Le fave appartengono alla famiglia delle leguminose commestibili. Congelare le fave è facile, veloce e ti consente di averle a disposizione in qualunque stagione. Se prima di congelarle le sbollenti, dureranno più a lungo, ma non si tratta di un passaggio obbligatorio. Tieni presente però che se le congeli senza prima sbollentarle dovrai consumarle entro 4-6 settimane.[1]

Parte 1
Parte 1 di 3:
Preparare le Fave

  1. 1
    Sbaccella le fave. Spezza la punta del baccello e tirala verso il basso per rimuovere il filamento che corre lungo il lato del baccello. Infila un dito dentro il baccello e fallo scorrere da un'estremità all'altra applicando una leggera pressione per staccare le fave. Se le fave sono di una tonalità che va dal verde chiaro al verde scuro, significa che sono sane e completamente mature. In genere il baccello è di una lunghezza variabile tra 5 e 30 centimetri.[2]
  2. 2
    Raccogli le fave in una zuppiera capiente. Scarta quelle che hanno una consistenza, un aspetto o un odore strano rispetto alle altre.
    • I baccelli avvizziti, le macchie e le piccole imperfezioni generalmente non influiscono sulla commestibilità delle fave. Usa il buon senso e scarta quelle che non sembrano fresche per garantire la buona riuscita del piatto.[3]
  3. 3
    Lava le fave. Sciacquale sotto l'acqua fredda corrente e massaggiale delicatamente per rimuovere la pellicina esterna, la terra, lo sporco e gli eventuali pezzi di baccello.[4]
    • Lavare le fave serve a pulirle esternamente. Sbollentarle consente di raggiungere anche la parte interna, avrai così la certezza che siano sicure da mangiare senza comprometterne il gusto e il contenuto di vitamine![5]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Sbollentare le Fave

  1. 1
    Riempi una pentola d'acqua e portala a ebollizione. Attendi che l'acqua bolla prima di aggiungere le fave.[6]
    • Basta una quantità d'acqua sufficiente a sommergere completamente le fave.
  2. 2
    Cuoci le fave nell'acqua bollente per 3-4 minuti. Mantieni la fiamma alta per evitare che l'acqua smetta di bollire. Il processo di sbollentatura è diverso dalla cottura vera e propria e contribuisce a mantenere integre la struttura e la freschezza delle fave.
    • La sbollentatura è una tecnica che consente di uccidere i batteri e disattivare gli enzimi. Di conseguenza le fave saranno più buone e non perderanno le loro importanti vitamine.[7]
    • Sbollentare le fave prima di congelarle non è indispensabile, ma consente di farle durare di più una volta messe nel congelatore![8]
    • Dopo la sbollentatura, le fave saranno di colore verde brillante e leggermente più morbide, ma ancora croccanti.
  3. 3
    Scola le fave subito dopo averle sbollentate. Versale in un colino, quindi scuotilo con delicatezza per eliminare l'acqua in eccesso.
  4. 4
    Versa le fave in una zuppiera piena di acqua gelata. Riempi d'acqua fredda una zuppiera (puoi usare quella in cui hai lavato le fave). Aggiungi alcuni cubetti di ghiaccio per accelerare il processo.
    • Lascia raffreddare le fave nell'acqua per una decina di minuti.[9]
  5. 5
    Rimetti le fave nel colino per scolarle dall'acqua fredda quando si sono raffreddate.
    • Ripeti questi passaggi finché non hai sbollentato tutte le fave.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Congelare le Fave

  1. 1
    Asciuga le fave. Distribuiscile su un panno da cucina pulito senza sovrapporle, coprile con un altro panno e massaggiale con delicatezza per asciugarle.
    • Le fave non devono essere completamente asciutte, ma assicurati di rimuovere la maggior parte dell'umidità residua, altrimenti l'acqua si trasformerà in ghiaccio all'interno del congelatore.
  2. 2
    Trasferisci le fave in un contenitore per alimenti. Se usi un sacchetto, fai uscire l'aria prima di sigillarlo.[10]
    • Scrivi il contenuto e la data sul contenitore per tenere in ordine il congelatore e per ricordarti entro quando devi consumare le fave.
  3. 3
    Consuma le fave nel corso dell'anno. Avendole sbollentate dureranno fino a 8 mesi se le conservi correttamente nel congelatore. Potrai usarle come preferisci, per esempio inserendole in una zuppa, un'insalata o in tante altre gustose ricette![11]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Staff di wikiHow - Redazione
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Categorie: Riso & Legumi
Questa pagina è stata letta 418 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità