Scarica PDF Scarica PDF

Congelare l'impasto del pane è un ottimo modo per godersi il pane fresco con poca preparazione. Anche se probabilmente dovrai modificare leggermente la tua ricetta preferita, quasi tutte possono essere adattate facilmente, in modo da rendere congelabile l'impasto. A quel punto, ti basta modellarlo a forma di ciabatta o panini e congelarlo, così potrai realizzare pane fresco nella metà del tempo.

Parte 1 di 2:
Adattare la Ricetta dell'Impasto del Pane

  1. 1
    Usa come ricetta di base per l'impasto quella che preferisci. Anche se dovrai fare delle modifiche per assicurarti che il pane lieviti correttamente dopo essere stato congelato, come base puoi partire dalla ricetta che usi normalmente. Di conseguenza, inizia seguendo le istruzioni consuete per preparare l'impasto, modificando la farina e il lievito per ottenere il risultato desiderato.[1]
    • Potresti essere in grado di congelare l'impasto senza fare modifiche alla ricetta. Tuttavia, l'unico modo per saperlo è provare. Se l'impasto non lievita e non si cuoce correttamente dopo averlo congelato, dovrai fare delle modifiche alla farina e al lievito, in modo da ottenere il sapore e la consistenza che desideri.
  2. 2
    Sostituisci la farina normale con una ad alto contenuto di proteine per ottenere la giusta consistenza. Quando congeli l'impasto per il pane, il freddo può indebolire il glutine contenuto all'interno, rendendo il pane più denso e piatto.[2] Per evitare il problema, utilizza una farina ad alto contenuto proteico, per esempio quella integrale, quella di grano duro o quella di segale.[3] L'elevato contenuto proteico impedirà che l'impasto perda una percentuale troppo alta dei gas prodotti durante la fermentazione (levitazione).[4]
    • Molte ricette per il pane suggeriscono di usare farina a basso contenuto proteico, come quella tradizionale 00 o quella per pane. Nella maggior parte dei casi, puoi sostituire la farina suggerita dalla ricetta con un'altra ad alto contenuto proteico, senza modificare le quantità.
  3. 3
    Raddoppia la quantità del lievito necessario, in modo da essere certo che l'impasto lieviti. Congelando l'impasto, puoi danneggiare parte dei lieviti, che non saranno più attivi.[5] Per assicurarti che il pane lieviti dopo essere stato congelato, puoi raddoppiare la quantità di lievito impiegato nella ricetta, soprattutto se si tratta di un pane a lunga lievitazione.[6]
    • Se il tuo pane non prevede una lunga lievitazione, potrebbe non essere necessario raddoppiare la quantità del lievito.
  4. 4
    Lascia lievitare l'impasto per 45 minuti. Mettilo in una ciotola leggermente oleata o su carta da forno a temperatura ambiente per circa 45 minuti, in modo che abbia tempo di lievitare.[7] In questo modo, potrai dare al pane la forma di ciabatta o di panini e risparmiare tempo quando lo scongelerai.
    • Alcune ricette per il pane richiedono una doppia lievitazione. In questo caso, probabilmente dovrai attendere altri 45 minuti affinché l'impasto finisca di lievitare dopo averlo scongelato.[8]
  5. 5
    Lavora l'impasto e conferiscigli la forma desiderata. Segui le istruzioni della ricetta specifica che stai usando, lavorando l'impasto dopo che è lievitato per circa 45 minuti. A quel punto, dividilo in più parti e crea dei panini, se hai deciso di congelarlo in quella forma.[9]
    • Se hai deciso di congelare l'impasto in uno stampo per il pane, non hai bisogno di dargli una forma dopo averlo lavorato, perché assumerà quella dello stampo.
  6. 6
    Trasferisci l'impasto su una leccarda oleata o in uno stampo per il pane. Se hai diviso l'impasto in panini, disponili su una leccarda leggermente unta. Se invece vuoi realizzare un tipo di pagnotta particolare, metti l'impasto nello stampo leggermente rivestito d'olio, spingendo bene negli angoli per occupare tutto lo spazio e rimuovere l'aria.[10]
    • Se hai deciso di congelare i panini, assicurati di dividerli, in modo che non si tocchino e non restino attaccati una volta surgelati.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Conservare, Scongelare e Cuocere l'Impasto per Pane Congelato

