Come Creare una Animazione in Stop Motion

Se ti stai chiedendo come si possono creare delle animazioni in stile Wallace e Gromit o i cortometraggi divertenti con protagonisti gli omini del Lego che si vedono su YouTube, la tua ricerca è finita! Pur non essendo difficile, creare un'animazione in "stop motion" è un processo lungo e ripetitivo. Se sei una persona molto paziente si rileverà però un hobby molto divertente che col tempo potrebbe trasformarsi in una carriera di successo.

Metodo 1 di 2:
Usare un Software Stop Motion

  1. 1
    Scegli la fotocamera. Se ne possiedi una digitale di qualità, puoi usarla per questo progetto, ricorda che però andrà benissimo anche un'economica webcam. Acquistane una che sia dotata di messa a fuoco manuale per poterla regolare manualmente al fine di ottenere immagini nitide e ravvicinate. Puoi acquistare una webcam direttamente online per meno di 5 €.
    • Assicurati che la webcam sia compatibile con il dispositivo che intendi utilizzare. Nel caso di un dispositivo mobile, molto probabilmente dovrai acquistare un cavo di collegamento apposito e installare un'applicazione che ti permetta di pilotare la webcam direttamente dal dispositivo.
    • Alcuni dei software consigliati di seguito funzionano solo usando una webcam o un modello specifico di fotocamera. Prima di procedere all'acquisto, verificane quindi la compatibilità.
  2. 2
    Installa un software apposito. Puoi installare questo tipo di programmi praticamente su qualsiasi dispositivo, tuttavia laptop e dispositivi mobili sono più semplici da spostare lungo il set delle riprese. Molti programmi di questo genere vengono offerti gratuitamente per un periodo limitato, in modo che si possa saggiarne le qualità prima di procedere all'eventuale acquisto. Il consiglio è quello di leggere sempre i termini del contratto per l'utilizzo su licenza perché spesso le versioni dimostrative del programma non dispongono di tutte le funzionalità presenti nelle versioni complete, o peggio, aggiungono a ogni immagine una filigrana coprente. Ecco alcuni dei programmi consigliati:
    • Sistemi Mac: iStopMotion, Boinx, Dragon Frame.
    • Sistemi Windows: I Can Animate 2 (consigliato per bambini), iKITMovie o Stop Motion Pro. Pur disponendo di poche funzionalità, Windows Movie Maker può essere un'opzione valida perché ha il vantaggio di poter essere già presente nel computer.
    • iPhone o iPad: Frameographer, Stopmotion Cafe.
    • Dispositivi Android: Clayframes, Stopmotion Studio.
  3. 3
    Individua gli oggetti e i personaggi che vuoi usare nel tuo film. Alcune tra le opzioni migliori includono: argilla, fil di ferro, omini del Lego e qualsiasi diversa tipologia di personaggi giocattolo. Sii creativo, per realizzare il tuo capolavoro puoi utilizzare praticamente qualsiasi oggetto che ti circonda.
    • Inizia con dei progetti di piccole dimensioni, ad esempio con un'arancia che si sbuccia da sola. Ricorda che per realizzare un solo secondo di filmato occorrono circa 18-24 immagini, avrai quindi l'occasione di fare moltissima pratica.
    • In alternativa, puoi disegnare le singole scene su una lavagna bianca o su carta, modificando di volta in volta l'immagine di ogni fotogramma solo in piccoli dettagli, ottenendo così un'animazione più fluida. Se decidi di realizzare il tuo film in questo modo, devi procurarti un supporto stabile su cui fissare i disegni per prevenire movimenti accidentali.
  4. 4
    Prepara l'illuminazione adatta. Puoi avvalerti di qualsiasi tipo di luce stabile, priva di sfarfallii o di sbalzi di luminosità. Se nuvole o altri oggetti esterni creano dei giochi di ombre sul set delle riprese modificando la luminosità dell'ambiente, puoi decidere di oscurare le finestre con tende o persiane.
    • Alcune tipologie di lampadine richiedono un po' di tempo per raggiungere la massima luminosità. Accendile in anticipo e attendi che si scaldino mentre tu prepari il set per le riprese.
  5. 5
    Prepara la scena delle riprese. Crea il set per le riprese in un'area che sia priva di vento e di oggetti in movimento. Assicurati che tutti i pezzi siano collocati correttamente e saldamente nella loro posizione iniziale. Se durante le riprese uno degli oggetti dovesse cadere, ripristinarne la giusta posizione richiederebbe un bel po' di tempo.
    • Se uno dei personaggi sembra instabile o sul punto di cadere, fissalo in posizione usando della pasta adesiva.
  6. 6
    Prepara la fotocamera. Posiziona la fotocamera e il dispositivo scelto montaggio nel punto dal quale desideri riprendere. Collega la webcam o la fotocamera al dispositivo. Avvia il software e controlla che l'immagine ripresa dalla camera venga rilevata correttamente anche dal programma. Dopo aver sistemato tutti i dettagli, posiziona la fotocamera su un treppiede oppure fissala con il nastro adesivo in modo che non possa spostarsi accidentalmente. Se durante gli scatti la macchina fotografica dovesse muoversi, il risultato finale sarebbe caotico e privo di continuità.
  7. 7
    Inizia a scattare le fotografie. Scatta una singola fotografia di ognuno degli oggetti o dei personaggi mentre sono nella loro posizione iniziale. Prosegui facendo compiere a ogni oggetto dei movimenti piccolissimi, quindi scatta una nuova serie di fotografie per ogni singolo spostamento. Puoi muovere un solo pezzo per volta (ad esempio un braccio, avanti e indietro, in segno di saluto), oppure scegliere di eseguire più movimenti contemporaneamente (per riprodurre una camminata fluida dovrai muovere contemporaneamente sia le braccia che le gambe del personaggio, mentre per girare una scena più complessa dovrai muovere numerosi oggetti). Tra uno scatto e l'altro, fai in modo che i tuoi personaggi compiano dei movimenti di uguale distanza.
    • Prima di scattare una fotografia, assicurati che il soggetto sia sempre perfettamente a fuoco. A tal fine potresti dover disattivare la messa a fuoco automatica della fotocamera. Se stai utilizzando una webcam, muovi manualmente la ghiera della messa a fuoco.
  8. 8
    Controlla il software. Ogni volta che scatti una fotografia, il singolo fotogramma dovrebbe apparire all'interno del programma di "stop motion" in uso. Ogni immagine catturata verrà inserita all'interno di una sequenza che comporrà il filmato finale. Normalmente tale sequenza viene posizionata nella parte inferiore dell'interfaccia del programma. Dovresti essere in grado di scorrere la sequenza dei fotogrammi o di riprodurre un'anteprima del filmato per avere un'idea approssimativa di quello che sarà il risultato finale. A questo punto del lavoro non preoccuparti della qualità, il risultato finale sarà sicuramente molto più fluido e nitido.
    • Se dovessi commettere un errore, potrai semplicemente cancellare il fotogramma appena acquisito e scattare una seconda fotografia.
  9. 9
    Cerca la funzionalità "Onion Skinning". Si tratta di una funzione estremamente utile, motivo fondamentale per cui la tua scelta dovrebbe ricadere sull'utilizzo di un software dedicato appositamente allo stop motion e non su un editor video gratuito. Quando la funzione "Onion Skinning" è abilitata, il fotogramma precedente viene sovrapposto all'immagine a video catturata in tempo reale dalla fotocamera. Questo processo permette di modificare la posizione degli oggetti e dei personaggi in modo molto preciso. Se dovessi inavvertitamente spostare un personaggio o commettere un errore, avendo quindi la necessità di ricreare alcuni fotogrammi, la funzione "Onion Skinning", sovrapponendo all'immagine attuale l'ultimo fotogramma utile, ti permetterà di ricreare la scena iniziale in modo molto semplice, consentendoti di allineare correttamente tutti i personaggi e gli oggetti.
    • Se non riesci a individuare questa funzionalità, cerca il menu relativo all'aiuto in linea o la sezione relativa al tutorial iniziale. In alternativa visita il sito web dello sviluppatore del programma.
  10. 10
    Termina le riprese. Prosegui muovendo i personaggi lungo il set e scattando tutte le fotografie necessarie finché non hai terminato il lavoro. Al termine delle riprese, non smontare il set perché potresti avere la necessità di ripetere alcuni fotogrammi.
    • Ricorda che non è necessario completare le riprese in una sola sessione. Fare delle pause con regolarità, trasformerà il lavoro da un'incombenza noiosa in un vero piacere.
  11. 11
    Duplica i fotogrammi in modo che i movimenti appaiano a un ritmo più lento e naturale. Duplicando un fotogramma aumenti il tempo di visualizzazione della relativa immagine per qualche istante prima che venga mostrato quello successivo. È buona regola creare una o due copie di ogni fotogramma del filmato. In alcune occasione aumenta il numero di copie a 6-8 fotogrammi, in modo che il personaggio compia una pausa prima di: modificare la sua direzione, compiere un determinato movimento o dare inizio a una nuova scena. In questo modo l'animazione risulterà visibilmente più fluida e naturale.
    • In caso di dubbio, fai sempre riferimento al manuale di istruzioni del software in uso.
  12. 12
    Completa il film. Adesso puoi eseguire il render del progetto per trasformarlo in un file video vero e proprio da mostrare agli amici. Se lo desideri, puoi importare il video finito all'interno in un programma di video editing per aggiungere un sottofondo musicale e degli effetti sonori o speciali.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Utilizzare un Editor Video Gratuito

  1. 1
    Impara a conoscere i pro e i contro di questa scelta. Potresti essere già in possesso di un programma per il video editing e di una fotocamera o di uno smartphone che possano scattare fotografie digitali. Se così fosse, non ti resta che iniziare. Nota però che le riprese e il processo di editing possono richiedere molto tempo e fatica. Se vuoi creare un filmato più lungo di 1-2 minuti, opta per un software appositamente creato per implementare la tecnica di "stop motion" e segui i passaggi del metodo precedente.
    • Tutto quello che ti serve per seguire il metodo descritto in precedenza sono un software in versione demo e una webcam economica.
  2. 2
    Scegli il programma. La maggior parte dei software gratuiti per il video editing sono funzionali per le tue esigenze. Questa guida mostra l'utilizzo di alcuni programmi scaricabili gratuitamente dal web:
    • Sistemi Mac: iMovie (programma già preinstallato su alcuni Mac)
    • Sistemi Windows: Virtual Dub, Windows Movie Maker (ufficialmente non supporta questa tecnica, ma a volte funziona; è un programma preinstallato sulla maggior parte dei sistemi Windows)
  3. 3
    Crea il set per il tuo filmato. Individua un'area priva di ombre in movimento, luci tremolanti o oggetti che si muovono sullo sfondo. Posiziona tutti gli oggetti scelti, fissando in modo saldo quelli che appaiono meno stabili. A tal fine puoi utilizzare del nastro biadesivo o della semplice pasta adesiva.
    • Le animazioni create in "stop motion" richiedono un processo di creazione molto lungo. Inizia sempre da un'idea semplice e breve — ad esempio, un foglio di carta che si appallottola da solo e salta nel cestino.
  4. 4
    Mantieni ferma la fotocamera. Puoi utilizzare un qualsiasi dispositivo in grado di acquisire immagini (fotocamera digitale, smartphone, tablet o webcam). Posizionalo su un treppiede o su un supporto stabile. In alternativa fissalo con del nastro adesivo. La cosa fondamentale è che sia perfettamente immobile, in caso contrario il video finale apparirà poco fluido e confuso.
  5. 5
    Scatta le fotografie. L'idea di base è molto semplice: scattare una fotografia della scena, muovere leggermente gli oggetti e i personaggi coinvolti, quindi scattare una seconda fotografia. Verifica l'immagine risultante ed eventualmente acquisiscine una seconda se la prima conteneva degli errori. Per maggiore sicurezza è sempre meglio scattare 2-3 fotografie di ogni scena.
    • Assicurati che i soggetti delle tue scene siano sempre bene a fuoco. Se la fotocamera utilizza la messa a fuoco automatica, potresti doverla disabilitare per poter usare la messa a fuoco manuale.
    • Fai in modo che i movimenti dei personaggi o degli oggetti vengano eseguiti sempre con lo stesso tempo.
  6. 6
    Trasferisci le immagini sul computer. Salva tutte le immagini acquisite all'interno di una cartella del computer che sia di facile accesso. Non modificare i nomi dei file, dovrebbero essere già stati numerati progressivamente in modo automatico. In questo modo manterrai l'ordine cronologico delle immagini.
    • Se utilizzi un'applicazione come iPhoto, come primo passo, crea un nuovo album fotografico in cui inserire le immagini relative al filmato, separandole così da tutte le tue fotografie personali.
  7. 7
    Importa le immagini all'interno del programma per il video editing. A tal fine avvia il programma e importa l'intera cartella che contiene tutte le immagini delle riprese. Normalmente, tale opzione viene inserita nel menu "File" o in una posizione specifica, in base al programma utilizzato, come descritto di seguito:
    • iMovie: assicurati di usare la modalità di visualizzazione che mostra la timeline. Per importare le immagini, premi il pulsante Foto, quindi scegli l'album da importare.
    • VirtualDub: accedi al menu File, seleziona la voce Open, quindi scegli l'opzione Image Sequence. Scegli la prima immagine presente nel tuo album fotografico, VirtualDub procederà a importare automaticamente tutte le fotografie presenti seguendo l'ordine progressivo dei nomi (ad esempio DCM1000, DCM1001, DCM1002, eccetera).
    • Windows Movie Maker: non eseguire l'importazione finché non hai configurato la durata della visualizzazione dell'immagine come descritto di seguito.
  8. 8
    Modica la durata della visualizzazione dell'immagine. Questo parametro determina il tempo totale di visualizzazione di ogni immagine. Questo parametro viene gestito in modo leggermente differente da ogni programma:
    • iMovie: quando selezioni le immagini, ti viene chiesto di inserire un valore temporale. Se vuoi ottenere un video fluido e con una velocità di riproduzione elevata, prova a inserire un valore pari a "0:03" (cioè 3/100 di secondo). Se invece vuoi assistere a un filmato con un ritmo più rilassante, ma al contempo meno fluido, prova a utilizzare un valore pari a "0:10".
    • VirtualDub: accedi al menu Video e seleziona la voce Frame rate. Un valore pari a 25 FPS (fotogrammi per secondo) consente di ottenere un video molto veloce e fluido. Scegliendo un valore di 5-10 FPS otterrai invece un filmato meno fluido, ma dal ritmo più rilassato.
    • Windows Movie Maker: accedi al menu {{button|Strumenti}, seleziona la voce Opzioni, scegli la scheda Avanzate e infine seleziona l'opzione Opzioni Immagine. Inserisci il valore che desideri (prova "0,03" o "0,10"). Adesso puoi importare le immagini all'interno della sequenza temporale.
  9. 9
    Prova a usare delle altre funzionalità. La maggior parte dei software per il video editing permettono di aggiungere: colonna sonora, titoli di testa, titoli di coda ed effetti speciali. Se lo desideri, puoi sperimentare l'utilizzo di queste funzioni, in caso contrario puoi saltare questo passaggio e creare un film muto. Salva spesso il tuo lavoro per evitare di perdere le modifiche eseguite.
    • iMovie: aggiungi i dialoghi spostando il cursore della riproduzione (caratterizzato da una freccia rivolta verso il basso) sul fotogramma in oggetto, premendo il pulsante Audio e scegliendo l'opzione Registra. Se vuoi aggiungere una colonna sonora o un effetto sonoro, trascina il relativo file audio da iTunes sulla sezione di iMovie dedicata alla traccia audio.
    • VirtualDub non è dotato di questa funzionalità. Dopo aver esportato il video completo puoi aprirlo usando un altro programma e apportare le modifiche desiderate.
  10. 10
    Salva il film. Per poter vedere il risultato dei tuoi sforzi, devi semplicemente avviare la riproduzione del relativo file video. Buona visione!
    • VirtualDub: accedi al menu File e scegli l'opzione Save as AVI. Le immagini verranno trasformate in una sequenza video che potrai modificare tramite l'utilizzo di un programma di video editing, come Windows Movie maker, Sony Vegas o Adobe Premiere.
    Pubblicità

