Come Controllare i Linfonodi

Scritto in collaborazione con: Luba Lee, FNP-BC

In questo Articolo:Sentire se i Linfonodi Sono GonfiFar Controllare i Linfonodi Gonfi dal Medico

I linfonodi sono piccole ghiandole rotonde che fanno parte del sistema linfatico. Sono importanti per la risposta immunitaria dell'organismo e quindi si gonfiano a seguito di infezioni e altre cause. Controllandoli, puoi individuare presto un problema di salute. Se noti che si sono ingrossati e rimangono in questo stato per più di una settimana, dovresti farti visitare da un medico. Non esitare neanche se, oltre al gonfiore, sono doloranti e si accompagnano ad altri sintomi.

Parte 1
Sentire se i Linfonodi Sono Gonfi

  1. 1
    Localizzali. Sono concentrati maggiormente nelle seguenti zone: collo, clavicola, ascelle e inguine. Una volta che hai capito dove si trovano, sarai in grado di valutare se sono gonfi o doloranti.[1]
    • Esistono altri gruppi di linfonodi nel resto del corpo, come all'interno dei gomiti e delle ginocchia, ma normalmente non si controllano per vedere se sono ingrossati.
  2. 2
    Fai un confronto con un'area senza linfonodi. Con tre 3 dita applica un po' di pressione sull'avambraccio. Tasta facendo attenzione alla sensazione sottocutanea. In questo modo, capirai come è una zona del corpo non soggetta a gonfiore.
    • Se non sono gonfi, i linfonodi hanno una densità poco più accentuata rispetto al tessuto circostante. Solo quando si irritano e si ingrossano puoi percepirli facilmente.
  3. 3
    Controlla i linfonodi sul collo e sulla clavicola. Metti le prime 3 dita di entrambe le mani dietro le orecchie facendo movimenti circolari su tutti e due i lati del collo al di sotto della linea mandibolare. Se senti dei noduli accompagnati da un certa sensibilità, potrebbero essere linfonodi ingrossati.[2]
    • Se non avverti la presenza di linfonodi, non preoccuparti: è del tutto normale.
    • Premi delicatamente le dita e muovile piano per sentire se ci sono grumi sottocutanei. Normalmente i linfonodi tendono a riunirsi in gruppi ravvicinati e hanno le dimensioni di un pisello o un fagiolo. Se sono sani, dovrebbero essere più sodi del tessuto circostante, ma non duri quanto una pietra.
    • Se non riesci a trovarli, inclina la testa verso il lato in cui hai difficoltà a sentirli al tatto. Questa posizione rilasserà i muscoli e ti permetterà di sentirli più facilmente.
  4. 4
    Individua i linfonodi sotto le ascelle. Metti 3 dita al centro dell'ascella. Quindi, falle scorrere lentamente di pochi centimetri verso il busto finché non li trovi: si trovano poco al di sopra della zona laterale del seno. Sono localizzati in prossimità della parte inferiore dell'ascella, vicino alla gabbia toracica.[3]
    • Muovi le dita intorno a quest'area, esercitando una leggera pressione. Spostale verso la parte anteriore e posteriore del busto, salendo e scendendo di alcuni centimetri.
  5. 5
    Localizza i linfonodi inguinali. Muovi 3 dita nel punto in cui la coscia confina col bacino. Applica una leggera pressione con le dita in modo da percepire i muscoli, le ossa e il grasso sottocutaneo. Se senti un nodulo distinto in questa zona, potrebbe essere un linfonodo gonfio.[4]
    • In genere, i linfonodi di quest'area sono ubicati proprio sotto un grande legamento, quindi possono essere difficili da individuare quando non sono gonfi.
    • Assicurati di tastare entrambi i lati dell'inguine. In questo modo potrai fare un confronto e capire se un lato è gonfio.
  6. 6
    Determina se hai i linfonodi ingrossati. Avverti una sensazione diversa da quella percepita quando hai premuto le dita sull'avambraccio? Sotto pelle dovresti sentire le ossa e i muscoli, ma se c'è un linfonodo gonfio, l'impressione è quella di avere un corpo estraneo. Se senti un nodulo accompagnato da una certa sensibilità, potrebbe trattarsi di un linfonodo gonfio.[5]

Parte 2
Far Controllare i Linfonodi Gonfi dal Medico

  1. 1
    Tieni sotto controllo i linfonodi ingrossati. Talvolta, si gonfiano in reazione a un'allergia o una malattia di breve durata, causata da un batterio o un virus. In questi casi, tornano alle loro dimensioni normali entro pochi giorni. Tuttavia, se restano gonfi, duri o doloranti per più di una settimana, è importante consultare un medico per stabilire la causa.[6]
    • Non sottovalutare il parere del medico neanche se il gonfiore persiste in assenza di altri sintomi.
    • Se avverti la presenza di linfonodi duri che non ti provocano alcun dolore e sono più grandi di 2,5 cm, avverti il tuo medico immediatamente.
  2. 2
    Rivolgiti subito al medico se manifesti determinati sintomi. I linfonodi ingrossati potrebbero indicare che il sistema immunitario sta combattendo una grave malattia. Se si gonfiano in concomitanza con uno dei seguenti sintomi, fatti visitare immediatamente dal medico:[7]
    • Perdita di peso inspiegabile;
    • Sudorazioni notturne;
    • Febbre persistente;
    • Difficoltà a deglutire o respirare.
  3. 3
    Riferisci gli altri sintomi. Anche se non tutti indicano una grave patologia, spiegando al medico la tua sintomatologia, gli permetterai di arrivare a una diagnosi. Tra i sintomi più frequenti che accompagnano i linfonodi ingrossati considera:[8]
    • Naso che cola;
    • Febbre;
    • Gola infiammata;
    • Gonfiore concomitante in diverse stazioni linfonodali.
  4. 4
    Valuta se il gonfiore è dovuto a un'infezione. Se ti rechi presso lo studio del medico con i linfonodi ingrossati, vorrà verificare che il loro stato corrisponda alla tua percezione. Quindi, prescriverà le analisi del sangue o un tampone faringeo per capire se un'infezione batterica o virale è all'origine del gonfiore.[9]
    • Il campione verrà analizzato in cerca degli agenti patogeni che più spesso determinano l'ingrossamento dei linfonodi, compresi i virus più comuni.
  5. 5
    Sottoponiti agli esami per le malattie del sistema immunitario. Probabilmente il medico vorrà valutare la salute del tuo sistema immunitario e, quindi, ti prescriverà una serie di analisi, tra cui quelle del sangue, in modo da capire come lavorano le tue difese immunitarie. In questo modo, riuscirà a individuare se sei affetto da una malattia che colpisce il sistema immunitario, come il lupus o l'artrite, e causa l'ingrossamento dei linfonodi.[10]
    • I test diagnostici gli consentiranno di valutare il funzionamento del sistema immunitario e rendersi conto se hai i valori ematici bassi e se c'è qualcosa di anomalo nei linfonodi.
  6. 6
    Sottoponiti agli esami diagnostici per i tumori. In casi rari, il gonfiore linfonodale potrebbe indicare un tumore a carico dei linfonodi o altre parti del corpo. I test preliminari utilizzati per individuare eventuali neoplasie possono includere l'emocromo, la radiografia, la mammografia, l'ecografia o la TAC. Se sospetta un tumore, il medico potrebbe suggerire una biopsia del linfonodo che permetterà di rilevare la presenza di cellule cancerose.[11]
    • Di solito, la biopsia del linfonodo è una procedura ambulatoriale che prevede un'incisione o l'introduzione di un ago con cui si preleva un campione di cellule linfonodali.
    • L'esame che il medico ti prescriverà dipende da quali linfonodi bisogna analizzare e dalla sua ipotesi diagnostica.

Consigli

  • Può capitare che i linfonodi si ingrossino, ma generalmente ritornano alle loro dimensioni normali nel giro di alcuni giorni.

Avvertenze

  • I linfonodi possono irritarsi se li tocchi spesso, quindi non tastarli energicamente o con frequenza, altrimenti il gonfiore potrebbe dipendere da questa cattiva abitudine.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Check Lymph Nodes, Español: revisar los nódulos linfáticos, Português: Verificar Gânglios Linfáticos, Deutsch: Lymphknoten überprüfen, Русский: проверить лимфоузлы, 中文: 检查淋巴结, Français: inspecter vos ganglions lymphatiques, Bahasa Indonesia: Memeriksa Kelenjar Getah Bening, हिन्दी: लिम्फ नोड्स की जाँच करें, العربية: فحص الغدد الليمفاوية, 한국어: 임파선을 확인하는 방법, Tiếng Việt: Kiểm tra Hạch bạch huyết, 日本語: リンパ節をチェックする, Čeština: Jak zkontrolovat lymfatické uzliny, ไทย: ตรวจต่อมน้ำเหลือง, Türkçe: Lenf Düğümleri Nasıl Kontrol Edilir

Questa pagina è stata letta 450 191 volte.
Hai trovato utile questo articolo?