Come Convincere un Bambino a Sentirsi Valorizzato

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC

In questo Articolo:Trattare Tuo Figlio con RispettoDimostrare che cosa Significa Essere Valorizzati12 Riferimenti

Non esiste la ricetta giusta perché un bambino si senta apprezzato. È più probabile che avvenga se viene trattato con rispetto e un adulto dimostra un reale interesse per quello che pensa, prova e vive. Definendo dei limiti sani e comportandoti con coerenza, riuscirai a fare in modo che si senta valorizzato.

Parte 1
Trattare Tuo Figlio con Rispetto

  1. 1
    Trascorrete del tempo insieme. È assolutamente fondamentale se vuoi dimostrare a un bambino che dai valore alla sua persona. Trova il modo di trascorrere momenti speciali da solo con lui. Questo rinforzerà il rispetto e la confidenza e ti permetterà di capire meglio i suoi desideri e le sue esigenze.[1]
    • Non è necessario che siano attività impegnative. Potete passare il vostro tempo insieme semplicemente passeggiando, mangiando un panino al parco o recandovi nei posti che preferite.
    • È più probabile che ti parli di ciò di cui ha bisogno se si sente a suo agio.
  2. 2
    Fagli sapere che gli vuoi bene. Un bambino ha bisogno di ricevere rassicurazioni sul fatto di essere amato dagli adulti che lo circondano. Si tratta di un amore incondizionato, non soggetto a giudizi né riserve di sorta.[2]
    • A volte i bambini dei genitori divorziati hanno bisogno di ulteriori conferme riguardo al fatto di essere amati.
    • Sebbene tu sia orgoglioso dei successi di tuo figlio, assicurati di trasmettergli il tuo affetto indipendentemente da quanto sia buona la sua pagella.
  3. 3
    Parla con lui regolarmente. Aggiornandoti sulle sue attività quotidiane, gli dimostrerai che ti sta a cuore tutto quello che fa nella vita. Parlando con un adulto, svilupperà anche un senso di maturità più spiccato. Rivolgigli una serie di domande per mantenere viva la conversazione.[3]
    • Evita di fare domande retoriche — potrebbe non essere in grado di interpretarle.
    • Concentrati invece su domande aperte, perché gli faranno capire che sei interessato a quello che ha da dire.
  4. 4
    Incoraggialo a parlarti in maniera dettagliata. I bambini non hanno la capacità di esprimersi senza un po' di incoraggiamento. Se vuoi che tuo figlio condivida le sue esperienze, aiutalo chiedendogli per esempio: "E poi che cosa è successo?" oppure "Dimmi di più!"[4]
    • Invitandolo a confidarsi ulteriormente, gli dimostrerai che tieni in considerazione il suo punto di vista.
    • Le espressioni che "estendono" la conversazione (o "conversation extenders" in metalinguistica) gli danno un esempio di come può rivolgersi a un coetaneo o un adulto per chiedere maggiori informazioni e lo aiutano a migliorare la capacità di descrivere le sue esperienze.
  5. 5
    Dimostragli rispetto. Ascoltando tuo figlio mentre ti parla di quello che ha fatto durante il giorno o quando passate dei momenti speciali insieme, dimostrerai rispetto nei suoi confronti. Non mettergli fretta quando deve rispondere e non dargli l'impressione che sei troppo occupato per prestare attenzione. Affinché si senta apprezzato, fagli capire che dai priorità al tempo che trascorri con lui.[5]
    • Consentigli di rispondere alle domande che gli vengono rivolte. Evita di "riempire i buchi" quando parla. Ad esempio, non rispondere alle domande che gli vengono poste, dicendo ad esempio: "No, Giulio non gradisce i popcorn. Non gli sono mai piaciuti!". Piuttosto, rivolgiti a lui chiedendogli: "Giulio, la mamma del tuo amico vuole sapere se vuoi i popcorn. Che dici?".
    • Il fatto di astenersi dagli insulti e da un linguaggio scortese è un altro segno di rispetto.
  6. 6
    Rispetta le sue capacità. Se lo scavalchi facendo quello che è in grado di fare da solo, penserà che dubiti delle sue capacità. Dimostragli piuttosto che apprezzi quello che riesce a fare per conto suo. Ad esempio, se ha 3 anni, invece di infilargli il cappotto, dagli il tempo perché lo faccia da sé.[6]
    • Facendo le cose al suo posto, alimenterai in lui una sensazione di impotenza nel corso del tempo.
    • Ricorda che esistono differenze culturali sullo sviluppo infantile e bada bene di rispettarle. Per esempio, in alcune culture si insegna l'uso delle posate fin da giovanissima età, mentre in altre è concesso ai bambini di continuare a mangiare con le mani.
  7. 7
    Consentigli di imparare dai suoi errori. Insegnare a essere indipendente vuol dire consentire un margine di errori più ampio. È naturale quando si apprende qualcosa di nuovo. Poiché i bambini riflettono in termini pratici, per il loro processo di apprendimento è importante che si rendano conto che ogni azione comporta delle conseguenze.[7]
    • Dimostrando a un bambino che ti fidi di lui quando deve fare una scelta e che sei convinto che saprà fare tesoro dei suoi errori, capirà che dai importanza alla sua indipendenza.
    • Assicurati che le conseguenze non comportino eccessivi rischi per la sua incolumità fisica o emotiva. Ad esempio, se sta imparando a guardare in entrambe le direzioni prima di attraversare la strada, è ovviamente meglio proteggerlo se si trova in un incrocio abbastanza trafficato. Tuttavia, è una buona idea consentirgli una certa autonomia man mano che impara a osservare entrambi i sensi prima di attraversare la strada insieme a te.
  8. 8
    Dagli delle scelte. È importante fare in modo che abbia delle scelte per dimostrargli che apprezzi i suoi gusti. Le scelte che deve avere di fronte dovrebbero essere tutte ugualmente valide; vale a dire che non devi presentargli opzioni che non puoi soddisfare o che sei certo che non prenderà in considerazione. Quindi, offrigli una serie di alternative papabili.[8]
    • È preferibile evitare che abbia troppe possibilità di scelta. In genere, 2-3 sono sufficienti.
    • Offrendogli opzioni che non sceglieresti, incoraggerai il suo senso di indipendenza.

Parte 2
Dimostrare che cosa Significa Essere Valorizzati

  1. 1
    Sii coerente. Per essere coerenti è necessario che le aspettative e le regole stabilite siano valide sempre e in qualsiasi posto. La coerenza offre al bambino una sensazione di benessere, sicurezza e protezione. Gli insegna a essere responsabile delle sue azioni e lo aiuta a rispettare limiti certi.[9]
    • Se non sei coerente, gli comunicherai che non hai a cuore le sue esigenze.
    • Le abitudini quotidiane della famiglia offrono al bambino un forte senso di sicurezza. Se si basano sulle sue esigenze, si sentirà più facilmente apprezzato.
  2. 2
    Dimostra che hai a cuore il tuo benessere personale. Affinché un bambino impari che cosa significa essere apprezzati, è importante offrire un esempio di come ci si prende cura di sé. Occuparsi della propria salute, della propria igiene, delle proprie esigenze psicologiche ed emotive fa parte della cura del proprio benessere personale.[10]
    • Allontanati dalle situazioni in cui vieni molestato, trascurato o maltrattato.
    • Se hai bisogno di più informazioni su come puoi prenderti cura di te stesso, chiedi aiuto a un amico o un medico.
  3. 3
    Stabilisci limiti appropriati. Affinché un bambino si senta valorizzato, deve anche sentirsi protetto. Questo senso di sicurezza proviene da adulti dai limiti chiari e netti. Gli adulti sono tenuti a strutturare con giudizio la vita dei bambini e fornire loro sostegno.[11]
    • Questo non vuol dire che non puoi divertirti con tuo figlio, ma devi essere comunque disposto a interrompere un gioco piacevole per salvaguardare la sua incolumità.
    • Considera il suo carattere. Alcuni bambini potrebbero avere bisogno di una struttura più "robusta" perché si sentano protetti. È importante soddisfare le esigenze specifiche in base alle circostanze.
  4. 4
    Concentrati sui comportamenti sbagliati anziché biasimarlo. Fai sapere a tuo figlio che, sebbene il suo comportamento sia stato inaccettabile, gli vuoi sempre bene e che lo ami indipendentemente da tutto. Chiunque può commettere errori, prendere decisioni sbagliate, giudicare frettolosamente. Se sta cominciando a sentirsi apprezzato, imparerà anche a fare questa distinzione.[12]
    • Ricordandogli che avrà altre occasioni per fare scelte migliori, lo incoraggerai a imparare.
    • Se non smette di comportarsi male, pensa a come puoi trovare un rimedio. Se tendi a interagire con lui quando assume questo tipo di comportamento, può darsi che stia cercando di attirare la tua attenzione con atteggiamenti sbagliati.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.

Categorie: Genitori

In altre lingue:

English: Make a Child Feel Valued, Español: hacer que un niño se sienta valorado, Tiếng Việt: Khiến một Đứa trẻ Cảm thấy Được yêu thương, Bahasa Indonesia: Membuat Anak Merasa Dihargai, Français: amener un enfant à se sentir valorisé, Русский: помочь ребенку почувствовать, что его ценят, العربية: جعل الطفل يشعر بقيمته

Questa pagina è stata letta 657 volte.
Hai trovato utile questo articolo?