Come Creare immagini HDR

In questo Articolo:Scattare la FotografiaFunzione di Tone-Mapping per creare un'immagine HDR

Ti sei mai chiesto come si realizzano quelle fotografie iper-reali e ultra-contrastate? La tecnica HDR consente di realizzare immagini con livelli di illuminazione che vanno molto più in alto e molto più in basso di quanto normalmente possibile. Il sensore della fotocamera digitale normale non può catturare perfettamente tutti i dettagli — alcune parti risulteranno sovraesposte (si perderà, per esempio, il dettaglio nuvola), o alcune parti potrebbero essere sotto-esposte — questo perché il sensore ha bassa gamma dinamica. Però, scattando tre immagini in sequenza (una sovraesposta, una sottoesposta e con esposizione media), fondendole in un'immagine di alta gamma dinamica e quindi lavorando in post-produzione per ottenere una foto finale ottimizzata, ovvero con i dettagli che sarebbero andati persi nelle zone sovraesposte e sottoesposte delle singole immagini.

1
Scattare la Fotografia

  1. 1
    Scegli il tuo soggetto. L’ HDR rende qualsiasi immagini perfetta, pertanto dipende da te la scelta del luogo o del soggetto che vuoi fotografare. Se sei a corto di idee, fai una ricerca su Flickr per vedere quello che altre persone hanno realizzato in HDR. Un’altra alternativa è quella di fotografare un panorama con tante nuvole; le nuvole in HDR risulteranno notevolmente dettagliate!
  2. 2
    Imposta la tua fotocamera. Posiziona la fotocamera su un treppiede, se ne hai uno; in caso contrario sistemala su una superficie stabile. Se disponi di un telecomando per la fotocamera, tanto meglio; eventualmente, se non hai il telecomando, puoi utilizzare l'autoscatto o la funzione "timer". Qualunque cosa utilizzi, è molto importante che la fotocamera non si muova tra gli scatti. Se la fotocamera ha il bracketing automatico dell'esposizione, utilizzarlo (è chiamato AEB nel menu delle macchine fotografiche Canon). Il bracketing automatico dell’esposizione è una funzionalità che genera automaticamente un certo numero di scatti (che varia a seconda del modello di fotocamera) a differenti valori di esposizione. L'impostazione AEB -2 / + 2 EV di solito è adeguato, ma prova a fare delle prove con il tuo apparecchio fotografico.
  3. 3
    Scatta le tue fotografie. Se hai la funzione AEB nella fotocamera, scatta tre immagini una dietro l’altra. Se non hai il bracketing, scatta una foto, regola la velocità dell'otturatore (diaframma costante, tempi di esposizione variabili) di uno o due Stop più veloci (cioè se sei a 1/250 sec, vai a 1/500 o 1/1000 sec), scatta la foto e quindi regolalo nuovamente di uno o due Stop più lenti rispetto alla foto originale (cioè se era a 1/250 sec, impostalo a 1/125 o 1/60 sec) e scatta un'altra foto. Ora hai tre fotografie: una sovraesposta, una sottoesposta e una normale. N.B. - Con il termine "stop" ci si riferisce alla variazione di luminosità della scena, ottenuta agendo sul tempo di scatto (o sull'apertura del diaframma), i cui aumenti/diminuzioni unitari (cioè "+1 stop" o "-1 stop") coincidono con un dimezzamento o un raddoppiamento della quantità di luce incidente sul sensore.
  4. 4
    Vai a casa e scarica le foto sul computer. Inizia ora la fase di creazione e "fusione" dei tre fotogrammi scattati in un’immagine HDR o "Gamma Dinamica Elevata".

2
Funzione di Tone-Mapping per creare un'immagine HDR

  1. 1
    Scarica ed installa il software qtpfsgui. Ci sono diversi programmi con questa funzionalità ma qtpfsgui è gratuito, open source e può essere utilizzato su diverse piattaforme (Windows, Linux e Mac OS X).
  2. 2
    Chiudi tutti gli altri programmi che stai utilizzando. L’operazione di fusione e tone-mapping delle immagini richiede una grande quantità di memoria e questo potrebbe rendere il tuo computer estremamente lento.
  3. 3
    Avvia Qtpfsgui e clicca su "New Hdr'. Nella finestra che si apre, clicca su "Load Images" e cerca le tre fotografie che hai scattato. Il software Qtpfsgui dovrebbe determinare automaticamente il valore di esposizione dai metadata EXIF; in caso contrario (per esempio, non c'è nessun dato diaframma impostato nei dati EXIF se si utilizzino le vecchie lenti con un DSLR tramite un adattatore), dovrai impostarlo. Fai clic su "Avanti" o "Next".
  4. 4
    Ignora questa finestra. Clicca semplicemente su “Avanti” o "Next".
  5. 5
    Ignora anche questa finestra! Normalmente questi parametri hanno qualche effetto, ma le impostazioni predefinite danno di solito il risultato voluto. Clicca su “Finish”. Ora hai ottenuto un'immagine di alta gamma dinamica, ma il file non può essere utilizzato come una fotografia di bassa gamma dinamica (come il formato JPEG). E’ a questo punto che si deve lavorare sulla mappatura dei toni: per comprimere la gamma dinamica dell'immagine che hai creato e fare in modo che un’immagine JPEG a 24 bit possa avere una gamma dinamica maggiore di quanto effettivamente non abbia.
  6. 6
    Mappa i toni dell'immagine HDR. Premi il pulsante "Tonemap the Hdr" nella barra degli strumenti. Si aprirà una finestra con serie di possibilità per effettuare la mappatura dei toni o Tone Mapping. Di solito l’opzione Mantiuk (che è il primo) fa un ottimo lavoro. Prova anche le altre proposte (Frattal, Drago, …) e quando sei soddisfatto del risultato, clicca su "Apply".
  7. 7
    Inizia dal piccolo. Esperimenta le opzioni e modifica i loro parametri su una versione ridotta (ridimensionata) della tua immagine (puoi scegliere una foto di dimensione ridotta dal menu a discesa che trovi nella parte superiore sinistra). Il tone-mapping è un'operazione matematicamente molto esigente; la funzione Mantiuk può durare anche parecchi minuti per eseguire il rendering di una foto a piena dimensione su computer lenti e solo pochi secondi per elaborare una versione 256 x 170 della stessa.
  8. 8
    Salva la tua immagine. Vai a File-> Salva con... e alla voce "Nome File", verifica di dare al tuo file un'estensione jpg.
  9. 9
    Volendo puoi elaborare l’immagine. Avrai bisogno di un programma di fotoritocco tipo Adobe Photoshop, o in alternativa GIMP che è gratuito e open-source o altro software di tua scelta. Correggi il bilanciamento del bianco/colore (questo non dovrebbe mai essere fatto prima di creare l'immagine HDR, in quanto può creare strani effetti). Applica la "Maschera di Contrasto" in quanto ci possono essere ombre o tracce che desideri modificare.

Cose che ti Serviranno

  • Una fotocamera con il bracketing automatico dell'esposizione, la compensazione dell'esposizione manuale o con il controllo manuale della velocità dell’otturatore. Tutte le reflex digitali hanno queste caratteristiche e anche molte fotocamere Prosumer, apparecchi relativamente compatti che si pongono a metà strada tra le fotocamere compatte e le reflex. Non è indispensabile che la fotocamera sia digitale; è importante essere in grado o comunque disporre di una fotocamera che permetta di impostare manualmente la velocità dell'otturatore.
  • Un treppiede, se ne hai uno, oppure una superficie orizzontale, stabile e sicura dove poter appoggiare la macchina fotografica. Un telecomando è molto comodo, specialmente se utilizzi tempi di esposizione molto lunghi, ma non indispensabile. Se non si dispone di un telecomando, la funzione “autoscatto” o “timer” può dare alla fotocamera il tempo di stabilizzarsi dopo aver premuto l'interruttore di scatto.
  • Qtpfsgui. Ci sono diversi altri software che hanno le stesse funzioni, ma Qtpfsgui è gratuito, open source e molto efficace.
  • Eventualmente, il tuo programma di fotoritocco preferito. GIMP è gratuito anche se può essere più difficile da usare rispetto alla maggior parte dei software in commercio.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 24 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Fotografia

In altre lingue:

English: Create High Dynamic Range Photographs, Español: tomar fotografías de alto rango dinámico, Русский: сделать HDR фотографию

Questa pagina è stata letta 4 203 volte.
Hai trovato utile questo articolo?