Se hai mai mangiato una patata dolce appena raccolta, saprai che il risultato può essere deludente: molto amido e poco sapore. Perché raggiungano il loro pieno potenziale, le patate dolci vanno lasciate riposare in un ambiente caldo e umido per un periodo compreso tra 4 e 14 giorni. In questo lasso di tempo gli amidi si trasformeranno in zuccheri, gli eventuali tagli in superficie guariranno, la buccia diventerà più spessa e sigillerà l'umidità naturale della polpa. Le patate dolci andrebbero conservate alla temperatura di 29 °C con un tasso di umidità del 80-90%.[1] Puoi creare facilmente queste condizioni ambientali con pochi e semplici trucchi per assicurarti un risultato delizioso.

Parte 1 di 3:
Preparare le Patate Dolci

  1. 1
    Pulisci le patate rimuovendo i pezzi di terra o di argilla più grandi. Dopo aver coltivato e raccolto le patate dolci, elimina i pezzi di terra, argilla o fango più grandi, a mani nude o con l'aiuto di uno straccio. Resisti alla tentazione di lavarle: anche se le patate dolci vanno conservate in un ambiente umido, l'umidità in eccesso potrebbe farle marcire.[2]
    • Se le patate sono bagnate a causa della pioggia o perché il terreno è stato irrigato di recente, assicurati di asciugarle bene prima di trasferirle nel luogo in cui intendi conservarle.
    • Non preoccuparti di pulirle accuratamente, potrai eliminare la terra residua al termine del periodo di stagionatura, quando la buccia sarà diventata più spessa.[3]
  2. 2
    Strappa le radici che penzolano dal tubero. Stacca le radici e gli eventuali germogli dalle patate, anche se in questo modo si creeranno delle lacerazioni. Durante la fase di stagionatura, si creerà un nuovo strato di buccia che le farà tornare perfette.[4]
    • Se serve, usa il coltello per separare le patate dolci, anche se rimane esposta un'ampia porzione di polpa. Durante la fase di stagionatura, si formerà un nuovo strato di buccia. Cerca semplicemente di minimizzare la sezione del taglio.[5]
  3. 3
    Trasferisci subito le patate nel luogo in cui desideri conservarle. La fase di riposo deve iniziare entro poche ore dal raccolto. Anche un ritardo di solo 12 ore tra il momento in cui le patate dolci sono state raccolte e l'inizio della fase di riposo può influenzare negativamente il processo di rigenerazione.[6]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Conservare le Patate Dolci in un Ambiente Caldo e Umido

  1. 1
    Conserva le patate in una serra se è possibile. Se hai accesso a una serra, puoi mettere le patate dolci in un angolo remoto e conservarle facilmente. Riponile in una scatola coperta da un asciugamano umido e conservale all'interno della serra.[7]
    • Volendo, puoi usare una borsa frigo in modo che si crei umidità invece di una scatola.[8]
  2. 2
    Conserva le patate in un sacchetto di plastica vicino a una finestra assolata se non hai accesso a una serra. Se vivi in città, puoi creare le giuste condizioni ambientali tra le mura di casa. Pratica alcuni fori in un sacchetto di plastica e riempilo con le patate dolci avendo cura di disporle in un unico strato. Chiudi il sacchetto e posizionalo accanto a una finestra in modo che le patate possano stare esposte al sole per diverse ore al giorno.[9]
    • Se fa freddo o se dalle finestre entrano parecchi spifferi, durante la notte o quando il sole non splende, copri il sacchetto con una coperta o un asciugamano.[10]
  3. 3
    Se preferisci, puoi conservare le patate in un ripostiglio riscaldato. Mettile in una scatola o in un secchio e chiudile nel ripostiglio, in un mobile o in un armadio. Devi poter aggiungere un secchio pieno d'acqua (per aumentare il tasso di umidità) e una stufetta impostata alla temperatura di 29 °C. Monitora la temperatura con un termometro per assicurarti che le condizioni ambientali siano quelle ideali.[11]
    • A meno che non si tratti di una stufetta studiata per essere usata in un ambiente umido, fai attenzione a non bagnarla.[12]
  4. 4
    Se le patate dolci sono poche, puoi valutare di conservarle nel forno. In questo caso dovrai installare una lampadina da 40-watt nel forno e posizionare una teglia piena d'acqua sul ripiano più basso. Le patate dolci andranno distribuite in un'altra teglia e riposte sul ripiano più alto del forno. Accendi la luce (ma lascia il forno spento) e chiudi quasi completamente lo sportello, deve rimanere giusto uno spiraglio. Dopo qualche ora, controlla la temperatura all'interno del forno con un termometro per assicurarti che si aggiri intorno ai 29 °C.[13]
    • Se la temperatura all'interno del forno è troppo elevata, apri ancora un po' lo sportello. Se è troppo bassa, prova a chiuderlo completamente o a installare una lampadina più potente.
    • Dato che le patate devono riposare per 4-14 giorni, dovrai usare un forno che non ti serve per cucinare quotidianamente.
    • Se lo sportello del forno non rimane socchiuso, prova a usare una spatola di metallo per tenerlo leggermente aperto.[14]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Completare il Processo di Stagionatura delle Patate Dolci

  1. 1
    Controlla le patate dopo 4-5 giorni. Per sapere se la fase di riposo è conclusa ed è il momento di passare alla stagionatura, verifica che siano leggermente umide e notevolmente più sode. Se sono ancora morbide, lasciale riposare ancora un paio di giorni e poi controlla di nuovo. Se la temperatura e l'umidità non sono a un livello ideale, potresti dover attendere un paio di settimane prima che le patate siano pronte per la fase di stagionatura.[15]
    • Se alcune patate sono rimaste morbide mentre le altre si sono indurite, significa che non sono state conservate nelle migliori condizioni. Gettale via per evitare che facciano marcire tutto il raccolto.[16]
  2. 2
    Passa alla fase di stagionatura. Ora le patate dovranno riposare al buio, alla temperatura di 13 °C, per 6-8 settimane. Rimuovile dal luogo caldo e umido e trasferiscile in una scatola o una cassetta di legno priva di coperchio. Separale con la paglia o avvolgile singolarmente con la carta da giornale. Riponi la scatola in un luogo buio e freddo, per esempio nel seminterrato o in cantina. Lascia riposare le patate dolci per altre 6-8 settimane per portare a termine il processo di stagionatura.[17]
    • Se non hai una cantina o un seminterrato in cui poter conservare le patate dolci, puoi provare a riporle sotto il letto.[18]
    • Se non vedi l'ora di assaggiare le patate, puoi saltare la fase di stagionatura e mangiarle al termine del periodo di riposo nel luogo caldo e umido. Tuttavia, devi tenere presente che più staranno al freddo e al buio e più diventeranno dolci.[19]
  3. 3
    Una volta stagionate, puoi conservare le patate dolci in un luogo freddo fino a 12 mesi. Se le hai lasciate stagionare, possono durare fino a un anno, a patto di conservarle a una temperatura compresa tra 13 e 16 °C. Riponile in una scatola o in una cassetta di legno che garantisca una buona circolazione dell'aria e conservale in un luogo con un tasso di umidità di circa il 75-85%.[20]
    • Puoi conservare le patate nello stesso luogo (freddo e buio) in cui le hai lasciate stagionare, per esempio in cantina, nel seminterrato o anche sotto il letto.
    • Non mettere le patate dolci in frigorifero perché le basse temperature possono danneggiarle facilmente.[21]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità.
Categorie: Frutta & Verdura
Questa pagina è stata letta 49 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità