Come Creare un Sito Web

In questo Articolo:Progetta il Tuo Sito WebCrea il Tuo Sito WebTest e Pubblicazione del SitoConsiderazioniSommario dell'Articolo

La creazione di un sito web consente di condividere idee e pensieri con il mondo. Per coloro che si affacciano nel grande mondo del web design per la prima volta può però apparire scoraggiante. Al primo impatto il codice HTML, costellato da diciture strane come "http://www.etc.", <tag href="...."> e di <tag src="....">, può suscitare ansia e frustrazione, per non parlare del come e del dove vadano integrate le immagine e il testo. Ma niente panico, questo articolo ti aiuterà a superare rapidamente ognuno di questi ostacoli.

Parte 1
Progetta il Tuo Sito Web

  1. 1
    Cerca l'ispirazione. Fai riferimento a grandi siti progettati con cura, dal design moderno e accattivante, e cerca di scoprire quali siano le caratteristiche che li rendono tali. Normalmente il segreto consiste nel disporre informazioni, risorse e link perché siano fruibili dall'utente in modo semplice e intuitivo. Per trovare l'idea alla base della realizzazione del tuo sito web, trai ispirazione da quelli già online, che fanno riferimento allo stesso argomento o che trattano gli stessi prodotti. Potrai così scoprire come inserire e gestire i vari contenuti.
    • Fissati degli obiettivi compatibili con le tue abilità.
    • Le cose più importanti sono la semplicità e la facilità di accesso alle informazioni. Se non riesci a rendere perfettamente visibile una data informazione, fai in modo che il percorso per raggiungerla sia il più intuitivo possibile.
    • Generalmente un design semplice e un numero ridotto di pagine totale sono garanzia di un miglior risultato finale.
  2. 2
    Scegli un tema e un fine. Se hai già in mente quali saranno le tematiche trattate dal tuo sito, salta questo passaggio. In caso contrario prosegui nella lettura, alcuni consigli potranno esserti di aiuto. In primo luogo comprendi che alla rete accedono miliardi di persone, molte delle quali dispongono di un proprio sito web. Limitandoti a voler individuare qualcosa che ancora non esiste, molto probabilmente non inizierai mai.
    • Quando pensi ai contenuti presenti nel web, qual è la prima cosa che ti viene in mente? E-commerce? Musica? Notizie? Social network? Blog? Sono tutti ottimi argomenti da cui partire.
    • Potresti creare un sito web dedicato al tuo gruppo musicale preferito, che comprenda anche una chat con cui gli utenti possano comunicare fra loro per scambiare opinioni e idee.
    • Puoi creare un sito web relativo alla tua famiglia, ma in questo caso sii cauto nel trattare le informazioni. Internet è frequentato anche da persone sgradevoli che potrebbero usarle contro di te. Valuta l'ipotesi di proteggere i tuoi dati personali con una password robusta.
    • Se sei un appassionato di notizie o fai il possibile per evitare le informazioni manipolate dai media, crea un sito web in cui pubblicare informazioni reperite attraverso fonti attendibili, come Reuters, BBC, AP, etc. Crea il tuo personale programma per la gestione delle news (in termini tecnici aggregatore di notizie, ciò che una volta veniva chiamato "giornale").
    • Se sei appassionato di scrittura, crea un blog dove poter esprimere idee o pensieri che sappiano attrarre lettori fissi ogni mese!
  3. 3
    Pianifica. La creazione di un sito web richiede molto impegno, in termini di tempo e molto probabilmente anche di denaro, quindi pianificala nel dettaglio e rispetta i passi previsti. Il tuo business plan non dovrà essere un foglio elettronico complesso e zeppo di dati, né una fantasiosa presentazione di power point. Dovrà considerare alcuni aspetti principali: il perché stai creando un sito web e il perché gli utenti dovrebbero visitarlo, oltre a quali contenuti desideri inserire e a come desideri suddividerli all'interno delle singole pagine.
  4. 4
    Procurati i contenuti. Esistono numerosi contenuti di differenti nature, molti dei quali implicano delle considerazioni aggiuntive. È necessario che tu comprenda cosa sia meglio per le tue esigenze e per il sito stesso. Ecco alcuni aspetti da esaminare:
    • Uno store. Se hai intenzione di creare un sito di e-commerce dedicato alla vendita di prodotti, è bene capire come desideri renderli disponibili al pubblico. Se il numero degli elementi in vendita fosse esiguo, potrai decidere di creare un tuo proprio store affidandoti a un servizio di hosting. Siti come Amazon ed Ebay sono due ottimi esempi, offrono infatti un servizio completo che in pochi clic ti permette di mettere in vendita, al prezzo che desideri, tutti i tuoi prodotti.
    • Contenuti multimediali. Vuoi inserire video o brani musicali? Vuoi pubblicare i tuoi file direttamente o preferisci avvalerti di un servizio di hosting? Youtube e SoundCloud sono due ottimi esempi di servizi di hosting, in questo caso però dovrai essere certo che la struttura del sito creato supporti correttamente la riproduzione di tali contenuti.
    • Immagini. Se un fotografo? Un artista? Se stai pensando di pubblicare online le tue fotografie o i tuoi lavori, molto probabilmente dovrai utilizzare uno strumento o un formato che impedisca agli utenti di appropriarsi dei tuoi contenuti. Assicurati che le immagini siano pubblicate in miniatura o che siano protette tramite il codice del sito, in modo che non risultino salvabili tramite i comuni mezzi offerti dai browser internet più usati.
    • Widget. I widget sono componenti grafici di un'interfaccia, in questo caso di un sito web, normalmente utilizzati per tenere traccia degli utenti che visitano le tue pagine, del cosa stiano cercando, di quali contenuti visualizzino e da quale sorgente web arrivino. Sono disponibili widget di varia natura, che ti permettono di annotare appuntamenti, visualizzare il calendario, etc. Individua quelli più adatti alle tue esigenze e assicurati di scaricarli da una fonte sicura e affidabile.
    • Informazioni di contatto. Desideri essere contattato tramite le pagine del tuo sito? Per la tua sicurezza devi fare molta attenzione al tipo di informazioni personali che pubblichi online. Non dovresti mai rendere visibili informazioni quali il tuo indirizzo di casa o il numero di telefono fisso, trattandosi di dati utilizzabili per i furti di identità. È consigliabile aprire una casella postale o un indirizzo e-mail specifici, con cui gli utenti possano contattarti liberamente.
  5. 5
    Disegna un diagramma di flusso. Per la maggior parte delle persone, un sito web è caratterizzato dalla pagina principale, ovvero dalla pagina web che viene visualizzata da tutti gli utenti che accedono per la prima volta al tuo sito. Ma da essa dove è possibile accedere? Cosa si può fare? Dedicando un po' di tempo all'analisi di come gli utenti potranno interagire con il tuo sito, faciliterai la successiva creazione e il corretto posizionamento di tutti i pulsanti di navigazione e di ogni link di collegamento.
  6. 6
    Pensa agli scenari in cui si troveranno gli utenti e ai dispositivi utilizzati. Negli ultimi anni la tecnologia ha fatto passi da gigante, rendendo disponibili a chiunque smartphone e tablet con cui accedere a internet praticamente dovunque. Il tuo sito web dovrà pertanto essere progettato per essere fruibile anche da tali dispositivi. Se desideri realmente che il tuo sito superi l'esame del tempo, e che sia accessibile dal maggior numero di dispositivi portatili e non, decidi di crearne più di una versione, perché si adatti a dispositivi differenti. In alternativa progettalo in modo flessibile, ovvero in modo che sia in grado di adattare automaticamente pagine e contenuti alle necessità dell'utente.

Parte 2
Crea il Tuo Sito Web

  1. 1
    Scegli quale metodo o quale strumento utilizzare per la creazione del sito. Dopo aver individuato l'idea sulla quale sviluppare il sito, e averne pianificato la creazione, dovrai passare alla sua realizzazione vera e propria. Le opzioni a disposizione sembrano infinite. Online sono in vendita miriadi di "fantastici" programmi e applicazioni e di strumenti "indispensabili". La realtà è però ben diversa, esistono infatti solo pochi strumenti realmente utili al tuo scopo e uno solo di questi si adatterà al meglio ai tuoi bisogni e alle tue esigenze.
  2. 2
    Crealo tu stesso. È questa la prima opzione a tua disposizione. Se disponi di un'applicazione per la creazione di siti web, ad esempio Adobe Dreamweaver, potrai creare un sito web partendo da zero senza troppe difficoltà. Sicuramente dovrai creare un po' di codice, ma non è certo il caso di farsi prendere dal panico. A prima vista, il codice HTML può sembrare complicato, ma proprio come per ogni altra cosa tutto ciò che all'inizio sembra difficile con la pratica diviene presto agevole.
    • Pro: i software per la creazione di siti web semplificano di molto il processo di realizzazione, permettendoti di trascinare contenuti (immagini, testo, video, etc.), controlli (pulsanti, link, etc.) e qualsiasi altro elemento utile direttamente nella corretta posizione all'interno della pagina web, spesso senza dover mettere mano al codice HTML. Molte applicazioni web per la progettazione di siti consentono inoltre di creare pagine web specifiche per la visualizzazione su smartphone o tablet. Se la tua necessità è quella di creare un semplice sito personale, questa è sicuramente uno delle opzioni migliori da cui partire.
    • Contro: [Curva_di_apprendimento la curva di apprendimento], ovvero il tempo necessario a comprendere come utilizzare al meglio la piattaforma di progettazione. Pur non costringendoti a imparare il codice HTML, il processo non sarà del tutto semplice. Se non disponi di molto tempo, questa soluzione potrebbe pertanto non essere ottimale. L'aspetto maggiormente negativo di tale ipotesi ricade nell'estetica, se non sei un grafico professionista potresti infatti rischiare di creare una pagina web poco piacevole alla vista. Per non fare grossi danni, all'interno delle applicazioni o nel web, puoi trovare modelli di siti web già pronti per l'uso. Se stai percorrendo i tuoi primi passi nella progettazione di un sito web, ricordati che è sempre bene non cercare di strafare e concediti il tempo necessario ad apprendere tutti i nuovi concetti.
  3. 3
    Usa un CMS (Content Management System). Trattasi della seconda opzione a tua disposizione. WordPress è un ottimo esempio di CMS, sfruttabile per la creazione di siti web. È un programma che facilita e semplifica la creazione di blog e pagine web. Supporta l'utente nella configurazione dei menu e nella gestione dei commenti, oltre a offrire centinaia di modelli, temi e componenti aggiuntivi gratuiti con cui personalizzare il proprio progetto. Drupal e Joomla sono altri due ottimi CMS. Il plus dell'utilizzo di questi strumenti è il seguente: una volta installati sul web server sono gestibili da qualsiasi parte del mondo, a patto di disporre di una connessione internet attiva.
    • Pro: la semplicità di utilizzo, la rapidità con cui questo strumento è pronto all'uso (l'installazione è completamente automatica, basta solo un clic) e la quantità di opzioni disponibili atte a facilitarne l'utilizzo agli utenti meno esperti (oltre a mettere a disposizione un numero sufficiente di opzioni avanzate che soddisfano anche gli utenti più esperti).
    • Contro: il numero di alcuni modelli è limitato e non tutti sono disponibili gratuitamente.
  4. 4
    Crea un sito web da zero. Questa è la terza opzione. Se sceglierai di realizzare il tuo sito web partendo da zero, avrai la necessità di utilizzare il codice HTML e i fogli di stile CSS. Sono molte le strade percorribili per ampliare la tua conoscenza dell'HTML e poter aggiungere maggiori funzionalità e profondità al tuo sito web. Se desideri creare un sito web professionale, gli strumenti elencati di seguito ti aiuteranno a ottenere quel vantaggio necessario alla buona riuscita di una qualsiasi attività commerciale.
    • Per quanto concerne l'aspetto e lo stile del sito, i CSS, acronimo di "cascading style sheets", offrono una maggiore elasticità d'uso rispetto all'HTML. La gestione del layout del testo, delle intestazioni e la gestione degli schemi dei colori sono centralizzate in un unico punto, consentendo modifiche più semplici e rapide che si propagano automaticamente a tutte le pagine del sito.
    • XHTML è un linguaggio web creato in base agli standard del W3C. Pressoché identico al codice HTML, segue regole più severe per la marcatura delle informazioni, derivate dal linguaggio XML. Di conseguenza le variazioni sul modo con cui andrà scritto il codice saranno minori.
    • HTML5. Si tratta della quinta revisione del codice HTML standard che include la versione precedente del linguaggio (HTML4) integrata con l'XHTML.
    • Impara un linguaggio per la creazione di script lato client, come ad esempio il JavaScript. L'utilizzo di tale strumento incrementerà le tue possibilità di aggiungere elementi interattivi alle tue pagine web, come ad esempio grafici, mappe, etc.
    • Impara un linguaggio per la creazione di script lato server. Linguaggi come PHP, ASP abbinato all'utilizzo di JavaScript o VB Script e Python possono essere utilizzati per modificare l'aspetto delle tue pagine web, al fine di adattarle alle esigenze degli utenti. Sarà inoltre possibile creare e gestire forum. Tali script ti supporteranno nella memorizzazione delle informazioni relative alle persone che visitano le tue pagine, tra cui ad esempio il nome utente, le impostazioni di configurazione o il contenuto del loro "carrello della spesa", nel caso il tuo sia un sito di e-commerce.
    • AJAX (Asynchronous JavaScript and XML). È una tecnica di programmazione che sfrutta i linguaggi di scripting lato client e lato server per ottenere nuove informazioni senza dover eseguire il refresh della pagina. Spesso consente di ridurre il tempo di attesa dell'utente, rendendone più piacevole la navigazione nel web. Di contro questa tecnica aumenta l'utilizzo della banda della connessione internet. Nel caso di siti web dedicati all'e-commerce o che generano grandi quantità di traffico, l'utilizzo di questa tecnologia è una soluzione ideale.
  5. 5
    Assumi un professionista. Questa è la quarta e ultima opzione a tua disposizione. Se non sei in grado di creare un sito web da solo o non vuoi imparare un nuovo linguaggio di programmazione (soprattutto per la realizzazione di siti web complessi), l'assunzione di un professionista potrebbe essere la soluzione ideale. Prima di scegliere una persona per affidarle lo sviluppo del tuo sito, chiedile di poter visionare i suoi lavori precedenti e controllane con attenzione le varie fonti.

Parte 3
Test e Pubblicazione del Sito

  1. 1
    Registra il nome del tuo dominio. Se il budget del tuo progetto lo consente, puoi acquistare un nome di dominio a buon mercato. Individua un dominio che sia semplice da ricordare e facile da scrivere. Scegliendo un dominio ".com" riuscirai a generare più traffico, ma dato che la maggior parte di tali domini sono già stati registrati dovrai essere un po' creativo.
    • Se vivi negli Stati Uniti, per la ricerca e la registrazione del nome di dominio del tuo sito web, utilizza portali come "Network Solutions", "GoDaddy" o "Register.com", mentre se vivi nel Regno Unito, "uk2.net" rappresenta una valida soluzione. Il CMS Wordpress integra una funzionalità tramite cui poter utilizzare un nome di dominio di secondo livello associato a quello di Wordpress. Ad esempio mio_sito_web.wordpress.com. Nel caso il dominio scelto sia disponibile con l'estensione ".com", ne riceverai diretta notifica al momento della registrazione sul CMS.
    • Puoi anche procedere all'acquisto di domini già registrati, ma non ancora utilizzati (in termini tecnici ci si riferisce a "domini parcheggiati"), oppure avvalerti degli innumerevoli siti web che vendono nomi di domini. In questo caso, prima di acquistare un dominio molto costoso, è altamente consigliabile richiedere una consulenza legale e finanziaria.
  2. 2
    Esamina il tuo sito web. Prima di pubblicarlo online, esegui un test completo e minuzioso. La maggior parte dei software per la progettazione di siti web integrano uno strumento che consente la pubblicazione in locale, così da poterne testare tutte le funzionalità. Vai alla ricerca di eventuali link non funzionanti, tag mancanti, errori nella progettazione e nella visualizzazione del layout o nell'ottimizzazione per la rilevazione da parte dei motori di ricerca. Ognuno di questi fattori potrebbe incidere negativamente sul traffico generato verso il sito, danneggiando le tue entrate economiche. Per poter essere tracciato al meglio da siti come Google, puoi anche generare una mappa funzionante del tuo sito e inviarla ai relativi motori di ricerca. Trattasi di un'attività gratuita che può essere portata a termine in pochi minuti.
  3. 3
    Testa il tuo sito web. Dopo averne completato la realizzazione, esegui un test di fruibilità. Per farlo chiedi ad alcuni dei tuoi amici o ai membri della tua famiglia di provare a navigare sul tuo sito. Assegna loro dei compiti ben precisi, come ad esempio creare e modificare un profilo, completare l'intero processo relativo all'acquisto di uno dei prodotti disponibili o acquistare un prodotto pubblicizzato in un'area specifica del sito. Osservali mentre navigano fra le pagine del tuo sito, ma senza interferire. Potrai accorgerti di quali siano le sezioni che necessitano di essere revisionate per migliorarne l'accessibilità o la fruizione o valutare di quali funzioni sia necessario chiarire le istruzioni di utilizzo. In alternativa rivolgiti a siti come Zurb.com, sono in grado di eseguire test più completi e approfonditi basandosi su campioni di utenti statisticamente rilevanti, simulando tutte le tipologie di persone che potrebbero realmente accedere al tuo progetto. Oggigiorno, quando si testa il funzionamento di un sito, è molto importante considerare la piattaforma che verrà utilizzata per la navigazione, assicurati pertanto che le tue pagine web siano accessibili da smartphone, tablet e computer.
    • Crea un elenco di tutti quegli aspetti che sono poco intuitivi o difficili da utilizzare.
  4. 4
    Pubblicalo online! Scegli un servizio di hosting e provvedi al caricamento di tutte le pagine che compongono il tuo sito. Il servizio scelto dovrebbe consentirti di utilizzare una piattaforma FTP nativa. In alternativa potrai usare un client FTP, come FileZilla o CyberDuck. Nel caso tu abbia assunto un web designer professionista, molto probabilmente sarà lui a svolgere questa attività (dato che lo stai pagando per il lavoro che compie, ponigli tutte le domande che desideri così da comprendere appieno come funziona il processo di pubblicazione di un sito web).

Parte 4
Considerazioni

  1. 1
    Focalizza le idee. Se stai creando un sito web per generare un profitto, chiediti quali siano le idee più adatte ad avere un riscontro economico? Quali richiedono la maggior parte dell'impegno? Quali sembrano divertenti da mettere in pratica? La gestione del sito occuperà molto del tuo tempo, quindi scegli un'idea che ti appassioni. Solo così il lavoro non ti peserà consentendoti di conseguenza di ottenere un maggior riscontro.
  2. 2
    Definisci i tuoi obiettivi e lavora per raggiungerli. Potresti aver creato il tuo sito per puro divertimento, per trarre un profitto o per entrambe le motivazioni. Conoscere le tue aspettative semplificherà la realizzazione del tuo progetto e ti aiuterà a tracciarne e interpretarne i risultati.
  3. 3
    Preparati a competere. I siti di contenuti richiedono un investimento minore, ma di contro ti espongono a una competizione molto più ampia. Chiunque può infatti realizzare un sito similare con pochi e semplici click. Per riuscire ad avere un ritorno economico da questi siti, è necessario creare contenuti interessanti e riuscire a trarre un profitto dal traffico generato sfruttando gli annunci pubblicitari tramite strumenti appositi, come ad esempio Google AdSense. Per poter ottimizzare il funzionamento di AdSense, dovrai adattare di conseguenza i tuoi contenuti e renderli interessanti, in modo che gli utenti siano attratti verso il tuo sito. Inserisci quelle specifiche parole chiave utilizzate dagli utenti nella ricerca di determinati contenuti online. Dovrai impegnarti a trovare il giusto equilibrio, senza esagerare tale aspetto, per evitare che tuoi contenuti ne soffrano risultando poco interessanti per gli utenti.
  4. 4
    Sii pronto ad assumerti le tue responsabilità. I siti di e-commerce relativi alla vendita di prodotti richiedono una maggiore attenzione e manutenzione. Dovrai infatti preoccuparti della vendita e della spedizione dei prodotti, delle problematiche relative alle fatture e alle tasse, della sicurezza delle transazioni economiche (SSL), della gestione del magazzino e dell'inventario e di tutte quelle attività che un qualsiasi commerciante su strada deve affrontare nel proprio lavoro. Per vendere dei prodotti online, è fondamentale disporre di un sistema solido e robusto, in grado di rispondere alle domande degli utenti e di gestirne i reclami. Molte società offrono anche un supporto telefonico. Se intendi fare altrettanto, puoi appoggiarti a un servizio esterno in grado di svolgere tale funzione.
    • Se il tuo unico obiettivo è quello di generare un reddito economico, puoi vendere i prodotti commercializzati da altri, sfruttandone i relativi programmi di affiliazione. Potrai così guadagnare dei soldi senza dover investire in merce e senza doverti preoccupare di gestire spedizioni e magazzino.
  5. 5
    Conosci a fondo il target di utenti che vuoi raggiungere. A che tipo di persone si rivolge il tuo sito web? Conduci una ricerca di mercato per scoprire di più riguardo al tuo pubblico. Ecco quali sono gli aspetti per te rilevanti. Cosa fanno? Quanti anni hanno? Quali sono i loro interessi? Ognuna di queste informazioni ti aiuterà a rendere più utile il tuo sito. Evita inoltre di presupporre che il tuo progetto sia adatto solo a un gruppo selezionato di persone. Tieni sempre sotto controllo l'andamento del mercato a cui ti rivolgi, per essere pronto a individuare nuove fasce di utenza potenzialmente interessate ai tuoi contenuti. Riuscirai così ad andare incontro alle loro necessità e a sfruttare al meglio le nuove opportunità.
  6. 6
    Ricerca le parole chiave. Si tratta di un processo indispensabile per determinare quali siano gli argomenti cercati dalle persone e per determinarne l'attinenza con il tuo sito. Tali informazioni possono aiutarti a comprendere meglio i tuoi potenziali clienti. Incorpora le parole chiave più usate all'interno del tuo sito web, al fine di ottenere una migliore visibilità e classificazione nei motori di ricerca. Google, Overture e sviluppatori software di terze parti offrono alcuni appositi strumenti atti a semplificare l'individuazione delle parole chiave (ad esempio google.com/trends/ e google.com/insights/search/#).
    • Inserisci le parole chiave individuate all'interno del testo presente nelle tue pagine web, ricordandoti di mantenere il giusto equilibrio per evitare di compromettere la qualità dei tuoi contenuti.
    • Creare pagine ottimizzate per una corretta indicizzazione dei motori di ricerca garantisce che il tuo sito web sia ben visibile, aspetto di maggiore importanza rispetto al puro aspetto grafico. Cosa fartene di un bel sito che nessuno riesce a vedere?
  7. 7
    Pubblicizzalo. Ora che tutto è pronto, desideri che gli utenti riescano a raggiungere il tuo sito, quindi non ti resta che informarli!
    • Inserisci il tuo sito sui motori di ricerca. Alcuni motori eseguono questa attività automaticamente, in altri casi potrai farlo tu stesso.
    • Dillo agli amici. Pubblicizza costantemente il tuo sito tramite Twitter! Usa la tua pagina di Facebook, posta immagini su Flickr e aggiungilo al tuo profilo di LinkedIn. La chiave per il successo suggerisce di inserire dovunque riferimenti al tuo sito. Maggiore è il numero di utenti che visita le tue pagine, migliori saranno i tuoi affari.
    • Associa un indirizzo e-mail al dominio scelto. Visita i siti web complementari al tuo (non quelli concorrenti) e offriti di inserire sulle tue pagine un link o un post relativo, chiedendo in cambio che facciano altrettanto. Partecipa in modo costruttivo alle discussioni nei forum e nei blog inserendo nella tua firma l'URL del sito.
    • Fai uso dell'Article Marketing]. Realizzare articoli ottimizzati in base agli standard [[1]] e pubblicarli su altri siti è un ottimo metodo per creare dei collegamenti esterni al tuo sito. Spesso questa tecnica è utile ad aumentare la visibilità delle tue pagine web sui motori di ricerca. Richiede altresì che tu sia sempre aggiornato relativamente alle modifiche apportate al funzionamento dei motori di ricerca, in quanto possono impattare negativamente sulla strategia SEO adottata, rendendola meno efficacie o addirittura inutile.
  8. 8
    Fornisci servizi e contenuti di qualità. Ciò che più importa è il feedback ricevuto dai tuoi lettori o dai tuoi clienti. Ascoltane le esperienze sull'utilizzo del tuo sito per imparare come e dove migliorarlo.
    • Prendi sul serio le critiche costruttive. Nuove idee relative a un miglior accesso e a una più efficace navigazione possono giungere da chiunque, ascolta quindi amici, parenti e fan, senza fare distinzioni.
    • Focalizzati sulle esigenze dei tuoi clienti o del tuo pubblico: ascoltane le necessità, le frustrazioni e le situazioni. Impegnati a semplificarne e a migliorarne la vita per quanto sia possibile.

Consigli

  • Oggigiorno le persone sono sempre di fretta. È stato calcolato che, online, si abbia in media dai 3 ai 7 secondi circa per catturare l'attenzione di un utente, quindi scegli con saggezza cosa presentare inizialmente ai tuoi visitatori. Per ridurre al minimo i tempi di caricamento, non esagerare con l'aspetto grafico. Comprimi immagini e video ove possibile. Utilizza la tecnologia Flash, i JavaScript e i contenuti video e audio in streaming solo se sono estremamente necessari per presentare te e il tuo sito.
  • Se vendi prodotti che normalmente gli utenti possono trovare tramite un motore di ricerca, assicurati che siano la prima cosa che vedranno quando approderanno sulle tue pagine web. Maggiore è il numero di clic che un utente deve eseguire per raggiungere le informazioni che cerca, più alta è la probabilità che abbandoni il tuo sito per cercare altrove.
  • Se decidi di avvalerti della consulenza di un professionista per la creazione del codice di un sito web complesso, ricorda che i programmatori non sempre sono anche dei grafici. La maggior parte dei siti che riescono a catturare con efficacia l'attenzione dei visitatori sono stati creati da o con l'aiuto di esperti grafici professionisti. Il miglior consiglio, soprattutto nel caso di un sito professionale, è quello di affidare il lavoro alle persone giuste. Professionisti esperti per progettare l'interfaccia grafica del sito e scegliere dove e come inserire i contenuti. Programmatori specializzati per creare codice robusto, efficiente e che funzioni alla perfezione. Un SEO per pubblicizzare al meglio il sito e renderlo ben visibile. Infine scrittori per creare i contenuti.
  • Individua un sito web molto conosciuto e visitato e utilizzalo come modello, anche se si occupa di contenuti e prodotti diversi dai tuoi. Quali sono i suoi punti di forza? Focalizzati sulle parti di layout, contenuti e gestione del sito che ti interessano di più. Incorpora nel tuo sito ognuno degli aspetti e degli elementi che ti hanno colpito adattandoli alle tue esigenze.
  • Inizia da cose semplice, fai pratica e poi trova il modo di migliorare. Anche se le tue prime creazioni non sono delle opere d'arte, non ti fermare e prosegui. Non commettere l'errore di voler accelerare il processo di apprendimento.
  • Se intendi creare un sito web per la vendita di prodotti online, devi creare una procedura sicura che permetta il pagamento tramite carta di credito. Per farlo puoi appoggiarti a siti appositi, creando un account commerciale. Nota che verranno applicate delle commissioni per il servizio erogato ad ogni transazione. In alternativa puoi utilizzare servizi di pagamento gratuiti, come ad esempio PayPal. Leggi sempre con attenzione le clausole contrattuali stampate in piccolo. Ricorda che molte linee di credito richiedono che le spedizioni dei prodotti venduti siano assicurate contro lo smarrimento o i danni accidentali (in questo caso leggi attentamente anche la polizza assicurativa).

Avvertenze

  • Non lasciarti ossessionare dagli ultimi consigli di web marketing. Sebbene alcuni suggerimenti e regole possano sembrare utili, molti non lo sono. Ricorda che il marketing non è una scienza esatta, ma un continuo processo di sperimentazione, relativo a ciò che funziona e ciò che non funziona. L'unico giudice in grado di stabilire se una strategia di marketing è efficace sei tu. Interrogare direttamente gli utenti e imparare dalle loro esperienze si rivela spesso l'approccio più valido.
  • Se utilizzi contenuti di proprietà di altri siti web, ad esempio immagini, JavaScript, video, etc., ricordati di chiedere prima le autorizzazioni necessarie. In caso contrario il legittimo proprietario potrebbe citarti per plagio.
  • Non tradire mai la fiducia dei tuoi utenti. Rispetta sempre la loro privacy. Inondarli di e-mail, popup e annunci pubblicitari potrebbe danneggiare la tua credibilità. Una dichiarazione chiara sulla gestione della privacy dei tuoi utenti ti aiuterà a costruire una credibilità duratura. In ognuna delle pagine del tuo sito, inserisci un link ben visibile che riconduca a quella in cui spieghi come gestisci la privacy dei tuoi utenti. Inserisci lo stesso link anche in tutte le pagine in cui richiedi che l'utente fornisca informazioni personali. Specifica in modo chiaro e trasparente gli estremi per contattarti. Se hai intenzione di inserire degli annunci pubblicitari nel sito, spiegane il perché ai tuoi visitatori e mostra la tua volontà di offrirgli un'esperienza soddisfacente.
  • Ricorda di non cancellare mai le credenziali di accesso e i dettagli (nome utente, password, etc.) relativi al tuo account. Nel caso dovessi perdere tali informazioni non sarai più in grado di gestire e modificare il tuo sito web. Ancor più importante, non fornire mai queste informazioni ad altre persone (eccetto ovviamente l'URL del tuo sito web).

Sommario dell'ArticoloX

1. Scegli quale strumento utilizzare per la costruzione del sito.
2. Scegli un web hosting.
3. Registra il nome del tuo dominio.
4. Carica il sito web sull’host.
5. Testa il sito web in più di un browser.
6. Pubblica il sito web.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 270 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Programmazione | Internet

In altre lingue:

English: Make a Website, Français: faire un site Internet, Español: crear una página web, Deutsch: Eine Webseite erstellen, Português: Criar um Site, Nederlands: Een website maken, Русский: создать сайт, 中文: 创建网站, Bahasa Indonesia: Membuat Situs Web, Čeština: Jak vytvořit webovou stránku, हिन्दी: एक वेबसाइट बनायें, العربية: إنشاء موقع إلكتروني, Tiếng Việt: Tạo một Website, ไทย: สร้างเว็บไซต์

Questa pagina è stata letta 16 924 volte.
Hai trovato utile questo articolo?