Come Creare una Fascia a Tracolla per il Braccio

In questo Articolo:Realizzare una Fascia a TracollaImprovvisare una Fascia a Tracolla con degli Abiti

Una fascia a tracolla ha lo scopo di immobilizzare e proteggere un braccio ferito in modo che possa guarire. Sebbene le fratture siano la ragione più comune, non è affatto necessario averne subita una per giustificare l’uso della tracolla: anche le contusioni, le slogature e le lussazioni necessitano di questo dispositivo per guarire. A prescindere dalla natura esatta dell’infortunio, la fascia si dimostra vitale nel processo di recupero perché, oltre a dare supporto all’arto, informa le altre persone della tua situazione e permette loro di muoversi con cautela per non urtarti. Continua a leggere per imparare a realizzare una fascia a tracolla.

1
Realizzare una Fascia a Tracolla

Con un Pezzo di Tessuto

  1. 1
    Procurati un tessuto adatto e quadrato. Per questo metodo hai bisogno di un pezzo di tessuto da usare proprio come se fosse una vera tracolla. In base alla tua altezza e peso, le dimensioni esatte del tessuto devono variare. Per la maggior parte della gente, un quadrato di 1 m di lato va bene. In teoria, sarebbe opportuno che non fosse materiale elasticizzato, perché consentirebbe al braccio di piegarsi e muoversi, aggravando l’infortunio.
    • Un modo semplice per procurarsi un telo di 1 m2 è quello di tagliare una vecchia federa o lenzuolo che non ti dispiace rovinare avvalendoti di un paio di forbici affilate o una taglierina. In mancanza d’altro, puoi anche strappare il tessuto a mani nude fino alle dimensioni desiderate.
    • Quando devi realizzare una tracolla con questo metodo di fortuna, vale la pena sbagliare per eccesso piuttosto che ritrovarsi con un telo troppo piccolo. Una fascia a tracolla troppo grande può essere stretta regolando il nodo dietro la nuca, ma non esiste modo di allungarne una troppo piccola.
  2. 2
    Piega il tessuto a metà lungo la diagonale, così da ottenere un triangolo. Quando si indossa come una fascia, la parte "più larga" del triangolo supporta il braccio, mentre gli angoli andranno a formare la tracolla dietro la testa.
    • Se, per qualche motivo, la fascia piegata non è comoda, puoi tagliare il quadrato a metà ricavando il triangolo.
  3. 3
    Pulisci e medica ogni ferita prima di indossare la tracolla. Quando indossi questa protezione, il braccio entra in contatto con del tessuto che molto probabilmente non è disinfettato, dato che stai usando materiali presenti in casa. Per tale ragione, in presenza di ferite aperte, è fondamentale assicurarsi che siano pulite, asciutte e protette da una medicazione sterile, prima di applicare la fascia. Qui di seguito trovi una breve guida per procedere a questa fase, mentre, se leggi questo link, troverai ulteriori informazioni. Se la ferita è grave o puoi vedere l’osso, non temporeggiare tentando di realizzare una tracolla e vai immediatamente al pronto soccorso.
    • Per prima cosa, lava tutte le ferite con acqua corrente pulita.
    • Elimina la sporcizia o ogni altro corpo estraneo con un paio di pinzette sterili, se non sei riuscito a rimuoverli con l’acqua.
    • Lava delicatamente, ma con scrupolo, la ferita con un sapone antibatterico.
    • Applica una pomata antibiotica.
    • Metti una fasciatura. Usa delle bende o dei cerotti che coprano completamente la lesione, accertandoti che la parte adesiva non entri a contatto con la ferita. Se necessario, applica delle garze sterili fra la lesione e la fasciatura.
  4. 4
    Togli tutti i gioielli che indossi sul braccio ferito. Devi toglierti ogni anello, braccialetto o bracciale che indossi perché, se il braccio si gonfiasse durante la fase di recupero, i gioielli (soprattutto quelli molto stretti) potrebbero ostacolare la circolazione sanguigna e causare dolore, irritazione e addirittura incastrarsi sull’arto.
  5. 5
    Infila un’estremità del tessuto sotto il braccio e l’altra sopra la spalla. Posiziona il braccio malato a 90 ° appoggiandolo al petto (deve essere orizzontale al pavimento). Aiutati con l’altro braccio, in questa fase, e porta l’altra estremità della tracolla sopra la spalla del braccio sano. A questo punto il triangolo è disteso sul petto con una punta rivolta verso il fianco corrispondente al lato infortunato.
  6. 6
    Porta sopra la spalla ferita l’estremità del triangolo che penzola verso il basso. Anche in questo caso, usa la mano dell’arto sano per portare l’angolo del triangolo rivolto al pavimento sopra il braccio e poi dietro il collo. Esegui questo movimento con delicatezza, dato che la fascia tocca il braccio malato e potresti farti male, se tirassi con troppa violenza. La lunghezza del tessuto dovrebbe consentirti di tenere l’arto infortunato a un angolo di circa 90 °.
    • Le dita dovrebbero spuntare appena oltre la "fascia" che sorregge il polso, così puoi usarle per svolgere dei semplici lavori come scrivere, mentre il peso dell’arto è trattenuto dalla tracolla. Se non hai questa necessità, sistema il polsino della tracolla come meglio credi.
  7. 7
    Lega i due angoli del triangolo sulla nuca. Quando hai trovato la lunghezza giusta per la tracolla, fai un semplice nodo con le due estremità che si trovano dietro la testa per assicurare il braccio. Se devi modificare l’altezza a cui viene sorretto il braccio infortunato, disfa il nodo e stringilo un po’ più "in alto" o "in basso". Congratulazioni! Sei riuscito a creare una fascia a tracolla pronta da indossare.
    • Se questo nodo ti fa male e preme sulla nuca, aggiungi una piccola imbottitura o un panno sotto di esso.
    • Accertati che i capelli della nuca non restino legati nel nodo, sarebbe molto doloroso appena cercassi di muovere il braccio o di camminare.
  8. 8
    Se vuoi, puoi chiudere i lati della tracolla con una spilla da balia. Unisci fra loro i bordi esterni della fascia, appena sopra il gomito usando la spilla. In questo modo crei un "fermo" oltre il quale il gomito non può scivolare. Senza questa precauzione il braccio può uscire accidentalmente dalla tracolla mentre ti muovi oppure il tessuto può infagottarsi in quel punto.
  9. 9
    Quando indossi la fascia a tracolla, cerca di mantenere una buona postura. Dato che la fascia trasferisce il peso del braccio al collo e alla parte superiore della schiena, sottopone anche queste zone a uno sforzo aggiuntivo. Per tale ragione, anche se non provi un particolare affaticamento, con il tempo noterai che la tracolla genera un po’ di dolore fra le scapole. Per diminuire questo effetto, mantieni una buona postura eretta. Ecco qualche consiglio:
    • Quando stai in piedi, mantieni la schiena dritta con le spalle indietro ma rilassate. Il mento deve essere alto per evitare di ingobbirti.
    • Quando ti siedi appoggia la schiena allo schienale, se presente. Tieni sempre la schiena dritta. La testa e il mento devono essere in una posizione tale che il collo non si pieghi, i piedi vanno appoggiati bene a terra. Non spaparanzarti e non accasciarti su te stesso; se ti è possibile, appoggia il braccio al bracciolo.
    • Se, in qualunque momento, provi un forte dolore alla schiena o al collo mentre indossi la tracolla, rivolgiti al medico. Evita di usare questa fascia se hai dei problemi di allineamento della spina dorsale o della cervicale.

Sapere Quando la Fascia a Tracolla non Basta

  1. 1
    In caso di lussazioni e fratture, vai al pronto soccorso. Anche se una tracolla realizzata con materiale di fortuna si rivela una buona soluzione per i piccoli infortuni, non è comunque sufficiente per garantire il recupero dell’arto nei casi di fratture e lussazioni. In queste situazioni, anche se il trattamento finale suggerito dal medico può essere l’uso di una fasciatura a tracolla, è comunque importante affidarsi a un professionista, per procedere alla diagnosi, sottoporsi alle radiografie e trovare una terapia. Se è necessario un gesso o un intervento chirurgico, ma ti sei limitato alla sola fascia casalinga, il braccio può guarire in modo sbagliato causando prolungato dolore e richiedendo successivi interventi più invasivi. Per tale ragione, se hai un braccio rotto o lussato, vai al pronto soccorso senza indugio.
    • I sintomi comuni di una frattura al braccio sono:
      • Dolore intenso.
      • Zona morbida al tatto.
      • Gonfiore.
      • Impossibilità di movimento.
      • Aspetto anomalo dell’arto, se paragonato a quello sano.
    • I sintomi comuni di una lussazione (più frequente alla spalla) sono:
      • Dolore al braccio, spalla e/o alla clavicola.
      • Deformazione dell’articolazione (bozzo sopra o in prossimità della spalla).
      • Gonfiore.
      • Ematoma.
  2. 2
    Se puoi vedere l’osso attraverso la ferita, vai immediatamente in ospedale. Quando l’osso rotto trapassa la pelle o la ferita permette di vedere la frattura, allora si parla di "frattura esposta". Si tratta di un infortunio molto doloroso, pericoloso e difficile da trattare. Spesso gli incidenti che causano una frattura scomposta possono generare altri traumi molto gravi. Per essere sicuro che il paziente riceva un tempestivo intervento medico, devi trasportarlo immediatamente in ospedale.
    • Tranne rari casi del tutto eccezionali, non si consiglia di tentare di ricomporre una frattura senza l’aiuto di un medico.
  3. 3
    Fallo solo se noti segni di cattiva circolazione sanguigna. Come asserito in precedenza, la ricomposizione delle fratture è una manovra da lasciare alla competenza di un medico. Tuttavia, se noti dei segnali di cattivo afflusso di sangue all’arto (pelle pallida o blu, assenza di polso, insensibilità, arto freddo), allora dovresti intervenire, dato che il rischio di amputazione è maggiore di quelli potenziali causati da un riallineamento eseguito in modo non professionale.
    • Puoi fare alcune ricerche online o seguire un corso di primo soccorso per saperne di più in merito alla ricomposizione delle fratture.

2
Improvvisare una Fascia a Tracolla con degli Abiti

  1. 1
    Usa un capo di abbigliamento a maniche lunghe come se fosse una tracolla. Se hai il tempo di realizzarla, la tracolla descritta nella prima parte del tutorial solitamente è quella che offre maggior supporto e sicurezza rispetto a una soluzione improvvisata con gli abiti. Tuttavia, non sempre è fattibile o adatta al 100% degli infortuni. Per esempio, se ti fai male in campeggio nella natura desolata, allora potrebbe essere impossibile procurarsi un pezzo di tessuto come quello indicato prima. In casi come questo, creare una fascia di fortuna con gli abiti è sicuramente meglio di niente. Un modo per realizzarla è quello di avvalersi di un maglione, una camicia o un altro capo a maniche lunghe. Annoda le maniche dietro la testa e inserisci con cura il braccio infortunato nell’anello che si è formato. Lascia che la tracolla sostenga il peso del braccio in un punto dell’avambraccio o del polso, dove ti è più comodo.
    • Cerca di regolare la lunghezza delle maniche in base a quanto il nodo te lo permette, così il braccio resterà più o meno ad angolo retto (parallelo al suolo).
    • Se hai a portata di mano delle spille da balia, dovresti "fissare" il tessuto attorno al gomito per realizzare un fermo come descritto nella prima sezione di questo articolo.
  2. 2
    Usa una cintura. Un accessorio che sembra quasi fatto su misura per ricavarne una tracolla è proprio la cintura, dato che è pensata specificamente per realizzare un anello regolabile. Chiudi la fibbia dietro la nuca e infila il braccio nell’anello della cintura. Lascia che il peso dell’arto sia sostenuto dalla fascia che avvolgerà l’avambraccio o il polso. Chiudi o annoda la cintura in modo che il braccio supportato sia piegato a 90 °.
    • Potresti provare dolore sulla nuca a causa della fibbia, per tale ragione è meglio ruotare la cintura in modo che questo elemento si trovi fra il braccio e il collo. Puoi anche aggiungere un’imbottitura sul collo per migliorare il comfort.
  3. 3
    Prova con una cravatta. Se ti sei fatto male in ufficio o mentre indossi un abbigliamento formale, allora la cravatta si rivela più che sufficiente a sostituire una vera tracolla, finché non ne avrai una vera a disposizione. Proprio come descritto nei passaggi precedenti, basta legare la cravatta con un nodo semplice sulla nuca e infilare il braccio ferito nell’anello che si è formato. Regola la posizione e la lunghezza della tracolla improvvisata, in modo che l’avambraccio sia parallelo al suolo.
  4. 4
    Cerca immediatamente un aiuto da parte del medico (e/o una vera fascia a tracolla). Le situazioni in cui devi usare una tracolla improvvisata da un capo di abbigliamento sono le stesse in cui, per qualche ragione, un intervento medico immediato non è possibile. Se l’infortunio è grave o non si risolve, recati al pronto soccorso o dal tuo curante appena ti è possibile. Una tracolla improvvisata è meglio di niente, ma non è in grado di sostituire un dispositivo appropriato (per non citare anche tutti gli altri trattamenti che l’ospedale può mettere a disposizione). È meglio prevenire che curare, non rischiare di peggiorare la situazione per non aver consultato il medico.

Consigli

  • Se il braccio o la spalla non migliorano nemmeno prestandovi la massima attenzione (con l’uso della tracolla), allora devi andare da un medico.
  • Per tenere ferma la tracolla, puoi avvolgere una lunga striscia di benda attorno ad essa, quindi al braccio ferito e fissarla sotto l’ascella sana con una spilla da balia. Questo impedisce i movimenti del braccio mentre cammini o ti sposti.
  • Fai del tuo meglio per ridurre il gonfiore prima che diventi eccessivo appoggiando sulla zona lesa degli impacchi di ghiaccio oppure una confezione di piselli surgelati. Non mettere il ghiaccio direttamente sulla pelle perché potresti causare altri danni. Copri la cute con un tovagliolo di carta.
  • Quando non è possibile o consigliabile realizzare una tracolla completa, cerca almeno di crearne una da applicare al polso e al collo.
  • Ecco un’altra idea: avvolgi una striscia di tessuto, un lenzuolo, dei pantaloni, dei collant (quello che hai a disposizione) attorno al polso e al collo proprio come faresti con una tracolla completa.

Avvertenze

  • Alcuni problemi alla spalla, come ad esempio la "capsulite adesiva", possono peggiorare molto con l’uso di una tracolla. Rivolgiti al medico il prima possibile per ogni dolenzia che non scompare nel giro di un giorno circa.
  • Se credi davvero di esserti rotto il braccio, il polso o il gomito, vai al pronto soccorso.
  • La tracolla potrebbe peggiorare i problemi al collo nelle persone predisposte e negli anziani.

Cose che ti Serviranno

  • 1 m2 di tessuto adatto per una tracolla oppure una federa o lenzuolo
  • Spilla da balia
  • Imbottitura morbida (facoltativa)

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Incidenti & Ferite

In altre lingue:

English: Make a Sling for Your Arm, Español: hacer un cabestrillo, Português: Fazer uma Tipoia Para Seu Braço, Русский: сделать поддерживающую повязку для руки, Français: fabriquer une écharpe pour son bras, Deutsch: Eine Schlinge für deinen Arm machen, Nederlands: Een mitella maken voor je arm, العربية: صنع حمالة ذراع

Questa pagina è stata letta 21 501 volte.
Hai trovato utile questo articolo?