Come Conservare il Pane

Quando devi conservare il pane, il frigorifero è il tuo peggior nemico. Infatti, il pane diventa raffermo più velocemente nel frigo che a temperatura ambiente. Il modo migliore per conservarlo adeguatamente è a temperatura ambiente per uno o due giorni; poi, mettilo in una busta e congelalo per una conservazione a lungo termine. Quando lo scongelerai e lo riscalderai, sarà come appena sfornato.

Passaggi

  1. 1
    Avvolgi il pane con della pellicola trasparente o un foglio di alluminio. Questi involucri preservano la naturale umidità del pane, quindi non lo fanno seccare o indurire. Se il pane aveva un involucro di carta, buttalo via e avvolgilo con della pellicola trasparente o un foglio di carta stagnola per conservarlo.
    • Se hai comprato del pane affettato e trattato industrialmente, puoi richiuderlo nella sua confezione di plastica originale. I produttori di questo tipo di pane raccomandano di lasciarlo nella sua confezione per preservarne l'umidità.
    • Alcuni preferiscono lasciare le pagnotte artigianali nell'involucro di carta. In alternativa, dopo averla tagliata, la lasciano aperta sul bancone della cucina, con il lato tagliato rivolto verso il basso. Ciò aiuterebbe a mantenere una crosta esterna croccante; tuttavia, l'esposizione all'aria farà diventare il pane raffermo nel giro di qualche ora [1].
  2. 2
    Conserva il pane a temperatura ambiente per non più di due giorni. Tale temperatura dovrebbe aggirarsi sui 20 °C. Proteggilo dai raggi solari diretti, riponilo in un posto fresco e asciutto, come la dispensa o un contenitore per il pane.
    • Se in casa l'umidità è elevata, il pane potrebbe ammuffirsi velocemente a temperatura ambiente. In questo caso, ti conviene congelarlo subito dopo averne mangiato la quantità desiderata mentre era fresco.
  3. 3
    Congela il pane che avanza. Se hai del pane che probabilmente diventerà raffermo prima che tu possa mangiarlo, il modo migliore per conservarlo è congelarlo. Questo metodo fa abbassare la temperatura abbastanza da evitare che l'amido del pane si ricristallizzi e diventi raffermo.
    • Assicurati di conservarlo in un sacchetto di plastica per il congelatore o in un foglio di alluminio resistente, dal momento che la classica carta stagnola non si presta a questo metodo.
    • Etichetta il pane e scrivi la data per evitare che diventi un cubo di ghiaccio non meglio identificato.
    • Prima di congelare il pane, puoi tagliarlo a fette. In questo modo, non dovrai farlo quando sarà congelato. Inoltre, spesso è difficile affettarlo dopo lo scongelamento.
  4. 4
    Non mettere il pane nel frigorifero. Secondo alcuni studi scientifici, questo metodo elimina l'umidità del pane, quindi diventa raffermo tre volte prima che stando a temperatura ambiente. Questo processo ha un nome specifico: retrogradazione. In parole povere, significa che le molecole dell'amido si cristallizzano e il pane si indurisce.
  5. 5
    Scongela il pane che hai conservato nel freezer. Se hai scelto questo metodo, fallo scongelare a temperatura ambiente. Togli l'involucro e lascia che il procedimento abbia inizio. Se vuoi, mettilo nel forno o nel tostapane per qualche minuto (non più di cinque) affinché diventi nuovamente croccante. Ricorda che è possibile riscaldare di nuovo il pane una volta sola per ottenere la sua consistenza originale, dopodiché non faresti che scaldare del pane raffermo.

Consigli

  • Qualcuno crede che sia importante conservare la fetta più esterna come se fosse un "coperchio" per mantenere l'umidità del pane.
  • Se compri del pane fresco o lo prepari in casa e decidi di riporlo in un sacchetto di plastica, prima aspetta che si raffreddi. Se il pane trattiene il calore, diventerà molliccio. Appena sfornato, puoi lasciarlo sul piano di lavoro della cucina per qualche ora affinché si raffreddi prima di conservarlo.
  • Il pane contenente olio o grasso (come olio d'oliva, uova, burro e così via) si mantiene più a lungo [2].

Avvertenze

  • Resisti alla tentazione di mettere nel forno a microonde il pancarré congelato: diventerà piuttosto molliccio e la consistenza sarà tutt'altro che invitante (a volte molle, altre gommosa). Tuttavia, se il pane fatto in casa si è raffreddato completamente sul piano di lavoro della cucina prima di essere affettato e congelato, mettere una fetta nel forno a microonde può restituirle velocemente la consistenza e il sapore originale: non sarà molliccio, molle o gommoso. Quando lo riscaldi, fai degli esperimenti con i tempi: potrebbero volerci pochi secondi, ma questo dipende dallo spessore del pane e dalla potenza del forno a microonde.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cucina

In altre lingue:

English: Store Bread, Español: guardar el pan, Deutsch: Brot aufbewahren, Português: Armazenar Pão, Русский: хранить хлеб, Français: conserver le pain, 中文: 储存面包, Nederlands: Brood bewaren, Bahasa Indonesia: Menyimpan Roti, Čeština: Jak skladovat chléb, العربية: تخزين الخبز, हिन्दी: ब्रेड स्टोर करें (store bread), ไทย: เก็บรักษาขนมปัง, 日本語: パンを保存する, Tiếng Việt: Bảo quản bánh mì

Questa pagina è stata letta 93 324 volte.
Hai trovato utile questo articolo?