Scarica PDF Scarica PDF

Sebbene sia piuttosto insolito, alcune persone di qualsiasi età, bambini e adulti, possono camminare assumendo un'andatura "a papera", o in extrarotazione.[1] Le cause sono diverse e vanno da patologie di fondo a problemi strutturali di ossa e muscoli.[2] Se viene trascurata, quest'andatura può provocare un disallineamento del corpo e causare dolore ai piedi e alla schiena.[3] Grazie a una diagnosi accurata e alla correzione dell'andatura, puoi riportare i piedi nella posizione corretta.

Parte 1 di 2:
Correggere l'Andatura

  1. 1
    Guarda i piedi. Osserva la tua postura in posizione eretta e mentre cammini. Se ti accorgi che le estremità inferiori assumono istintivamente una posizione a "V", presta attenzione a quanto si allargano per capire l'ampiezza dell'angolo di correzione.[4]
    • Usa uno specchio per guardare i piedi. Osservali bene quando sei semplicemente in piedi e quando cammini.[5]
    • Chiedi a un amico o a un familiare di guardarli o di fotografarli per ottenere maggiori dettagli.
    • Presta attenzione alla tua andatura per alcuni giorni. In questo modo, puoi capire meglio le zone più problematiche o la postura che ti ha portato a peggiorare tale atteggiamento.
  2. 2
    Cammina su un tapis roulant. Questo attrezzo potrebbe aiutarti a correggere l'andatura; ti permette inoltre di aumentare gradualmente la velocità dei passi man mano che migliori la posizione dei piedi.
    • Inizia impostandolo a una velocità molto bassa, a circa 1,5 km/h, in modo da poter mettere i piedi ben dritti l'uno di fronte all'altro. A partire da qui, potrai aumentare progressivamente la velocità.
    • Se non hai a disposizione un tapis roulant, cammina su una superficie piana, come una strada asfaltata o un marciapiede. Chiedi a qualcuno di accompagnarti camminando dietro di te per controllare che tu abbia una falcata lenta e rettilinea.
    • Prefiggiti di camminare ogni giorno per almeno alcuni minuti, in modo da stabilizzare l'abitudine a tenere i piedi dritti e rinforzare gambe e piedi.
  3. 3
    Usa la tecnica corretta per camminare. Quando inizi a esercitarti regolarmente, è importante che la tecnica sia precisa.[6] Così facendo, sei certo di non ferirti, farti male o peggiorare la tua andatura.[7] Le tecniche corrette sono:
    • Tenere la testa dritta;
    • Guardare in avanti e non a terra;
    • Tenere il mento parallelo al suolo;
    • Lasciare che le spalle si muovano naturalmente;
    • Mantenere la schiena in posizione neutra e dritta, ovvero non curvata in avanti né indietro;
    • Contrarre leggermente i muscoli addominali;
    • Far oscillare liberamente le braccia;
    • Appoggiare al suolo prima il tallone e gradatamente il resto del piede fino alla punta.[8]
  4. 4
    Continua a lavorare sulla tua andatura. Correggere il passo potrebbe sembrarti inizialmente strano o provocare disagio; tuttavia, non devi sentirti frustrato, continua invece a lavorare con costanza per migliorare la posizione dei piedi. Con il tempo, vedrai che il nuovo modo di camminare diventerà sempre più naturale e normale.[9]
    • Incoraggiati ogni volta che ti eserciti sull'andatura o noti dei miglioramenti. Per esempio, puoi dire a te stesso: "Ho lavorato molto duramente per camminare correttamente e i muscoli sono indolenziti; questo significa che il corpo risponde bene alle correzioni".[10]
    • Rivolgiti ad amici, parenti o anche a un consulente psicologico, se ti senti frustrato; potrebbero essere in grado di stimolarti a continuare.[11]
  5. 5
    Riesamina l'andatura. È importante controllare regolarmente i progressi; in questo modo, puoi valutare se accelerare il ritmo dell'allenamento o se è necessario apportare alcune correzioni minori nell'andatura.[12]
    • Controlla come cammini ogni settimana o due; dovrebbe essere abbastanza per iniziare a notare dei cambiamenti.[13]
    • Usa uno specchio e chiedi a un amico di scattare delle foto per aiutarti a tenere traccia dei miglioramenti.
    • Se ti accorgi che stai camminando correttamente, aumenta la velocità. Fai solo piccoli incrementi, non più di 0,8 km/h; in questo modo, riduci al minimo il rischio di assumere l'andatura precedente a causa di un passo troppo veloce.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Diagnosi e Trattamenti

  1. 1
    Informati sulle cause dell'andatura in extrarotazione. Questo difetto è più comune tra i bambini piccoli, anche se resta un atteggiamento posturale piuttosto raro.[14] Esistono molte cause differenti; se impari a conoscerle, puoi capire se soffri di questo disturbo e correggerlo prontamente. L'andatura in extrarotazione si sviluppa per:
    • Piedi piatti;
    • Torsione esterna della tibia, cioè rotazione verso l'esterno dell'osso della gamba;
    • Contrattura dell'anca o rotazione esterna del bacino;
    • Retroversione femorale; in pratica, l'osso della coscia (femore) è inclinato all'indietro.[15]
  2. 2
    Identifica i sintomi dell'andatura "a papera". Oltre a posizionare i piedi a "V", le persone che soffrono di questo disturbo mostrano altri segni e sintomi. Identificandoli sei in grado di raggiungere una diagnosi definitiva e puoi impegnarti in un trattamento tempestivo.[16] Alcuni dei sintomi sono:
    • Difficoltà funzionali, inclusa la deambulazione;[17]
    • Dolore nella parte anteriore del ginocchio;[18]
    • Rigidità dell'anca;[19]
    • Dolore al bacino e alla zona lombare.[20] Il disagio può estendersi fino al collo e alla testa perché il corpo tenta di mantenere una postura dritta;[21]
    • Debolezza di ginocchia, caviglie o anche.[22]
  3. 3
    Presta attenzione al corpo. Ogni volta che cammini, corri o esegui altri tipi di esercizi, cerca di capire se provi qualunque tipo di dolore o sensazione anomala. In questo modo, puoi identificare i potenziali problemi e ridurre al minimo lo sviluppo di complicazioni peggiori.
    • Prendi nota dei sintomi che lamenti, della loro insorgenza e gravità.
    • Riconosci ogni fattore che riduce la tua extrarotazione o lenisce il dolore associato a questa andatura.
  4. 4
    Vai dal medico. Se mostri i sintomi o i dolori descritti in precedenza o se i tentativi di correggere il modo di camminare non hanno avuto successo, fissa un appuntamento con il dottore. Questi potrà valutare la tua andatura, formulare una diagnosi definitiva e prescrivere il trattamento corretto per il tuo caso.[23]
    • Informa il medico in merito alla prima volta che hai notato questo atteggiamento posturale o se lo hai sempre avuto.
    • Spiegagli ogni disturbo, dolore o sintomo che manifesti.
    • Permettigli di esaminare la tua andatura o la parte inferiore del corpo, per stabilire la causa dell'extrarotazione. Potrebbe anche consigliarti alcuni test per visualizzare meglio ossa e muscoli, che potrebbero aiutarlo a giungere a una diagnosi più precisa allo scopo di pianificare il trattamento adeguato.
  5. 5
    Esegui ulteriori accertamenti. Il medico potrebbe aver bisogno di una visione più dettagliata di ossa e muscoli dopo avere esaminato le strutture esterne. Una serie di altri esami specifici, come la risonanza magnetica, permette di visualizzare con maggiore chiarezza la causa della tua andatura anormale e di stabilire una cura personalizzata. Questi sono gli esami e i test a cui potrebbe essere necessario sottoporti:
    • Una visita neurologica per verificare le abilità motorie;
    • Esami di diagnostica per immagini, come la tomografia computerizzata, la risonanza magnetica o la tomografia a emissione di positroni (PET), che permettono al medico di esaminare in dettaglio le strutture della parte inferiore del corpo.
  6. 6
    Sottoponiti alle cure. In base alla diagnosi e alla gravità dell'extrarotazione, potrebbe rendersi necessario un trattamento. In questo modo, non solo correggerai l'andatura, ma troverai sollievo dal dolore e dai problemi strutturali di cui soffri.[24] Eccone alcuni tra i più comuni:
    • Lasciare che l'anomalia si risolva da sola; questo è l'approccio terapeutico più usato per i bambini;[25]
    • Un'operazione chirurgica per ruotare e correggere le deformità strutturali;[26]
    • Indossare delle scarpe ortopediche o dei tutori.[27]
    • Sappi che alcuni studi hanno dimostrato che le scarpe ortopediche, i tutori, la fisioterapia e la manipolazione chiropratica portano solo a piccoli miglioramenti nei casi di extrarotazione.[28]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Sistemare delle Scarpe che Fanno Male
Mettere i Lacci alle Scarpe
Indossare Scarpe di Taglia più GrandeIndossare Scarpe di Taglia più Grande
Restare Fresco Quando il Clima è CaldoRestare Fresco Quando il Clima è Caldo
Nascondere le Cicatrici Causate dall'AutolesionismoNascondere le Cicatrici Causate dall'Autolesionismo
Restringere i Vestiti Lavandoli
Fare un Massaggio alla Schiena
Snellire le Guance con Alcuni Semplici EserciziSnellire le Guance con Alcuni Semplici Esercizi
Fare il Tuo Profumo PersonaleFare il Tuo Profumo Personale
Fare il Profumo (Metodo dei Fiori e dell'Acqua)Fare il Profumo (Metodo dei Fiori e dell'Acqua)
Pulire le Scarpe Bianche di Pelle
Usare una Pietra PomiceUsare una Pietra Pomice
Usare lo Shampoo ViolaUsare lo Shampoo Viola
Creare Tagli sulle SopraccigliaCreare Tagli sulle Sopracciglia
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 59 204 volte
Questa pagina è stata letta 59 204 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità