è ancora sotto esame, a prescindere dalle tante leggi vigenti sulle pari opportunità. È molto importante non dare la sensazione che, consentendoti di continuare a lavorare, questo sia un sacrificio che ti affligge o che la tua stanchezza sia una conseguenza del lavoro.
  8. 8
    Tieniti lontana da sostanze nocive. Se lavori in un'industria che gestisce sostanze chimiche, informati subito su cosa può avere conseguenze sui bambini in gestazione. Le sostanze chimiche che possono influire sulla crescita del feto sono una preoccupazione reale. Verifica la consapevolezza della tua società riguardo a questo problema e le politiche sulla gravidanza. In alcune aziende, le donne incinte sono spostate ad altri compiti che non coinvolgono l’uso di prodotti chimici per tutta la durata della gravidanza e dell'allattamento. Questo, tuttavia, sarà il caso solo se si è a conoscenza della possibilità di un problema sul posto di lavoro. Infatti, anche se al lavoro la tua gravidanza è nota, potrebbero esserci limiti a cambiare i tuoi compiti senza una tua esplicita richiesta in tal senso. Fai le tue ricerche e solleva eventuali problemi direttamente con il capo per garantire la salute del tuo bambino.
    Pubblicità

Consigli

  • Rivaluta l’idoneità ergonomica del tuo posto di lavoro ogni mese dopo il primo trimestre di gravidanza. Tutto ciò che può migliorare il tuo livello di comfort conta enormemente.
  • Informati sui tuoi diritti legali in materia di lavoro e gravidanza, così come quando tornare al lavoro dopo il parto. Questo ti aiuterà a pianificare meglio la tua vita, oltre a darti rassicurazioni riguardo alla sicurezza del tuo posto di lavoro.
  • Acquista abbigliamento prémaman di qualità. Questo aiuta a farti sentire bene con te stessa e assicura che la tua immagine al lavoro sia mantenuta. Procurati scarpe comode, di qualità. Oggi ci sono scarpe che sono eleganti e al tempo stesso confortevoli, per fortuna, così non dovrai preoccuparti di come sei perfetta dalla testa alle caviglie ma sciatta ai piedi!
  • Trova altre mamme al lavoro con cui parlare. Sanno come ci si sente incinta al lavoro e potrebbero avere ottimi consigli da condividere con te, soprattutto considerato che sei nello stesso posto di lavoro.
  • Quando la data prevista per il parto è prossima, prendi l'abitudine di lasciare sia la scrivania, sia gli schedari ordinati e puliti prima di andare a casa ogni giorno. Se sei costretta a iniziare il congedo di maternità in modo imprevisto (i bambini arrivano prima del tempo a volte), chi ti sostituirà apprezzerà di non dover gestire archivi in disordine o una scrivania ingombra.
  • Non dare per scontato che i tuoi effetti personali saranno lasciati al loro posto mentre sei in congedo di maternità. Potrebbe essere meglio portarli a casa.
  • Tieniti in allenamento (seguendo le istruzioni del professionista che segue la tua salute). Se eri abituata ad andare in palestra o a camminare all'ora di pranzo, cerca di continuare con questa routine; rallenta semplicemente il ritmo per adattarlo al tuo stato.
  • Sii premurosa e riconoscente con i tuoi colleghi. Per quanto tu abbia diritti, a poche persone piace prendere in carico il lavoro di un altro. Non usare la gravidanza come una scusa, semplicemente perché non vuoi fare qualcosa. La tua reputazione durerà ben oltre la tua gravidanza.

Pubblicità

Avvertenze

  • Se ti trovi nella sfortunata circostanza di essere licenziata come conseguenza della gravidanza, chiedi consulenza legale immediata, o vai negli uffici governativi responsabili delle leggi sul lavoro nel tuo paese. In alcuni paesi è illegale licenziare una donna incinta!
  • Chiedi consulenza al professionista che si interessa della tua salute se sei preoccupata per la possibilità che alcuni aspetti del tuo lavoro possano incidere sulla salute del bambino; fai le tue ricerche, ma garantisci anche che una persona qualificata abbia un quadro accurato delle tue preoccupazioni. Il tuo medico può essere il tuo migliore alleato.
  • Hai il diritto di stabilire limiti. I tuoi colleghi non dovrebbero mai toccare il "pancione" senza il tuo permesso.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Vestiti prémaman di qualità
  • Scarpe comode di qualità
  • Snack nutrienti

wikiHow Correlati

Come

Sapere se Sei Incinta Senza Fare un Test

Come

Capire se sei Incinta

Come

Mettere Incinta la tua Ragazza

Come

Riconoscere la Posizione del Bambino nell'Utero

Come

Insegnare a un Bambino a Gattonare

Come

Far Smettere a Tuo Figlio di Masturbarsi in Pubblico

Come

Riconoscere i Segni di un Aborto Spontaneo

Come

Bloccare la Produzione di Latte Materno

Come

Fare in modo che un Neonato faccia il Ruttino

Come

Perdere Peso durante la Gravidanza

Come

Girare un Bambino Podalico

Come

Far Rompere le Acque

Come

Ascoltare il Battito Cardiaco Fetale

Come

Scoprire se Tuo Figlio Fa Uso di Marijuana
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 16 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 6 429 volte
Questa pagina è stata letta 6 429 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità