Come Costruire le Bacchette da Rabdomante

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:Usare un Ramo BiforcutoUsare un Filo di Ferro Piegato7 Riferimenti

È possibile utilizzare le bacchette per la radioestesia (meglio conosciute come "bacchette da rabdomante") per trovare fonti sotterranee d'acqua, giacimenti di metallo, oggetti smarriti e filoni energetici della terra. Alcune persone le usano per comunicare con i defunti; quelle classiche sono composte da un ramo biforcuto, a forma di "Y", ma i moderni radioestesisti le realizzano personalmente con due fili di ferro a forma di "L".

1
Usare un Ramo Biforcuto

  1. 1
    Trova un ramo con due punte (a forma di "Y"). Puoi prenderlo da un albero, da un cespuglio o da qualunque fonte considerevole di legname. Cercane uno che sia lungo almeno trenta centimetri da un'estremità all'altra. Verifica che i due segmenti della biforcazione siano relativamente della stessa lunghezza, altrimenti la bacchetta potrebbe non essere equilibrata.
    • Ispeziona il terreno per cercare dei ramoscelli biforcuti già spezzati, forse a causa del passaggio di un cervo o per ragioni più misteriose. Se noti una bacchetta con una perfetta forma a "Y" che cresce su un albero, sentiti libero di staccarla e usarla.
    • Se spezzi un ramo biforcuto dall'albero, fallo con consapevolezza. Non commettere errori alla cieca rompendo gli alberi in pezzetti; esamina l'albero, la zona circostante e il motivo che ti spinge a realizzare le bacchette. Valuta di lasciare qualcosa di tuo per sostituire quello che hai preso dalla pianta.
  2. 2
    Procurati il ramo nella stessa zona in cui lo userai. Se ad esempio hai intenzione di utilizzare le bacchette per esplorare dei tratti sconosciuti dei boschi oppure per cercare dell'acqua in una valle misteriosa, cercale sul limitare del bosco o vicino alla valle. Alcuni rabdomanti preferiscono utilizzare i ramoscelli di alberi particolari, mentre molti altri prediligono quelli appena tagliati.[1]
    • In genere, in Europa e negli Stati Uniti si utilizzano rispettivamente i rami di nocciolo e di hamamelis, così come quelli di salice e pesco.[2] La maggior parte di questi rami è molto popolare perché è leggera e porosa; parecchie persone credono che tali materiali possano assorbire meglio i vapori che provengono dai metalli o dalle acque sotterranee; di conseguenza, la punta biforcuta si appesantisce e si rivolge verso la fonte ricercata.
  3. 3
    Decora la bacchetta. Puoi usare il ramo a "Y" così com'è, ma puoi decidere di aggiungervi il tuo tocco personale. Questo dettaglio è particolarmente utile nel caso decidessi di usare la bacchetta più di una volta oppure se prevedi di regalarla a qualcuno. Puoi scegliere di incidervi dei motivi decorativi (ma con attenzione!) usando un coltellino, di avvolgerla con delle file di perline, di attaccare degli amuleti sul legno oppure di colorare alcune sezioni.
    • Avvolgi del tessuto attorno alle estremità biforcute per rendere l'impugnatura più confortevole; questo dettaglio rappresenta anche una decorazione.
  4. 4
    Tieni ciascuna estremità a "Y" in una mano. Dirigi la bacchetta da rabdomante lontano da te, tenendola alla distanza di un braccio; accertati che sia parallela al suolo o leggermente inclinata verso il basso. Leggi questo articolo per sviluppare la forma mentis corretta!

2
Usare un Filo di Ferro Piegato

  1. 1
    Procurati due pezzi di filo metallico, entrambi di circa 50 cm. Può trattarsi di ottone, rame o acciaio, qualunque materiale resistente ma malleabile va benissimo. Se vuoi costruire una coppia di semplici bacchette, taglia un appendiabiti in metallo per ricavarne due segmenti identici oppure raddrizza due grucce aprendo la parte ritorta del gancio.
    • Scegli il materiale in base alla disponibilità e alla destinazione d'uso; l'ottone e il rame sono molto utilizzati perché non arrugginiscono. Se hai a disposizione del filo di ferro o degli appendiabiti, non è un problema affidarsi a quello che hai a portata di mano.[3]
    • Usa un tronchese robusto per tagliare il filo alla lunghezza desiderata. Non esiste una regola rigida e universale che imponga la lunghezza delle bacchette a 50 cm; assicurati che siano abbastanza lunghe da puntare spontaneamente verso il basso, ma non al punto che risultino scomode da tenere.
  2. 2
    Piega entrambi i fili a forma di "L". Se le bacchette sono lunghe 50 cm, realizza la piega a circa 12 cm da un'estremità, avendo cura di formare un angolo di 90°. Il segmento corto rappresenta l'impugnatura di ciascuna bacchetta, mentre quello lungo deve penzolare, incrociarsi con l'altro e guidarti mentre ti avvicini al materiale che cerchi.
  3. 3
    Costruisci i manici. Dovrebbero ricoprire il segmento corto delle bacchette a forma di "L", ossia la porzione di 10-12 cm o lunga quanto è comoda per te. I manici proteggono le mani e offrono una presa più salda; non esiste un solo metodo per realizzarli, utilizza quindi il materiale che hai a disposizione.
    • Sfrutta un pezzo di spinetta di legno lungo 2-3 cm con un foro nel centro; in alternativa, puoi incollare fra loro diversi gomitoli di cotone per realizzare un cilindro.[4]
    • Utilizza una penna. Togli i tubicini interni e i cappucci di due biro di plastica e poi infilale sulle estremità piegate delle bacchette; puoi eventualmente usare due cannucce seguendo il medesimo principio.[5]
    • Avvolgi il segmento più corto di ciascuna "L" con uno straccio, un panno o un pezzo di feltro. Lega il tessuto con degli elastici ben tesi, dello spago o anche una spilla da balia.
  4. 4
    Tieni una bacchetta in ciascuna mano, quando pratichi la rabdomanzia. Afferra il filo metallico per il manico (il lato più corto della "L"), in modo che il segmento lungo sia parallelo al terreno. Ricorda di mantenere una presa non troppo stretta, per permettere alle bacchette di ondeggiare liberamente da un lato all'altro. Tienile alla distanza di un braccio dal corpo e distanziate fra loro di circa 20-22 cm. Non dimenticare che devono essere parallele al suolo o leggermente rivolte verso il basso. Leggi questo articolo per trovare quello che stai cercando.[6]
    • Ciascuna bacchetta dovrebbe appoggiarsi sul dito indice, mentre la parte inferiore dell'impugnatura dovrebbe restare a contatto con il palmo della mano.
    • Non stringere le bacchette, perché devono muoversi liberamente per svolgere il loro lavoro; puoi comunque serrare leggermente le mani per migliorare la stabilità.[7]

Avvertenze

  • Valuta di ricoprire le punte del filo di ferro, per evitare di pungerti e ferirti; in ogni caso, fai attenzione a non rivolgere le estremità appuntite verso qualcuno.
  • Stai attento a quanta fede riponi nelle bacchette. Sono perfette per esplorare i boschi vicino a casa e per cercare forze invisibili, ma potrebbero non essere in grado di sostenere le situazioni molto stressanti in cui ci si imbatte nella vita moderna.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Altro

In altre lingue:

English: Make Divining or Dowsing Rods, Français: fabriquer une baguette de sourcier, Bahasa Indonesia: Membuat Tongkat Dowsing, Português: Fazer uma Varinha Mágica de Radiestesia

Questa pagina è stata letta 10 574 volte.
Hai trovato utile questo articolo?