Come Convincere un Ateo a Farsi Cristiano

In questo Articolo:PreparazioneDiscussioniObiettivi a Lungo Termine6 Riferimenti

Gli disse Gesù, Io sono la via, la verità e la vita: nessuno viene al Padre se non per mezzo di me (Giovanni 14:6).

La conversione al cristianesimo è un atto bellissimo che richiede l'accettazione di Gesù come unico modo per salvarsi. Come Cristiano probabilmente sei preoccupato per un amico ateo che non ha accettato Cristo nel suo cuore. Ecco una guida per persuadere un ateo a diventare un cristiano.

È importante ricordare che un ateo ha bisogno di accettare Cristo nel suo cuore per diventare cristiano. Questo atto non è qualcosa che può essere imposta da qualcuno. Ad un certo punto, dovrai accettare e rispettare la sua decisione se sceglie di non essere salvato in Cristo.

Non coverai odio nel tuo cuore contro il tuo fratello ma ama il tuo prossimo come te stesso. (Levitico 19:17-19)

1
Preparazione

  1. 1
    Mettiti nei panni del tuo amico. Qualcuno può ritenere vere le proprie idee quindi portarlo ad una conversione può essere considerata una mancanza di rispetto. Non puoi obbligare nessuno a credere in Dio. Se una persona è interessata a discutere del Vangelo, allora assecondala. Però non usare quest'occasione per riempire ogni dettaglio con ciò in cui tu credi. Diventeresti irritante e sarebbe controproducente. Inoltre scegli un luogo appropriato. Fare una discussione religiosa sul luogo di lavoro ad esempio non è etico.
  2. 2
    Prepara la tua fede alla sfida. Potresti doverti confrontare con argomentazioni ben strutturate. Molti atei che sono interessati al cristianesimo sono in grado di spiegare l'evoluzione o la teoria del Big Bang o altre specifiche in modo molto comprensibile. Possono fare riferimento a certe prove scientifiche a supporto di queste teorie. Prima di avviare una discussione devi aspettarti un'ortodossia scientifica con prove a loro favore.
  3. 3
    Preparati ad una chiacchierata onesta. Mostra interesse in ciò che ti dice il tuo amico. Se il tuo unico interesse è convertire qualcuno, non avrai un pubblico caloroso. Se vuoi convincere qualcuno prima devi dimostrare un interesse genuino nei suoi confronti. Se ti trovi a insistere per parlare più che ad ascoltare, forse non è il caso. Ricorda che dovrebbe essere uno scambio di idee alla pari, non una lezione sul cristianesimo.
  4. 4
    Conosci il cristianesimo. Se sei cristiano e credi che la Bibbia sia la parola diretta di Dio, l'hai letta e assieme a essa conosci anche il vangelo? In caso contrario potresti scoprire il tuo interlocutore ne sappia più di te. In fondo anche quell'ateo vive in un mondo religioso. Ha cercato di difendere ciò in cui crede più di un cristiano che vive nella stessa società.
  5. 5
    Impara le tesi degli atei. Se devi presentare una tesi a supporto di ciò in cui credi, rivedi le parole dell'ateo sull'argomento. In questo modo l'ateo proverà interesse e rispetto per ciò che pensa l'altro. Puoi provare a fare delle ricerche su the About.com atheism FAQ or Positive Atheism.

2
Discussioni

  1. 1
    Abbi una discussione aperta. Sii sempre onesto. Potresti finire col fare qualcosa di irreparabile per la tua amicizia se lasci che le emozioni conducano la conversazione al posto del cervello. Dovresti essere sempre civile, positivo e cordiale. Mai interrompere, accusare di mentire o dire cose maliziose per arrivare al punto.
    • Sii onesto se senti che il tuo essere cristiano viene preso in giro. Porta rispetto all'ateo ma anche tu dovresti riceverlo. La discussione non deve diventare una lite o accendersi nei toni fino a scaldare gli animi. Non accettare qualcosa detto con "spirito negativo" senza che la persona sappia come ti senti. Tuttavia, per quanto meriti rispetto, le tue idee devono meritarlo. Non irrigidirti quando ciò in cui credi viene messo in discussione. Inoltre considera che la presa in giro può avere un lato serio al quale indirizzarsi. Non pensare che le repliche siano sempre negative. Prima di reagire accertati di capire il ragionamento e mantieni un atteggiamento tranquillo e comprensivo.
    • Allo stesso modo non prendere in giro ciò in cui crede l'altro. Evita una risposta standard per chiudere il discorso (come "Beh, non è da veri cristiani") quando ti viene chiesta un'opinione su chi maltratta la fede (spesso politici, evangelisti, predicatori stessi ecc.). Si chiama falsa ambiguità e verrà a galla appena si inizia a parlare. Evita di accampare scuse per queste persone perché spesso sono responsabili di discriminazioni nei confronti del resto della società per ciò che essi stessi hanno fatto. Mai difendere l'ipocrisia o fingere che non esista nella tua fede. Riconosci invece che le persone sono fallibili e possono utilizzare la loro volontà per fare scelte sbagliate o del male agli altri, ma reitera il concetto che non sono necessariamente cristiani.
  2. 2
    Stabilisci un linguaggio comune. Non convincerai un ateo che ciò in cui credi ha valore se usi assunti ai quali l'ateo non crede. Devi stabilire definizioni comuni e non giocare con la semantica per affermare la tua tesi. Quando c'è una discussione, è meglio parlare la stessa lingua. Questo significa che dovrai fare marcia indietro e usare il ragionamento laico per consolidare le tue idee teologiche.
  3. 3
    Domanda al tuo amico perché è ateo. Non ha mai creduto all'esistenza di un creatore che lo ama? È accaduto qualcosa che lo ha fatto soffrire durante la sua vita o per caso ritiene che i capi religiosi siano troppo ipocriti? O magari ha semplicemente scelto di credere nella scienza? Quale che sia la ragione, devi arrivare al cuore delle sue convinzioni.
    • Non dare per scontato di sapere perché e per come. Non chiedere se non crede in Dio perché lo ha fatto arrabbiare. È una domanda che non ha senso e ostacolerà la discussione.
  4. 4
    Discuti i canoni della cristianità. Ricorda: "né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa."(Matteo 5:15-16). Citare la Bibbia ad ogni piè sospinto è controproducente, ma dire "Ringrazio Dio per [qualunque cosa]" può andare bene. Ricordati anche che un ateo non concorda di default sul fatto che la Bibbia sia una fonte valida di informazioni. Dovrai prima dimostrarglielo.
  5. 5
    Spiega perché pensi che la cristianità aiuti le persone a vivere meglio. Può essere utile parlargli delle persone che hai incontrato in chiesa. Quando enumeri le loro buone qualità, includi il fatto che sono "religiosi" come nota marginale. Il loro fervore non impressionerà un ateo.
    • Fornisci delle motivazioni per sostenere la fede che non riguardino la tua esperienza personale. Un ateo può volere delle prove tangibili, non solo parole sulla fede. Dovrai offrire fatti concreti e riflessioni di derivazione scientifica. Ciò a cui credi si bassa sulla fede, i cristiani amano la venerazione di cose immateriali e questo non è una prova per chi non crede. In realtà, avere fede può essere prova per un ateo che non ci si basa sui fatti.
  6. 6
    Usa la logica e la ricerca a tuo vantaggio. Ricorda che alcuni aspetti di Dio e della sua esistenza non possono essere spiegati secondo logica, ma nemmeno l'origine della vita può essere chiarita nella sua totalità. Prima di provare a inveire contro le teorie scientifiche, come l'evoluzione e il Big Bang, imparale bene. Acquisisci una prospettiva parallela a quella religiosa. Pensa che molti cristiani sono a loro agio con le teorie scientifiche moderne perché non mettono in dubbio il fulcro della loro fede in Dio. Gli atei tendono a conoscere molto bene le idee scientifiche e ti metteranno all'angolo con la scusa che le tue argomentazioni sono roba vecchia.
    • Le teorie umane non dimostrano che Dio esiste o meno. Tuttavia, non coincidono con il tuo pensiero sull'origine della vita, sul concetto di mondo "ideale" o sullo svolgimento del Big Bang. Loro hanno già deciso su tutto questo. Il fatto che non sappiamo tutto sull'origine della vita non dimostra ai non credenti che Dio l'abbia creata (Dio è sempre il punto di rottura). Però se non ascolti la sua visione sulla "scienza", l'ateo tende a chiudersi su qualsiasi altro argomento.
    • Riconosci alla mente umana capacità straordinarie. Discuti sul fatto che i cervelli lavorano con fede, opinioni e tante altre cose che vanno oltre la logica intellettiva e teorica. Se non ne sai molto, evita di dimostrarti esperto. Gli atei possono saperne molto sugli argomenti scientifici. Quando affronti cose che vanno al di là della tua comprensione, la fede nel sovrannaturale ti dona serenità, ma questo non vale per i non credenti.
  7. 7
    Sii pronto a usare contro prove affidabili. Le prove degli atei solitamente derivano da altri scienziati atei che mostrano i loro risultati in modo specificamente concepito per sbugiardare l'esistenza di Dio, quindi usa alcune ricerche di scienziati cristiani per fare il contrario.
    • Non usare false prove ovvie (es. l'enorme complessità). Sono concetti già conosciuti e un ateo abituato a questo tipo di discussione li conosce e può confutarli senza nemmeno ascoltarti.
    • Se non sai come rispondere a qualcosa, non replicare semplicemente che è Dio il responsabile. "Non lo so" è preferibile per qualunque ateo piuttosto che un riconoscimento al creatore.

3
Obiettivi a Lungo Termine

  1. 1
    Dai consigli pratici presi dalla Bibbia come quelli dei Proverbi. Ricorda che potrebbe non funzionare dato che state discutendo proprio di quello. Non dimenticare di citare le Scritture stesse; in questo modo l'ateo saprà che non sono parole tue, ma che le stai presentando come il pensiero di Dio.
  2. 2
    Vai piano. Non mettere pressione al tuo amico finché non sarà del tutto a suo agio con te, in modo che sia disposto ad ascoltare le tue opinioni ritenendoti un "vero amico" che, casualmente, è anche religioso.
  3. 3
    Lascia che il tuo amico cerchi di convertire te. Si incuriosirà sulla tua fede specie se non è stato cresciuto nel cristianesimo. E se questa persona si sente a proprio agio, sarà portato a fare domande e pungolarti come un bambino curioso: hai litigato? Sei arrabbiato? Perché? Meno stai sulla difensiva e più ragionevole sembrerai. Se ti diverti anche gli altri si divertiranno.
  4. 4
    Invita l'ateo nel luogo di culto. Non devi chiedergli subito di venire alla messa domenicale, ma un evento di beneficenza organizzato dalla chiesa, ad esempio, si può considerare un terreno neutrale. Se inviti un ateo ad una funzione religiosa, digli cos'è. Non cercare di ingannarlo. Fallo spesso, presentando il tuo amico ad altre persone che frequentano la parrocchia. Fallo sentire bene anche con gli altri.
  5. 5
    Aspetta. Valuta se questa persona sviluppa interesse nella frequenza del luogo di culto. Puoi estendere l'invito in modo diretto, ma sarebbe meglio se lo facesse per curiosità personale, sentendosi sereno. Non spingerlo troppo. Più sarà lui ad avvicinarsi e migliore sarà il risultato.
  6. 6
    Persisti. Mostra pazienza e perdono quando vieni sfidato ad avere nuove prospettive in questo campo. Tuttavia, sii comprensivo: la tua visione del mondo può essere estranea ad un ateo.
  7. 7
    Se il tuo amico si sente a proprio agio, prega il Signore oppure prega Gesù ad alta voce davanti a lui. Se il tuo amico ascolta, prega Dio affinché lo benedica e lo aiuti ad avvicinarsi alla fede. Ricorda: Dio porta a sé le persone tramite il vangelo, lo Spirito Santo le purifica e Gesù le salva con la grazia, attraverso la fede. È un regalo di Dio, perché sei stato creato in Cristo Gesù per compiere questa missione che Dio ti ha affidato.[1]

Consigli

  1. Prega Dio in privato. La maggior parte degli atei è stata avvicinata da molte persone. Un ateo tende a considerare un cristiano estremamente seccante e presuntuoso. Terminare un tentativo andato a male di conversione con la frase "Pregherò per te" spesso è visto come un pessimo ultimo sforzo. E manda a monte il tuo scopo. Un cristiano crede che alla fine tocchi a Dio decidere di convincere le persone a seguirlo (Giovanni 6:44, 16:13). La Bibbia dice anche che un cristiano dovrebbe "pregare in solitudine" (Matteo 6:5-6). Questo significa che non dovrai farlo in pubblico per impressionare qualcuno. Se Dio risponderà alle tue preghiere e convincerà l'ateo, allora lo farà sia che l'ateo ascolti o no.
  • Usa gli esempi di altre persone che erano atee o che avevano bisogno della prova di Dio:

    Aru voleva una prova della cristianità [2] e

    Rita era un'atea che divenne cristiana.[3]
  • Ricorda che alcuni atei sono stati cresciuti nella fede cristiana scegliendo poi di discostarsene. Quindi non dare per scontato che un ateo non comprenda o non sappia nulla del cristianesimo. Se ti interessa c'è la categoria: Ateismo anche su wikiHow.
  • Se vivi in un paese particolarmente cristiano, allora quasi sicuramente non sarai il primo che prova a convertire un ateo. La maggior parte dei tentativi saranno stati probabilmente coercitivi e stereotipati. Impara ad "essere cristiano" piuttosto che a "parlare da cristiano."
  • In Giovanni 1:5 si dice: "Dio è luce e in lui non c'è oscurità". Sappiamo che l'oscurità è l'assenza di luce. La luce spesso rappresenta la comprensione e l'oscurità la sua mancanza. La luce veicola energia. Dio è un tutto, inclusa conoscenza ed energia oltre che realtà.
  • È possibile che il tuo ruolo nell'eventuale conversione serva come controprova per l'incredulità degli atei.
  • Non recitare argomentazioni a memoria. La conversione da manuale non funziona mai.
  • Non dare per scontato che il tuo amico creda in Dio dentro di sé. Probabilmente gli è stato detto che gli atei ce l'hanno con Dio o non credono per via di ciò che è stato fatto proprio in nome di Dio. Non è universalmente vero. Gli atei sono persone che sono arrivate alla conclusione che Dio non esiste. Pensare di saperne di più può insultare il tuo amico.
  • Per aiutare qualcuno a convertirsi, domandagli di considerare l'accettazione di assoluti come il "bene" e il "male". Il tuo amico non crederà, avrà dei dubbi o delle domande e ci vorranno mesi o anni di gentilezza per arrivare a lui.
  • Un modo per incoraggiare qualcuno a credere in Dio è trascorrere molto tempo nella natura assieme a lui e apprezzarne le bellezze. Ad esempio uscite di sera a vedere le stelle e la luna. È difficile avere una vista così e non pensare a cosa può averla creata. Ricorda che tutti gli atei probabilmente accettano la causa senza dare spazio a quella di Dio. Se "tutto ciò che inizia e finisce ha una causa, l'universo ha iniziato ad esistere quindi l'universo ha una causa", allora nulla senza un inizio e una fine può essere descritto come "casuale".
  • Non sollevare con l'ateo la lista dei Dieci Comandamenti. Se vuoi parlare di moralità preparati a dargli motivi non religiosi a sostegno delle tue idee.
  • Fai una ricerca sull'Argomento Cosmologico Kalam. È usato dalla religione islamica per discutere l'esistenza di Dio. Anche se non sei musulmano può comunque aiutarti, perché alcuni credono che fornisca argomenti nei quali c'è bisogno dell'esistenza di un Dio. Wikipedia ha un eccellente articolo al riguardo.
  • Ascolta con attenzione le preoccupazioni e le riserve del miscredente. Cerca di comprendere i suoi motivi, poi discuti direttamente di questi argomenti.
  • Enfatizza quella verità comprovabile invece dei dogma non verificabili e cercate di scoprire insieme quale sia davvero la verità, con onestà e integrità. Se ti dimostri aperto e comprensivo rispetto a ciò che crede il tuo amico, guadagnerai il suo rispetto.
  • Dai sempre l'esempio cristiano nella tua vita. Alcuni atei rifiutano la religione a causa della loro percezione (spesso giustificata) di ipocrisia o malvagità dei cristiani. Ricorda che ci sono innumerevoli esempi negativi nella cristianità, a partire da Ted Haggard per finire con tutti quelli che sono pedofili. Spiega che un cristiano malvagio non li rende tutti tali, ma sappi che l'ateo avrà sempre degli argomenti con cui ribattere. Contemporaneamente, comprendi che ci sono molte persone di alta moralità che sono atee o agnostiche: non sempre serve la religione per avere un comportamento "decente".
  • Mostra il cristianesimo in modo pratico attraverso i tuoi successi e le amicizie. Se un tuo amico vede fattivamente che essere parte di una chiesa è come acquisire tante nuove famiglie che gli dimostrano amore e ammirazione, allora saprà dove rivolgersi nei momenti difficili. Tuttavia, nota che gli atei tendono ad avere ugualmente tanti amici, famiglie e colleghi.
  • Queste cose richiedono tempo e pazienza. Non cercare di mettere fretta al tuo amico, non importa quanto tu voglia convincerlo.
  • Mai ingannarlo. Mai mentire. Quando inviti un ateo ad una funzione cristiana, deve sapere che sarà un evento religioso. È una funzione, una messa o solo una lettura della Bibbia?
  • Impara la geologia e l'evoluzione; non cercare di discutere che la realtà fisica è sbagliata. La maggior parte dei cristiani accettano che l'evoluzione è un fatto scientifico e si rendono conto che non c'è conflitto con la fede.
  • Non evitare libri scritti da atei. Non sono parziali rispetto a Dio ma cercano di presentare semplicemente dei fatti.

Letture Consigliate

  • Le seguenti riguardano come comunicare il credo cristiano e possono aiutare a gestire studenti atei:
    • Help! I'm a Student Leader di Doug Fields - con suggerimenti, idee, teorie ed esempi, oltre a note scritte da studenti alla fine di ciascun capitolo. Publisher: Zondervon, ISBN: 0310259614.
    • Max Q di Andy Stanley e Stuart Hall -il titolo fa riferimento al picco nella navetta durante il punto critico di accelerazione Wikipedia: Max Q. Parla di come affrontare lo stress della vita nelle figure delle tentazioni e delle altre fedi mentre si cerca di "accelerare" seguendo Cristo. Publisher: Howard Books, ISBN-10: 1582291780. C'è anche libro gemello disponibile: Max Q Student Journal con domande e suggerimenti per il giornalismo.

Avvertenze

  • Come prima cosa, ricorda che ci sono molte probabilità di fallire nel tentativo di conversione. Ma non farti scoraggiare. Puoi continuare a provare o accettare ciò in cui crede la persona e rimanerne amico (o parente). Cerca di non perdere un amico che stimi solo perché non crede in Dio.
  • Non importa quale sia la tua religione: una persona deve essere persuasa ma non trattata crudelmente o come se avesse fatto qualcosa di male.
  • In alcune culture, l'atto della conversione potrebbe essere sia poco etico o, come in Arabia Saudita, illegale.
  • Considera come risponderesti a qualcuno che cerca di persuadere te a smettere di credere. Sii gentile mentre cerchi di persuadere un ateo perché ciò in cui crede il tuo amico è tanto importante quanto le tue convinzioni. Molti atei non considerano la loro mancanza di fede fondamentale per definirsi. Sono più preoccupati dal modo di agire e dall'etica piuttosto che dalla mancanza di fede. Tuttavia è comunque una parte importante, se non la più importante, del loro essere.
  • Quando parli di convinzioni profonde, le persone possono arrabbiarsi o diventare emotive. Se possibile, cerca di parlare loro quando sono abbastanza pronte e aperte alla discussione, e possibilmente quando entrambi siete di buon umore. Alcuni atei preferiscono discutere in forma scritta. Se il tuo amico diventa troppo emotivo prova a passare allo scritto.
  • Non fare un tentativo ogni volta che vi trovate assieme. Diventerebbe snervante per entrambi e lui inizierebbe ad evitarti perché a nessuno piace essere visto come un "progetto di conversione".
  • Ricorda anche che la maggior parte degli atei ascolterà qualsiasi suggerimento di conversione ma avrà una scarsa opinione di te.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 166 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Filosofia & Religione

In altre lingue:

English: Persuade an Atheist to Become Christian, Español: persuadir a un ateo a ser cristiano, Português: Persuadir um Ateu a se Tornar Cristão, Русский: убедить атеиста стать христианином, Français: convaincre une personne athée de se convertir au christianisme, Deutsch: Mit einem Atheisten über das Christentum sprechen, Bahasa Indonesia: Meyakinkan Orang Ateis untuk Menjadi Kristen, 한국어: 무신론자에게 기독교 전도하는 법, Nederlands: Een atheïst tot het christendom bekeren

Questa pagina è stata letta 24 134 volte.
Hai trovato utile questo articolo?