Come Conservare il Sedano

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 11 Riferimenti

In questo Articolo:Conservarlo nell’AcquaAvvolgerlo per ConservarloCongelarlo

Conservare correttamente il sedano ti aiuta a mantenerlo croccante prevenendone l’appassimento. Il sedano è molto più gustoso quando è sodo e croccante. Leggi l’articolo e scoprirai che basta davvero poco per mantenerlo fresco e buono a lungo.

1
Conservarlo nell’Acqua

  1. 1
    Raduna tutto il necessario. Non hai bisogno di molte cose per conservare il sedano nell’acqua. Non appena ne hai la possibilità, ricordati di metterlo in frigorifero.
    • Seleziona un’ampia zuppiera in vetro o un contenitore in plastica dotato di coperchio. Entrambi sono adatti a conservare il sedano. Se il recipiente è privo di coperchio, puoi chiuderlo con la pellicola per alimenti. Come ultima possibilità, sebbene sia un po’ complicata, puoi versare l’acqua in un sacchetto di plastica.
    • Ora hai bisogno di acqua fresca. Deve trattarsi di acqua pulita; puoi usare quella in bottiglia o quella del rubinetto, e nel secondo caso sarebbe meglio filtrarla. Anche se il sedano ha già iniziato ad appassire, vedrai che riprenderà rapidamente vita una volta immerso nell’acqua.
    • Quando acquisti il sedano, scegli dei gambi dritti e duri. Osserva le foglie per assicurarti che siano fresche. Evita i gambi flosci, marci o maleodoranti.[1]
  2. 2
    Scomponi i gambi di sedano. Perché si mantenga fresco a lungo, dovrai staccare i gambi dalla base; la prima cosa da fare è quindi rimuoverla con un taglio netto.
    • Ora, stacca le foglie dai gambi. Puoi usare le mani o un coltello di piccole dimensioni. Ricorda di fare sempre attenzione quando maneggi degli oggetti affilati.
    • Taglia i gambi a metà. Dovranno essere lunghi circa la metà di quanto erano in origine.
    • Mettili nella zuppiera o nel contenitore in plastica. Lascia 2-3 cm di spazio vuoto tra il sedano e l’estremità superiore del recipiente.[2]
  3. 3
    Aggiungi l’acqua. Versane una quantità sufficiente a riempire il recipiente. Ricordati che deve trattarsi di acqua fresca, pulita e preferibilmente filtrata.
    • Chiudi il recipiente con il coperchio o, in alternativa, con la pellicola per alimenti. Chiudere il sedano in un contenitore ermetico senza aggiungere l’acqua non è consigliabile perché molto probabilmente finirebbe per seccarsi.[3]
    • Ricordati di cambiare l’acqua ogni giorno o perlomeno a giorni alterni. Servirà a mantenere più fresco il sedano.
    • Quando hai voglia di sedano, rimuovilo semplicemente dall’acqua, risciacqualo e mangialo. Richiudi il recipiente con il coperchio o con la pellicola, se non intendi usarlo tutto.
  4. 4
    Conservalo in un bicchiere d’acqua. Un altro metodo simile consiste nel rimuovere la base del sedano per poi immergere i gambi in un bicchiere d’acqua. Conservato in questo modo all’interno del frigorifero durerà anche una o due settimane.
    • Metti tutti i gambi nel bicchiere pieno d’acqua, quindi conservali in verticale all’interno del frigorifero. Dovrai usare un bicchiere ampio, per esempio un boccale da birra o una brocca.
    • Ricordati di non mettere il sedano nella parte più fredda del frigorifero perché potrebbe congelarsi facilmente.[4]
    • Dovrai cambiare l’acqua frequentemente. Il sedano la assorbirà rimanendo croccante. Questo metodo funziona anche con le altre radici, come le barbabietole o le pastinache.

2
Avvolgerlo per Conservarlo

  1. 1
    Mettilo nella carta di alluminio. La carta stagnola è presente in qualunque cucina; conservare il sedano in questo modo lo manterrà croccante anche per diverse settimane.[5]
    • Tutto quello che devi fare è avvolgerlo saldamente nella stagnola, intero o a pezzi. Se vuoi, puoi avvolgerlo prima in un foglio di carta da cucina inumidito.[6]
    • Dopo averlo avvolto, mettilo nel frigorifero. La stagnola consentirà la fuoriuscita di un ormone chiamato etilene, che fa maturare la frutta e la verdura; nel nostro caso, lasciandolo fuoriuscire dall’involucro contribuiremo a mantenere fresco il sedano. La stessa carta potrà essere riutilizzata più volte per avvolgere altro sedano.
    • I sacchetti di plastica non funzionano altrettanto bene perché intrappolano il gas etilene al loro interno, aumentando le probabilità che il sedano marcisca. L’ideale è riporre il pacchetto di carta stagnola nel cassetto delle verdure.
  2. 2
    Avvolgilo nei tovaglioli di carta. Se non hai a disposizione la stagnola, puoi mantenerlo comunque croccante avvolgendolo in un involucro differente.
    • Per prima cosa, rimuovi la base del sedano per riuscire a separare i gambi. Per comodità puoi tagliarli a metà, ma non è necessario.
    • Inumidisci dei tovaglioli di carta. In questo caso l’umidità gioca un ruolo fondamentale. Avvolgi i tovaglioli intorno ai gambi di sedano, quindi chiudili in un grosso sacchetto per alimenti dotato di cerniera in plastica. Una volta sigillato, riponi il sacchetto in frigorifero.[7]
    • Conserva la base, le foglie e ogni altro scarto per preparare il brodo. Metti tutto in un sacchetto per alimenti, quindi riponilo nel congelatore fino al momento dell’uso.
  3. 3
    Pianta la base del sedano. Dover tagliare la base del sedano non significa che devi buttarla via. Puoi usarla per far crescere altro sedano!
    • Risciacqua la base del sedano. Ora immergila in una zuppiera piena di acqua calda, quindi posizionala accanto a una finestra soleggiata. Ricorda che la parte delle radici dovrà essere rivolta verso il basso.[8]
    • Cambia l’acqua ogni 2 giorni. Dovrai attendere circa 7-10 giorni prima di veder germogliare delle piccole foglie di colore giallo, che con il tempo diventeranno verde scuro.
    • Quando le foglie al centro della base saranno lunghe poco più di un centimetro, potrai trapiantarla nel terreno. Coprila con la terra, avendo cura di lasciare esposte le foglioline. Annaffiala e guardala crescere!

3
Congelarlo

  1. 1
    Sbollenta il sedano. Sbollentare un ingrediente significa bollirlo per breve tempo per poi immergerlo immediatamente in acqua e ghiaccio. Nel caso del sedano, dovrai lasciarlo bollire per 3 minuti.
    • Trascorsi i 3 minuti, tuffalo in una zuppiera piena di acqua ghiacciata per raffreddarlo e interromperne la cottura. La prima fase del processo è completa.
    • Scolalo dall’acqua. Ora sei pronto per metterlo in un contenitore ermetico o in un sacchetto per alimenti per congelarlo.
    • Mettilo nel congelatore. In questo caso il sedano andrebbe usato per cucinare e non per essere mangiato crudo, perché una volta scongelato perderà parte della propria croccantezza. Se intendi preparare un brodo, puoi sbollentare anche altre verdure per congelarle con il sedano.[9]
  2. 2
    Congelalo per conservarlo. Come è ovvio, congelare non equivale esattamente a mantenerlo fresco, ma è comunque un ottimo modo per prevenire che appassisca o marcisca.
    • Toglilo dalla confezione, quindi lavalo per rimuovere gli eventuali residui di terra. Rimuovi la base del sedano con un coltello.
    • Taglia i gambi di sedano a pezzi e stacca le foglie. Dovendo congelarlo, potrebbe essere più pratico tagliarlo in piccoli pezzi (lunghi circa 2-4 cm).[10]
    • Dopo averlo tagliato, puoi anche disporlo in una teglia e riporla direttamente in freezer. Non appena si sarà congelato, potrai trasferirlo in un sacchetto per alimenti e rimetterlo nel congelatore.
  3. 3
    Mangialo. Il sedano congelato può essere conservato anche per più di un anno e mezzo senza deteriorarsi.
    • Gli alimenti conservati a -18 °C si mantengono sani a lungo, ma la regola dice che per garantirne la qualità ideale è meglio consumarli entro 12-18 mesi.
    • Una volta scongelato, il sedano avrà perso parte della sua croccantezza. Si tratta di uno svantaggio che è compensato dalla possibilità di conservarlo a lungo.
    • In passato, il sedano era una verdura molto rispettata. Era ritenuto raro e gli si attribuivano proprietà medicinali. Il primo a coltivarlo fu un re persiano. È composto da circa il 94% di acqua, ma contiene anche fibre, molte vitamine (A, C, E e quelle del complesso B) e minerali. Porta quindi in tavola questa verdura tanto deliziosa quanto sana.[11]

Consigli

  • Verifica che il sedano non entri a contatto con le pareti del frigorifero, altrimenti potrebbe congelarsi.

Cose che ti Serviranno

  • Sedano
  • Frigorifero/congelatore
  • Sacchetti per alimenti, stagnola, pellicola per alimenti e recipienti

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Frutta & Verdura

In altre lingue:

English: Store Celery, Español: guardar el apio, Deutsch: Sellerie lagern, Português: Armazenar Aipo, Русский: хранить сельдерей, Français: conserver le cèleri, Bahasa Indonesia: Menjaga Kesegaran Seledri

Questa pagina è stata letta 18 516 volte.
Hai trovato utile questo articolo?