Come Condurre a Mano un Cavallo Ferito

A volte è necessario condurre a mano un cavallo. Solitamente è un modo per rimetterlo in forma e riabilitarlo dopo un infortunio. Sebbene per questa attività sia necessario qualche sforzo in più da parte tua, è comunque più sicuro rispetto a farlo uscire dove potrebbe correre e giocare, sforzandosi e procurandosi nuove lesioni.

Passaggi

  1. 1
    Fai attenzione al suo temperamento. Ricordati come si comportava quando stava bene prima della lesione. Se è un cavallo tranquillo e anziano, dovrebbe essere più facile condurlo a mano rispetto a un cavallo più giovane e più energico. In entrambi i casi conducilo lentamente e per quanto tempo desideri; i cavalli anziani sono più lenti all’inizio, mentre quelli più giovani possono sembrare impazienti, ma il rischio di un nuovo infortunio è comunque presente.
  2. 2
    Consulta il veterinario se il cavallo è iperattivo. Potrebbe somministrargli un blando sedativo come l’acepromazina per mantenerlo calmo. Se l’infortunio è quasi guarito, riprendere a galoppare e correre può essere rischioso per il cavallo perché potrebbe ferirsi nuovamente. Dagli il farmaco prima di portarlo fuori dalla stalla. Non superare mai la dose di 4 cc (2 cc di solito sono più che sufficienti) e non dare mai l’acepromazina a uno stallone da riproduzione.
    • Se somministri il farmaco a un cavallo maschio assicurati che i genitali siano completamente retratti per evitare possibili paralisi al pene che possono derivarne.
  3. 3
    Non temere di usare una briglia o una catena. Se il cavallo è più tranquillo ma ancora difficile da gestire, valuta di mettergli una briglia o una catena sopra il muso. Se non sai come applicare questi metodi senza ferire il cavallo, chiedi a qualcuno con esperienza di aiutarti, o addirittura di tenere il cavallo al posto tuo le prime volte.
    • Alcuni cavalli sono abbastanza tranquilli e possono restare liberi senza capestro, ma se hai qualche dubbio, usa una briglia o una catena. Se ti rendi conto che non è necessaria, puoi anche scegliere di non usarla la volta successiva, ma è meglio essere sicuro piuttosto che ritrovarti con più fatture da pagare al veterinario e altre sofferenze per il cavallo.
    • Molte volte potresti sentirti più sereno se mettessi un’imboccatura, soprattutto se la catena sul muso non ti aiuta. Chiamata anche bit, questa catena restrittiva ti aiuterà a condurre in modo efficace il cavallo. Il bit va posizionato nella parte superiore della gengiva, sotto il labbro superiore.
  4. 4
    Porta il cavallo all’aperto. Dopo avergli messo l’attrezzatura adeguata, è il momento di farlo uscire. Scegli un momento tranquillo della giornata in cui non c’è molto movimento. Durante l’orario dei pasti, quando ci sono molte persone che fanno equitazione, o quando altri cavalli stanno entrando o uscendo dai recinti, non sono momenti ideali per portare il tuo cavallo ferito a camminare.
  5. 5
    Guida il tuo cavallo, non consentirgli che sia lui a condurre te. Questo è molto importante. Devi dimostrargli che sei tu il capo, per quanto lo rispetti e ti curi di lui.
    • Se il cavallo sta andando troppo veloce davanti a te, semplicemente rallentalo con la corda che tieni in mano lungo il fianco. Affrontalo e toccalo leggermente sul fianco anteriore finché si ferma. Fai così ogni volta che tende ad accelerare. Gli stai insegnando che si deve fermare ogni volta che va avanti, e che sei tu il capo.
  6. 6
    Fallo camminare in una zona pianeggiante. Dovresti evitare zone collinari e rocciose, a meno che sia stato il veterinario ad indicartelo, poiché per alcuni tipi di lesioni potrebbe essere un terreno adatto. Resta su un percorso relativamente semplice, mantenendoti accanto al tuo cavallo.
  7. 7
    Cammina lentamente per questi percorsi finché lo consiglia il veterinario. Segui esattamente le sue istruzioni. Se non sei sicuro, chiedi al veterinario di spiegarti chiaramente per quanto tempo e dove farlo passeggiare. È una buona idea annotarti quanto ti riferisce, in modo da non sbagliarti anche se con il tempo dimentichi cosa ti ha detto. È molto importante rispettare le indicazioni mediche perché c’è una grande differenza tra 5 e 15 minuti di passeggiata, dato che potrebbe tradursi in un nuovo infortunio e ulteriori ricadute.
    • A volte puoi farlo camminare più a lungo, se vedi che pascola tranquillamente mentre lo tieni. Chiedi sempre comunque al tuo veterinario se è opportuno.
    • Il principio basilare è di seguire sempre le esatte indicazioni, e assicurarti che il cavallo riesca a camminare tranquillamente. Se il cavallo ti scappa e corre su un osso rotto non completamente guarito, potrebbe non essere in grado di recuperare una seconda volta!
  8. 8
    Continua a condurre il cavallo seguendo un regime approvato dal tuo veterinario. Possono essere necessari dei mesi a volte, prima che alcune lesioni possano guarire completamente, e dover gestire una riabilitazione per un periodo di tempo significativo. Fai dei costanti controlli dal veterinario per osservare i miglioramenti dell’infortunio, e cosa puoi fare per aiutarlo a guarire.

Consigli

  • Ricordati di mantenere il cavallo dietro di te. I cavalli tendono naturalmente a camminare allineati uno dietro l’altro e spesso si aspettano che i loro padroni facciano altrettanto. Se cammini davanti al tuo animale gli invierai il messaggio che tu stai conducendo lui e non il contrario. Rimani giusto dietro la spalla del cavallo quando lo porti indietro.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Cavalli

In altre lingue:

English: Hand Walk an Injured Horse, Русский: прогуливать травмированную лошадь, Español: ayudar a caminar a un caballo lesionado, Português: Conduzir à Mão um Cavalo Machucado

Questa pagina è stata letta 1 073 volte.
Hai trovato utile questo articolo?