Come Controllare la Pressione delle Gomme

Scritto in collaborazione con: Mike Parra, Maestro Meccanico

In questo Articolo:Controllare la PressioneConsiderazioni sulle Prestazioni

Una pressione sbagliata degli pneumatici aumenta i consumi, causa un'usura irregolare del battistrada e perfino lo scoppio della gomma. Per evitare che tutto questo accada, è importante mantenere gli pneumatici a un livello corretto di pressione. Controllali ogni volta che fai benzina, per essere sicuro di ottenere il massimo delle prestazioni e prenderti cura delle loro condizioni.

Parte 1
Controllare la Pressione

  1. 1
    Cerca i valori pressori a freddo corretti consultando il manuale oppure leggendo l'adesivo che si trova sulla parte interna della portiera del conducente. Questo numero rappresenta il gonfiaggio minimo consigliato dalla casa automobilistica. Continua a leggere per sapere perché in alcuni casi si rendono necessari valori pressori maggiori.
    • Per la maggior parte delle berline, furgoncini e piccoli pick-up, il costruttore in genere consiglia un valore pressorio compreso fra 1,8 e 2,2 bar, ma in alcuni casi si può arrivare a 2,7 bar.
    • Per i veicoli più grandi che devono trasportare grossi carichi, come i camion e i SUV, la pressione dovrebbe essere superiore di 0,2 - 0,8 bar rispetto a quella delle vetture più piccole, in linea di massima attorno ai 3,1 bar.
    • Ricorda inoltre che le gomme anteriori e posteriori devono essere gonfiate a pressioni diverse, secondo le specifiche della casa costruttrice.
  2. 2
    Svita il tappo dello stelo della valvola che spunta dallo pneumatico. Di solito è nero o argento, ha il diametro di una biro, si trova vicino al coprimozzo ed è lungo 2-3 cm.
  3. 3
    Premi il manometro contro la valvola in maniera uniforme e registra la pressione rilevata. Se senti un sibilo, significa che il manometro non è stretto bene o è appoggiato malamente e i risultati che rilevi non sono corretti. In questo caso devi modificare l'angolazione fra il manometro e lo stelo della valvola.
    • Se stai usando un manometro digitale moderno, potrebbe essere necessario premere un pulsante per leggere la pressione. Se invece stai utilizzando uno strumento tradizionale, l'asticella graduata dovrebbe rilevare automaticamente la pressione interna della gomma.
  4. 4
    Rimetti il tappo sulla valvola. Questo non serve per impedire l'uscita dell'aria, ma per proteggere dalla sporcizia e dall'umidità il meccanismo e lo stelo della valvola che sono gli elementi che intrappolano l'aria.
    • Se il valore che riscontri è identico alle specifiche suggerite dal costruttore, il tuo lavoro terminerà non appena ti sarai accertato che anche le altre ruote rispettino questi livelli pressori. Se invece riscontri delle discrepanze, gonfia le gomme per ripristinare i valori corretti. Aggiungi la giusta quantità di aria.

Parte 2
Considerazioni sulle Prestazioni

  1. 1
    Il fatto di conoscere i valori pressori suggeriti dal costruttore non significa che puoi ottenere il massimo dai tuoi pneumatici. Le specifiche della casa automobilistica probabilmente sono adeguate per una guida normale, ma dovresti aumentare un po' la pressione (0,1-0,2 bar in più) per ridurre il consumo di carburante. Ricorda, però, che in linea generale delle gomme più gonfie rendono la guida meno piacevole e le vibrazioni si trasmettono agli occupanti dell'abitacolo; quindi trova sempre un buon equilibrio.
    • Se aumenti troppo la pressione puoi anche causare un'usura non uniforme del battistrada, un aumento dello spazio di frenata e una riduzione della manovrabilità. Per tutti questi motivi, evita di gonfiarli troppo.
  2. 2
    Comprendi il vero significato del limite massimo riportato sul manuale di istruzioni o sull'adesivo posto all'interno della portiera del conducente. Una credenza popolare sbagliata sostiene che il limite massimo indichi la pressione massima che lo pneumatico può sopportare prima di esplodere o causare malfunzionamenti. In realtà, questo valore si riferisce alla pressione massima che le gomme possono sostenere quando la vettura è a pieno carico.
    • Non appena gonfi le gomme oltre questo limite, sappi che potrebbero esserci dei problemi. Se gli pneumatici stanno sostenendo una pressione eccessiva, l'urto ad alta velocità con un tombino potrebbe causare un disastro.
  3. 3
    Se stai trasportando un carico nel bagagliaio o l'abitacolo è al completo, alza un po' la pressione nelle gomme posteriori. Questo accorgimento è particolarmente importante se prevedi di percorrere lunghi tragitti a pieno carico; è sufficiente aumentare un po' i valori pressori degli pneumatici posteriori per compensare il peso. Quando scarichi il veicolo, abbassa di conseguenza la pressione per riportarla agli standard consigliati.
  4. 4
    Controlla la pressione degli pneumatici quando cambia la stagione. Durante i mesi freddi, i valori pressori diminuiscono, mentre in estate tendono ad aumentare. Per questo motivo è davvero molto importante verificare le gomme al cambio di stagione.
  5. 5
    Non giudicare mai "a occhio" la pressione dei tuoi pneumatici. Non essere pigro! È molto difficile notare la differenza fra una gomma a 0,7 bar e una a 1,4 bar. Gli pneumatici radiali, inoltre, mostrano sempre un rigonfiamento lungo la spalla. Se gonfi una gomma fino al punto da far sparire questo rigonfiamento, rischi veramente di esagerare, superando i valori ottimali per le prestazioni.

Consigli

  • Non puoi valutare "a occhio" la pressione degli pneumatici, soprattutto se sono di tipo radiale. Usa sempre un manometro preciso.
  • La luce del sole scalda le gomme anche a veicolo fermo. Per ottenere dei valori uniformi, fai in modo di non esporre un lato della vettura alla luce solare.
  • Il valore di pressione espresso sulla spalla della gomma indica il limite massimo a freddo per una vettura a pieno carico.
  • Se devi guidare l'auto per qualche chilometro prima di poter gonfiare le gomme, allora controlla i valori di pressione prima di metterti alla guida. Ripeti l'operazione quando raggiungi la destinazione e tieni conto della differenza rilevata. Ad esempio, vuoi gonfiare le gomme a 2,4 bar, ma ora rilevi un valore di 2,0 bar a freddo; questo significa che gli pneumatici hanno una pressione di 0,4 bar inferiore all'ottimale. Una volta giunto sul posto per gonfiare le gomme, la nuova lettura sul manometro riporta 2,2 bar, questo significa che dovrai gonfiarle a 2,6 bar per ottenere una misura di 2,4 bar a freddo.
  • Se si accende la spia del sistema di controllo pressione degli pneumatici, agisci in fretta per risolvere il problema. Questo indicatore si presenta come un simbolo giallo sul cruscotto che si accende se una o più gomme sono poco gonfie.
  • Se devi trasportare un certo carico o devi guidare in autostrada per lunghi periodi a velocità superiori a 120 km/h, aumenta la pressione a freddo degli pneumatici.
  • Ricorda che la velocità massima che possono raggiungere le gomme è espressa con delle lettere. Ad esempio quelle che riportano la sigla "zr" non possono superare i 239 km/h. Puoi guidare a velocità maggiori per brevi momenti, ma gli pneumatici potrebbero non garantire le loro prestazioni normali. Questo valore, però, ha senso solo sulle gomme nuove; se le tue hanno percorso più di 32000 km, allora la velocità massima che possono sostenere è decisamente inferiore a causa dell'usura. Quando una gomma viene riparata, il valore di velocità massima non è valido.

Avvertenze

  • Una gomma troppo gonfia (con una pressione superiore ai livelli massimi riportarti sulla spalla dello pneumatico) rende la guida più scomoda ed è più propensa ai danni dovuti ai tombini o oggetti presenti sulla strada.
  • Una gomma poco gonfia, invece, provoca più facilmente la deformazione della spalla, aumentando così lo spazio di arresto in frenata, i consumi e riducendo la vita dello pneumatico. In rari casi, la gomma potrebbe scoppiare per un eccessivo calore sviluppato dalla deformazione della spalla e addirittura staccarsi dal cerchio durante le manovre di emergenza. Le gomme con poca pressione si usurano molto ai bordi a causa del contatto fra la strada e il cerchio.
  • Non fare affidamento solo sul manometro del compressore della stazione di servizio. Questo viene utilizzato spesso malamente da molte persone che lo lasciano cadere a terra, lo calpestano e via dicendo, quindi non può essere ben calibrato. Alla fine delle operazioni dovresti sempre controllare la pressione con il tuo manometro personale per accertarti dei valori.

Cose che ti Serviranno

  • Un manometro di buona qualità specifico per pneumatici. Non affidarti ai modelli a penna, perché gli strumenti professionali si ripagano sempre con il tempo. Compra un manometro di qualità.
  • Un compressore o una pompa manuale con il giusto raccordo (le biciclette, in genere, hanno due tipi di valvole Presta o Schrader, la seconda viene montata anche sulle automobili, quindi puoi utilizzare i metodi descritti in questo tutorial).

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Mike Parra. Mike Parra lavora come Maestro Meccanico in Arizona. Possiede certificazione ASE (Eccellenza Servizio Automobilistico), è diplomato in tecnologia di riparazione automobilistica e si occupa di riparazioni auto dal 1994.

Categorie: Riparazione & Manutenzione dell'Auto

In altre lingue:

Español: revisar la presión de aire de los neumáticos, Deutsch: Reifendruck messen, Português: Verificar a Pressão de Ar nos Pneus, Français: vérifier la pression de ses pneus, Русский: проверить давление в шинах, 中文: 检查胎压, Bahasa Indonesia: Memeriksa Tekanan Ban, Nederlands: Bandenspanning controleren van autobanden, Čeština: Jak zkontrolovat tlak vzduchu v pneumatikách, 日本語: タイヤの空気圧を調べる

Questa pagina è stata letta 39 480 volte.
Hai trovato utile questo articolo?