Come Contare il Resto

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Contare il Resto in Modo SempliceSvolgere Calcoli Più ComplessiAssicurarti di Ricevere il Resto Corretto8 Riferimenti

Prima dell'invenzione dei registratori di cassa e delle calcolatrici, il resto andava calcolato a mente. Persino nell'era digitale potresti trovarti in una situazione in cui il registratore di cassa non funziona o magari in cui sei costretto a fare i calcoli a mente perché hai commesso un errore nell'inserimento del totale. Il modo migliore per farlo con precisione è contare al contrario, partendo dal prezzo d'acquisto. È importante controllare il resto anche quando tu effettui un acquisto. Non sapendo come dare o ricevere il resto, non avresti mai la certezza di aver ricevuto il valore esatto e non ti accorgeresti degli errori in buona fede o dei tentativi di truffa di un'altra persona.

1
Contare il Resto in Modo Semplice

  1. 1
    Ripeti il prezzo ad alta voce. Se lavori come cassiere o se hai davanti un registratore di cassa, dovresti sempre dire ad alta voce al cliente la somma dovuta e la cifra che hai ricevuto. Immagina che una persona abbia comprato un articolo che costa 5,22 € e ti abbia dato una banconota da dieci euro. Dovresti dire ad alta voce: "10 € per 5,22 €". Questo aiuterà entrambi a ricordare le cifre. A quel punto, potrai iniziare a calcolare il resto a mente.[1]
  2. 2
    Metti il denaro sopra la cassa o sul bancone. Non dovresti mai inserirlo all'interno della cassa, perché potresti dimenticare l'importo pagato. Tieni invece le banconote in vista, in maniera da poter vedere esattamente quale cifra ti ha consegnato il cliente e il prezzo che deve pagare. Questi numeri ti serviranno per calcolare il resto dovuto. Avendo sempre il denaro sott'occhio non correrai il rischio di confonderti.[2]
    • Ad esempio, il cliente potrebbe pensare di averti dato 20 € e non 10 €. Lasciando le banconote fuori dalla cassa fino alla fine della transazione, eviterai questo errore.
  3. 3
    Conta il resto seguendo le indicazioni del registratore di cassa. Se stai usando un registratore di cassa moderno, il dispositivo svolgerà i calcoli per te. Ad esempio, se il costo dell'articolo è di 5,22 € e hai ricevuto 10 € come pagamento, dovresti inserire il totale pagato di 10 € e la cassa farà comparire il resto, in questo caso pari a 4,78 €. Preleva il denaro, cominciando eventualmente dalle banconote e arrivando alle monete.[3]
    • Assicurati di conoscere bene il registratore di cassa che stai usando, in modo da essere sicuro di utilizzarlo nel modo corretto.
    • Se incontri degli errori nell'uso del registratore di cassa, chiedi aiuto al tuo superiore o a un collega.
  4. 4
    Calcola il resto a mente. Se non hai a disposizione un registratore di cassa, se il dispositivo si è rotto o se hai commesso un errore nell'inserimento di un numero, puoi sempre ricorrere all'aritmetica. È molto importante saper fare bene i conti se lavori come cassiere. Il metodo più efficace è calcolare il resto a partire dal prezzo d'acquisto e fermarti quando sarai arrivato al totale pagato. Comincia dalle monete di taglio più piccolo e procedi fino alle banconote. Ad esempio, se un articolo costa 12,38 € e il cliente paga con una banconota da 20 €, ecco come dovresti contare il resto:[4]
    • Conta i centesimi partendo da 12,38 €: 12,39 € ... 12,40 € (2 centesimi).
    • Conta le monete da 20 centesimi partendo da 12,40 €: 12,60 € ... 12,80 € ... 13 € (3 monete da 20 centesimi).
    • Conta le monete da 1 € partendo da 13 €: 14 € ... 15 € (2 monete da un euro).
    • Conta le banconote da 5 € partendo da 15 €: 20 € (1 banconota da cinque euro).
    • Il resto dovuto è di 7,62 €.
  5. 5
    Conta il resto a voce alta. Quando hai stabilito l'ammontare corretto, contalo ad alta voce mentre lo consegni al cliente. In questo modo, lui saprà che sta ricevendo il denaro che gli spetta. Puoi farlo esattamente come nel passaggio precedente, ma questa volta ad alta voce e non a mente.[5]
    • Ad esempio, se il prezzo di un articolo è 10,40 € e il cliente ti ha consegnato una banconota da 20 €, dagli il resto contando ad alta voce. Prendi tre monete da 20 centesimi e digli "11 €", 4 da 1 euro (o due da 2 euro) e digli "15 €", una banconota da 5 euro e digli "20 €". In questo modo non avrà dubbi sulla precisione dei tuoi calcoli.

2
Svolgere Calcoli Più Complessi

  1. 1
    Fai attenzione alle somme più complesse. In alcuni casi un cliente ti può consegnare una cifra insolita (di solito più del necessario), perché non vuole ricevere troppe monetine. Ad esempio, se il costo di un articolo è 33,02 €, il cliente può pagarti con 50,02 €. In questo caso, puoi mettere i due centesimi nella cassa e contare a partire da 33 €. Procedi come segue:[6]
    • 34 € … 35 € (2 monete da 1 euro), 40 € (1 banconota da 5 euro), 50 € (1 banconota da 10 euro).
    • Il resto totale ammonta a 17 €.
  2. 2
    Consegna il resto con il minor numero di monete possibile. In alcuni casi, a seconda dell'ammontare dovuto, potresti accorgerti di dare al cliente delle monete da 10 e 5 centesimi invece di una sola da 20. Quando hai calcolato l'importo esatto, assicurati di dare al cliente meno monete possibili.[7]
    • Ad esempio, se il prezzo d'acquisto è 5,55 € e il cliente ti ha dato una banconota da 10 €, dovresti contare a partire dalle monete da cinque centesimi. 5,60 € (1 moneta da 5 centesimi), 5,70 € … 5,80 € … 5,90 € … 6 € (4 monete da 10 centesimi), 7 € … 8 € … 9 € … 10 € (4 monete da 1 euro). Il resto totale è di 4,45 €.
    • Invece di dare al cliente una moneta da 5 centesimi, quattro da 10 e quattro da 1 euro, potresti comporre il resto con una moneta da 5, due da 20 e due da 2 euro. Quest'ultima è la scelta migliore, perché utilizza meno monete.
  3. 3
    Controlla i conti con una calcolatrice. Tieni sempre una calcolatrice a portata di mano per verificare l'esattezza del resto prima di darlo al cliente. In questo modo non avrai dubbi e sarai certo che i tuoi calcoli mentali siano corretti. Nessuno è perfetto e gli errori capitano a tutti, ma con una calcolatrice li eviterai. Questo è particolarmente importante se i calcoli sono complessi.
    • Puoi usare la calcolatrice del telefono, se non ne hai una tradizionale.

3
Assicurarti di Ricevere il Resto Corretto

  1. 1
    Conta il resto prima di lasciare il negozio. Dovresti farlo dopo ogni acquisto, in modo da avere la certezza che l'importo che hai pagato sia quello effettivamente dovuto. I cassieri commettono errori piuttosto spesso (ad esempio scambiando una banconota da 20 per una da 10) e possono darti meno denaro di quello che ti spetta. Per assicurarti che i calcoli siano giusti, controlla sempre la somma che ti è stata consegnata.
    • Conta a partire dal prezzo d'acquisto per determinare il resto. Ad esempio, se un articolo costa 2,80 € e tu hai pagato con una banconota da 5 €, dovresti partire da 2,80 €. Conta una moneta da 20 centesimi per arrivare a 3 €, poi 2 € per arrivare a 5 €. Il totale è 2,20 €.
    • Usa la calcolatrice del telefono se hai fretta e se non ti senti sicuro delle tue capacità matematiche.
  2. 2
    Controlla di aver ricevuto il resto nella valuta corretta. A seconda della zona in cui vivi, potresti accorgerti che il cassiere ti ha dato monete di una valuta diversa. Assicurati sempre che il resto sia della stessa valuta che hai usato per pagare.
    • Ad esempio, in Canada capita spesso di ricevere dollari americani come resto. Anche se il cambio dollaro canadese-dollaro americano è spesso pari, a volte le valute non hanno esattamente lo stesso valore. Controlla sempre che ti sia consegnata la valuta corretta.
  3. 3
    Assicurati di lasciare il negozio con una quantità di denaro equivalente a quella che avevi quando sei entrato. Il resto ti permette di tornare a casa con la stessa cifra che avevi prima di fare il tuo acquisto, seppur considerando che parte di essa è stata convertita nel prodotto o nel servizio che hai comprato. Ad esempio, se hai comprato una borsa da 25 € e hai dato 40 € al cassiere, uscirai dal negozio con 15 € di resto e 25 € di borsa. Sommati, questi due valori fanno 40 €, il totale che hai pagato.[8]

Consigli

  • Fai pratica procurandoti molte monete e delle banconote di Monopoli, se non ne hai di vere. Poi, immagina di spendere (o ricevere) cifre diverse e conta alla contrario, finché non imparerai a farlo velocemente.

Avvertenze

  • Fai attenzione agli artisti della truffa che chiedono di cambiare il taglio delle monete o delle banconote del resto dopo che hai cominciato a contarlo. Di solito, aspetteranno che tu abbia i soldi pronti e poi proveranno a "scambiare" un taglio per un altro: "Può darmi due pezzi da 5 anziché uno da 10?", "Aspetta, posso ridarti questi 5 euro e cambiarli in monete da 1 euro?". Sperano di portarti a commettere un errore e di ricevere un resto maggiore. Se un cliente comincia a chiedere cambi di taglio e ti senti confuso, chiudi la cassa (con tutti i soldi all'interno) e fagli sapere che chiamerai il tuo superiore perché si occupi del resto. Se la sua era una richiesta legittima, aspetterà con pazienza.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Gestione del Denaro

In altre lingue:

English: Count Out Change, Français: compter ta monnaie, Español: contar el cambio, Deutsch: Wechselgeld ausrechnen, Português: Contar o Troco, Русский: отсчитать сдачу, Bahasa Indonesia: Menghitung Kembalian

Questa pagina è stata letta 47 740 volte.
Hai trovato utile questo articolo?