Come Creare un File Batch

2 Parti:Imparare le Basi per Creare un File BatchSalvare un File Batch

Questo articolo mostra come creare un semplice file batch per poi eseguirlo su un qualunque sistema Windows. I file batch sono costituiti da una sequenza di comandi MS-DOS (un linguaggio dedicato ai sistemi operativi Windows) e spesso vengono utilizzati per automatizzare delle azioni, per esempio per spostare o copiare una serie di file da una cartella a un'altra. Per poter creare un file batch, non occorre utilizzare alcun programma o software aggiuntivo, basta semplicemente un normale editor di testo come il classico "Blocco note" di Windows.

Parte 1
Imparare le Basi per Creare un File Batch

  1. 1
    Avvia il programma Blocco Note. Si tratta di un semplice editor di testo integrato in tutte le versioni di Windows che permette di scrivere codice come se fosse del semplice testo per poi salvarlo sotto forma di file batch. Per avviare l'editor Blocco Note accedi al menu Start cliccando l'icona
    Immagine titolata Windowsstart.png
    , digita le parole chiave blocco note, quindi seleziona la relativa icona blu Blocco Note apparsa nella parte superiore dell'elenco dei risultati.
    • Il programma Blocco Note viene utilizzato spesso per scrivere un file di testo contenente la serie di comandi DOS che faranno parte del file batch e salvarlo in questo formato. Tuttavia, se lo desideri, puoi creare il tuo codice utilizzando qualunque strumento a tua disposizione.
  2. 2
    Impara quali sono i comandi di base che possono essere inclusi in un file batch. Lo scopo principale di quest'ultimo è proprio quello di eseguire automaticamente una sequenza predefinita di comandi DOS, quindi i comandi che puoi utilizzare sono esattamente quelli che si possono eseguire all'interno del "Prompt dei comandi" di Windows. Ecco un breve elenco dei più importanti:
    • ECHO - visualizza del testo a video;
    • @ECHO OFF - nasconde il testo che normalmente verrebbe visualizzato a video come risultato dell'esecuzione di un comando;
    • START - esegue un file utilizzando l'applicazione predefinita di sistema;
    • REM - inserisce una riga di commento all'interno del codice del programma;
    • MKDIR/RMDIR - crea e cancella una directory;
    • DEL - elimina un file;
    • COPY - copia un file;
    • XCOPY - permette di eseguire la copia di un file specificando opzioni aggiuntive;
    • FOR/IN/DO - permette di eseguire un comando specifico per una serie di file;
    • TITLE- modifica il titolo della finestra;[1]
  3. 3
    Scrivi un programma per creare una nuova directory. Uno dei metodi più semplici per imparare a creare un file batch consiste nel fare esperienza con le operazioni basilari. Per esempio è possibile utilizzare un file batch per creare automaticamente una serie di cartelle:[2]
    MKDIR c:\Esempio_1
    MKDIR c:\Esempio_2
    
  4. 4
    Crea il codice per realizzare un semplice programma di backup. I file batch sono perfetti per eseguire una sequenza di comandi multipli e sono ideali soprattutto quando tale sequenza va eseguita periodicamente e ripetutamente. Utilizzando il comando "XCOPY", sei in grado di creare un batch file che esegua la copia dei file presenti in determinate directory all'interno di una cartella di backup e di fare in modo che vengano sovrascritti solo i file che sono stati modificati dopo l'ultima esecuzione del programma:
    @ECHO OFF 
    XCOPY c:\directory_sorgente c:\backup /m /e /y
    
    • Questo semplice comando copia i file presenti nella cartella "directory_sorgente" all'interno della directory "backup". Sostituendo questi due parametri con i percorsi delle cartelle desiderate puoi eseguire il backup dei tuoi dati personali. Il parametro /m indica di eseguire la copia solo dei file che sono stati modificati. Il parametro /e specifica che occorre eseguire la copia anche di tutte le sottocartelle esistenti, mentre il parametro /y richiede una conferma da parte dell'utente prima di sovrascrivere un file già esistente nella cartella di destinazione.
  5. 5
    Crea un programma più avanzato. Anche se eseguire una copia di un file da una cartella a un'altra è già molto soddisfacente, perché non organizzarli durante la copia? In questo caso la soluzione ideale prevede l'utilizzo del comando "FOR/IN/DO". Per esempio è possibile usarlo per indicare al programma di smistare i file in cartelle separate in base all'estensione:
    @ECHO OFF 
    cd c:\sorgente
    REM Si tratta della cartella in cui sono memorizzati i file da riorganizzare
    FOR %%f IN (*.doc *.txt) DO XCOPY c:\sorgente\"%%f" c:\File_Testo /m /y
    REM questo comando copia i file di testo con estensione .doc o 
    REM .txt dalla cartella c:\sorgente alla directory c:\File_Testo
    REM il parametro %%f è una variabile
    FOR %%f IN (*.jpg *.png *.bmp) DO XCOPY C:\sorgente\"%%f" c:\Immagini /m /y
    REM questo comando copia tutti i file con estensione .jpg, .png
    REM o .bmp dalla cartella c:\sorgente alla directory c:\Immagini
    
  6. 6
    Fai pratica utilizzando diversi comandi DOS. Se hai bisogno di trovare l'ispirazione, esegui una semplice ricerca online utilizzando le parole chiave "comandi batch" e "creare file batch".

Parte 2
Salvare un File Batch

  1. 1
    Completa la creazione del documento di testo contenente il codice del file batch. Dopo aver creato e controllato il codice del tuo file batch, potrai procedere alla creazione del file eseguibile vero e proprio.
  2. 2
    Accedi al menu File. È posizionato nella parte superiore sinistra della finestra del programma "Blocco Note". Verrà visualizzato un menu a discesa.
  3. 3
    Scegli l'opzione Salva con nome…. È una delle voci presenti all'interno del menu File. In questo modo verrà visualizzata la finestra di sistema "Salva con nome".
  4. 4
    Assegna un nome al file e aggiungi l'estensione ".bat". All'interno del campo di testo "Nome file", digita il nome che desideri assegnare al tuo file batch seguito dall'estensione .bat.
    • Per esempio se il tuo programma si chiama "Backup", come nome per il relativo file batch, potresti scegliere Backup.bat e inserirlo nel campo "Nome file".
  5. 5
    Accedi al menu a discesa "Salva come". È visibile nella parte inferiore dell'omonima finestra di dialogo, sotto al campo di testo "Nome file".
  6. 6
    Scegli l'opzione Tutti i file (*.*). È una delle voci presenti nel menu a discesa apparso. In questo modo avrai la possibilità di assegnare al file l'estensione che preferisci (in questo caso ".bat").
  7. 7
    Seleziona la cartella di destinazione. Scegli la directory in cui desideri salvare il file batch che hai appena creato. Utilizza la barra laterale sinistra della finestra "Salva con nome". Per esempio puoi scegliere di salvarlo direttamente sul Desktop.
  8. 8
    Premi il pulsante Salva. È posizionato nell'angolo inferiore destro della finestra "Salva con nome". Quest'ultima verrà chiusa e il file verrà salvato nella cartella indicata.
  9. 9
    Chiudi il programma "Blocco Note". Il documento che hai creato è stato salvato come file batch nella directory selezionata.
  10. 10
    Modifica il codice del tuo file batch. In qualunque momento, se hai la necessità di apportare delle modifiche al codice sorgente del programma, puoi selezionare il relativo file batch con il tasto destro del mouse e scegliere l'opzione Modifica dal menu contestuale apparso. Il contenuto verrà visualizzato automaticamente all'interno della finestra dell'editor di testo predefinito, per esempio "Blocco Note". A questo punto puoi eseguire tutte le modifiche che desideri e salvare il file premendo semplicemente la combinazione di tasti Ctrl+S.
    • Le modifiche verranno rese effettive e potrai testarne la bontà eseguendo nuovamente il relativo file batch.

Consigli

  • Se all'interno del file batch hai inserito comandi per avere accesso a directory o aprire file i cui nomi contengono spazi vuoti dovrai racchiuderli fra virgolette (per esempio start "C:\Documents and Settings\").
  • Per creare o modificare un file batch puoi utilizzare un editor di testo prodotto da terze parti come Notepad++. Tuttavia, nella maggior parte dei casi in cui si ha a che fare con semplici file batch, è più che sufficiente usare il classico "Blocco note" di Windows.
  • Alcuni comandi (per esempio il comando "ipconfig"), per essere eseguiti correttamente, necessitano di un account amministratore di sistema. Se hai eseguito l'accesso a Windows con un normale account utente, puoi selezionare con il tasto destro del mouse il file batch che hai creato e scegliere l'opzione "Esegui come amministratore" dal menu contestuale apparso.

Avvertenze

  • In base ai comandi inclusi nel file batch creato, quest'ultimo potrebbe essere estremamente pericoloso per l'integrità del sistema. Per questo motivo, prima di usarli, assicurati che il tuo codice non esegua alcuna funzione che possa danneggiare in qualunque modo il computer (per esempio l'eliminazione di file di sistema o causare il blocco dell'intero computer).

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Windows

In altre lingue:

English: Write a Batch File, Español: crear un archivo por lotes, Português: Escrever um Arquivo em Lote, Français: écrire un fichier batch, Deutsch: Eine Batch Datei schreiben, Русский: написать батник, Nederlands: Een batchbestand maken, Bahasa Indonesia: Menulis Berkas Batch, 中文: 编写批处理文件, हिन्दी: बैच फाइल (Batch File) लिखें, العربية: كتابة ملفات Batch, Čeština: Jak vytvořit dávkový soubor, 한국어: 배치파일 만드는 법, ไทย: เขียน Batch File, Tiếng Việt: Viết tập tin batch, 日本語: バッチファイルの作成

Questa pagina è stata letta 126 762 volte.

Hai trovato utile questo articolo?