Scarica PDF Scarica PDF

Se vuoi fare il DJ alla tua prossima festa o vuoi creare un’ottima compilation da ascoltare quando ti alleni, ecco alcuni trucchi per ottenere playlist azzeccate. Imparare a scegliere il programma giusto, sapersi organizzare e abbinare lo stile della musica al tema ti permetteranno di creare la playlist perfetta.

Parte 1 di 3:
Scegliere un Programma

  1. 1
    Scegli un programma musicale che ti permetta di creare una playlist. Dovrai adottare metodi diversi per creare una playlist, secondo il programma che userai per riprodurre la musica, se sarà online, su un dispositivo mobile o sul computer. Spesso basterà trascinare le canzoni in un elenco, oppure selezionare brani singoli, fare click destro e inviarli all'elenco. Inizia con un elenco vuoto, poi riempilo con la musica che vuoi includere in una playlist per imparare come funziona.
    • I programmi come Spotify e iTunes rendono la creazione di playlist una componente semplice e quasi fondamentale dell'esperienza di ascolto. Anche Project Playlist, Take 40, Windows Media Player e Grooveshark sono ottimi programmi per la gestione della tua musica.
    • Pandora e altre stazioni radio internet ti permettono di creare canali, ma non playlist con canzoni specifiche.
  2. 2
    Carica della musica con cui lavorare. Trova della musica digitando il nome di una canzone, di un gruppo o di un'artista che ti piace. Puoi anche cercare generi musicali o artisti generici per trovare nuovi brani, oppure controllare cosa ascoltano i tuoi amici o altri utenti del sito.
    • Se stai usando iTunes, puoi selezionare la musica che è già nella tua libreria, o puoi cercare nel negozio canzoni da acquistare e scaricare.
    • Se hai iTunes, ma non hai brani musicali, puoi anche caricare i tuoi CD sul programma per ottenere una copia digitale dei brani al loro interno.
  3. 3
    Crea una playlist "al volo". I dispositivi mobili ti permettono di creare playlist istantanee, selezionando delle canzoni e inviandole a una playlist, o selezionando "Riproduci in seguito", trasformandoti subito in un DJ. Non dovrai preparare playlist in anticipo, ti basterà seguire l'ispirazione.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Scegliere la Musica

  1. 1
    Inizia con un genere. Inizia prima con il tuo genere musicale che ti piace di più e aggiungi le tue canzoni preferite da diversi artisti di quel genere. Le playlist hip-hop, rock classico e classico barocco definitive sono ottime per ordinare i tuoi brani.
    • Puoi decidere anche di partire da un singolo artista. Se hai tutti dischi mai registrati da Bob Dylan, dovrai passare in rassegna moltissimi brani. Scegli le tue 50 canzoni preferite tra la sua discografia e ordinale in una playlist di successi.
    • In alternativa, anche se potrebbe avere senso limitarsi a un genere, non sarai costretto a farlo. Prova a variare. Aggiungi alla playlist del prog-jazz o un brano fusion classico-folk-gotico. Perché no? Non ci sono regole se non quelle dettate dal tuo gusto.
  2. 2
    Inizia con un tema. Le playlist ti offrono l'opportunità di diventare una sorta di curatore di un museo, o un DJ che racconti una storia con delle canzoni. Scegli uno stile, un tema o un'idea secondo i quali ordinare la tua playlist. Crea una playlist formata da canzoni che contengano il termine "nero" nel titolo, o una playlist di sole canzoni d'amore. Sii creativo. Alcune possibilità includono:
    • Canzoni da separazione
    • Canzoni per il lunedì mattina
    • Canzoni da lavoro
    • Canzoni da ascoltare con le cuffie
    • Canzoni aggressive
    • Canzoni psichedeliche
  3. 3
    Inizia con un'occasione. Un altro modo per creare una playlist è pensare al suo scopo. La maggior parte delle persone vogliono ascoltare tipi di musica molto diversi se si trovano in palestra, a un appuntamento romantico o se cercano di rilassarsi prima di andare a dormire. Crea delle playlist e scegli brani adatti a ogni occasione. Ecco alcune occasioni per le quali puoi creare buone playlist:
    • Allenamento
    • Guidare per andare al lavoro
    • Grigliata estiva
    • Festa da ballo
    • Meditazione o rilassamento
  4. 4
    Sfrutta la nostalgia a tuo vantaggio. Prova a creare una playlist con canzoni che ascoltavi al tuo primo anno di università, o che sentivi alla radio quando eri bambino. Crea una playlist di canzoni che tuo padre ascoltava sempre, o canzoni che sentivi durante il viaggio per andare agli allenamenti di calcio. Scegli canzoni che ti ricordino il tuo migliore amico. Creare una playlist è un ottimo modo per rimanere in contatto con il passato.
    • Prova a raccontare una storia con la tua playlist. Come potresti riassumere la tua intera esperienza delle medie in 10 canzoni? Provaci.
  5. 5
    Inizia dal pubblico. Molti adolescenti imbranati hanno conquistato la loro ragazza con una playlist curata di canzoni d'amore e molti DJ amatoriali hanno riempito le piste da ballo con una serie di canzoni dance scelte ad hoc. Considera i punti di riferimento, i gusti e le opinioni delle persone che ascolteranno la playlist. Se la playlist è solo per te, dovrai preoccuparti solo del tuo gusto personale!
  6. 6
    Organizzati bene. Organizza le playlist in modo da comprendere tutte le canzoni di un certo tema o periodo. Potresti ad esempio creare una playlist della Top 100 delle canzoni più vendute nel 1967, o una playlist delle canzoni dei Beatles. Se desideri, potresti creare un'enorme playlist con tutti gli album citati nella lista dei 100 migliori album di tutti i tempi di Rolling Stone. Oppure potresti creare tu una lista di grandi successi per divertimento.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Sapersi Ordinare i Brani

  1. 1
    Metti tutti i brani in una playlist. L'aspetto migliore di molte app e siti web è che potrai attivare la riproduzione casuale, modificare la tua playlist e aggiungere canzoni anche dopo aver finito, perciò non dovrai preoccuparti ancora dell'ordine. Potrai sempre cambiare le cose, non come per un CD o una cassetta. Inizia a inserire tutte le canzoni che potresti includere nella playlist e preoccupati in seguito di ordinarle.
    • In alternativa, potresti scegliere l'approccio della compilation, e inserire una canzone alla volta, ordinando con attenzione il progresso della playlist. Questo è particolarmente utile per le playlist da ballare o ascoltare con le cuffie.
  2. 2
    Inizia con un tormentone. Qualunque sia il tema, il genere o il gusto di chi ascolta, una cosa riguardo alle playlist è universale: deve iniziare con una bella canzone. Parti con una canzone che attirerà l'attenzione di chiunque ascolti, o che faccia partire la selezione delle tue canzoni preferite col botto.[1]
    • In alternativa, l'ordine delle canzoni potrebbe essere predeterminato (come in una classifica) o magari non t’interessa avere un ordine. Puoi attivare la riproduzione casuale, o inserire le canzoni in ordine alfabetico per trovarle più facilmente. Queste scelte sono le migliori per le playlist molto lunghe.
  3. 3
    Includi momenti di intensità diversa. Nella maggior parte dei casi, un'ottima playlist conterrà vari stili, tempi e toni nella musica, o diventerà ripetitiva e scontata. Anche se stai realizzando una playlist del meglio del Black Metal, prova a inserire alcuni brani più d'atmosfera, o sarà difficile ascoltarla tutta.
    • Una playlist per una festa invece, dovrebbe sempre aumentare d’intensità, perciò inizia con un grande successo e fai salire il ritmo progressivamente. Una playlist per conciliare il sonno invece dovrebbe procedere in senso inverso. Falla finire con del rumor bianco o del silenzio.
  4. 4
    Ascolta le transizioni. Alcune canzoni finiscono in modo brusco, mentre altre hanno code che si spengono gradualmente. Alcune canzoni rock finiscono con lunghe parti di ritorno delle casse, mentre altri con un semplice accordo finale. Ascolta il finale delle canzoni per capire come scegliere le transizioni migliori.
    • Evita la schizofrenia uditiva. Un po' di varietà è gradita, ma passare direttamente dagli Slayer a Simon e Garfunkel suonerà strano. È la tua playlist, ma prova a scegliere un ordine relativamente sensato. Dagli Slayer ai Led Zeppelin a Simon e Garfunkel? Molto meglio.
  5. 5
    Prova. Puoi caricare la tua playlist sul telefono, sull'iPod, su CD o su qualunque altro dispositivo portatile come una chiave USB e portarla con te quando vai a correre, in palestra o a una festa. Elimina le canzoni che non sono adatte e aggiungine altre che migliorino l'esperienza per la quale stai creando una colonna sonora. Se la canzone di Cat Stevens non ti rilassa quanto credevi, eliminala e sostituiscila con una più soft. Sarà facile fare delle modifiche.
    Pubblicità

Consigli

  • Puoi convertire i brani dei tuoi CD in MP3 per le tue playlist.
  • Puoi scegliere tu la lunghezza e lo stile della playlist.
  • Puoi creare brevi playlist da 10 canzoni o playlist più lunghe con 300 canzoni o più.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Configurare una WebcamConfigurare una Webcam
Aprire i File EMLAprire i File EML
Estrarre Pagine da un PDF per Creare un Nuovo Documento PDFEstrarre Pagine da un PDF per Creare un Nuovo Documento PDF
Rimuovere lo Sfondo Bianco di un'Immagine Usando Microsoft PaintRimuovere lo Sfondo Bianco di un'Immagine Usando Microsoft Paint
Identificare la Scheda MadreIdentificare la Scheda Madre
Convertire i Libri Audio di Audible.ComConvertire i Libri Audio di Audible.Com
Creare uno Sfondo Trasparente con Microsoft PaintCreare uno Sfondo Trasparente con Microsoft Paint
Comprimere File di Grandi DimensioniComprimere File di Grandi Dimensioni
Formattare una Chiavetta USB Protetta da ScritturaFormattare una Chiavetta USB Protetta da Scrittura
Convertire delle Immagini nel Formato JpegConvertire delle Immagini nel Formato Jpeg
Scaricare App e Contenuti su una Scheda SD (Android)Scaricare App e Contenuti su una Scheda SD (Android)
Scaricare Musica da YouTubeScaricare Musica da YouTube
Riprodurre la Musica su Discord su PC o MacRiprodurre la Musica su Discord su PC o Mac
Installare Chromium OSInstallare Chromium OS
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 31 081 volte
Categorie: Software
Questa pagina è stata letta 31 081 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità