Le protrusioni discali sono il risultato di una lesione, uno sforzo eccessivo, oppure del processo naturale di invecchiamento. I dischi presenti nella spina dorsale sono dei "cuscinetti" che fanno da ammortizzatori tra le vertebre; con il tempo, però, tendono ad appiattirsi naturalmente e perdono la loro flessibilità. Anche se le protrusioni discali possono essere estremamente dolorose, spesso non provocano alcun sintomo. Nella maggior parte dei casi, guariscono spontaneamente in breve tempo. Se però provi dolore, può risultare molto difficile aspettare che la situazione si risolva da sola.

Parte 1 di 4:
Cure Mediche

  1. 1
    Rimani a stretto contatto con il medico. Se sai di avere una protrusione discale, probabilmente è perché ti sei sottoposto a degli esami diagnostici, come una risonanza magnetica. Il medico è una risorsa fondamentale per te in questo difficile momento.
    • Ti aiuterà a coordinare le cure con altri trattamenti, come la fisioterapia o la chiropratica, ti prescriverà i farmaci di cui hai bisogno e monitorerà le tue condizioni per assicurarsi che non siano necessarie delle procedure mediche.
  2. 2
    Sottoponiti alla fisioterapia. Molto probabilmente l'ortopedico ti consiglierà di sottoporti a delle sessioni di fisioterapia per alleviare la pressione provocata dalla protrusione discale, facilitare la guarigione dei nervi dell'area sofferente e ridurre il dolore.
    • La fisioterapia può essere molto efficace nel ridurre i sintomi, rafforzare i muscoli del torace, aumentare la flessibilità ed evitare future lesioni e conseguente dolore. Il fisioterapista ti insegnerà degli esercizi importanti che potrai continuare a eseguire a casa.
  3. 3
    Prendi dei farmaci prescrivibili per gestire il dolore, l'infiammazione e per rilassare i muscoli. In alcuni casi la sofferenza fisica che accompagna la protrusione discale è davvero molto grave. In questo caso il medico può raccomandarti degli antidolorifici, da usare per un periodo breve, che ti daranno un po' di sollievo.
    • Tra questi ci sono gli antidolorifici oppiacei come l'idrocodone o l'ossicodone, dei cerotti anestetici con lidocaina o fentanil, agenti antinfiammatori potenti, come un'elevata dose di ibuprofene e i miorilassanti, come la ciclobenzaprina o il Metaxalone.
  4. 4
    Valuta la possibilità di fare delle iniezioni. Se i sintomi regrediscono molto lentamente e il dolore è lancinante, puoi prendere in considerazione delle iniezioni sul sito sofferente. La tecnica più usata, in questo caso, è quella delle iniezioni spinali, conosciuta anche come blocco epidurale o semplicemente epidurale. Durante la procedura si inietta direttamente sulla zona sofferente un farmaco simile al cortisone che riduce l'infiammazione e allevia il dolore.
  5. 5
    Non escludere la possibilità di sottoporti a una procedura chirurgica minimamente invasiva. In alcuni casi questa può essere l'unica soluzione possibile per trattare il problema e fornire sollievo dal dolore. Si tratta di un intervento chirurgico di lieve entità che permette di gestire i problemi correlati alla protrusione discale, riducendo i rischi connessi a una chirurgia più invasiva.
    • Solitamente queste procedure vengono chiamate laminectomia, laminotomia e microdiscectomia. Le tecniche chirurgiche per correggere i problemi discali variano leggermente in base alla gravità e al sito del danno.
  6. 6
    Informati presso il medico in merito alla chirurgia di sostituzione del disco intervertebrale. In alcuni casi questa procedura risulta efficace per eliminare il danno al disco, grazie a una tecnica chiamata discectomia. Durante l'intervento il disco danneggiato viene sostituito con un elemento artificiale; in questo modo si recupera lo spazio intervertebrale e il paziente torna a muoversi normalmente.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Prendi dei farmaci da banco. Consulta il medico prima di aggiungere qualunque nuova medicina alla tua attuale terapia farmacologica. Generalmente si consigliano gli antinfiammatori come l'ibuprofene, il naprossene e l'aspirina. Anche il paracetamolo contribuisce a ridurre il disagio provocato dal dolore. Attieniti scrupolosamente alle indicazioni del medico o del bugiardino e rivolgiti al dottore, se riscontri degli effetti collaterali.
    • Non assumere i farmaci da banco in associazione a quelli più forti che ti ha prescritto il medico, a meno che non sia il curante stesso a consigliartelo. Se unisci le due tipologie di medicine tra loro, la combinazione degli agenti antinfiammatori e dei miorilassanti può essere pericolosa.
  2. 2
    Riposa. Concedi all'organismo il tempo necessario per guarire, riposando a sufficienza mentre segui le cure adeguate. Per prenderti cura in modo appropriato della tua stessa salute devi fare brevi sessioni di riposo, per esempio 30 minuti ogni volta, e poi camminare o fare alcuni movimenti leggeri, come ti viene indicato dal medico e dal fisioterapista.
    • Evita di svolgere quelle attività che possano aggravare la tua condizione, soprattutto quelle che prevedono di chinarsi o sollevare pesi. Muoviti lentamente e interrompi qualunque attività ti provochi dolore. Sottoponiti a delle terapie fisiche che comprendano esercizi specifici mirati a migliorare la tua condizione.
  3. 3
    Applica il ghiaccio. All'inizio la zona dolorante probabilmente sarà gonfia e infiammata. Applicando il ghiaccio, anziché il calore, puoi ridurre il gonfiore, la flogosi e nel contempo alleviare anche il dolore.
    • Metti un impacco di ghiaccio sulla zona interessata per 5 minuti ogni ora. Dopo circa 3 o 4 ore dovresti iniziare a provare un po' di sollievo. I primi tempi continua ad applicare il ghiaccio sull'area del disco protruso e in seguito puoi anche metterlo su altre zone sofferenti, come i nervi dolenti delle gambe. Segui i consigli del medico o del terapista per conoscere la durata e la frequenza delle applicazioni.
  4. 4
    Applica il calore. Il calore lenisce e riduce il dolore muscolare, migliorando la circolazione del sangue nella zona colpita. Un flusso sanguigno abbondante porta più ossigeno ai muscoli e più sostanze nutrienti al disco danneggiato. Consulta il medico o il fisioterapista per stabilire la corretta sequenza di impacchi caldi e freddi più adatta alla tua situazione specifica.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Prevenire Futuri Problemi

  1. 1
    Mantieni un peso nella norma. Se sei in sovrappeso, ogni disco vertebrale deve sopportare un maggior carico e stress. Anche se non è facile dimagrire, soprattutto nel periodo in cui sei molto sofferente, ricorda che perdendo peso puoi gestire meglio il dolore e prevenire future complicazioni.
  2. 2
    Prendi degli integratori di calcio e vitamina D. La colonna vertebrale ha bisogno quotidianamente di questi elementi per restare forte ed evitare lo sviluppo dell'osteoporosi. La maggior parte degli adulti non ne assume a sufficienza con l'alimentazione. Rivolgiti al medico per conoscere la corretta posologia quotidiana, in aggiunta alla tua normale dieta.
    • Tra le fonti naturali di calcio e vitamina D ricordiamo i latticini, le verdure a foglie verdi e il succo d'arancia fortificato. Inoltre, il corpo assorbe la vitamina D in modo naturale quando si espone ai raggi diretti del sole.
  3. 3
    Dormi su un materasso sodo. Non dormire in posizione prona, perché potresti aumentare la pressione sui dischi nella schiena. Procurati un materasso rigido e dormi su un fianco con dei cuscini per avere maggiore supporto, se ti è di aiuto.
  4. 4
    Quando devi sollevare dei pesi assicurati di usare la tecnica appropriata. Se puoi, dovresti evitare il più possibile di sollevare carichi pesanti; nel caso fosse necessario, però, piega le ginocchia e accovacciati, usando i muscoli delle gambe per sollevare il peso.
  5. 5
    Presta attenzione alla postura. Per postura corretta si intende restare ben dritto in posizione verticale con le spalle indietro. Usa i muscoli addominali per fornire supporto alla schiena e tieni la zona lombare piatta o leggermente arcuata.
    • Per migliorare l'equilibrio, mettiti vicino a una porta, solleva in alto una gamba e piega il ginocchio, così che la coscia sia parallela al pavimento. Mantieni questa posizione per 20 secondi e poi ripeti con l'altra gamba. Se hai bisogno di sostenerti, appoggiati alla parete, ma alla fine vedrai che sarai in grado di mantenere la posizione senza bisogno di ulteriori sostegni.
    • Per migliorare l'allineamento in generale mettiti in piedi a circa 30 cm di distanza da una parete e lasciati cadere all'indietro finché la schiena e le natiche non si appoggiano al muro stesso. Tieni la testa in posizione ben eretta e spingila indietro finché non entra in contatto con la parete. La maggior parte delle persone deve alzare il mento per riuscire a toccare il muro con la testa e ciò significa che ha una postura sbagliata. Spingi la testa indietro, per quanto è possibile, tenendola però parallela al suolo. Mantieni la posizione per 20 secondi. Alla fine, la testa dovrebbe raggiungere il muro, senza ruotare il mento in alto.
  6. 6
    Scegli una sedia che fornisca il giusto sostegno. Le sedie ordinarie provocano un'inclinazione della zona pelvica che aggiunge ulteriore pressione ai dischi vertebrali. Inoltre, se resti seduto per lunghi periodi, puoi aggravare i problemi alla schiena, come appunto la protrusione discale.
    • Molti esperti, al giorno d'oggi, consigliano di usare le sedie dette "ergonomiche", che sono state progettate e disegnate in modo specifico per aiutare a mantenere la spina dorsale eretta, rinforzare la muscolatura della schiena e migliorare la postura in generale; tutto ciò mentre sei seduto.
    • In commercio sono disponibili diverse tipologie e modelli di sedie ergonomiche. Fai una ricerca online o recati in qualche negozio di arredamento (anche d'ufficio) per trovare la soluzione più adatta alle tue specifiche esigenze.
  7. 7
    Rimbalza su una palla svizzera. Parla con il medico o il fisioterapista per essere certo che questo esercizio sia sicuro per il tuo problema specifico. Un pallone terapeutico è simile alle grandi palle che puoi vedere in palestra o in un centro di fisioterapia.
    • Rimbalza per circa 5 minuti ogni giorno, per migliorare la circolazione del sangue nella zona dei dischi e per fornire ulteriori nutrienti e ossigeno all'area sofferente. In questo modo puoi ridurre l'infiammazione, alleviare il dolore e prevenire future recidive.
  8. 8
    Fai attività fisica in modo sicuro e regolare. Tra gli esercizi specifici studiati per i problemi alla schiena ci sono le flessioni, le estensioni, lo stretching e gli esercizi aerobici. Consulta il medico o il fisioterapista per programmare una routine di allenamento che sia sicura e che ti aiuti nella tua condizione specifica.
    • Tieni a mente che ciascuno è diverso. Alcune persone possono rispondere meglio ali esercizi di flessione, altri a quelli di estensione. Se scopri che il mal di schiena aumenta durante uno di questi esercizi, interrompi immediatamente e consulta il medico o il fisioterapista.
  9. 9
    Concentrati soprattutto sugli esercizi a basso impatto. Tra questi ci sono il nuoto, la camminata, la pedalata su una cyclette reclinata, la meditazione e lo yoga personalizzato. In base alla posizione del disco protruso, all'età, al peso, alla motilità fisica e ad altre patologie di cui potresti soffrire, il medico e il fisioterapista sapranno indicarti un programma di esercizi adatti a te.
  10. 10
    Prova la terapia di decompressione o di trazione. La trazione manuale o elettrica può essere un ottimo modo per mantenere i dischi in buona salute; essa può contribuire a ridurre la pressione su un disco, che è vantaggioso perché permette a più sostanze nutritive di entrare nel disco.
    • È possibile ricevere la terapia di trazione presso lo studio di un chiropratico o di un fisioterapista, o a casa utilizzando una unità di trazione invertita. Una scelta economica per la terapia domiciliare è un semplice attrezzo apposito con tre livelli di regolazione.
  11. 11
    Cerca un gruppo di supporto. Il dolore cronico può provocare ansia e aumenta lo stress e la depressione, tutti fattori che interferiscono con le capacità dell'organismo di guarire. Fai in modo di trovare un sostegno, se ti accorgi che stai attraversando un momento difficile. Cerca un gruppo di supporto nella tua zona che si occupi in modo specifico di dolore cronico. Sappi che potrebbe essere davvero di aiuto per te, ma nello stesso tempo devi impegnarti per essere a tua volta di aiuto per gli altri.
  12. 12
    Metti in atto una routine per alleviare lo stress. Cerca delle attività rilassanti, come il massaggio, l'agopuntura, i bagni termali, le camminate e la meditazione, per aiutarti a gestire gli aspetti fisici e mentali delle manifestazioni di dolore acuto e cronico.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Quando Cercare Cure Mediche

  1. 1
    Devi rivolgerti al medico quando il dolore è debilitante. Molte persone provano un dolore davvero molto forte quando soffrono di protrusione discale. Se la sofferenza fisica ti impedisce di svolgere le normali attività quotidiane, consulta il medico il prima possibile per trovare dei trattamenti adeguati.
  2. 2
    Chiama il dottore, se il dolore è grave e persistente. Se continua a essere forte e dura più di 7 giorni senza diminuire, si aggrava oppure migliora un po', ma persiste per più di 3 settimane, hai bisogno dell'intervento del medico.
  3. 3
    Fatti visitare immediatamente, se i sintomi cambiano. Il problema potrebbe progredire e aggravarsi; puoi capirlo perché i sintomi si modificano, ad esempio potresti provare dolore o intorpidimento in nuove zone del corpo; ciò significa che sono state coinvolte altre radici nervose che si trovano lungo la colonna vertebrale e vicino al disco danneggiato.
  4. 4
    Presta attenzione a nuovi sintomi nelle gambe. Informa il medico il prima possibile se inizi a notare dei sintomi nelle estremità del corpo, soprattutto nelle gambe. Se riscontri una improvvisa sensazione di debolezza, intorpidimento, formicolio o provi dei dolori lancinanti nelle gambe quando tossisci, starnutisci o fai degli sforzi, devi contattare il medico il prima possibile.
  5. 5
    Controlla le funzioni della vescica e dell'intestino. In alcuni casi i nervi coinvolti dalla protrusione discale possono provocare delle alterazioni nelle normali funzioni corporali. In questo caso vai subito in ospedale.
    • Un dolore alla schiena durante la minzione, un forte dolore e spasmi muscolari profondi nella schiena o la perdita del controllo delle funzioni intestinali o della vescica richiedono immediate cure mediche.
    Pubblicità

Consigli

  • La guarigione dalla protrusione discale richiede tempo. Chiedi al medico maggiori dettagli in merito alla tua patologia e al tempo necessario prima di poter riprendere le normali attività.
  • La protrusione discale è simile, seppure leggermente differente, all'ernia del disco. Lo strato protettivo esterno del disco rimane intatto nel caso del disco protruso, mentre con l'ernia si formano delle crepe o rotture che permettono a una parte del materiale protettivo presente all'interno di fuoriuscire. Un'ernia o rottura del disco in genere è una condizione più grave di un disco protruso.
  • Se puoi, rivolgiti a un fisioterapista esperto anche in terapia occupazionale (ergoterapia). Questo tecnico è specializzato nell'aiutarti ad apportare dei cambiamenti nel modo di lavorare, muoverti e gestire l'ambiente delle tue attività quotidiane.
  • Il riposo è la chiave per iniziare il processo di guarigione, ma troppo riposo può essere dannoso. Inizia a muoverti e cerca di tornare alle tue normali attività appena sei in grado. In questo modo puoi accelerare la convalescenza.



Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Usare un Preservativo

Come

Riconoscere il Cancro allo Stomaco

Come

Crescere In Altezza

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Farsi un Clistere

Come

Fumare una Sigaretta

Come

Fare Sesso Durante il Ciclo

Come

Capire se il Dolore al Braccio Sinistro è Correlato al Cuore

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Far Durare il Sesso Più a Lungo

Come

Determinare il tuo Gruppo Sanguigno

Come

Eseguire la Manovra di Epley

Come

Far Abbassare Velocemente la Pressione del Sangue
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 10 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 85 476 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 85 476 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità