Come Controllare le Emozioni

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Pensare Senza Emozioni nel MomentoRestare CalmoSviluppare l'Abitudine di Controllare le Tue EmozioniAllenare il Tuo CervelloRiferimenti

Le emozioni giocano un ruolo fondamentale nelle nostre vite. Sono i sensi della nostra psiche, e sono potenti come i sensi fisici. Le tue emozioni ti diranno ciò che ti piace e ciò che disprezzi, che cosa desideri e cosa temi, e poiché trasmettono messaggi così importanti, dovrai essere consapevole dei tuoi sentimenti. Quando sei controllato dalle tue emozioni, queste possono seriamente influenzare le tue prestazioni e la tua capacità di pensare lucidamente nelle situazioni importanti. Quando devi dare il massimo, hai bisogno di una serie di strumenti che impediscano alle emozioni di controllarti.

Parte 1
Pensare Senza Emozioni nel Momento

  1. 1
    Dissociati dalla situazione. Pensa alla tua vita e a ciò che ti accade intorno come ad un film. Elevati sopra ciò che sta accadendo e fai finta di osservare qualcun altro, non te stesso. Questa azione ti consentirà di interpretare obiettivamente una situazione senza coinvolgimento emotivo.
    • Immagina di guardare la situazione come un estraneo, senza conoscere nulla dell'argomento e senza essere coinvolto emotivamente. Con la dissociazione, riuscirai a non cedere alla soggettività; rimarrai obiettivo, come un medico che cura un paziente. Nella programmazione neuro-linguistica, questa tecnica è chiamata "reframing".
    • Fai attenzione quando usi la dissociazione, perché comporta dei rischi. Dissociarti troppo spesso può portare conseguenze poco salutari per la tua mente e la tua personalità. Dissociati solo in occasioni particolari, non come reazione a tutte le situazioni difficili. In alcuni casi dovrai affrontare i problemi di petto.
  2. 2
    Non anticipare il futuro. Perché probabilmente ti sbaglierai in merito al risultato! Quando iniziamo a pensare, "Oh Dio, accadrà X se farò questo," è molto semplice iniziare a perdere le staffe. Non preoccupandoti delle conseguenze, non darai spazio alla paura e alle preoccupazioni. Agisci semplicemente seguendo il tuo istinto. Non puoi predire realmente il futuro, quindi perché provarci?
    • Se devi per forza immaginare il futuro, immagina te stesso a 5 minuti da adesso, mentre perdi totalmente la tua indifferenza. Vuoi essere quella persona? Probabilmente no! Usa l'immaginazione negativa per determinare chi non vuoi essere.
  3. 3
    Pensa razionalmente. Invece di fare delle deduzioni sulla base della paura, della rabbia o di reazioni emotive simili, limitati ad analizzare i fatti. La logica spesso combatte le situazioni fuori controllo e ti consente di vedere le cose per come sono realmente, anziché attraverso la tua interpretazione.
    • Se hai paura di non fare una buona impressione durante un colloquio d lavoro, ricorda i fatti. Primo, non avresti ottenuto un colloquio se non avessi le giuste qualifiche. Secondo, se non otterrai il lavoro, probabilmente non eri la persona giusta per quella azienda, ma non significa che tu non sia un buon candidato.
    • Abbandonarsi a una crisi emotiva comporterà l'utilizzo di scorciatoie mentali, impedendoci di pensare alle cose in modo approfondito. Quando sei abituato a reagire emotivamente alle situazioni difficili, dovrai allenare la tua mente a pensare in modo razionale.
  4. 4
    Elimina i pensieri autodistruttivi. Non entrare in una spirale di commiserazione e disprezzo verso te stesso. Le immagini sui media di corpi perfetti, vite perfette e lavori perfetti hanno lo scopo di farci sentire "in difetto". Puoi scegliere tu se dare adito a questi pensieri.
    • Smetti di paragonare te stesso agli altri. Nel momento in cui ti compari agli altri, sminuisci la tua unicità. Hai dei talenti, delle capacità e delle abilità che sono solo tuoi. Prendi coscienza delle tue possibilità e cerca di dare il meglio. Riconoscile e aiutale a risplendere o a scomparire, in base alle tue necessità. I paragoni si fanno con i prezzi dei prodotti, non con le persone.
    • Smetti di pensare che non sei in grado di gestire una situazione o che tutto andrà comunque male. Pensare in questo modo ti impedirà di esprimere tutto il tuo potenziale. Invece, sostituisci questi pensieri con pensieri razionali, e cerca di trovare le soluzioni ai tuoi problemi.[1]
  5. 5
    Comprendi che le emozioni hanno un proprio posto. Di tanto in tanto, tornano comode. Le abbiamo per una ragione, se non fossero utili, non le avremmo coinvolte. Di fatto, degli studi dimostrano che quando decidiamo di seguire un'intuizione, talvolta (normalmente quando le nostre energie sono basse) prendiamo decisioni migliori.[2] So if you're feeling something, determine if it's valid. If it is, you may want to stick with it.
    • Se è priva di validità, gettala dalla finestra. Se è in alcun modo paranoica, nevrotica, inquietante, spaventosa o nauseante, lasciala andare. Non è che quella voce nella tua testa che desidera farti diventare matto.
    • Se è valida (il dolore, per esempio, è una emozione negativa valida), riconoscila. Non potrai lasciarla andare finché non l'avrai ammessa. Accetta di aver avuto quel pensiero e poi lascialo andare. Col tempo verrà sostituito da un altro.

Parte 2
Restare Calmo

  1. 1
    Fai un respiro profondo. I respiri profondi ti calmeranno in situazioni difficili e possono favorire un miglioramento generale della tua salute. Prova alcuni di questi metodi per usare la respirazione per calmare le tue emozioni:
    • Inspira col naso per 2 secondi. Tieni il respiro per 4 secondi. Espira con la bocca per 4 secondi. Ripeti finché non senti che le tue emozioni si attenuano.
    • Siedi in una sedia confortevole e prendi coscienza del tuo respiro. Continua a respirare normalmente, stringi i pugni e premi il pollice contro l'indice. Rilascia e poi premi di nuovo. Noterai che la tua respirazione diventerà più profonda e lenta a ogni respiro, ti rilasserai e allontanerai le emozioni.[3]
  2. 2
    Calmati distraendoti. Anziché rimanere intrappolato in un inquietante vortice di pensieri, alzati e fai dell'altro. I pensieri vanno e vengono, puoi accompagnare all'uscita quelli cattivi distraendoti con altri nuovi. Ben presto starai pensando, "Davvero mi sentivo turbato per quella cosa?"
    • Scegli un'attività dinamica che ti faccia stare bene. Se sei triste o preoccupato e non riesci a smettere di pensare, corri all'aperto con il tuo cane, vai in palestra e allenati oppure prendi la tua fotocamera e vai a fotografare la natura. Fai qualcosa che impegni la tua mente e allontani i tuoi pensieri dalle emozioni.
    • Scegli un'attività che richieda intensa concentrazione. Prova a fare la maglia, a cucire o un'altra attività ripetitiva che richiede la tua concentrazione.
  3. 3
    Non fare uso di alcool e droghe per seppellire le tue emozioni. Al momento potrebbe sembrarti una buona idea, ma il mattino seguente ti sveglierai con un rimorso raddoppiato. Si tratta di una soluzione ai tuoi problemi davvero temporanea, del tutto inutile a non farli tornare.
    • Evita inoltre di mangiare troppo o troppo poco in risposta alle emozioni travolgenti. Negandogli il giusto nutrimento di cui ha bisogno, non farai che accumulare ulteriore stress sul tuo corpo (e sulla tua mente).
  4. 4
    Tieni un diario. Dedicalo alle tue emozioni. Dedicalo a te stesso. Ti aiuterà a diventare maggiormente consapevole e ti servirà come sfogo. Pertanto, la prossima volta che sperimenti un'emozione (meglio se si tratta di un'emozione particolarmente intensa), afferra il tuo diario il prima possibile e inizia a scrivere.
    • Che cosa innesca le tue emozioni? Le avverti arrivare? Che impressione ti danno? Come si presentano nel tuo corpo? Come riesci a dissiparle? Oppure sono loro stesse a svanire?
  5. 5
    Allontana le amicizie tossiche. Se ti senti costantemente prosciugato e mesto, non necessariamente deve essere colpa tua. Potresti semplicemente trovarti in un ambiente che ti demoralizza. La maggior parte di noi hanno nelle proprie vite delle persone che sono troppo pigri o troppo gentili per evitare. Metti fine a questa situazione! Possono far scaturire emozioni negative di cui non abbiamo alcun bisogno. A partire da oggi, interrompi immediatamente questo comportamento nei confronti della prima persona che ti salta alla mente. Non hai bisogno di quell'idiota!
    • Sfortunatamente, le persone hanno un ampio potere o influenza sulle nostre emozioni. O meglio, in realtà non ce l'hanno, ma siamo noi a darglielo. La vita è troppo breve per circondarci di persone che ci fanno stare male, quindi lasciale andare. Sapranno trovare altre persone a cui attaccarsi come sanguisughe!

Parte 3
Sviluppare l'Abitudine di Controllare le Tue Emozioni

  1. 1
    Pratica la meditazione. La meditazione è uno dei modi più efficaci per controllare le emozioni. Con la meditazione e il controllo della mente, imparerai a riconoscere le tue emozioni, ad accettarle e a superarle. Anche se alcune persone riescono a distaccarsi emotivamente a comando, è possibile ottenere quella capacità solo dopo anni di meditazione e di esercizio quotidiano.
    • Trova un luogo tranquillo dove non sarai disturbato e assumi una posizione confortevole che ti consenta di respirare profondamente. Puoi esercitati nella meditazione concentrandoti semplicemente sul tuo respiro. Inspira dal naso e senti arrivare l'aria fino alla pancia; espira dalla pancia attraverso il naso. Mentre respiri concentrati sul movimento dell'aria nel tuo corpo.
    • Analizza il tuo corpo con consapevolezza dalla testa ai piedi. Sii consapevole delle tue sensazioni. Fa caldo o freddo? Riesci a sentire il pavimento sotto i tuoi piedi? Cerca di notare tutto.
  2. 2
    Usa la visualizzazione durante la meditazione. Immagina qualcosa che associ a sensazioni serene, e concentrati su quell'immagine. Ogni volta che la tua mente vaga, prendine atto, accetta i pensieri che ti sovvengono e lasciali andare. Riporta l'attenzione sulla visualizzazione.[4]
    • Se avverti dei pensieri o delle emozioni, accettali. Non tentare di cambiarli o di porvi rimedio, semplicemente accettali. Lasciali andare e continua a respirare profondamente.
    • Una buona sessione di meditazione può durare dai 5 ai 30 minuti, o di più se preferisci. Quando hai raggiunto il tuo "tempio", noterai un cambiamento d'umore, di pensieri e di comportamento. Quando sarai diventato più bravo, potrai usare le tecniche di meditazione in situazioni che mettano alla prova la tua stabilità emotiva, per riguadagnare subito la tua compostezza.
  3. 3
    Ammetti i tuoi errori. Molte situazioni della vita non hanno una singola risposta, e non puoi pensare sempre in termini di bianco e nero. Quando ti sbagli, rimedia ai tuoi errori o scusati per evitare di annegare nel senso di colpa o nei rimpianti. La tua vita non dovrebbe dare spazio alle emozioni negative. Non ti fanno alcun bene!
    • Come nella meditazione, ammetti quando sei in errore e lascia andare l'emozione. Si tratta del passato. Ora hai imparato la lezione! È un errore che non ripeterai mai, pertanto non c'è motivo di preoccuparsene. Bisogna essere delle persone di grande valore per ammettere di essersi sbagliate, è più ammirevole dell'avere ragione prima di tutto.
  4. 4
    Evita i comportamenti autolesionisti. A prescindere da quanto tu possa essere frustrato, arrabbiato o preoccupato, non agire contro queste emozioni finché non hai avuto il tempo di valutare con attenzione la situazione. Mettiti in condizione di pensare con lucidità e valutare le conseguenze delle tue azioni. Se ci fosse anche la più remota possibilità che tu possa decidere di agire differentemente dopo averci dormito su, fallo.
    • Pensa prima di parlare. Spesso le emozioni possono farci dare risposte che non ci mettono in buona luce. Prendi tempo e usa la saggezza. Se muori dalla voglia di dire qualcosa prima di aver riflettuto, ricorda il detto "E' meglio rimanere in silenzio e far credere alle persone che sei uno stupido, piuttosto che parlare e darne conferma.
      • Se un collega critica il tuo lavoro, evita di scrivergli una mail piena di rabbia o di offenderlo perché sei adirato. Prenditi piuttosto il tempo per capire se le sue critiche sono valide, se puoi migliorare il tuo lavoro grazie alle sue osservazioni o se devi chiedergli di cambiare tono delle sue critiche e comportarsi in modo più professionale.
  5. 5
    Conosci te stesso. Se percepisci che una situazione potrebbe innervosirti, prendine in mano le redini il più velocemente possibile. Abbandona la scena, distraiti in qualche modo o guidala in una diversa direzione, solo tu sai cosa è meglio per te. Perché tu ci riesca però, è necessario che tu conosca te stesso, le cause che scatenano le tue reazioni e quei tuoi modi di agire su cui puoi sempre fare affidamento. Quindi analizza quell'unica cosa a cui hai accesso 24 ore su 24, te stesso.
    • Farlo si rivelerà semplice solo se ti sforzerai di aiutare te stesso! Quindi, anziché limitarti ad affrontare una situazione e domandarti perché diavolo non riesci a ritrovare il controllo di te, agisci come sai! Respira. Distraiti. Diamine, rileggi questo articolo. Chiedi agli altri come riescono a uscirne. Le abitudine richiedono pratica, non miracoli. Allenati a essere impassibile e, presto o tardi, lo diventerai. Sebbene potresti non accorgertene fino a quando non sarà qualcun altro a fartelo notare!

Parte 4
Allenare il Tuo Cervello

  1. 1
    Accetta semplicemente che così è la vita. Non si tratta di essere ingiusta, di fare schifo o di essere meravigliosa e dipinta di arcobaleni; si tratta semplicemente di essere così. Non c'è modo di cambiarla, non ci si può fare niente. Tu esisti, perciò lei esiste. Non c'è niente di elaborato, romantico o terribile in merito. Questo è l'atteggiamento mentale che devi imparare ad assumere. Quando niente ha importanza, quando nulla ha un significato, le emozioni si affievoliscono.
    • Realmente, cosa è degno di una dimostrazione di emozioni? L'amore? È passeggero. È ovunque e per nulla esclusivo. E spesso è avvolto da una motivazione egoista o sessuale. Bambini? Potrebbe essere meglio non avervi a che fare. Convinciti che non ci sia alcun senso, la vita è semplicemente così, in questo modo sarà tutto un po' più facile.
  2. 2
    Pensa al bene della comunità, non dell'individuo. E' molto più difficile essere emotivamente coinvolti se sei concentrato sugli altri. Nelle comunità individualiste, l'io diventa fondamentale, alle spese del senso di comunità. Questo può far sì che il nostro coinvolgimento emotivo sia eccessivo, perché siamo concentrati solo su noi stessi.
    • Creare connessioni con le altre persone è salutare e dà allegria. Aiutando gli altri, facendo volontariato, passando del tempo a fare da mentore o guidare altre persone, condividendo le tue conoscenze con le altre persone della tua comunità, scoprirai che le tue emozioni non ti travolgeranno più.
    • Concentrandoti sugli altri, lascerai meno tempo e spazio alle emozioni, che non ti porteranno più all'inattività o allo stress. Quando gli altri faranno affidamento su di te, troverai il coraggio di andare avanti e di smettere di crogiolarti nelle tue emozioni.
  3. 3
    Crea delle nuove mappe di pensiero. Secondo l'esperto di neuro-leadership David Rock, è molto difficile riconfigurare i nostri percorsi neurali. E' molto più semplice crearne di nuovi. La buona notizia è che le nuove connessioni, i nuovi modi di pensare, saranno più forti, perché sono più freschi.
    • Invece di sprecare tempo a cercare di superare la tua visione di te come una persona triste, senza speranza e senza futuro, crea una nuova immagine di te, come persona ispirata, ambiziosa ed eccitante.
    • Usa tutte le tue energia per creare queste nuove mappe di pensiero con azioni che confermino oggettivamente che sei quella persona. Con la pratica creerai nuovi circuiti neurali, e riuscirai a ignorare le tue vecchie convinzioni, quelle che ti hanno tanto turbato emotivamente.
  4. 4
    Monitora anche le tue emozioni positive. Qui si tratta di essere privo di emozioni, e purtroppo ciò include anche il lato positivo dello spettro. Pertanto quando tua mamma acquista i biglietti del concerto che desideri vedere o quando il tuo migliore amico entra nella stanza, riconosci la persona o il gesto, ma non dare libero spazio ai sentimenti. Sorridi e sii grato, ma limitati a questo.
    • Se realmente vuoi apparire impassibile, non dovrai mostrarti eccitato o entusiasta in merito a nulla. La buona notizia qui è che se non c'è niente in grado di renderti felice, niente è realmente in grado di renderti triste. Semplicemente dimorerai in una neutralità di base in merito a ogni cosa.
  5. 5
    Lascia andare ciò che non puoi cambiare. Potresti sentirti arrabbiato o impotente, perché non puoi cambiare una situazione, ma devi saper riconoscere la tua rabbia per poterla sfogare. Impegnati a cambiare quello che puoi, in modo da dirigere la mente in una direzione positiva, anziché impantanarti nella tristezza.
    • Pensare positivo getta le basi per l'emozione. Sebbene questa sia in tutto e per tutto un'opzione, valuta di non pensarci affatto. Il cervello umano è in grado di disinnestarsi. Quindi se il tuo scopo è quello di essere interamente neutrale, non pensare positivo o negativo. Sperimenta l'opzione di spegnerti completamente.

Consigli

  • Non considerare coloro che ti criticano. Limitati a rivolgergli uno sguardo annoiato per mostrare il tuo disinteresse.
  • Molte persone si sentono meglio dopo aver pianto, perché è un meccanismo fisico per mettere in ordine fra le tue emozioni. Se ti fai sopraffare dalle emozioni al lavoro, difficilmente potrai metterti a piangere davanti a tutti. Prova a darti un pizzicotto molto forte sulla pelle tra il pollice e l'indice. Sarai sorpreso dell'efficacia di questo metodo nel fermare le lacrime.
  • Per avere più informazioni in merito agli studi su come usare la logica per modificare le reazioni alle emozioni, fai delle ricerche sulla Terapia Cognitiva Comportamentale. La comunità scientifica considera questa terapia uno strumento efficace per cambiare il modo di pensare.

Avvertenze

  • Tagliarti o ferirti (es: tagliandoti i polsi o stringendoti con forza) non è un'opzione utile a rilasciare il tuo dolore interiore. Non solo ti farà del male e potrà lasciarti delle cicatrici permanenti, ti trasporterà in un modo ancora più oscuro in cui ti sentirai perfino peggio.
  • Se ti farai sopraffare dalle tue emozioni e non riuscirai a fermarle, potrai soffrire di depressione, ansia o di un'altra patologia. Non attendere altro tempo e consulta subito uno psichiatra. Prima ti farai aiutare, prima avrai accesso a quegli strumenti che sapranno aiutarti durante il resto della tua vita.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Be Emotionless, Português: Não Mostrar Emoções, Español: ser poco emocional, Deutsch: Emotionslos sein, Français: rester impassible, Русский: быть беспристрастным, 中文: 不被情感控制, Čeština: Jak se zbavit všech emocí, Bahasa Indonesia: Menjadi Tanpa Emosi, Nederlands: Je emoties de baas blijven, العربية: التحكم في مشاعرك, ไทย: เป็นคนไร้ความรู้สึก, 한국어: 감정을 절제하는 방법, हिन्दी: भावनाहीन बनें, 日本語: 感情を抑える, Tiếng Việt: Gạt bỏ cảm xúc

Questa pagina è stata letta 28 961 volte.
Hai trovato utile questo articolo?