Come Conservare l'Olio da Cucina

In questo Articolo:Usare il Contenitore GiustoConservare Correttamente l'Olio da CucinaButtare l'Olio Vecchio o Rancido

Se conservato correttamente, l'olio da cucina dura a lungo. Tuttavia, quando viene riposto in maniera sbagliata, può diventare rancido anche prima della data di scadenza. Questo articolo spiega come conservarlo, quali contenitori usare, dove riporlo e per quanto tempo. Fornisce inoltre alcune istruzioni per capire se l'olio è avariato.

Parte 1
Usare il Contenitore Giusto

  1. 1
    Tieni il tappo o il coperchio sulla bottiglia di olio quando non la usi. Una delle cause principali che fanno irrancidire l'olio è l'esposizione eccessiva all'ossigeno. Quando non devi usarlo, tieni la bottiglia o il contenitore chiuso.
  2. 2
    Riponilo in una bottiglia di vetro scuro con un tappo ermetico. Anche se viene venduto in contenitori trasparenti, valuta di travasarlo in un recipiente verde o blu. La luce solare degrada la qualità dell'olio e le bottiglie scure aiutano a prevenire questo fenomeno. Usa un imbuto per versare il liquido nella nuova bottiglia senza perderne alcuna goccia.
    • Le bottiglie di vetro marrone non sono consigliate, perché lasciano passare troppa luce.
    • Se hai più di un tipo di olio, non dimenticare di etichettare i recipienti.
    • Puoi anche riciclare le vecchie bottiglie scure di vetro e di aceto.[1]
    • I contenitori di vetro scuro adatti all'olio sono disponibili nei negozi di casalinghi.[1]
  3. 3
    Evita di usare le bottiglie di plastica. Questo materiale tende a rilasciare delle sostanze chimiche con il passare del tempo, alterando il sapore dell'olio. Se il prodotto di tua scelta viene commercializzato in bottiglie di plastica, valuta di travasarlo in una di vetro o in un barattolo dotato di tappo ermetico.
  4. 4
    Non riporre l'olio in recipienti di ferro o rame. Questi metalli reagiscono al contatto con l'olio, rendendolo poco sicuro da usare in cucina.[2]
  5. 5
    Valuta di riporlo in quantità ridotte in contenitori più piccoli, per usarlo in maniera più semplice. Alcuni prodotti vengono venduti in damigiane o latte molto grandi, che sono pesanti e difficili da spostare. Puoi facilitare l'utilizzo di questi oli trasferendone una piccola quantità in una bottiglia di vetro scuro (leggi i passaggi precedenti per maggiori dettagli).
    • Versa l'olio dalla bottiglia quando sei pronto a usarlo.
    • Quando il recipiente è vuoto, puoi riempirlo con altro olio conservato nel contenitore più grande. La bottiglia piccola è molto più semplice da maneggiare rispetto alle latte o damigiane pesanti.[2][1]

Parte 2
Conservare Correttamente l'Olio da Cucina

  1. 1
    Informati in merito agli oli che possono essere conservati a temperatura ambiente. Quelli elencati di seguito non hanno bisogno di essere refrigerati:[3]
    • Il ghi dura diversi mesi;
    • L'olio di palma si conserva per diversi mesi;
    • L'olio raffinato di arachidi resiste fino a due anni;
    • L'olio di semi dura un anno o più, se riposto in contenitori sigillati;
    • L'olio di oliva può essere conservato in dispensa a una temperatura compresa fra 14 e 21 °C per un tempo massimo di 15 mesi.
  2. 2
    Tieni l'olio in una dispensa o una credenza buia e fresca. Non metterlo vicino o sopra il fornello. I frequenti sbalzi di temperatura possono farlo irrancidire.
  3. 3
    Sappi quali sono gli oli che andrebbero conservati in frigorifero. Certi tipi diventano avariati, se non sono tenuti in un luogo freddo. La maggior parte diventa torbida e densa quando viene riposta in frigorifero. Per questa ragione, devi togliere la bottiglia dall'elettrodomestico almeno una o due ore prima di usare l'olio e lasciare che riposi a temperatura ambiente, per ritornare alla normale consistenza. Ecco l'elenco degli oli che vanno conservati al freddo:[3][4]
    • L'olio di avocado resiste 9-12 mesi;
    • L'olio di mais si conserva fino a 6 mesi;
    • L'olio di senape dura da 5 a 6 mesi;
    • Quello di cartamo può essere usato entro 6 mesi;
    • L'olio di sesamo dura 6 mesi;
    • Quello al tartufo si conserva 6 mesi.
  4. 4
    Documentati in merito agli oli che possono essere riposti sia in frigorifero sia conservati a temperatura ambiente. In certi casi, sei libero di mettere la bottiglia di olio in dispensa o nel frigorifero. Tuttavia, nella maggioranza dei casi la refrigerazione prolunga la vita del prodotto, anche se lo rende denso e torbido. Se questo accade, togli l'olio dal frigorifero una o due ore prima di utilizzarlo, per consentirgli di recuperare la normale consistenza. Fa eccezione l'olio di cocco, che è solido a temperatura ambiente. Gli oli elencati di seguito possono essere conservati in frigorifero o in una dispensa buia e fresca:[3][4]
    • L'olio di colza può essere messo in una credenza per 4-6 mesi oppure in frigorifero fino a 9 mesi;
    • Quello al peperoncino può essere riposto nei mobiletti della cucina per 6 mesi, ma dura di più in frigorifero;
    • L'olio di cocco può essere conservato in dispensa per mesi — dura di più in frigorifero, ma può risultare difficile usarlo immediatamente;
    • Quello di vinaccioli si può tenere in cucina per 3 mesi (a una temperatura massima di 21 °C) oppure in frigorifero per 6 mesi;
    • Puoi tenere l'olio di nocciole a temperatura ambiente per 3 mesi o in frigorifero per 6 mesi;
    • In base alla tipologia, il lardo può essere tenuto sia in dispensa sia in frigorifero — leggi l'etichetta per sapere il metodo ideale;
    • L'olio di noci macadamia dura fino a due anni a temperatura ambiente, ma anche di più in frigo;
    • L'olio di palmisto può essere riposto in dispensa fino a un anno e anche di più in frigorifero;
    • Quello di noci dura 3 mesi a temperatura ambiente e 6 in frigo.
  5. 5
    Non conservare l'olio in luoghi dove possa subire dei danni. La luce solare e gli sbalzi di temperatura frequenti possono deteriorarlo e farlo diventare rancido. Sfortunatamente, le zone più comuni dove viene riposto, ad esempio il davanzale della finestra o il bancone della cucina, sono anche le peggiori, perché soggette a troppa luce del sole e a cambiamenti di temperatura. Non tenerlo nei seguenti posti, anche se è un tipo di olio che si conserva a temperatura ambiente:[2][5]
    • Davanzali;
    • Ripiano posteriore del fornello;
    • Pensile sopra il fornello;
    • Mobiletto adiacente al forno;
    • Bancone della cucina;
    • Vicino al frigorifero (il lato esterno dell'elettrodomestico può diventare parecchio caldo e trasmettere il calore attraverso il divisorio della dispensa);
    • Vicino a elettrodomestici come bollitori, tostapane o piastre per i waffle.

Parte 3
Buttare l'Olio Vecchio o Rancido

  1. 1
    Ricorda che l'olio mantiene la sua freschezza solo per un breve periodo. Quando vai a fare la spesa, puoi notare due tipi diversi di prodotto: raffinato e grezzo. Quello raffinato è stato elaborato, in genere è povero di sapore e di elementi nutritivi. Quello grezzo è invece più puro e ricco di nutrienti. L'etichetta sulla bottiglia o sulla latta dovrebbe indicare chiaramente la tipologia. Di seguito trovi una stima della durata dei vari oli:[3]
    • Gli oli raffinati si conservano di solito da 6 a 12 mesi, se riposti in una dispensa fredda e buia (oppure in frigo se necessario);
    • Gli oli grezzi hanno in genere una vita di 3 o 6 mesi, se conservati in un pensile freddo e buio. In questo caso, è meglio usare il frigorifero.
  2. 2
    Annusa l'olio ogni pochi mesi. Se ha un cattivo odore o un leggero aroma di vino, è diventato rancido. Smaltiscilo correttamente.[4]
  3. 3
    Fai attenzione al sapore. Se ha un retrogusto metallico, un po' simile al vino oppure è semplicemente cattivo, significa che l'olio è avariato, irrancidito oppure ossidato.[3]
  4. 4
    Cerca di capire le modalità di conservazione dell'olio che si è deteriorato. Questo dato potrebbe aiutarti a capire perché si è irrancidito. Una volta trovata la motivazione, evita di commettere lo stesso errore con la prossima bottiglia. Ecco alcuni aspetti da considerare quando devi gestire l'olio rancido:
    • Verifica la data di scadenza; se l'olio si è deteriorato perché non hai potuto consumarlo tutto prima di questa data, compra una bottiglia più piccola alla prossima occasione.
    • Era conservato in un recipiente di plastica? Alcuni tipi di questo materiale rilasciano delle sostanze chimiche che alterano il sapore dell'olio.
    • Era riposto in un contenitore di metallo? Alcuni, come il rame o il ferro, reagiscono con l'olio, conferendogli appunto un sapore metallico. L'olio non deve mai essere conservato in questi materiali.
    • Valuta il luogo in cui l'hai messo. Alcuni oli devono essere refrigerati, mentre altri possono restare in una dispensa fredda e buia. Dovrebbero inoltre essere conservati al riparo dalla luce solare e dagli sbalzi di temperatura.
    • Come è stato conservato? Hai sempre chiuso la bottiglia quando l'olio non ti serviva? Il prodotto può diventare sgradevole, se si ossida.
  5. 5
    Non gettare l'olio nello scarico. Questo dettaglio è particolarmente importante per quelli che sono solidi a temperatura ambiente. Potresti pensare che si tratti di un metodo rapido e comodo per sbarazzarti di quello inutilizzato, ma l'unico risultato che otterrai saranno degli scarichi intasati. Il metodo migliore per smaltire l'olio è quello di travasarlo in un contenitore ermetico, come un barattolo o un sacchetto di plastica con chiusura a zip, e portarlo al centro di raccolta del tuo Comune.[5]

Consigli

  • Rimetti il tappo sulla bottiglia dopo ogni utilizzo, altrimenti l'olio diventa rancido.
  • Se hai parecchio olio, riponilo in frigorifero. In questo modo eviti che si degradi troppo in fretta. Non preoccuparti, l'olio tornerà allo stato fluido dopo averlo tolto dall'elettrodomestico, ad eccezione dell'olio di cocco che è solido a temperatura ambiente.
  • Quando lo acquisti, cerca di prendere una bottiglia che si trova verso il fondo dello scaffale, perché ci sono meno probabilità che sia rimasta esposta alla luce. Tuttavia, un buon negozio con un buon turnover di magazzino non dovrebbe lasciare i prodotti in esposizione tanto a lungo da rappresentare un problema. Se fai la spesa al supermercato, accetti il fatto che i prodotti siano esposti a luci intense; se questo ti dà fastidio, dovresti rivolgerti a un negozietto di alimenti naturali, ma ricorda che in questo caso la rotazione di magazzino potrebbe non essere altrettanto rapida.
  • Evita di comprare qualunque olio che sia stato conservato vicino a una fonte di calore intenso. Se ti accorgi che il prodotto viene esposto in queste condizioni, fallo presente al proprietario del negozio, in modo che lo sposti in una zona più fredda.
  • Quando compri l'olio, verifica la data di scadenza, in modo da sapere entro quanto tempo dovrai usarlo prima che si irrancidisca.

Avvertenze

  • Evita di lasciare la bottiglia aperta per lunghi periodi, l'ossigeno fa irrancidire l'olio.
  • Non conservarlo in zone esposte al sole o a sbalzi di temperatura. Come già descritto in precedenza, queste sono: davanzali delle finestre, banconi della cucina, ripiani e pensili sopra il fornello.
  • Fai attenzione quando aggiungi delle erbe e l'aglio nella bottiglia dell'olio. Dovresti lasciare questi ingredienti in ammollo per 24 ore, prima di trasferirli nell'olio, in maniera da ridurre le probabilità di contaminarlo con agenti patogeni che possono causare il botulismo. Gli oli casalinghi aromatizzati con erbe e aglio dovrebbero essere riposti in frigorifero e consumati in fretta; in particolare, quello all'aglio andrebbe usato entro una settimana dalla preparazione.

Cose che ti Serviranno

  • Dispensa fresca e asciutta o frigorifero
  • Bottiglia di vetro scuro
  • Olio da cucina

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Cucina

In altre lingue:

English: Store Cooking Oil, Русский: хранить пищевое масло, Español: almacenar el aceite de cocina, Português: Armazenar Óleo de Cozinha, Français: conserver l'huile alimentaire, Bahasa Indonesia: Menyimpan Minyak Goreng

Questa pagina è stata letta 5 573 volte.
Hai trovato utile questo articolo?