Come Convincere un Cristiano a Diventare Ateo

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Ricercare il Sistema di CredenzeIntavolare una Conversazione9 Riferimenti

La fede religiosa è un argomento molto personale che affonda le sue radici nel modo in cui un individuo è stato educato e nelle sue emozioni. Le convinzioni personali aiutano a dare un senso al mondo e forniscono delle linee guida per relazionarsi con gli altri. Ogni persona ha il diritto di credere in ciò che vuole e mancare di rispetto a coloro che non condividono le stesse opinioni non rende merito né a te né a loro. In certi casi, potresti però pensare che una determinata convinzione sia pericolosa. Iniziare una normale discussione teologica può aiutare l'amico a cambiare idea e perfino a modificare il tuo modo di pensare. Ricorda solo che si tratta di un processo lungo.

Parte 1
Ricercare il Sistema di Credenze

  1. 1
    Informati. Leggi tutto quello che puoi su ateismo, Cristianesimo e storia delle religioni. Devi documentarti su entrambe le posizioni opposte, sia sulle convinzioni degli atei sia su quelle dei cristiani, oltre che su altri sistemi di credenze e religioni. La morale e i valori sono condivisi da parecchie credenze, diventando quindi un terreno comune indispensabile per la discussione.
    • Esistono molte fonti di ricerca online che possono aiutarti a documentarti sulle varie religioni, fra cui podcast e lezioni audio e video.[1]
  2. 2
    Leggi e comprendi il testo sacro, dalla prima all'ultima pagina. La discussione e gli argomenti persuasivi non possono essere costruiti sul nulla. Devi comprendere le origini delle convinzioni del tuo amico per costruire un dialogo fra i due sistemi di credenze.
    • La Bibbia è considerata una delle fonti letterarie più influenti della cultura occidentale e vale la pena leggerla, anche solo per i meriti narrativi.[2]
  3. 3
    Informati in merito ai comuni argomenti sollevati dai fedeli. Sebbene non sia possibile prepararsi per controbattere ogni congettura, dovresti imparare quelle più comuni e utilizzate dai difensori del Cristianesimo.
    • Fra queste si ricorda quella dell'universo finemente regolato, secondo cui il mondo supporta la vita in maniera tanto precisa che è impossibile che non sia stato studiato e generato da un essere superiore. Questa argomentazione contrasta direttamente con le conoscenze scientifiche in merito alle origini dell'universo.
    • Un altro argomento a favore della fede è la scommessa di Pascal, secondo cui tutti dovrebbero vivere nella convinzione che Dio esiste perché la posta in gioco è sfalsata. Se Dio non esiste, la nostra vita semplicemente finisce; tuttavia, se Dio esiste, il nostro comportamento durante la vita terrena determina come verremo ricompensati in eterno in paradiso oppure puniti nell'infermo. Questa argomentazione, sebbene intrisa di logica, solleva delle domande in merito all'onestà, alla moralità e alla grandezza dei poteri di Dio.[3]
  4. 4
    Prendi in considerazione le tue stesse superstizioni, leggende metropolitane e miti. Informati sul motivo per cui la gente crede a storie sostenute solo da prove aneddotiche. Imparare che la convinzione e la fede sono qualcosa che appartiene al campo della psicologia, ti permette di prepararti meglio a controbattere e comprendere i motivi per cui ti comporti in un certo modo in merito alle tue convinzioni.
    • Le leggende metropolitane come quella di Bloody Mary, per esempio, non sono sostenute da alcuna prova o fondamento scientifico e sono note per essere false. Tuttavia, si diffondono perché l'idea che un evento del genere possa esistere è divertente e seducente.
    • Queste storie o racconti nascono spesso da episodi reali o trattano di persone esistite realmente, ma la briciola di verità in esse contenute è stata stravolta o esagerata nel corso del tempo. La leggenda di Bloody Mary, per esempio, potrebbe far riferimento a Mary Worth, una donna impiccata per stregoneria, oppure a Maria I d'Inghilterra, che era nota per la sua spietatezza.[4]
  5. 5
    Studia le basi della fisica e della biologia. Alcune argomentazioni dei credenti si basano sulla cattiva interpretazione o sulla disinformazione in merito ai concetti basilari di fisica e biologia. Comprendendo il nucleo di questi argomenti, puoi smantellare i ragionamenti e i presupposti non scientifici.
    • L'evoluzione è l'argomento di dibattito più conosciuto fra cristiani e atei. La selezione naturale, il modo in cui le creature sopravvivono e muoiono sono degli ottimi punti di partenza per i tuoi studi.

Parte 2
Intavolare una Conversazione

  1. 1
    Lascia che l'interlocutore sollevi l'argomento. Aspetta che sia la controparte a iniziare la discussione. In questo modo, puoi schivare ogni accusa di avere attaccato il suo sistema di credenze per secondi fini. Resta calmo, risoluto e ragionevole; uno stereotipo comune che circonda gli atei è quello di essere arrabbiati e ostili.
    • Spiega i motivi per cui sei ateo e cosa significhi questo per te. L'obiettivo della conversazione è quello di dissipare tutte le convinzioni preconcette che entrambi avete delle reciproche convinzioni.
    • Ad esempio, potresti dire: "Credo che le persone abbiano la capacità di distinguere e scegliere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato grazie all'esperienza che accumulano nella vita".
    • Potresti anche argomentare: "L'essere umano è molto complesso e interessante – sono convinto che possa commettere degli errori, ma allo stesso tempo che possa imparare da essi senza che venga sorvegliato".
  2. 2
    Poni delle domande in merito alle convinzioni della controparte. Perché crede in una determinata cosa? A volte, basta dimostrare una falsa convinzione di tanto in tanto. Chiedi che ti spieghi qualcosa della sua religione che non riesci a comprendere, per coglierne il significato più profondo.
    • Puoi chiedere al tuo amico: "Come può Dio permettere che ci siano persone sulla Terra che muoiono di fame, mentre altre mangiano fin troppo?".
    • Un'altra domanda potrebbe essere: "Sono interessato all'opinione di un cristiano in merito al fatto che la Bibbia sia stata scritta da più persone. È difficile avere fiducia in così tanti resoconti diversi?".
    • Suggerisci all'interlocutore di porsi delle domande in merito agli avvenimenti quotidiani. Questa pratica può aiutare a trovare la verità e può diventare un'abitudine per cambiare idea.[5]
  3. 3
    Mantieni un approccio informale. Dimostra che l'ateismo non ha influenzato negativamente la tua vita. Se l'altra persona afferma che c'è la mano di Dio in ogni evento della sua vita, puoi controbattere con altri fattori che hanno avuto un ruolo importante, come le sue azioni o le abilità professionali.
    • Ad esempio, accedere a una facoltà universitaria molto esclusiva potrebbe indurre la persona a credere di avere ricevuto un dono divino, ma è stato il duro lavoro che questo individuo ha svolto che ha spianato la strada verso tale risultato. Per questa ragione, puoi dirgli: "Congratulazioni! Tutto l'impegno che hai riversato nello studio ti ha ripagato!".
  4. 4
    Evita gli errori di logica. Entrambe le parti di un dibattito sviluppano spesso delle argomentazioni sbagliate, affidandosi solo alla retorica senza neppure rendersene conto.
    • Gli errori informali più comuni sono i ragionamenti circolari che iniziano e sfociano nella stessa idea. Ad esempio: "La Bibbia non contiene affermazioni false; tutto ciò che c'è nella Bibbia è vero, di conseguenza la Bibbia contiene solo la verità". La seconda e terza parte dell'affermazione ripetono lo stesso concetto e non un'argomentazione di valore.[6]
  5. 5
    Socializza con l'interlocutore. Passa una giornata con un gruppo eterogeneo di amici che hanno varie esperienze differenti di vita. Entrare in contatto con il punto di vista e le filosofie degli altri ti permette di espandere il tuo pensiero.
    • Evita di proporre attività che possano mettere a disagio gli amici di particolari religioni, ad esempio delle feste selvagge o la visione di film violenti.
    • I giochi da tavolo, lo shopping o l'escursionismo sono attività perfette in cui tutti si divertono.
  6. 6
    Fornisci agli amici dei consigli pratici per i loro problemi. Fai riferimento alle tue esperienze personali per dimostrare che sono suggerimenti autentici. Se citano alcune perle di saggezza tratte dalla Bibbia, rispondi con delle citazioni altrettanto sagge di altri sistemi di credenza o di un personaggio storico.
    • Per esempio, se un amico non riesce a tenere il passo a scuola, puoi dirgli: "Ti capisco, anch'io ho avuto difficoltà con tutti i compiti. Hai provato a unirti a qualche gruppo di studio? Io ho creato un gruppo con dei compagni di classe e alla fine abbiamo portato a termine il lavoro in metà tempo!".
    • Quando l'amico vive un periodo di scarsa fiducia in se stesso, puoi offrire il tuo aiuto in questo modo: "Quando mi sento depresso, penso sempre a una grande frase buddista: Puoi esplorare l'universo alla ricerca di qualcuno che meriti il tuo amore e il tuo affetto più di quanto lo meriti tu e alla fine ti accorgerai che non esiste".
  7. 7
    Sappi quando indietreggiare. Non lasciare che le diversità di opinione e la discussione siano causa della fine della vostra amicizia; impara quando è il momento di lasciar cadere la conversazione.
    • Non alzare la voce. Un tono di voce alto indica spesso rabbia o può portare alla collera, che a sua volta può condurre la discussione fuori argomento. Se l'interlocutore inizia a urlare, smorza i toni della discussione.
    • Evita il contatto fisico. Un dibattito che diventa un'aggressione fisica non è più uno scambio di idee. Se tu o l'altra persona iniziate a strattonarvi, termina la conversazione e mantieni le distanze per un po' di tempo.
    • Parlare delle emozioni da cui originano i pensieri aiuta a creare un'atmosfera più pacifica e costruttiva. Dimostra all'interlocutore che sei spinto dalla premura, dalle buone intenzioni e che il tuo obiettivo non è quello di avere ragione in una discussione.[7]
    • Resta in tema. Se la discussione inizia a toccare altri argomenti, trasformandosi in un attacco personale o una serie di insulti, significa che è giunto il momento di interromperla.
    • Se l'amico si arrabbia o si sente ferito, fai un passo indietro e scusati. Anche se hai la sensazione di essere nel giusto, ferire i sentimenti di un altro non è lo scopo di una discussione e non vuoi certo mettere a rischio la vostra amicizia.
  8. 8
    Mantieni un atteggiamento aperto. Ascolta e comprendi il punto di vista dell'interlocutore; se la fede lo aiuta a sentirsi appagato e in pace, accetta questo fatto. Non danneggiare e non distruggere il senso di pace di un altro individuo.[8]

Consigli

  • Il rispetto deve essere reciproco; se vuoi riceverlo, devi dimostrarlo nei confronti del fedele.
  • Non esagerare. Modificare la propria fede è un processo estremamente personale, che per natura richiede molto tempo. Si tratta inoltre di un'evoluzione graduale e devi lasciare che l'individuo giunga alle proprie conclusioni. Un percorso di scoperta personale porta a risultati più forti.
  • Se ti dimostri aperto nei confronti delle opinioni del tuo amico, verrai ripagato con la stessa moneta.
  • Ascolta con attenzione le preoccupazioni e i dubbi del fedele. Cerca di comprendere le ragioni che lo portano a credere e poi affrontale una alla volta direttamente.
  • Potrebbe essere inopportuno e perfino danneggiare le tue argomentazioni citare delle pubblicazioni scientifiche a revisione paritaria a ogni occasione possibile.
  • Ogni persona è diversa, anche all'interno della stessa religione. Non dare per scontato che il tuo amico pensi o creda qualcosa solo perché è cristiano, ma chiedi la sua opinione in merito.
  • Dimostra la normalità della vita di un ateo attraverso le tue amicizie e gli obiettivi che hai raggiunto. Se l'interlocutore comprende che essere atei non significa avere un'esistenza meno appagante, potrebbe abbandonare alcuni pregiudizi.
  • Porta l'attenzione su alcune organizzazioni positive e altruistiche fondate e gestite da atei, ad esempio Emergency.[9]
  • Non vessarlo per convincerlo a diventare ateo.
  • Discuti di religione e fede solo quando sei invitato a farlo. Evita questo argomento nelle conversazioni a cena; l'ultima cosa che desideri è fare la figura del "moralizzatore", diventare noioso o monopolizzare l'attenzione.

Avvertenze

  • Pensa alla vostra amicizia: siete amici intimi? Il dibattito religioso mette a dura prova anche i rapporti migliori e una base di solida amicizia potrebbe fare la differenza, nel caso il risultato della conversazione non fosse positivo.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Religione

In altre lingue:

English: Persuade a Christian to Become Atheist, Español: convencer a un cristiano para que se vuelva ateo, Русский: убедить христианина стать атеистом, Português: Persuadir um Cristão a se Tornar Ateu

Questa pagina è stata letta 7 558 volte.
Hai trovato utile questo articolo?