Come Creare un Cartone Animato

Scritto in collaborazione con: Lois Wade

In questo Articolo:BrainstormingScrivere il Copione e lo Storyboardl'AnimazioneEffetti SonoriDistribuire il Cartone7 Riferimenti

Creare un cartone animato può essere un'operazione lunga e complicata, ma se sei veramente appassionato e desideroso di vedere le tue storie prendere vita, il risultato ne vale la pena. Se hai deciso di creare un cartone animato, continua a leggere per scoprire di cosa hai bisogno.

Parte 1
Brainstorming

  1. 1
    Fai mente locale delle tue risorse. La tua immaginazione potrebbe essere illimitata, ma non è detto che lo siano anche il tuo budget e il tuo talento. Quando stai cercando l'idea per un nuovo cartone, tieni a mente quanto pensi di investire nel processo e quali abilità artistiche possiedi che possano aiutarti.
    • Se sei un principiante, evita storie e temi che richiedono delle scene di animazione complesse, come grandi battaglie o macchinari complicati. Per essere pronto a imbarcarti in un progetto di tali dimensioni dovrai fare molta pratica e studiare molto.
    • Tieni anche a mente che a seconda della complessità del tuo cartone avrai bisogno di acquistare ulteriore equipaggiamento. Un cartone realizzato in stop motion con due dozzine di personaggi e quattro set richiederà più risorse rispetto a una semplice animazione su rodovetro con una scena sola. Se disponi di un budget limitato, mantieniti sul semplice.
  2. 2
    Decidi la durata del cartone. La giusta durata per il cartone varia in base al tuo target. Fissarla fin dall'inizio può aiutarti a trovare una storia che si adatti a quel determinato spazio temporale.
    • Se intendi creare un episodio pilota per una possibile serie di cartoni, il tuo cartone dovrebbe essere lungo dagli 11 ai 25 minuti.
    • I film di animazione durano in genere dai 60 ai 120 minuti.
    • Se intendi solo creare un cartone da pubblicare su Internet, puoi mantenerti su 1-5 minuti. Qualsiasi progetto del genere che abbia una durata superiore ai 5 minuti finirebbe per annoiare la maggior parte degli spettatori.
  3. 3
    Fissa un target. Anche se i cartoni animati sono in genere un prodotto per bambini, ne esistono molti per adolescenti e adulti. Dovresti fissare un gruppo di età e altri dati demografici su cui lavorare per creare il tuo cartone.
    • Ad esempio, un cartone drammatico che parla di amore o morte è più adatto a un pubblico più grande. Se il tuo pubblico target è composto da ragazzi più giovani faresti meglio a scegliere un argomento più concreto e semplice da capire.
  4. 4
    Basati sull'esperienza. O per dirlo in altri modi: “scrivi di ciò che sai”. Molti autori scrivono storie basandosi su eventi, emozioni o relazioni vissute in prima persona nella propria vita reale. Fai una lista di eventi accaduti nella tua vita che possano essere usati come ispirazione per il tuo cartone.
    • Se desideri mantenerti su un tono drammatico, prova a pensare alle esperienze passate che ti hanno fatto crescere o ti hanno lasciato un segno, come amori non corrisposti, la perdita di un amico, lavorare sodo per raggiungere un obiettivo ecc.
    • Se intendi invece creare qualcosa di più umoristico, prendi una situazione di tutti i giorni, come essere in coda con la macchina o aspettare una telefonata, e scrivi una storia esagerata su queste situazioni altrimenti monotone.
    • In alternativa, puoi basare il tuo cartone animato su eventi già divertenti di per sé.
  5. 5
    Usa l'immaginazione. Naturalmente, puoi creare una trama anche senza basarti soltanto (o non basandoti affatto) sulle tue esperienze di vita vissuta. Puoi creare una nuova trama basandoti interamente sui tuoi interessi e la tua immaginazione; l'importante è che tu includa situazioni in cui tutti gli spettatori riescano a riconoscersi.
    • Queste situazioni sono in genere eventi in cui tutti riescono a riconoscersi, come il momento in cui si diventa adulti, momenti in cui generalmente si provano emozioni speciali, indipendentemente dal fatto che la storia si svolga in un mondo contemporaneo, in uno scenario spaziale del futuro o un'avventura medievale di cavalieri e stregoni.
  6. 6
    Disegna un protagonista affascinante. Fai una lista dei tratti caratteristici che vorresti vedere in un personaggio. Questa lista dovrebbe includere pregi e difetti del personaggio, in modo che non sia troppo perfetto.
    • Questo è un passaggio importantissimo indipendentemente dalla complessità del tuo cartone. Anche se è vero che un personaggio di un cartone più serio o più lungo dovrà essere sviluppato più accuratamente rispetto a quello di un cartone più umoristico e breve; quest'ultimo tipo di cartone necessita di un protagonista che abbia obiettivi e segni caratteristici ben chiari e che gli permettano di cacciarsi in situazioni divertenti.

Parte 2
Scrivere il Copione e lo Storyboard

  1. 1
    Se hai intenzione di inserire dei dialoghi, scrivi un copione. Se uno qualsiasi dei personaggi del tuo cartone deve dire delle battute, dovrai procurarti un doppiatore che le reciti. Costui avrà bisogno di un copione scritto per sapere cosa dire nel microfono.
    • Devi scrivere il copione ancora prima di passare all'animazione. La bocca si muove in maniera diversa per i diversi fonemi. Dovrai creare dei movimenti credibili per la bocca del personaggio, in modo da poterlo doppiare successivamente.
  2. 2
    Butta giù una trama di base. Se non ci sono dialoghi nel cartone, puoi scrivere semplicemente una bozza. Devi comunque stilare almeno una narrativa di base degli eventi in maniera che tu possa tenere traccia dello sviluppo della storia.
    • Prima di cominciare la fase di produzione, scrivi più bozze del copione. Scrivi la prima bozza, mettila da parte, rileggila dopo un giorno o due e vedi se è effettivamente da migliorare.
  3. 3
    Dividi la storia in parti principali. Un cartone di breve durata potrebbe consistere di una sola scena, ma se fosse po' più lungo, faresti meglio a dividerlo in scene o atti multipli per poterlo gestire meglio.
  4. 4
    Fai uno schizzo di ogni grande cambiamento nella scena. Quando fai la bozza dello storyboard, ogni cambiamento nelle azioni dovrebbe essere mostrato in uno dei quadrati dello storyboard. I cambiamenti meno rilevanti devono essere descritti, ma non necessariamente disegnati.
    • Usa forme base, omini stilizzati e sfondi semplici. La storyboard può rimanere abbastanza semplice.
    • Prova a disegnare lo storyboard su dei cartoncini, in modo da poterli muovere per cambiare la cronologia in base alle tue preferenze.
    • Puoi anche includere delle note sotto ogni frame, per ricordarti meglio la trama. [1]

Parte 3
l'Animazione

  1. 1
    Acquisisci prima di tutto familiarità con i diversi tipi di animazione. In genere, la maggior parte delle forme di animazione possono essere incluse nelle categorie animazione su rodovetro, animazione stop motion, animazione computer 2D e animazione computer 3D. [2]
  2. 2
    Prova prima di tutto l'animazione su rodovetro. Si tratta dell'animazione nella sua forma tradizionale. Il vero e proprio “cartone animato”. Dovrai infatti disegnare a mano ogni fotogramma su un apposito riquadro e ricavare le immagini con una fotocamera speciale.
    • L'animazione su rodovetro funziona in maniera simile ai famosi flipbook. Viene creata una serie di disegni, ognuna di queste immagini cambia leggermente rispetto a quella successiva. Viste in rapida successione, la subdola differenza tra un'immagine e l'altra crea l'illusione del movimento.
    • Ogni immagine viene disegnata e colorata su un foglio trasparente, chiamato “rodovetro”.
    • Usa la tua fotocamera per fotografare questi disegni e montali insieme usando un software per manipolare le animazioni.
  3. 3
    Stop Motion. Un'altra tecnica tradizionale per l'animazione è la stop motion, meno comune di quella di cui si è parlato prima. La “Claymation” (animazione di pupazzi di argilla) è la forma più comune di animazione stop motion, ma è possibile usare dei pupazzi di ogni tipo e materiale.
    • Puoi utilizzare i pupazzi-ombra, la sand art, i pupazzi di carta o qualsiasi altra cosa possa essere mossa e mantenuta in posizione.
    • Il personaggio deve compiere piccoli movimenti su ogni fotogramma. Ogni volta che muovi un personaggio scatta una foto.
    • Monta insieme i vari fotogrammi perché vengano mostrati in successione rapida creando l'illusione del movimento.
  4. 4
    Animazione 2D al computer. Per questo tipo di animazione dovrai procurarti un programma speciale e il risultato sarà una versione più fluida di un cartone creato con l'animazione tradizionale.
    • Ogni programma di animazione 2D funziona diversamente, lo scopo di questa guida non è spiegarne il funzionamento, dovrai dunque cercare una guida approfondita sull'argomento e sui singoli programmi.
    • Un comune esempio di animazione 2D sono quelle create con Adobe Flash.
  5. 5
    Animazione 3D al computer. Come per l'animazione 2D, per questo tipo di animazione si utilizzano software speciali.
    • Per certi versi, l'animazione 3D è simile all'animazione in stop motion. Con questo tipo di tecnica è possibile produrre animazioni molto fluide, ma anche molto scattose. Dipende da te.
    • Come per l'animazione 2D, ogni software di animazione 3D funziona diversamente. Un esempio di questi software possono essere Maya e 3D Studio Max.

Parte 4
Effetti Sonori

  1. 1
    Procurati l'equipaggiamento adatto. Dovrai procurarti un buon microfono e un sistema per eliminare riverberi ed eventuali rumori di fondo.
    • Un microfono per computer di fascia alta andrà bene per creare un cartone da principianti. Se hai intenzione di entrare seriamente nel mercato e distribuire il tuo cartone, avrai bisogno di investire in un equipaggiamento più professionale.
    • Se lavori con un piccolo microfono, fissalo in un cabinet a tubo imbottito per casse per eliminare echi e rumori di fondo. [3]
  2. 2
    Registra gli effetti sonori. Fai lavorare la tua creatività e cerca sempre nuovi modi per registrare e produrre rumori adatti al tuo cartone animato.
    • Stila un elenco degli effetti sonori di cui avrai bisogno. Fai in modo che sia esauriente. Sii creativo. Includi qualsiasi cosa, dai suoni più ovvi (esplosioni, sveglie ecc.) ai meno ovvi (rumore di passi, rumore di fondo ecc.).[4]
    • Registra versioni diverse di ogni suono per avere più opzioni.
    • Alcuni esempi di effetti sonori che potresti creare sono: [5]
      • Fuoco – maneggia un pezzo di cellophane abbastanza rigido.
      • Schiaffo – batti le mani.
      • Tuono – sbatti un pezzo di plexiglass su un cartone molto rigido.
      • Acqua che bolle – soffia aria su un pezzo di vetro utilizzando una cannuccia.
      • Palla da baseball che colpisce la mazza – spezza un fiammifero di legno.
  3. 3
    Altrimenti, cerca effetti sonori preregistrati. Se non disponi dell'equipaggiamento adatto o non puoi creare i tuoi effetti sonori per svariati motivi, esistono CD-ROM e siti web che offrono effetti sonori preregistrati royalty-free che puoi usare liberamente. Quest'ultima potrebbe essere un'opzione più comoda per i principianti.
    • Controlla sempre che i suoni che intendi usare non siano protetti da copyright e che la loro licenza ne permetta il libero utilizzo, soprattutto per scopi commerciali. Prima di creare il tuo cartone è molto importante sapere tutto quello che c'è da sapere su ciò ti è permesso usare e cosa no.
  4. 4
    Se necessario, registra le voci. Se il tuo cartone ha anche i dialoghi, tu o qualcun altro dovrete registrarli perché i personaggi prendano vita. Le battute vanno lette dal copione, usando l'intonazione e l'espressione appropriata, assicurandosi anche di far corrispondere i dialoghi al movimento delle labbra dei personaggi.
    • Potresti anche manipolare le voci usando un software per computer. Se hai pochi doppiatori a disposizione, puoi far doppiare più personaggi a un solo doppiatore cambiando poi ogni voce al computer. Per questo passaggio dovrai probabilmente investire su un programma speciale di manipolazione audio. A seconda del programma che usi, avrai la possibilità di cambiare l'intonazione e aggiungere dettagli alle voci come effetti metallici ecc. [6]

Parte 5
Distribuire il Cartone

  1. 1
    Dovrai distribuire il cartone usando le tue risorse. Se hai creato un singolo episodio abbastanza breve o stai cercando di farti un nome nell'industria, puoi aggiungere il lavoro al tuo portfolio digitale caricandone una copia sul tuo blog personale, su un account di social networking o un sito di video come YouTube.
  2. 2
    Contatta una compagnia di distribuzione, di animazione o stazione TV. Se hai creato un episodio pilota per una serie di episodi, invia il cartone a queste compagnie. Se viene accettato, dovrai creare un calendario di produzione per organizzare il lavoro e continuare a produrre gli episodi della serie.
    • Una compagnia di distribuzione prenderà in esame il tuo episodio pilota cercando di determinare quanto sia commerciabile e appetibile per il pubblico. Nel caso in cui la compagnia accetti il tuo cartone, ti verrà dato un piano di distribuzione insieme a una previsione dei profitti. A questo punto, chiedi una lettera formale di manifestazione di interesse e mostra la lettera a potenziali investitori facendo sapere che un distributore è interessato a sponsorizzare il cartone. [7]
    • Se presenti il tuo episodio pilota a una compagnia di animazione o a una stazione TV, e hanno dei buchi da riempire tra una trasmissione e l'altra potrebbero accettarlo immediatamente.

Cose che ti Serviranno

  • Matita
  • Carta
  • Cartoncini
  • Computer
  • Celle di animazione vuote
  • Inchiostro e strumenti di qualità professionale
  • Fotocamera di fascia alta
  • Illuminazione
  • Computer
  • Software per animazione e montaggio
  • Materiale per creare effetti sonori
  • Microfono
  • Imbottitura
  • Cabinet altoparlanti a tubo

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Lois Wade, un membro fidato della comunità wikiHow. Lois Wade ha oltre 45 anni di esperienza nel campo delle attività manuali e fai da te, come cucito, uncinetto, ricamo con l'ago, punto croce, disegno e arte con la carta. Contribuisce agli articoli di wikiHow riguardanti lavoretti e manualità dal 2007.

Categorie: Software | Film Making

In altre lingue:

English: Make a Cartoon, Русский: создать мультфильм, Español: crear un dibujo animado, Português: Fazer Desenho Animado, Français: créer un dessin animé, Deutsch: Einen Cartoon machen, 中文: 自制动画, Bahasa Indonesia: Membuat Kartun, Nederlands: Een tekenfilm maken, العربية: صنع أفلام الكرتون

Questa pagina è stata letta 55 636 volte.
Hai trovato utile questo articolo?