Come Controllare i Pidocchi nei Capelli di un Bambino

Scritto in collaborazione con: Ronn Callada, RN, MS

I pidocchi del capo (Pediculus humans capitis)[1] sono dei parassiti che vivono sui capelli umani, sul cuoio capelluto e sui vestiti, provocando un'infestazione nota come pediculosi.[2] Non trasmettono malattie, ma sono piuttosto fastidiosi, causando un prurito intenso sul cuoio capelluto, che porta a grattarsi spesso con possibili infezioni secondarie.[3] Diversamente dalle credenze popolari, i pidocchi non sono un problema associato alla cattiva igiene, in realtà possono trovarsi anche sui capelli puliti. Queste creature non saltano come le pulci, si diffondono quindi solo strisciando da una persona all'altra. Tuttavia, un bambino con i capelli lunghi che entra in contatto con un altro bambino durante il gioco ha maggiori probabilità di esserne infestato.[4] Sebbene il contatto diretto di una testa contro l'altra sia la maniera più comune di diffondere la pediculosi, anche dormire con altri, indossare il berretto di un bambino, condividere una spazzola per i capelli[5] o sdraiarsi sul letto di un altro bambino sono tutte possibili situazioni in cui un bambino dai capelli lunghi può contrarre i pidocchi.[6] Se tuo figlio è stato recentemente esposto a un caso certo di pediculosi o si lamenta per il continuo prurito alla testa, devi controllare se è infestato dai pidocchi. Continua a leggere per sapere come fare.

Parte 1 di 3:
Pettinare i Capelli Bagnati per Diagnosticare un'Infestazione di Pidocchi

  1. 1
    Lava i capelli del bambino. Assicurati di usare shampoo e balsamo. Bagnando la radice dei capelli - la zona che i pidocchi prediligono - puoi impedire temporaneamente che si muovano lungo il cuoio capelluto;[7] inoltre, il balsamo permette di pettinare più facilmente i capelli. Usa un tipo di pettine a denti fitti, distanziati non più di 0,2 mm.[8]
  2. 2
    Pettina i capelli. Usa un pettine a denti larghi per sciogliere ogni nodo e groviglio.
  3. 3
    Usa poi un pettine specifico per togliere i pidocchi. Ora che i capelli del bimbo sono puliti e ordinati, puoi iniziare a ispezionare più attentamente il cuoio capelluto alla ricerca dei parassiti.
  4. 4
    Assicurati di riuscire a vedere bene. Fai in modo che il bambino sia seduto correttamente; mettiti in una stanza con una buona luce o verifica comunque che quella naturale proveniente dall'esterno sia sufficiente.
    • Avvolgi un telo di colore bianco attorno alle spalle del bambino durante la procedura; in questo modo, se durante la ricerca cadono dei pidocchi dalla testa, puoi raccoglierli ed eliminarli facilmente.
    • Se necessario, tieni a portata di mano una torcia o una lampada frontale, per esaminare le radici dei capelli in maniera più accurata.
    • Puoi anche procurarti una lente d'ingrandimento, per accertarti di non tralasciare nulla.
  5. 5
    Inizia dal cuoio capelluto e spazzola i capelli in maniera ferma e decisa fino alle punte. Puoi tenere la spazzola in posizione a ogni passata, per eseguire una ricerca sistematica; in questo modo, puoi esaminare accuratamente ogni singola sezione della testa del bambino. [9]
    • Presta maggiore attenzione all'area del cuoio capelluto vicina alle orecchie e alla nuca. Sebbene i pidocchi possano vivere in qualunque zona della testa, questi sono generalmente i punti che rilevano meglio la presenza di un'infestazione.[10]
  6. 6
    Cerca le uova (chiamate lendini) vicino ai follicoli piliferi, a circa 6-12 mm dal cuoio capelluto. Hanno la dimensione di una capocchia di spillo e sono incollate al fusto dei capelli; sono ovali e di colore traslucido appena vengono deposte, diventando poi marroni man mano che si sviluppano gli embrioni.[11]
  7. 7
    Dopo ogni passata esamina i denti del pettine. Controlla se ci sono degli insetti o le loro lendini.
  8. 8
    Comprendi che cosa cercare. Gli esemplari adulti sono di colore marrone chiaro con un corpo simile a un seme di sesamo, mentre le lendini possono essere marroni, gialle o bianche.[12]
    • Analizza accuratamente i denti del pettine durante e dopo ogni passata, usando una lente d'ingrandimento, se necessario; osservando il pettine sotto una luce nera, le uova possono apparire di colore azzurro.[13]
  9. 9
    Risciacqua il pettine sotto il rubinetto dopo ogni passata oppure elimina i pidocchi usando un pezzo di carta igienica bagnato. Questa accortezza ti permette di sbarazzarti di ogni parassita "catturato" con lo strumento, oltre a lavare via l'eventuale forfora presente sui capelli del bambino, che potrebbe assomigliare alle uova.[14]
  10. 10
    Tratta ogni singola sezione della testa del bimbo almeno una volta. Potrebbe essere più efficace ripetere il trattamento, dato che i pidocchi si muovono sul cuoio capelluto.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Pettinare i Capelli Asciutti per Diagnosticare un'Infestazione di Pidocchi

  1. 1
    Pettina accuratamente i capelli del bambino. Potrebbe essere utile districarli prima con una spazzola o un pettine a denti larghi.
  2. 2
    Usa un pettine specifico per pidocchi a denti fitti. Questa fase della procedura è simile a quella descritta nel metodo precedente.
    • Se le lendini rendono difficile un lavoro accurato, prova a bagnare i capelli in una soluzione di aceto bianco al 3-5% prima di usare il pettine antipidocchi.[15]
  3. 3
    Intrappola i parassiti. È possibile bloccare i pidocchi contro il pettine usando le dita, ma le pinzette sono più efficaci.[16]
    • Alcuni esperti affermano che eliminando i pidocchi in questo modo puoi ottenere risultati migliori (anche se richiede più tempo) rispetto all'uso di trattamenti commerciali.[17]
  4. 4
    Metti tutti i pidocchi che riesci a catturare in una piccola tazza di alcol isopropilico. Questi parassiti possono sopravvivere in acqua e potrebbero scappare, se non li "gestisci" correttamente dopo ogni passata di pettine; dovresti inoltre lasciare il pettine che hai usato per trovare e prelevare i pidocchi in ammollo nell'alcol per almeno un'ora.[18]
  5. 5
    Fai molta attenzione. Se hai trovato dei pidocchi e/o le loro lendini e li hai tolti con il pettine o una pinzetta, è importante che tu ripeta la procedura ogni giorno. Le uova impiegano diversi giorni per schiudersi, è fondamentale quindi continuare il trattamento per eliminarle, anche quando sembra che il problema si sia ridotto. Alcuni esperti consigliano di ispezionare la testa e rimuovere i pidocchi tutte le sere, continuando a controllare l'infestazione per due o tre settimane dopo l'inizio del trattamento.[19]
    • Sebbene questa procedura "a secco" sia una tecnica perfetta per rilevare la presenza dei pidocchi, prelevarli singolarmente con la pinzetta può essere un lavoro noioso e richiede molto tempo, per te e per il bimbo. Alcuni esperti raccomandano la tecnica con i capelli bagnati, dato che permette di diagnosticare l'infestazione rapidamente e di trattare parzialmente il problema in maniera più efficace.[20]
    • Se non riesci a tenere il bambino seduto per molto tempo, cerca di procedere con l'ispezione/rimozione dei pidocchi mentre guarda un film o un programma televisivo divertente. La TV permette di distrarlo completamente, mentre tu ti occupi della sua testa cercando ed eliminando i parassiti adulti e le lendini.
  6. 6
    Lava gli indumenti e la biancheria da letto del bimbo. Se uno dei suoi amici è infestato, è meglio prendere precauzioni anche se non mostra alcun sintomo o segno della presenza dei pidocchi.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prevenzione