Consigli

  • Per ridurre lo sfarfallio e ottenere così un'animazione più fluida e nitida, imposta la configurazione manuale del bilanciamento del bianco e del tempo di esposizione della fotocamera. In questo modo a ogni scatto potrai regolare entrambi i fattori con precisione.
  • Se i tuoi personaggi sono delle sculture di argilla, per essere certo di riuscire a spostarli e per poterli muoverli con maggior facilità, prova a inserirvi un'anima di filo di ferro.
  • Se hai la necessità di muovere gli arti dei tuoi personaggi, assicurati di posizionarli in modo stabile. A tal fine puoi utilizzare della pasta o del nastro adesivo.
  • Se il tuo computer non è abbastanza potente, durante la fase di editing e montaggio, la riproduzione del video potrebbe risultare non corretta (potrebbero mancare dei fotogrammi o la riproduzione potrebbe bloccarsi). Quando salverai il filmato completo tutto dovrebbe risulterà perfetto.
  • Nelle fasi iniziali, se devi raffigurare delle scene in cui sono presenti dialoghi fra i personaggi, scatta semplicemente delle singole immagini del loro volto. In questo modo velocizzerai il lavoro ottenendo comunque un risultato gradevole.
  • Se hai la necessità di creare delle sequenze in cui sono presenti degli oggetti che volano (come uno pterodattilo o un uccello), legali a del filo trasparente. In questo modo sarai in grado di mantenerli in aria e scattare tutte le immagini necessarie a creare la sequenza di volo desiderata. Ovviamente per questo passaggio avrai bisogno dell'aiuto di una seconda persona.
  • Se la velocità con cui il software riesce a creare l'animazione non ti soddisfa, prova a esportare l'intero progetto come file video, quindi importalo nuovamente per applicare un filtro che riesca ad aumentarne la velocità di riproduzione. Ricorda di eseguire questo passaggio prima di inserire la traccia audio.
  • Nel caso di un progetto lungo e ambizioso che prevede molte scene, cerca di salvare ogni sequenza come un filmato separato. In questo modo, quando avrai finito di completare ogni singola scena, potrai montarle agevolmente all'interno del filmato finale.
  • Maggiore è il numero di immagini che avrai a disposizione, più fluida risulterà l'animazione finale.
  • Assicurati che il programma di animazione in uso sia compatibile con il formato di file creati dalla fotocamera. In caso contrario, dovrai scaricare o acquistare un software differente per realizzare il filmato completo.
  • Prima di inserire la traccia audio, pianifica con esattezza la velocità finale di riproduzione dell'animazione.

Pubblicità

Avvertenze

  • Si tratta di un progetto molto lungo; quindi, se inizi a sentirti annoiato, stanco o frustrato, concediti una pausa. Prendi nota del punto in cui hai interrotto le riprese, in modo che quando avrai di nuovo l'energia e la voglia di tuffarti nel lavoro, saprai esattamente da dove riprendere.
  • Stai lontano dalle sorgenti luminose che illuminano il set cinematografico, altrimenti la tua ombra potrebbe comparire nei fotogrammi e complicare il montaggio dell'animazione.
  • Utilizzare la fotocamera con una risoluzione troppo alta genererà immagini di dimensioni troppo grandi che potrebbero rallentare eccessivamente la velocità di elaborazione del computer. Se hai già scattato diverse fotografie ad alta risoluzione, puoi ridurne la dimensione usando PhotoShop o un apposito software per la compressione delle immagini. A meno che tu non stia utilizzando un software professionale, la scelta migliore è quella di ottenere fotogrammi con una dimensione massima di 500 kB.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Fotocamera digitale
  • Cavalletto, treppiede o un altro strumento per mantenere la fotocamera stabile
  • Software per creare video in "stop motion"
  • Personaggi e materiale per allestire gli scenari
  • Lampade adatte ad assicurare una buona illuminazione dell'ambiente

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 122 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Software | Film Making
Questa pagina è stata letta 53 938 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità