Come Confessarsi Correttamente (per Cristiani)

In questo Articolo:Prima della ConfessioneDurante la ConfessioneDopo la Confessione

Se è passato un bel po' di tempo dall'ultima confessione e ti serve un ripasso, niente paura! Questo articolo ti darà una mano a prepararti per una buona confessione.

Parte 1
Prima della Confessione

  1. 1
    Scopri quando ci sono le confessioni. La maggior parte delle parrocchie offre questo servizio settimanalmente mentre alcune lo fanno ogni giorno. Se la tua non offre confessioni negli orari per te migliori, chiama il tuo parroco e chiedigli un incontro privato.
    • Puoi chiedere una confessione privata se pensi che la tua duri più di 15 minuti. È una buona idea se ad esempio hai lasciato la chiesa, commesso un peccato grave o non ti confessi da moltissimo tempo.[1]
  2. 2
    Sii davvero pentito dei tuoi peccati. L'idea della confessione e del pentimento è di sentirsi davvero contrito-- l'atto del sentirsi tale. Devi chiaramente rifiutare il peccato commesso e impegnarti a non lasciarti traviare nuovamente. Devi dimostrare a Dio che sei davvero pentito e dispiaciuto, e professare il rifiuto a commettere nuovamente quei peccati.
    • Questo non vuol dire che non peccherai mai più: siamo esseri umani e ci capita ogni giorno. Semplicemente, cercherai di evitare ogni occasione che possa portare al peccato --questo vale ai fini del pentimento. Se vuoi, Dio ti aiuterà a resistere purché tu abbia intenzione di migliorarti.[2]
  3. 3
    Fai un esame di coscienza. Pensa a ciò che hai sbagliato e perché. Considera il dolore che hai recato a Dio attraverso quel determinato peccato e rifletti sul fatto che per questo Gesù sulla croce ha patito ulteriori pene. Ecco perché essere veramente dispiaciuto è una componente necessaria di una buona confessione.
    • Poniti queste domande mentre ti fai un esame di coscienza:
      • Quando ho fatto l'ultima confessione? Era onesta?
      • Ho fatto qualche promessa speciale a Dio in quell'occasione? E se sì, l'ho mantenuta?
      • Ho commesso qualche peccato mortale o grave dall'ultima confessione?
      • Ho seguito i Dieci Comandamenti?
      • Ho mai dubitato della mia fede?
  4. 4
    Cerca nelle Sacre Scritture. Un buon inizio sono i 10 Comandamenti -Esodo 20:1-17 o Deuteronomio 5:6-21. Ecco qualche spunto per ricordarti come Dio è magnanimo con il suo perdono:
    • "Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità." 1 Giovanni 1:9.
    • Com'è possibile che un peccatore possa essere perdonato? "Se qualcuno ha peccato abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo giusto. Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati" 1 Giovanni 2:1,2.
    • A chi confessare i peccati e perché? "Io ho peccato contro te, contro te solo, e ho fatto ciò ch'è male agli occhi tuoi" Salmi. 51:4.
      • Vedi Genesi 39:9.
  5. 5
    Prega spesso prima di una confessione. Devi pentirti onestamente. Prega lo Spirito Santo affinché ti guidi e ti aiuti a ricordare cosa vuol dire essere sinceramente contriti. Per esempio, usa questa invocazione : "Vieni Spirito Santo, illuminami che io possa riconoscere chiaramente i miei peccati, tocca il mio cuore così che io possa pentirmene e migliorare la mia vita. Amen."
    • Cerca di isolare le cause dei tuoi peccati: Hai delle inclinazioni discutibili? È forse debolezza di spirito? O magari solo cattive abitudini? Cerca di eliminare almeno una di queste cause. In questo modo sarà più semplice liberarsi di un aspetto negativo della tua vita e concentrarsi su quello più positivo.[3]

Parte 2
Durante la Confessione

  1. 1
    Aspetta il tuo turno prima di entrare nel confessionale. Quando è ora, scegli una confessione a viso aperto oppure una anonima. Se preferisci rimanere anonimo, inginocchiati davanti alla tendina che ti separa dal prete. Se preferisci essere faccia a faccia, devi solo sederti accanto a lui.
    • Ricorda che le confessioni sono confidenziali --il prete non rivelerà (e non potrà mai) rivelare i tuoi peccati ad altre persone. È legato al segreto del confessionale a discapito delle circostanze, anche quelle legate alla morte. Non lasciare che le tue preoccupazioni macchino la tua confessione.
  2. 2
    Inizia a confessarti. Il prete aprirà il rito con il Segno della Croce. Segui le sue direttive. Ci sono alcune varianti ma il Rito Latino è il più comune.
    • Nel Rito Latino: Ci si fa il Segno della Croce dicendo, "Mi perdoni Padre, perché ho peccato" e si racconta tutto ciò che è capitato dall'ultima confessione. (Non è necessario ricordare quante volte si è peccato ma solo i peccati maggiori.)
    • Nel Rito Bizantino: Ci si inginocchia davanti all'Icona di Cristo, il prete sarà seduto al tuo fianco e potrà posare il suo epitrachelio sulla tua testa. Questo passaggio potrebbe avvenire solo al momento della Preghiera di Assoluzione. In qualsiasi modo, non preoccuparti.
    • In altre Chiese Orientali: Le forme possono differire.
    • Nonostante le varianti, racconta i tuoi peccati (incluso quante volte li hai commessi). Segui un ordine dal più serio al meno serio. Non evitare quelli mortali che ti vengono in mente. Non devi scendere in dettaglio a meno che sia il prete a domandartelo -- e in questo caso, capiterà.

Parte 3
Dopo la Confessione

  1. 1
    Ascolta il prete. Spesso ti offrirà dei consigli su come evitare peccati in futuro. In seguito ti farà recitare l'Atto di Dolore. Devi dirlo in modo sincero, convinto delle parole che pronunci. Se non lei conosci, scrivitele e chiedi al prete di aiutarti.
    • Alla fine della tua sessione, il prete ti darà una penitenza (da 'scontare' appena possibile). Ti dirà, “Io ti assolvo dai tuoi peccati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.”[1] Se si fa il Segno della Croce, imitalo. Poi ti lascerà andare dicendoti “La pace del Signore sia con te.” Rispondi, “E con il tuo Spirito" fai un sorriso ed esci dal confessionale.
  2. 2
    Metti in pratica la tua punizione. Torna in chiesa e siediti dov'eri prima. Quando inizi a pregare, ringrazia Dio per il perdono. Se ricordi un qualche peccato serio che non hai menzionato, lo confesserai nella prossima visita al prete.
    • Se il prete ti ha dato una punizione fatta di preghiere, recitale in modo tranquillo e devoto. Inginocchiati sul banco, le mani giunte e la testa china finché non le hai completate e hai riflettuto adeguatamente sulla tua esperienza. Lo scopo è riconciliarti con i Sacramenti.
  3. 3
    Vivrai meglio nella luce del perdono di Dio. Rialzati con fiducia perché il Signore ti ama ed è stato pietoso verso di te. Vivi per Lui ogni minuto della tua vita e lascia che tutti vedano quanto è meraviglioso servire il Signore.
    • Sii consapevole. Non utilizzare la confessione come motivo per scusare i tuoi peccati. Sii lieto dell'esser stato perdonato e vivi come Dio vuole per minimizzare il bisogno di confessarti.

Parte 4:Atto di Dolore

« Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati, perché peccando ho meritato i tuoi castighi, e molto più perché ho offeso te, infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa. Propongo con il tuo santo aiuto di non offenderti mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, misericordia, perdonami. Amen»

Consigli

  • Non avere paura di sfogarti. Una delle cose più belle della confessione è che il prete può darti consigli eccellenti e servirti da mentore. Probabilmente ha già sentito confessioni come la tua e in quanto tale è pronto a qualsiasi cosa tu possa dirgli in futuro.
  • Ricorda lo scopo di questo Sacramento. Il penitente cerca il perdono per riconciliarsi con Dio e la sua Chiesa. Vero: Dio conosce i nostri peccati e non abbiamo bisogno di "ricordarglieli". Anche se questo Sacramento può farti sentire meglio, è semplicemente il naturale risultato del tuo ritorno alla comunione con Dio e la chiesa. Il peccatore si pente e ripristina la grazia ricevuta al Battesimo. Vedi CCC 1440 e seguenti: [1]
  • Sii chiaro, conciso, contrito e completo. Ossia:
    • Chiaro: Non usare "eufemismi" (parole che suonano meglio) -- chiama le cose con il loro nome e non metterci troppo a dirle.
    • Conciso: Non girare attorno all'argomento cercando spiegazioni e scuse. La confessione è l'unico processo nel quale il colpevole viene assolto!
    • Contrito: Devi essere dispiaciuto. A volte non ci si sente tali -- è OK, basta provarci. Solo facendo una confessione sapremo intimamente di esserlo. E fare una penitenza extra come ammenda è un buon modo per dimostrare a Dio che siamo dispiaciuti per averlo offeso.
    • Completo: Bisogna raccontare tutti i peccati. Specie quelli mortali. È anche una buona idea confessare quelli veniali anche se non è obbligatorio. Se si riceve la Comunione con pietà e un cuore pulito, i peccati veniali possono essere perdonati, ma è sempre meglio confessarsi spesso ed essere contriti. Ecco perché è buona norma farlo spesso, in modo da non dimenticare nulla. Se ti confessi senza menzionare un peccato mortale, questo stesso atto è peccare e dovrai ritornare a confessarti spiegando di aver omesso la cosa intenzionalmente. Non si dovrebbe mai fare la Comunione senza aver confessato i peccati mortali. È un sacrilegio che offende Dio profondamente.
  • Il sigillo della confessione impedisce al prete di raccontare i peccati ad anima viva, pena la scomunica. Questo vuol dire che nessuno, nemmeno il Papa può chiedergli di raccontarglieli. Inoltre, un prete non può testimoniare in un processo citando le tue confessioni.

Avvertenze

  • Attento che il tuo esame di coscienza non evolva in un senso di colpa costante. Considera i tuoi torti in modo onesto e sereno.
  • Accertati di essere veramente dispiaciuto per ciò che hai fatto. La tua confessione è vuota di significato in caso contrario e non sarai perdonato.
  • In circostanze normali, solo un cattolico battezzato può ricevere il Sacramento della Conciliazione. Però, questa restrizione decade in caso di gravità (ad esempio la morte imminente di un cristiano non cattolico).

Cose che ti Serviranno

  • Libro delle preghiere
  • Orario delle confessioni

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Religione

In altre lingue:

English: Make a Good Confession in the Catholic Church, Español: hacer una buena confesión, Português: Fazer uma Boa Confissão na Igreja Católica, Deutsch: Beichten in der katholischen Kirche, Français: faire une bonne confession dans l'Église catholique, 中文: 在天主教堂进行虔诚的忏悔, Русский: сделать хорошую исповедь в католической церкви, Bahasa Indonesia: Mengaku Dosa dengan Baik di Gereja Katolik

Questa pagina è stata letta 123 227 volte.
Hai trovato utile questo articolo?