  1. 1
    Chiedi alle altre persone. Cerca di capire se nella scuola di tuo figlio ci sono altri bambini della sua classe che sono stati sottoposti a un controllo per i pidocchi; puoi informarti anche chiedendo ai loro genitori.
  2. 2
    Cerca i segni o i sintomi. Presta attenzione se tuo figlio o qualche suo amico continua a grattarsi la testa, se mostra di avere prurito oppure lamenta la sensazione di animaletti che gli strisciano sulla testa.[21]
  3. 3
    Non gli permettere di condividere pettini, spazzole, caschetti o berretti con altri. Devi anche avvisarlo di non toccare divani, sedie o cuscini usati da altre persone che hanno i pidocchi.[22]
  4. 4
    Controlla tutti i membri della famiglia. Se tuo figlio ha i pidocchi, è probabile che anche tu o gli altri familiari siate a vostra volta infestati. Se stai togliendo manualmente i pidocchi dalla testa di tuo figlio, indossa dei guanti di plastica o lava accuratamente le mani al termine della procedura, dato che è risaputo che questi parassiti in alcuni casi sono in grado di vivere sotto le unghie dei loro ospiti prima di diffondersi sul capo.
  5. 5
    Lava frequentemente la biancheria. Le lenzuola, gli asciugamani, i berretti e gli abiti indossati di recente devono essere lavati in acqua calda e con detersivo e messi poi in asciugatrice impostando una temperatura minima di 60 °C. Dovresti anche usare l'aspirapolvere sui cuscini e sui sedili dell'auto, oltre a riporre tutti gli oggetti che non è possibile lavare (come gli animali di peluche) in un sacchetto di plastica sigillabile per almeno due settimane, in modo da essere certi che eventuali pidocchi e lendini che non si sono schiuse muoiano.[23]
    Pubblicità

Consigli

  • Le lendini vengono confuse spesso con la forfora; impara a riconoscere le differenze, in modo da saperle distinguere.
  • Fai sedere il bambino su uno sgabello davanti al televisore quando gli controlli la testa, così è distratto e riesce a rimanere fermo con maggiore facilità.
  • Lava in acqua molto calda tutti gli indumenti, federe e lenzuola che sono stati esposti ai pidocchi; mettili poi in asciugatrice, perché i parassiti non possono sopravvivere alle alte temperature.
  • Se trovi dei pidocchi, inizia immediatamente il trattamento.
  • Non aspettare che il bimbo arrivi a lamentarsi per il prurito alla testa, prima di ispezionarla alla ricerca di pidocchi. Quando l'infestazione è limitata può anche non provocare prurito ed è meglio identificare il problema precocemente.

Pubblicità

Avvertenze

  • I prodotti commerciali per i trattamenti antipidocchi sono costosi e contengono sostanze chimiche nocive; è importante quindi avere la certezza che il bimbo sia infestato da parassiti vivi, prima di procedere. Questi prodotti non dovrebbero essere usati come semplice misura preventiva.
  • Un pettine antipidocchi a denti fini potrebbe non essere un metodo efficace per verificare la presenza dei parassiti sui capelli del bambino. A meno che tu non faccia aderire il pettine proprio sul cuoio capelluto, potresti facilmente tralasciare dei pidocchi. Le lendini sono ostinate e non si staccano facilmente con il pettine, perché restano saldamente "incollate" al fusto dei capelli e possono essere più piccole dello spazio tra un dente e l'altro del pettine.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Lampada luminosa o torcia (facoltativo)
  • Pettine
  • Pinzette
  • Alcol denaturato
  • Lente d'ingrandimento

Informazioni su questo wikiHow

Infermiere Specialista Clinico
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Ronn Callada, RN, MS. Ronn Callada è un Infermiere Specialista Clinico Registrato che lavora presso il Memorial Sloan Kettering Cancer Center, a New York. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla Stony Brook University School of Nursing nel 2013.
Questa pagina è stata letta 11 105 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità