Scarica PDF Scarica PDF

Le padelle e le pentole in ghisa sono molto amate perché durano a lungo. Tuttavia, se vengono conservate nel modo sbagliato tendono ad arrugginirsi. Bisogna sempre riporle in un posto fresco e pulito. Prima della conservazione vanno lavate e asciugate bene. Nel caso in cui dovessero arrugginirsi, puoi rimediare al problema con aceto, detersivo e una nuova stagionatura.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Conservare Padelle e Pentole

  1. 1
    Cerca un posto asciutto. Scegliere un posto asciutto è la prima cosa da ricordare al momento di conservare una padella o una pentola in ghisa. La ruggine viene causata dall'umidità, quindi è importante riporre il pentolame in ghisa in un luogo fresco e ben secco [1] .
    • Molte persone le lasciano sui fornelli stessi e non le ripongono altrove. Se non ti dispiace tenerle sempre in vista, questo metodo è sicuro. Tuttavia, rimuovile al momento di usare i fornelli, altrimenti rischi che vengano accidentalmente bagnate dal vapore o dall'acqua.
    • Il pentolame in ghisa può anche essere conservato in un mobile o una credenza della cucina, a condizione che si tratti di un luogo asciutto (per esempio, tenere una padella o una pentola in ghisa sotto il lavandino non è consigliabile: i tubi che perdono potrebbero farla bagnare, causando la formazione di ruggine).
  2. 2
    Inserisci un foglio di carta da cucina fra le padelle e le pentole impilate. Devi conservare un'intera batteria di pentole in ghisa? Se hai intenzione di impilarle, infila sempre un foglio di carta da cucina fra i vari pezzi. In questo modo potrai prevenire graffi e altri danni [2] .
  3. 3
    Conserva il pentolame in ghisa nel forno. Molte persone preferiscono riporre padelle e pentole di ghisa nel forno, che è generalmente un posto asciutto e sicuro per conservarle dopo averle usate. Ciononostante, se possiedono parti in legno, non dovresti tenerle in forno, altrimenti potrebbero causare un incendio [3] .
    • Quando togli le padelle e le pentole in ghisa da un forno acceso, assicurati di usare guanti appositi, in quanto diventeranno bollenti al suo interno.
  4. 4
    Rimuovi il coperchio prima di conservare una padella o una pentola. Quando conservi il pentolame in ghisa, assicurati che sia ben ventilato. Bisogna infatti avere la certezza che l'umidità evapori sempre. Di conseguenza, togli i coperchi prima di mettere via padelle e pentole. I coperchi possono intrappolare l'umidità, causando problemi come la formazione di ruggine [4] .
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Preparare Padelle e Pentole per la Conservazione

  1. 1
    Assicurati che le padelle siano stagionate. La stagionatura è un procedimento che permette di ottenere una superficie antiaderente. Le padelle stagionate sono più facili da pulire e asciugare, pertanto sono meno predisposte ad arrugginirsi. Se ancora non hai eseguito la procedura, fallo prima di usare e conservare le padelle. È possibile stagionarle nel forno o sul gas. Questo processo consiste solitamente nel rivestire la superficie della padella con un olio vegetale, come quello di canola. Alcune persone preferiscono utilizzare invece grasso alimentare o lardo [5] .
    • Per stagionare la padella nel forno, preriscaldalo a 150 °C. Rivestila leggermente con olio, lardo o grasso alimentare e infornala per un'ora. Poi, sfornala aiutandoti con un guanto da forno e rimuovi gli eccessi di olio, grasso o lardo.
    • Per stagionarla sul gas, riscalda la padella fino a renderla bollente al tatto. Crea uno strato sottile di olio, grasso o lardo. Lasciala sul fuoco per qualche altro minuto, quindi toglila. Rimuovi gli eccessi di olio, grasso o lardo.
  2. 2
    Pulisci bene le padelle e le pentole in ghisa prima di conservarle. Devi assicurarti che siano completamente pulite prima della conservazione. Tutti i residui di sporco vanno eliminati subito, prima che si incrostino. Il pentolame in ghisa deve essere lavato con acqua calda, senza detersivo. Mai lasciarlo in ammollo nel lavandino, altrimenti potrebbe arrugginirsi [6] .
    • Le padelle e le pentole in ghisa possono essere lavate dopo ogni uso con una spugna o una spazzola rigida (che non sia in metallo).
    • Se il cibo si è incrostato, versa una tazza di sale kosher nella padella o nella pentola. Prendi una pinza e avvolgila con uno strofinaccio. Riempi il recipiente di acqua tiepida e, aiutandoti con la pinza, sfrega il sale fino a rimuovere le incrostazioni. Poi, risciacqua bene.
  3. 3
    Fai asciugare completamente il pentolame in ghisa prima di conservarlo. Le padelle e le pentole non vanno mai conservate quando sono bagnate, altrimenti si arrugginiranno con estrema facilità. Bisogna asciugarle a fondo con uno strofinaccio. Poi metti la padella o la pentola sul fuoco regolando il gas al minimo. Lasciala asciugare per qualche minuto, quel che basta per farla riscaldare [7] .
    • Dopo qualche minuto sfrega la padella o la pentola con un tovagliolo di carta per applicare un leggero rivestimento di lardo, grasso o olio. Falla riscaldare per altri 5-10 minuti.
    • Fai raffreddare la padella o la pentola e rimuovi l'olio in eccesso. A questo punto potrai conservarla in tutta sicurezza.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Rimuovere la Ruggine

  1. 1
    Immergi la padella o la pentola nell'aceto. Pur avendo preso tutte le dovute precauzioni, è possibile che il pentolame si arrugginisca comunque. Il pentolame in ghisa è solido e duraturo, quindi la ruggine può solitamente essere eliminata con successo. Se il recipiente dovesse essersi arrugginito parecchio, un bagno nell'aceto può aiutare a rimuovere la ruggine e farlo tornare come nuovo [8] .
    • Mescola parti uguali di aceto e acqua. Assicurati di immergere completamente la padella o la pentola nella soluzione. Puoi usare un secchio o un lavandino.
    • Controlla il recipiente dopo circa un'ora. Dovresti rimuoverlo dall'aceto non appena sarà andato via il grosso della ruggine. Se lo lasci in ammollo anche dopo aver eliminato la ruggine, l'aceto corroderà la superficie in ghisa. Togli la padella o la pentola dal bagno, risciacquala e asciugala prima di conservarla di nuovo.
  2. 2
    Sfrega via gli ultimi residui di ruggine con il detersivo. Il detersivo va usato raramente sul pentolame di ghisa, ma può aiutare a rimuovere gli eventuali residui di ruggine rimasti in seguito al bagno nell'aceto. Usa un detersivo delicato e acqua tiepida per sfregare via la ruggine. Mai mettere le padelle e le pentole di ghisa nella lavastoviglie. Usare una spugna abrasiva verde o una paglietta di metallo dovrebbe darti buoni risultati. Una volta che avrai eliminato gli ultimi residui di ruggine, asciuga bene il recipiente [9] .
  3. 3
    Ripeti la stagionatura della padella o della pentola. Il bagno nell'aceto rimuove la stagionatura. Dopo aver eliminato la ruggine bisogna dunque ripetere la procedura. Il metodo da usare varia in base al tipo e alle dimensioni del pentolame, quindi fai prima delle ricerche in merito. Ad ogni modo, molti tipi di recipienti in ghisa possono essere stagionati di nuovo con carta stagnola e olio [10] .
    • Metti un foglio di carta stagnola nel forno e preriscaldalo a 180 °C. Sfrega un olio vegetale sull'intera superficie della padella o della pentola.
    • Sistema la padella o la pentola capovolta sulla carta stagnola. In questo modo l'alluminio raccoglierà l'olio che sgocciolerà durante la cottura. Fai stagionare il recipiente nel forno per un'ora e poi lascialo raffreddare per 45 minuti.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Togliere la Cera di una Candela da un Vasetto
Allargare i Vestiti Ristretti
Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti
Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul BucatoRimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato
Pulire le Fughe nel PavimentoPulire le Fughe nel Pavimento
Pulire la Custodia di un CellularePulire la Custodia di un Cellulare
Caricare la LavastoviglieCaricare la Lavastoviglie
Sturare un WCSturare un WC
Eliminare l'Elettricità Statica dai Vestiti
Rimuovere la Cera di Candela
Rimuovere la Cera dal Vetro
Restringere i Jeans
Usare una Lavatrice
Rimuovere il Sapone per i Piatti dalla LavastoviglieRimuovere il Sapone per i Piatti dalla Lavastoviglie
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
wikiHow Staff Writer
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 828 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità