Come Conservare i Peperoni

3 Metodi:Congelare i PeperoniEssiccare i PeperoniConservare i Peperoni Sottaceto

I peperoni dolci e quelli piccanti (peperoncini) possono essere conservati con diverse tecniche. Se prevedi di incorporarli in qualche preparazione, è meglio congelarli o essiccarli. Se invece desideri mantenere intatta la loro croccantezza, dovresti sigillarli in barattoli e vasi. A meno che tu non possegga un canner a pressione regolabile o uno con un manometro, segui le istruzioni qui riportate per preparare i peperoni sottaceto evitando la formazione di pericolose tossine.

1
Congelare i Peperoni

  1. 1
    Il processo di congelamento conserva il sapore dei peperoni ma non la loro consistenza. Puoi praticamente surgelare ogni varietà di peperoni, sia arrosto che crudi. Solitamente, il gusto resta invariato per circa 8-9 mesi, ma l’ortaggio sarà piuttosto molliccio una volta decongelato. Questo metodo è più adatto per i peperoni tagliati a dadini che prevedi di incorporare in altre ricette.
    • Diversamente da altre verdure, non c’è bisogno di sbianchire i peperoni per preservarne le qualità durante il congelamento. Questo rende il processo molto più rapido e semplice rispetto a quello necessario per gli altri ortaggi.
  2. 2
    Indossa i guanti di gomma se utilizzi dei peperoncini piccanti. Quelli molto forti possono causare perfino delle dolorose eruzioni cutanee. Ricorda di indossare sempre i guanti quando maneggi questi ortaggi ed evita di toccarti aree sensibili del corpo come il viso. Prima di riutilizzare per altri alimenti gli utensili che sono entrati in contatto con i peperoncini, lavali usando acqua calda e sapone.
    • Sebbene siano necessari ulteriori studi scientifici, l’esperienza empirica dimostra che i guanti di lattice non sono in grado di evitare "bruciature" alla pelle causate da un contatto prolungato con i peperoncini.
  3. 3
    Lava e taglia i peperoni. Dopo averli tagliati a metà elimina i semi e la membrana bianca che trovi all’interno. Affettali in striscioline oppure a cubetti piccoli, in base alle tue preferenze personali.
    • I peperoni rossi vengono spesso arrostiti prima del congelamento, ma si tratta di un passaggio del tutto facoltativo.
    • Non è obbligatorio tagliare i peperoncini piccanti prima di surgelarli.
  4. 4
    Congela gli ortaggi su una teglia da forno. Distribuisci i pezzetti di peperoni su una teglia, ben distanziati fra loro e in modo da formare un unico strato. Riponi il tutto nel congelatore finché le verdure diventano dure, controllando comunque dopo venti minuti.
    • Per questa operazione è meglio usare una teglia da forno con i bordi alti, così i peperoni non possono cadere, ma puoi usare anche un vassoio piatto.
    • In alternativa, avvolgi ogni peperone in carta cerata o in un altro materiale adatto al congelamento, affinché restino separati gli uni dagli altri. Alla fine passa alla fase successiva.
  5. 5
    Trasferisci i peperoni in un contenitore ermetico. Quando le verdure hanno subìto una prima surgelazione e sono diventate dure, ci sono meno possibilità che possano appiccicarsi fra loro e creare grossi grumi. Ora è possibile riunire i vari pezzetti o striscioline e riporre il tutto in un contenitore ermetico e impermeabile come i sacchetti sigillabili o i tupperware. Cerca di eliminare la maggior quantità di aria possibile dai sacchetti prima di chiuderli.
    • Imposta il freezer a una temperatura di -18 °C o inferiore per garantire una lunga e sicura conservazione.
    • Etichetta i contenitori indicando la varietà di peperone o almeno riportando la scritta "piccante" o "dolce".

2
Essiccare i Peperoni

  1. 1
    Essiccare i peperoni ti permette di trasformarli in una spezia in polvere oppure di conservarli per aggiungerli a varie ricette. Non è necessario uno strumento specifico, ma un essiccatore o un forno possono accelerare il procedimento. I peperoni essiccati si conservano per molti mesi se vengono riposti nella maniera giusta. Puoi spezzettarli con un frullatore per trasformarli in una spezia da aggiungere ai piatti oppure metterli in ammollo per rinvenirli e renderli appetitosi prima di incorporarli in una pietanza.
  2. 2
    Essicca questi ortaggi nel forno o nell’essiccatore. Questi metodi possono essere utilizzati per ogni varierà di peperone, anche se quelli verdi e quelli dolci hanno bisogno di maggior tempo rispetto ai peperoncini. Elimina i semi e la membrana interna e tagliali a striscioline o cubetti per accelerare il processo. Imposta il forno alla temperatura minima possibile per evitare di bruciare le verdure. Se utilizzi l’essiccatore, scegli una temperatura di 60 °C o inferiore. In base al tipo di peperone, le striscioline o i cubetti possono richiedere da 4 a 10 ore per la completa essiccazione. Controlla comunque ogni due ore o ogni ora, se usi il forno, dato che la temperatura resta difficilmente costante.
    • Anche i peperoni arrostiti si prestano a questo tipo di lavorazione. Cuocili finché la pelle esterna forma delle bolle, successivamente tagliali a pezzetti e disponili sul ripiano dell’essiccatore con il lato non arrostito verso il basso.
  3. 3
    Prova a essiccare quelli piccanti in pieno sole. Se le temperature diurne sono superiori ai 30 °C e c’è il sole, allora puoi essiccare i peperoncini piccanti all’aria aperta. Per prima cosa, rimuovi i semi e la membrana interna poi tagliali a strisce o a cubetti. Disponili su un telaio a rete o su una griglia per biscotti ed esponili al sole per molti giorni, finché diventano friabili. Portali in casa la notte se le temperature scendono abbastanza da formare la rugiada.
    • I peperoni dolci hanno un contenuto di acqua eccessivo e una pelle troppo spessa per essere essiccati efficacemente al sole. Per questi è più indicato l’essiccatore o il forno.
  4. 4
    In alternativa, appendi i peperoncini e lasciali essiccare all’aria per molte settimane. Fare una collana o una stringa di peperoncini è un modo per creare anche una decorazione, mentre allo stesso tempo gli ortaggi si seccano. Non hai bisogno d’altro se non di una stanza asciutta e ben ventilata. Usa un ago robusto in cui hai infilato un filo da pesca o uno spago. Perfora lo stelo del peperoncino e fai un anello attorno alla parte superiore. Ripeti il processo con tutti i peperoncini a tua disposizione usando lo stesso filo o spago. Alla fine appendili a essiccare.
    • Si consiglia questo metodo solo per i peperoncini rossi, dato che la loro pelle ha un basso contenuto di acqua. I peperoni verdi e dolci corrono un rischio maggiore di sviluppare le muffe prima che il procedimento sia completo, se trattati in questo modo.
    • Lega fra loro due o tre stringhe di peperoncini per creare una decorazione intrecciata.

3
Conservare i Peperoni Sottaceto

  1. 1
    Segui queste istruzioni per conservare i peperoni in modo sicuro fino a due anni. Nonostante quanto si creda, tutti i tipi di peperoni sono considerati alimenti "a bassa acidità" e non possono essere conservati in barattoli con un liquido acquoso, se non viene aggiunto un ingrediente acido come l’aceto. Inoltre, le conserve sottaceto hanno un sapore molto apprezzato dalla maggior parte delle persone. Questo metodo ti permette anche di conservare la naturale consistenza croccante delle verdure.
    • Nota: dato che questo procedimento è piuttosto complesso, leggi tutte le istruzioni prima di iniziare. Un canner ad acqua sarà decisamente di aiuto.
    • Se hai un canner a pressione, leggi la sezione “Consigli” per conservare i peperoni senza aceto.
  2. 2
    Lava e scalda i barattoli e i coperchi. Prendi dei contenitori resistenti e senza alcuna imperfezione (coperchi inclusi) e mettili in lavastoviglie impostando un lavaggio caldo. In alternativa mettili in una pentola di acqua e falli sobbollire (al di sotto del punto di ebollizione) sul fornello. In questo modo sei certo che i vasetti sono puliti e allo stesso tempo non andranno in frantumi quando vi verserai all’interno il liquido bollente.
    • Per togliere i barattoli e i coperchi dall’acqua calda dovrai usare le pinze da cucina.
  3. 3
    Lava e prepara i peperoni. Le verdure devono essere lavate, private dello stelo e dei semi e tagliate in base ai tuoi gusti ed esigenze.
  4. 4
    Riempi un barattolo pulito da 500 ml (o più piccolo) con i peperoni. Affidarsi a dei vasetti troppo grandi o non specifici per le conserve potrebbe essere una scelta poco sicura. Lascia uno spazio di 1,25-2,25 cm al bordo del barattolo.
    • Un vasetto da mezzo litro, solitamente, contiene 450 g di peperoni.
  5. 5
    Scegli un aceto forte. Se ti avvali del tipo giusto, l’aceto è un ottimo liquido conservante per i peperoni. Cerca di usare un prodotto di alta qualità con almeno il 5% di acido acetico. Evita quello fatto in casa, a meno che tu sia certo del livello di acidità.
    • L’aceto bianco conserva anche il colore originale delle verdure, mentre quello di mele o di vino rosso può scurirle senza per questo intaccarne il gusto o la sicurezza.
  6. 6
    Mescola l’aceto con l’acqua e gli altri ingredienti facoltativi. Nove barattoli da mezzo litro, solitamente, hanno bisogno di 2,3 l di soluzione. Questa deve essere composta per almeno 1/3 da aceto per garantire la sicurezza alimentare della conserva, ma gli altri ingredienti sono lasciati al tuo gusto personale. Ecco due suggerimenti:
    • Per i peperoni dolci, usa 700 ml di aceto e 700 ml di acqua oltre a mezzo chilo di zucchero. Aggiungi 20 g di sale per conserve per esaltare il sapore; se preferisci una versione iposodica, evita questo ingrediente. Se vuoi, puoi anche aggiungere 9 spicchi di aglio sbucciati.
    • Per i peperoncini piccanti o per una miscela di quelli dolci e piccanti, prepara una soluzione composta da 1,2 l di aceto, 240 ml di acqua, 20 g di zucchero. In questo modo otterrai una conserva più aspra. Se lo desideri, aggiungi 20 g di sale per conserve e 2 spicchi di aglio.
  7. 7
    Porta a bollore la soluzione. Trasferiscila in una grande pentola e scaldala a fuoco medio-alto. Aspetta che raggiunga il bollore e poi toglila immediatamente dal fornello. La fase di bollitura uccide i germi e i microbi che, altrimenti, potrebbero contaminare i peperoni.
    • Se, per sbaglio, lasci bollire la soluzione per più di un paio di minuti, dovrai aggiungere dell’altro aceto e bollirla una seconda volta. Un’eccessiva bollitura distrugge parte dell’acido acetico che è il conservante principale di questa preparazione.
  8. 8
    Versa la miscela di aceto, ancora bollente, sopra i peperoni nei vasetti per sommergerli completamente. Cerca di lasciare uno spazio libero al bordo di circa 1,25 cm.
  9. 9
    Pulisci e sigilla i barattoli. Fai scorrere la lama di un coltello pulito attorno alle pareti interne di ogni vasetto per eliminare le bolle d’aria. Con un panno umido e pulito, strofina il bordo interno dei contenitori per eliminare eventuali residui. Sigilla i barattoli seguendo le istruzioni del fabbricante, solitamente appoggiando le guarnizioni e avvitando i coperchi.
  10. 10
    Disponi i barattoli sopra una griglia all’interno di una pentola di acqua bollente. Prendi una pentola capiente o un canner al cui interno sia stata posizionata una griglia e riempila per circa la metà della sua capienza con acqua. Scalda l’acqua fino quasi al bollore e poi inserisci i barattoli appoggiandoli sulla griglia. Disponi i contenitori in modo che non entrino in contatto fra loro o con le pareti della pentola. L’acqua deve essere abbastanza profonda da coprire i coperchi dei barattoli per almeno 2,5-5 cm.
  11. 11
    Sappi per quanto tempo devi fare bollire i barattoli. I tempi sono importanti per creare un ambiente sicuro all’interno del vasetto. Imposta il timer non appena l’acqua inizia a bollire e non quando inserisci i barattoli nel canner. Se il bollore viene interrotto, devi ricominciare a contare dall’inizio.
    • Se non vivi a livello del mare, considera i tempi qui indicati come base di partenza e aggiungi due minuti di bollitura ogni 300 m di quota.
    • Fai bollire le conserve di peperoncino piccante per 15 minuti, se i barattoli sono al massimo da 500 ml.
    • Fai bollire le conserve di peperone dolce per almeno 10 minuti, se i barattoli sono al massimo da 500 ml.
    • Per questa preparazione, non sono ancora stati stabiliti dei tempi di bollitura sicuri per vasetti più grandi di 500 ml. Puoi trovare un altro tipo di ricetta per i sottaceti dove vengano specificati i tempi necessari per i barattoli da un litro.
  12. 12
    Lascia raffreddare la conserva. Conserva i barattoli in un luogo fresco e buio la cui temperatura non ecceda i 24 °C. In queste condizioni, i peperoni sottaceto possono durare fino a uno o due anni. Una volta aperto un vasetto, devi tenerlo in frigorifero.
    • Non consumare i peperoni sottaceto, se il barattolo che li contiene presenta il tappo arrotondato, rigonfio oppure se i peperoni stessi sono diventati neri o marroni.

Cose che ti Serviranno

  • Peperoni
  • Coltello
  • Tagliere

Per Congelare:

  • Teglia da forno
  • Sacchetti o contenitori per il congelatore

Per Essiccare:

  • Essiccatore
  • Oppure forno
  • Oppure sole
  • Oppure ago e filo da pesca

Sottaceto:

  • Barattoli con coperchi
  • Pentola grande con griglia o canner
  • Aceto
  • Acqua
  • Zucchero, sale e altre spezie (facoltativo)

Consigli

  • Se possiedi un canner e sai usarlo bene, allora puoi conservare i peperoni anche senza aceto. Per prima cosa arrostiscili ed elimina la pelle così non diventerà dura, in seguito attieniti alle istruzioni per la conservazione sottaceto apportando queste modifiche:
    • In ogni barattolo da mezzo litro, invece di acqua e aceto, aggiungi 15 ml di succo di limone e finisci di riempire il contenitore con acqua bollente finché il livello raggiunge 1,25 cm dal bordo.
    • Quando la pressione del canner raggiunge i 68 kPa, continua a scaldarlo per altri 35 minuti.
    • Se vivi a 300 m di quota, imposta la pressione 102 kPa.
  • Puoi usare i peperoni per creare una specie di “marmellata” che si può conservare ben sigillata e in un luogo buio per diversi mesi oppure, una volta aperto il barattolo, in frigo per un paio di settimane. Senza l’aggiunta di coloranti alimentari, sappi che la marmellata di peperoni non è molto vivace.

Avvertenze

  • Se conservi i peperoni sott’olio a temperatura ambiente, potresti favorire lo sviluppo del batterio botulino all’interno del barattolo, con conseguenze letali per chi lo dovesse ingerire. A prescindere dalla tecnica di conservazione usata, getta i peperoni se il tappo è rigonfio, perché spesso indica la presenza del botulino.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Frutta & Verdura

In altre lingue:

English: Preserve Peppers, Español: conservar pimientos, Français: préserver les piments, Deutsch: Paprikaschoten konservieren, Русский: заготовить перец впрок, Bahasa Indonesia: Mengawetkan Cabai dan Paprika, Português: Preservar Pimentão

Questa pagina è stata letta 22 362 volte.

Hai trovato utile questo articolo?