Come Controllare la Temperatura Interna di un Laptop

2 Metodi:Rilevare la TemperaturaAssicurarsi che il Portatile Non si Surriscaldi

La maggior parte dei computer è dotata di un sensore interno in grado di rilevare la temperatura di lavoro del sistema. Tuttavia l'utente finale che usa il dispositivo spesso non ha accesso alle informazioni rilevate dal sensore. Il metodo più semplice per poter controllare la temperatura di lavoro di un computer consiste nello scaricare un programma apposito in grado di monitorare questa informazione nel tempo. Dopo aver determinato la temperatura di esercizio del proprio computer sarà possibile effettuare diversi passaggi per diminuirla.

1
Rilevare la Temperatura

  1. 1
    Scegli un programma o un'applicazione adatta allo scopo. Anche se alcuni computer dispongono nativamente di un sistema per controllare la temperatura interna, nella maggior parte dei casi sarà necessario scaricare e installare un programma di terze parti che abbia accesso a tale informazione. Esiste un'ampia gamma di software gratuiti o a basso costo fra cui scegliere quello che si adatta meglio alle tue esigenze.[1]
    • Puoi provare a usare applicazioni come Real Temp, HWMonitor, Core Temp o Speed Fan.
    • La maggior parte di questi programmi funziona molto bene, quindi la scelta dipende esclusivamente dal fatto di selezionare un prodotto a pagamento o gratuito e dal tipo di sistema operativo in uso.
  2. 2
    Scarica il software scelto. Dopo aver selezionato il programma o l'applicazione da utilizzare, dovrai scaricarlo e installarlo sul computer da testare. Per ogni software individua il sito web appropriato da cui eseguire il download effettuando una ricerca mediante il nome. Cerca sempre di utilizzare il sito web ufficiale per non correre il rischio di incappare in un virus o in un malware.[2]
    • Per scaricare un'app seleziona il relativo pulsante "Download". A questo punto dovrebbe aprirsi una finestra che ti guiderà nella procedura di download.
  3. 3
    Installa il software scelto. Premi il pulsante "Esegui" presente nella finestra di pop-up apparsa per avviare la procedura di installazione. In caso non venga visualizzata nessuna finestra al termine del download, dovrai accedere alla cartella in cui è stato salvato il file di installazione e selezionarlo con un doppio clic del mouse. Se non sei un utente esperto e non sai come personalizzare le impostazioni di configurazione del programma o quelle di installazione, usa semplicemente quelle predefinite fornite dal programma stesso.[3]
  4. 4
    Avvia il programma. Al termine dell'installazione dovrai semplicemente cliccare l'icona dell'applicazione per avviarla. Nella maggior parte dei casi verrà visualizzata una finestra in cui sarà indicata la temperatura interna del potatile. In alcuni casi verrà mostrata anche la temperatura di esercizio massima che il sistema è in grado di sopportare e potrai anche configurare una sorta di allarme che ti avviserà automaticamente quando il computer si sta surriscaldando.[4]
    • Nella maggior parte dei casi la temperatura massima consentita dovrebbe essere 100 °C. Tuttavia per avere un'informazione certa e sicura dovresti consultare il manuale utente del tuo computer.
    • Ciononostante durante la maggior parte del tempo in cui userai il computer la temperatura interna rilevata dovrebbe essere inferiore ai 50 °C.[5]

2
Assicurarsi che il Portatile Non si Surriscaldi

  1. 1
    Imposta il metodo di raffreddamento su "attivo". Spesso questa opzione di configurazione è impostata per adottare un sistema di raffreddamento "passivo", soprattutto quando il computer viene utilizzato in modalità batteria proprio per preservare la durata di quest'ultima. Tuttavia se il tuo computer si surriscalda spesso, potrebbe essere meglio passare a un metodo di raffreddamento attivo. Accedi alle impostazioni relativo al risparmio di energia usando il "Pannello di controllo". Seleziona il link "Cambia impostazioni combinazione" relativo al profilo energetico in uso. Adesso seleziona la voce "Cambia impostazioni avanzate risparmio energia".[6]
    • A questo punto potresti avere la necessità di sfogliare tutte le voci elencate nella finestra apparsa per individuare quella di cui hai bisogno. Focalizza la tua attenzione su intestazioni del tipo "Risparmio energia del processore" oppure "Impostazioni risparmio energia". All'interno di una di queste sezioni dovrebbe essere presente l'impostazione di configurazione per passare a utilizzare il sistema di raffreddamento attivo.
  2. 2
    Lavora in un ambiente fresco. Anche se non è sempre fattibile dovresti provare a lavorare in luoghi freschi che non siano eccessivamente caldi. Se la temperatura che percepisci è sufficientemente fresca per te, lo sarà anche per il tuo computer. In altre parole, se possibile, non dovresti utilizzare il computer in un ambiente la cui temperatura sia superiore ai 35 °C.[7]
    • In casi estremi avere un ventilatore puntato verso il computer potrebbe essere di notevole aiuto.[8]
  3. 3
    Evita di appoggiare il computer sulle superfici morbide. Posizionando il dispositivo su un cuscino o una coperta durante l'utilizzo comprometterai l'efficienza del flusso d'aria di raffreddamento. Quando utilizzi un laptop quest'ultimo dovrebbe essere sempre posizionato su una superficie perfettamente piana e rigida, come un tavolo o una scrivania. In ogni caso assicurati sempre che la presa d'aria della ventola di raffreddamento non sia ostruita da alcun oggetto.[9]
    • Se sei obbligato a lavorare con un computer portatile in condizioni non ottimali, prova a utilizzare una ventola esterna o una base di raffreddamento (laptop cooling pad).
  4. 4
    Cerca di limitare la richiesta di energia del computer. Se il laptop lavora costantemente al 100% delle sue potenzialità è normale che tenda a surriscaldarsi. Prova ad adottare un profilo d'uso ideato per risparmiare l'energia della batteria, in modo che tutto il sistema risulti più fresco.[10]
    • Un altro modo per abbassare il consumo di energia consiste semplicemente nello scollegare il computer dalla rete elettrica, dato che molti sistemi passano automaticamente a una modalità di funzionamento a basso consumo di energia quando non sono collegati al caricabatterie.[11]
  5. 5
    Pulisci sempre le ventole di raffreddamento. Quando la polvere si accumula sulle ventole di raffreddamento e sulle prese d'aria l'efficienza ne risente negativamente. Per rimediare al problema, basta semplicemente mantenere pulite sia le ventole di raffreddamento sia le relative prese d'aria. Il modo più semplice per pulire questi elementi consiste nello spegnere completamente il computer scollegandolo dalla rete elettrica e spruzzarli abbondantemente con una bombola di aria compressa. Assicurati però di usare delle raffiche d'aria brevi e non continue.[12]
    • Se necessario, puoi anche utilizzare dei cotton fioc per rimuovere gli accumuli di polvere più ostinati.
    • Un'altra opzione valida consiste nell'utilizzare un aspirapolvere per computer in grado di rimuovere la polvere senza danneggiare i componenti interni.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Hardware

In altre lingue:

English: Check the Temperature of Your Laptop, Português: Verificar a Temperatura de um Notebook

Questa pagina è stata letta 786 volte.

Hai trovato utile questo articolo?