  1. 1
    Sposta l'impasto e lascialo scoperto nel congelatore per 1 o 2 ore. Una volta che l'hai diviso in panini o l'hai messo in uno stampo, trasferiscilo subito nel congelatore, in modo che non continui a lievitare. A quel punto, lascialo nel freezer finché non è del tutto congelato nella forma desiderata.[11]
    • Lievitando una seconda volta, l'impasto può diventare troppo duro e resistente per essere congelato. Di conseguenza, è importante metterlo nel freezer appena hai finito di dargli la forma desiderata.[12]
  2. 2
    Conserva l'impasto congelato in sacchetti da congelatore o rivestito dalla pellicola di plastica. Prendi l'impasto dal freezer. Se l'hai diviso in panini, puoi trasferirli in un grande sacchetto ermetico per congelatore, in modo che siano più facili da conservare. Se invece hai congelato l'impasto in uno stampo, staccalo e avvolgilo bene con la pellicola di plastica.[13]
  3. 3
    Scrivi la data sulla plastica, in maniera da sapere quando usare l'impasto. Usa un pennarello indelebile per farlo. In questo modo, saprai quando hai realizzato e confezionato l'impasto e per quanto tempo potrai conservarlo prima di cuocerlo.[14]
  4. 4
    Lascia l'impasto nel congelatore per 6 mesi al massimo. Rimettilo subito nel freezer, prima che inizi a scongelarsi. Scongelalo e cuocilo in forno entro 2-6 mesi.
    • Anche se l'impasto può mantenersi bene nel congelatore per un massimo di 6 mesi, considera che più tempo resta nel freezer, più è probabile che il freddo lo rovini. Di conseguenza, dovresti pianificare di scongelarlo e cuocerlo il prima possibile, magari entro 2 o 3 mesi.[15]
  5. 5
    Lascia scongelare l'impasto per almeno 4 ore a temperatura ambiente. Prima di cuocere l'impasto congelato, toglilo dal freezer.[16] Se l'hai diviso in panini, lasciali scongelare per un'ora circa nella plastica, poi disponili su un foglio di carta forno finché non saranno scongelati del tutto. Se invece il pane si trovava in uno stampo, sistemalo nuovamente all'interno dello stampo e mettilo fuori dal freezer a scongelare.
    • Il tempo di scongelamento dipende dalla grandezza dell'impasto e dalla temperatura della stanza. Di conseguenza, inizia a controllarlo dopo circa 4 ore.
    • Alcune ricette richiedono che l'impasto lieviti una seconda volta dopo averlo scongelato. Se è questo il caso, mettilo in una ciotola leggermente rivestita d'olio o su carta da forno per circa 45 minuti quando si sarà completamente scongelato, così che possa lievitare di nuovo.
  6. 6
    Cuoci l'impasto in base alle istruzioni della ricetta. In molti casi, dovrai rispettare i tempi originali. Di conseguenza, una volta che l'impasto si è scongelato e ha lievitato una seconda volta (se necessario), segui le istruzioni della ricetta con cui lo hai realizzato.[17]
    • In alcuni casi, dovrai cuocere l'impasto scongelato più a lungo del normale. Di conseguenza, se il pane non è pronto dopo il tempo previsto, continua a cuocerlo per altri 10-15 minuti.
    • Una volta scongelato l'impasto, puoi utilizzarlo per realizzare panini freschi o una pagnotta deliziosa.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 11 346 volte
Categorie: Pane & Pasta
Questa pagina è stata letta 11 346 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità