Come Congelare il Cavolo Nero

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 13 Riferimenti

In questo Articolo:Pulire e Sbollentare il Cavolo NeroCongelare le Foglie IntereCongelare il Cavolo Nero in Forma di Purea

Congelare il cavolo nero consente di conservarlo per il futuro e ti permette di beneficiare delle sue numerose proprietà in qualsiasi momento dell'anno. Il metodo corretto per congelarlo consiste nel pulirlo e sbollentarlo in anticipo per preservarne il sapore più a lungo nel tempo. Congelandolo in piccole porzioni individuali, sarà inoltre più semplice da scongelare e utilizzare.

1
Pulire e Sbollentare il Cavolo Nero

  1. 1
    Prepara tutto il necessario. Prima di poter congelare il cavolo nero, devi lavarlo, mondarlo, sbollentarlo e raffreddarlo in acqua e ghiaccio in modo che mantenga a lungo il suo sapore. Predisponi tutto il necessario sul piano di lavoro della cucina, oltre a tutto il cavolo che desideri congelare, ti serviranno i seguenti utensili:
    • Un coltello;
    • Una grossa pentola;
    • Una boule capiente;
    • Un colino o uno scolapasta;
    • Quattro strofinacci puliti;
    • Un paio di pinze da cucina;
    • Un cucchiaio forato.
  2. 2
    Lava e monda il cavolo nero. Risciacqua le foglie sotto l'acqua corrente fredda per rimuovere ogni traccia di terra, detriti o eliminare eventuali piccoli insetti.[1] Disponi le foglie pulite su uno strofinaccio da cucina in modo che assorba l'acqua in eccesso. Taglia una piccola porzione dei gambi, quindi affettali a pezzi larghi circa 2,5 cm. Mettili da parte. Per quanto riguarda le foglie, puoi decidere di lasciarle intere, di tagliarle a metà o di affettarle a striscioline.
    • I gambi del cavolo nero contengono numerose sostanze nutrienti, ma talvolta possono risultare duri e fibrosi. Se preferisci, puoi congelare solo le foglie, che invece sono morbide.
    • Se vuoi eliminare i gambi, esegui un taglio netto alla base di ogni foglia, dopodiché rimuovi anche la nervatura centrale se risulta troppo dura o di grandi dimensioni.
    • Mondare il cavolo prima di congelarlo fa sì che sia già pronto per l'uso nel momento del bisogno.
  3. 3
    Prepara l'acqua per la cottura. Per sbollentare le verdure bisogna prima lessarle in acqua bollente per pochi minuti e poi immergerle immediatamente in acqua ghiacciata. Ecco che cosa devi fare nello specifico:[2]
    • Riempi d'acqua una grossa pentola, quindi portala a ebollizione usando una fiamma medio-alta;
    • Prepara il bagno ghiacciato in una grossa boule riempiendola con acqua fredda e ghiaccio in proporzioni uguali;
    • Predisponi un colino o uno scolapasta nel lavandino per poter scolare le foglie dall'acqua di cottura.
  4. 4
    Sbollenta i gambi. Quando l'acqua bolle, aggiungi i gambi tagliati a pezzi, quindi cuocili per 3 minuti. Essendo la parte più spessa e dura del cavolo nero, richiedono una cottura più lunga rispetto alle foglie.[3]
    • Cuocere i gambi separatamente dalle foglie previene il rischio che i primi risultino troppo crudi o le seconde troppo cotte;
    • Se hai deciso di buttare via i gambi o preferisci usarli in altro modo, puoi sbollentare subito le foglie.
  5. 5
    Sbollenta le foglie. Immergile nell'acqua bollente con l'aiuto delle pinze da cucina. Cuoci il maggior numero di foglie possibile, ma senza riempire troppo la pentola. Lessa le foglie per 2 minuti e 30 secondi.[4]
    • Se le foglie sono molte, è meglio sbollentarne un po' alla volta. Assicurati che l'acqua ricominci a bollire prima di passare alle successive.
    • Sbollentare le verdure in questo modo consente di uccidere gli enzimi e i batteri che possono comprometterne il colore, il gusto e distruggere le sostanze nutrienti. Eliminare questi enzimi permette quindi di conservare il cavolo nero più a lungo.[5]
  6. 6
    Blocca la cottura delle foglie. Rimuovile dall'acqua bollente usando un mestolo forato, quindi immergile immediatamente in quella ghiacciata per interromperne la cottura. Lasciale a bagno per 2 minuti e mezzo, cioè lo stesso tempo che hai utilizzato per la cottura.[6]
    • Se devi sbollentare parecchie foglie a più riprese, aggiungi degli altri cubetti di ghiaccio tra una volta e l'altra.
    • Immergere le foglie di cavolo nero in acqua ghiacciata serve a preservarne il colore verde brillante; inoltre, interrompe la cottura evitando che risultino troppo cotte.
  7. 7
    Scola e asciuga le foglie. Rimuovile dall'acqua bollente con il mestolo forato, quindi trasferiscile nel colino per lasciare scolare l'acqua in eccesso. Scuotilo più volte per eliminare più acqua possibile.[7]
    • Stendi due strofinacci puliti sul piano di lavoro della cucina. Dopo aver scolato le foglie dalla maggior parte dell'acqua, disponile ordinatamente sui panni.
    • Usa gli altri due strofinacci per tamponare delicatamente il cavolo nel tentativo di asciugarlo il più possibile.
    • Metti le foglie da parte perché finiscano di asciugarsi all'aria. Più saranno asciutte, minore sarà il numero di cristalli di ghiaccio che si formeranno naturalmente durante il processo di congelamento, responsabili delle cosiddette bruciature da freddo (dall'inglese "freezer burns").
    • Asciugare le foglie è particolarmente importante se intendi congelarle intere, mentre non serve se intendi prima frullarle per trasformarle in una purea.

2
Congelare le Foglie Intere

  1. 1
    Suddividi le foglie di cavolo nero in porzioni. Decidi la quantità in base alle tue esigenze, pensando alle ricette che intendi preparare in futuro. Se per esempio hai l'abitudine di preparare dei frullati vegetali, puoi suddividere le foglie in piccole porzioni da circa 70 g l'una.
    • Se sai già come userai le foglie dopo averle scongelate, puoi anche tagliarle a pezzi delle dimensioni adatte.
  2. 2
    Insacchetta il cavolo. Ogni porzione andrà sigillata in un sacchetto per alimenti adatto al congelatore. Prima di chiuderli, ricordati di fare uscire più aria possibile; per ottenere un risultato impeccabile, puoi aspirarla usando una normale cannuccia. Una volta rimossa la cannuccia, sigilla i sacchetti con rapidità.[8]
    • Aria e umidità sono i due principali responsabili delle bruciature da freddo. Lasciare asciugare completamente le foglie e rimuovere tutta l'aria dai sacchetti serve a evitare che si deteriorino
    • Naturalmente puoi usare anche una macchina per il sottovuoto se ne possiedi una, in maniera da assicurarti di rimuovere tutta l'aria.
  3. 3
    Etichetta i sacchetti. Usa un pennarello indelebile per specificare il contenuto, la quantità e la data odierna sull'esterno di ogni sacchetto.[9] Al momento dell'uso, saprai con esattezza quante porzioni scongelare e da quanto tempo si trovano nel congelatore.
    • Questo passaggio è molto importante perché anche se in questo momento sai esattamente quanto cavolo nero c'è in ogni sacchetto, a distanza di qualche mese è probabile dimenticarselo.
  4. 4
    Riponi i sacchetti nel congelatore. Una volta sigillati ed etichettati, puoi metterli finalmente nel freezer. Sbollentato, immerso in acqua ghiacciata, insacchettato e privato dell'aria, il cavolo nero dovrebbe durare anche per 12 mesi.[10]
    • Al momento dell'uso potrai rimuovere dal freezer l'esatta quantità di cavolo di cui hai bisogno e aggiungerlo immediatamente a una ricetta o lasciarlo scongelare per un'ora prima di tagliarlo come desideri.

3
Congelare il Cavolo Nero in Forma di Purea

  1. 1
    Frulla il cavolo nero. Taglialo in quattro parti, quindi metti alcune manciate di foglie nel frullatore. Dosa 240 ml d'acqua e versane un po' sulle foglie. Accendi il frullatore a brevi intervalli per iniziare a sminuzzare le foglie, dopodiché aggiungine qualche altra manciata e un altro po' d'acqua. Continua fin quando non hai frullato tutte le foglie. Ricorda che è meglio non aggiungere più di 240 ml di acqua in totale.[11]
    • Puoi frullare il cavolo nero crudo o dopo averlo sbollentato, la cosa importante è averlo lavato e mondato.
    • La purea di cavolo nero è un ingrediente perfetto per preparare zuppe, frullati di verdure e pietanze in cui il sapore del cavolo non deve essere troppo forte o predominante.
    • La purea di cavolo nero non è adatta alle ricette in cui è meglio usare le foglie intere, per esempio per preparare un'insalata o le chips di cavolo.
  2. 2
    Versa la purea negli stampini. Perché sia ancora più comoda da usare, puoi versarla in uno stampo per il ghiaccio o per i muffin.[12] Metti lo stampo nel freezer, quindi lascia congelare la purea per circa tre ore.
    • Se vuoi suddividerla in porzioni di quantità specifica, puoi versarla nello stampo usando un apposito dosatore.
  3. 3
    Estrai la purea ghiacciata dallo stampo. Una volta congelata, puoi trasferirla in un sacchetto per alimenti adatto al freezer. In questo modo potrai tornare a utilizzare lo stampo per il suo uso originale e conservare più facilmente i ghiaccioli di purea.[13]
    • Prima di chiudere il sacchetto, fai uscire più aria possibile per proteggere il cavolo dalle bruciature da freddo.
    • Metti il sacchetto nel congelatore per conservare il cavolo per i mesi successivi.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Frutta & Verdura

In altre lingue:

English: Freeze Kale, Español: congelar col rizada, Русский: заморозить капусту кале, Deutsch: Grünkohl einfrieren, Português: Congelar Couve, Français: congeler du chou frisé, 中文: 冷冻甘蓝, Bahasa Indonesia: Membekukan Kale

Questa pagina è stata letta 16 149 volte.
Hai trovato utile questo articolo?