Come Creare Facilmente la Bioplastica

3 Parti:Usare Amido di Mais e AcetoUtilizzare la Gelatina o l'AgarModellare la Bioplastica

La bioplastica è un tipo di plastica che si può ottenere usando l'amido vegetale, la gelatina o l'agar. Pertanto, è un materiale che non inquina perché non è un derivato del petrolio. È possibile farlo anche in casa utilizzando alcuni semplici ingredienti e i fornelli![1]

Parte 1
Usare Amido di Mais e Aceto

  1. 1
    Procurati l'occorrente. Per realizzare questo genere di bioplastica hai bisogno di amido di mais, acqua distillata, glicerolo, aceto bianco, un fornello, una pentola, una spatola in silicone e colorante alimentare (se desideri). Puoi acquistare questi articoli presso un negozio di alimentari oppure su Internet. Se hai difficoltà a trovare il glicerolo, tieni conto che viene anche chiamato glicerina, quindi prova a cercarlo sotto quest'altro nome.[2] Le quantità necessarie di ciascun ingrediente per produrre la bioplastica sono le seguenti:[3]
    • 10 ml di acqua distillata
    • 0,5-1,5 g di glicerolo
    • 1,5 g di amido di mais
    • 1 ml di aceto bianco
    • 1-2 gocce di colorante alimentare
    • Si raccomanda la supervisione di un adulto.
  2. 2
    Combina tutti gli ingredienti e mescolali insieme. Aggiungi tutti gli ingredienti nella pentola e mischiali con la spatola. Gira finché non avrai eliminato quasi tutti i grumi che vedrai formarsi. In questa fase, la miscela avrà un colore bianco lattiginoso e sarà abbastanza acquosa.[4]
    • Se sbagli le dosi degli ingredienti, getta la soluzione e ricomincia daccapo.
  3. 3
    Accendi il fornello a fiamma medio-bassa. Metti la pentola sul gas e accendilo a fiamma medio-bassa. Mescola continuamente mentre la soluzione si riscalda. Portala a una leggera ebollizione. Una volta riscaldata, diventerà semitrasparente e comincerà ad addensarsi.[5]
    • Toglila dal fuoco quando diventa densa e trasparente;
    • Il tempo di riscaldamento totale sarà di circa 10-15 minuti;
    • Se si surriscalda, potrebbero formarsi dei grumi;
    • Se vuoi colorare la plastica, aggiungi una o due gocce di colorante alimentare durante questa fase.
  4. 4
    Versa la miscela su un foglio di alluminio o carta forno. Rovesciala ancora calda sulla carta stagnola o sulla carta forno per farla raffreddare. Se desideri ottenere una forma ben precisa, devi farlo quando è ancora calda. Vai all'ultimo metodo per conoscere i dettagli di questo procedimento.
    • Elimina tutte le bolle che si formano pungendole con uno stuzzicadenti.
  5. 5
    Fai asciugare la plastica almeno per due giorni. Ci vorrà un po' di tempo prima che si asciughi e si indurisca. Man mano che si raffredda, comincerà a solidificarsi. Il tempo complessivo dipende dal suo spessore. Un piccolo pezzo piuttosto alto impiegherà più ore ad asciugarsi rispetto a uno più largo e sottile.[6]
    • Durante questa fase lascia la plastica in un luogo fresco e asciutto;
    • Controllala dopo due giorni per vedere se si è completamente indurita.

Parte 2
Utilizzare la Gelatina o l'Agar

  1. 1
    Procurati l'occorrente. Per fare questo tipo di bioplastica avrai bisogno di gelatina o agar in polvere, glicerolo, acqua calda, una pentola, un fornello, una spatola e un termometro per dolci. Puoi acquistare facilmente questi ingredienti presso un negozio di generi alimentari. Se non riesci a trovare il glicerolo, ricorda che viene anche chiamato glicerina, quindi prova a cercarlo sotto quest'altro nome. Per ciascun ingrediente avrai bisogno delle seguenti quantità:[7][8]
    • 3g di glicerolo
    • 12 g di gelatina o agar
    • 60 ml di acqua calda
    • Colorante alimentare (facoltativo)
    • L'agar è una sostanza ricavata dalle alghe che può essere usata al posto della gelatina per produrre una bioplastica vegana.
  2. 2
    Unisci tutti gli ingredienti. Combinali nella pentola e mescola fino a eliminare tutti i grumi. Ti conviene usare una frusta per scioglierli. Metti la pentola sul gas e inizia a riscaldare la miscela a fiamma medio-alta.[9]
    • Se vuoi colorare la plastica, aggiungi qualche goccia di colorante alimentare durante questa fase.
  3. 3
    Riscalda la miscela a 95° C o finché non comincia a produrre un po' di schiuma in superficie. Immergi il termometro per dolci e controllalo finché la temperatura non raggiunge i 95° C circa o non inizia a prodursi della schiuma. Non è un problema se succede prima che la soluzione arrivi alla temperatura indicata. Toglila dal fornello quando ha raggiunto i 95° C o comincia a schiumare.[10]
    • Continua a girare la miscela mentre sta sul fuoco.
  4. 4
    Versa la plastica liquida su una superficie liscia ricoperta di carta stagnola o carta forno. Dopo aver tolto la pentola dal fornello, rimuovi l'eccesso di schiuma. Eliminalo con un cucchiaio prima di rovesciare la plastica liquida dalla pentola. Mescola di nuovo per sciogliere tutti i grumi.
    • Se vuoi solo divertirti, versa la miscela su una superficie liscia. Assicurati di ricoprirla con un foglio di alluminio o carta forno in modo da poter staccare la plastica più facilmente.
    • Se desideri ottenere una forma ben precisa, devi farlo durante questa fase. Vai all'ultimo metodo per conoscere i dettagli di questo procedimento.
  5. 5
    Lascia indurire la plastica almeno per un paio di giorni. Il tempo che le occorre per solidificarsi dipende dallo spessore del pezzo. In genere, ci vogliono almeno due giorni prima che si asciughi e si indurisca completamente. Puoi accelerare questo processo utilizzando un asciugacapelli. Tuttavia, è meglio metterla da parte per qualche giorno in modo che si raffreddi e si addensi da sola.[11]
    • Una volta solidificata, non potrai più modellarla o sagomarla. Se vuoi darle una forma particolare, devi procedere quando è ancora calda e malleabile.

Parte 3
Modellare la Bioplastica

  1. 1
    Fai uno stampo. Lo stampo è l'impronta in negativo da cui si ottiene la forma desiderata. Potresti prendere il calco dell'oggetto che desideri riprodurre lavorando il gesso in maniera tale da ricavarne due pezzi. Una volta asciutti, staccali. Se riempi ogni metà con la plastica liquida e poi le unisci, otterrai una copia del medesimo oggetto. Puoi anche utilizzare un taglierino per sagomare la plastica quando è ancora calda.[12]
    • Un'alternativa allo stampo fatto manualmente consiste nell'acquistare uno stampo in un negozio di hobbistica e faidate.
  2. 2
    Versa la plastica calda nello stampo. Procurato lo stampo, puoi utilizzarlo per creare più di un oggetto. Quando la plastica è ancora liquida, versala all'interno. Assicurati che ricopra interamente lo stampo e cerca di eliminare tutte le bolle premendolo leggermente su una superficie piana.[13]
    • Per rimuovere più facilmente la forma quando si è asciugata, ricopri la parte interna dello stampo con uno spray antiaderente prima di versare la plastica liquida.
  3. 3
    Lascia asciugare almeno per due giorni. Impiegherà alcuni giorni per asciugarsi e indurirsi completamente. Il tempo necessario dipende dallo spessore della forma. Se è molto alta, probabilmente ci vorranno più di due giorni prima che si solidifichi del tutto.[14]
    • Passati un paio di giorni, controlla. Se ti sembra ancora morbida, lasciala per altre 24 ore, dopodiché effettua un'altra verifica. Continua in questo modo finché non sarà completamente asciutta.
  4. 4
    Rimuovi la plastica dallo stampo. Dopo qualche giorno si sarà completamente indurita e seccata. A questo punto, puoi toglierla dallo stampo e avrai ottenuto la versione in plastica dell'oggetto che avevi scelto di riprodurre.[15]
    • Puoi riutilizzare lo stesso stampo per realizzare la versione in plastica di tutti gli oggetti che desideri.

Consigli

  • Puoi apportare delle modifiche a questi procedimenti: se preferisci una consistenza più gommosa, aumenta la dose di glicerolo, ma riducila se vuoi una maggiore compattezza.

Cose che ti Serviranno

Usare l'Amido di Mais e l'Aceto

  • 10 ml di acqua distillata
  • 0,5-1,5 g di glicerolo
  • 1,5 g di amido di mais
  • 1 ml di aceto bianco
  • 1-2 gocce di colorante alimentare
  • Spatola antiaderente
  • Pentola antiaderente
  • Carta stagnola o carta forno

Usare la Gelatina o l'Agar

  • 3 g di glicerolo
  • 12 g di gelatina
  • 60 ml di acqua calda
  • Colorante alimentare (facoltativo)
  • Spatola antiaderente
  • Pentola antiaderente
  • Carta stagnola o carta forno
  • Termometro per dolci

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Lavorare la Plastica

In altre lingue:

English: Make Bioplastic Easily, Français: fabriquer du bioplastique facilement, Português: Fazer Bioplástico

Questa pagina è stata letta 752 volte.

Hai trovato utile questo articolo?