Come Crescere un Figlio

In questo Articolo:Sviluppare Abitudini SaneAmare tuo FiglioInsegnare la Disciplina a tuo FiglioCostruire il Carattere9 Riferimenti

Nessuno metterebbe in discussione il fatto che crescere dei figli con un carattere forte richiede tempo e fatica. Mentre avere dei figli potrebbe voler dire “fare quello che viene in modo naturale”, essere un buon genitore è molto più complicato. Se vuoi sapere come crescere un figlio segui questi passaggi.

Parte 1
Sviluppare Abitudini Sane

  1. 1
    Mettere al primo posto l’educazione dei figli. Si tratta di un aspetto difficile da mettere in pratica in un mondo in cui esistono così tante richieste contrastanti. Un buon genitore programma e dedica del tempo all’educazione dei propri figli in modo consapevole. Egli considera lo sviluppo del carattere del figlio la priorità principale. Quando diventi genitore, devi imparare ad anteporre le priorità dei tuoi figli alle tue e a sacrificarti a trascorrere più tempo della tua giornata a prenderti cura di loro invece che di te. Certamente non dovresti trascurare te stesso completamente, ma dovresti abituarti all’idea di mettere i bisogni di tuo figlio al primo posto.
    • Se hai una compagna, potete prendervi cura del bambino a turno, in modo tale che ognuno di voi abbia del tempo libero per se stesso.
    • Quando programmi la tua routine settimanale, i bisogni di tuo figlio dovrebbero essere il tuo obiettivo primario.
  2. 2
    Ogni giorno leggi qualcosa a tuo figlio. Contribuire ad alimentare l’amore per le parole scritte aiuterà tuo figlio a sviluppare una passione per la lettura quando sarà più grande. Decidi ogni giorno un momento da dedicare alla lettura per il tuo bambino, di solito prima di andare a letto o prima di schiacciare un pisolino. Dedica almeno mezz’ora o un’ora al giorno alla lettura per tuo figlio, se non di più. Non solo tuo figlio svilupperà un amore per le parole, ma avrà anche migliori opportunità di successo negli studi e a livello comportamentale. Gli studi dimostrano che i bambini che hanno avuto qualcuno che leggeva per loro ogni giorno, mostrano meno comportamenti negativi a scuola [1].
    • Quando tuo figlio inizia a imparare a leggere o a scrivere, lasciagli prendere il controllo della situazione. Non correggere i suoi errori ogni due secondi, altrimenti si scoraggerà.
  3. 3
    Cenate come una famiglia. Una delle abitudini più pericolose delle famiglie moderne è costituita dalla perdita del pasto in famiglia. Il tavolo da pranzo non è solo un luogo di sostentamento e di faccende familiari, ma è anche un luogo dove vengono insegnati e trasmessi i nostri valori. Le buone maniere e le regole vengono acquisite in modo sottile quando si è a tavola. L’ora dei pasti in famiglia dovrebbe comunicare e supportare gli ideali a cui i bambini faranno riferimento nel corso della vita [2].
    • Se tuo figlio è schizzinoso nel mangiare, non passare tutta la cena a criticare le sue abitudini alimentari e a controllare cosa non mangia come un avvoltoio. In questo modo, tuo figlio assocerà i pasti in famiglia a qualcosa di negativo.
    • Coinvolgi tuo figlio durante i pasti. La cena sarà più divertente se tuo figlio ti “aiuta” a scegliere il cibo al supermercato o ad apparecchiare la tavola o a occuparsi di piccole faccende inerenti alla preparazione del cibo, come lavare le verdure che cucinerai.
    • Mantieni le conversazioni a tavola aperte e poco impegnative. Non fare a tuo figlio il terzo grado. Domanda semplicemente: “com’è andata la giornata?”.
  4. 4
    Imponi abitudini severe riguardo all’orario di andare a letto. Anche se tuo figlio non deve andare a letto tutte le sere durante lo stesso intervallo di tempo di cinque minuti, dovresti stabilire delle abitudini sull’orario di andare a dormire, che tuo figlio possa seguire e rispettare. Gli studi dimostrano che dopo soltanto un’ora di sonno persa, le capacità cognitive dei bambini possono essere ridotte di due interi anni scolastici, di conseguenza è importante che si riposino il più possibile prima di andare a scuola [3].
    • La tua routine dovrebbe includere del tempo per rilassarsi. Spegni la televisione, la musica o qualunque altro dispositivo elettronico e parla dolcemente con tuo figlio nel letto o leggigli qualcosa.
    • Non dare a tuo figlio snack contenenti zucchero appena prima di andare a letto o sarà più difficile farlo addormentare.
  5. 5
    Stimola tuo figlio a sviluppare nuove abilità ogni settimana. Anche se non devi iscriverlo a dieci diverse attività ogni settimana, dovresti trovare almeno una o due attività che gli piacciono e inserirle nella sua routine settimanale. Può trattarsi di qualsiasi cosa, dal calcio alle lezioni di arte, non ha importanza cosa sia purché tuo figlio mostri un talento o una passione per qualcosa. Fagli sapere che sta facendo un ottimo lavoro e incoraggialo ad andare avanti.
    • Accompagnare tuo figlio a diverse lezioni lo aiuterà anche a socializzare con gli altri bambini.
    • Non impigrirti. Se tua figlia si lamenta perché non vuole andare alla lezione di pianoforte, ma sai che in fondo le piace, non cedere solo perché non te la senti di guidare fin là.
  6. 6
    Concedi ogni giorno a tuo figlio del tempo sufficiente per giocare. ”Il momento del gioco” non significa lasciare tuo figlio seduto davanti alla televisione in balia delle costruzioni mentre tu lavi i piatti. “Il momento del gioco” significa far sedere tuo figlio in camera sua o nell’area dedicata al gioco impegnandolo attivamente con giochi stimolanti mentre lo aiuti a esplorare le sue possibilità. Anche se potresti essere stanca, è importante mostrare a tuo figlio il vantaggio di giocare coi suoi giochi, affinché acquisisca gli stimoli di cui ha bisogno e impari a giocare da solo.
    • Non importa se non hai 80 milioni di giocattoli con cui farlo giocare. È la qualità e non la quantità che conta. Potresti scoprire che il suo gioco preferito del mese è un rotolo di carta igienica vuoto.

Parte 2
Amare tuo Figlio

  1. 1
    Impara ad ascoltare i tuoi bambini. Influire sulla loro vita è una delle cose più straordinarie che tu possa fare. È facile disinteressarsi dei propri figli ed è un’opportunità sprecata per fornire loro una guida importante. Se non ascolti mai i tuoi figli e passi tutto il tempo a urlare ordini verso di loro, non si sentiranno rispettati o amati.
    • Incoraggia i tuoi bambini a parlare. Aiutarli a esprimersi fin da piccoli può contribuire affinché comunichino con successo in futuro.
  2. 2
    Tratta tuo figlio con rispetto. Non dimenticarti mai che tuo figlio è un essere umano che vive, respira e ha le sue necessità ed esigenze esattamente come tutti noi. Se tuo figlio è schizzinoso nel mangiare, non assillarlo continuamente a tavola; se fa fatica ad abituarsi a usare il vasino, non metterlo in imbarazzo affrontando l’argomento in pubblico; se gli hai promesso che se avesse fatto il bravo l’avresti portato al cinema, non rimangiarti la parola perché sei troppo stanco [4].
    • Se rispetti tuo figlio, è molto più probabile che egli ti rispetti a sua volta.
  3. 3
    Sappi che non puoi mai amare troppo tuo figlio. È una leggenda il fatto che amare “troppo” tuo figlio, elogiarlo “troppo” o ricoprirlo di “troppo” affetto possa renderlo molto viziato. Dargli amore, affetto e attenzioni lo stimolerà positivamente a svilupparsi come essere umano. Regalargli i giochi invece di esprimergli amore o non sgridarlo quando si comporta male sono atteggiamenti che ti porteranno a viziare il tuo bambino.
    • Fai sapere a tuo figlio quanto lo ami almeno una volta al giorno, ma preferibilmente il più spesso possibile.
  4. 4
    Sii coinvolto nella quotidianità di tuo figlio. Occorreranno impegno e forza d’animo per essere presente per tuo figlio ogni giorno, ma se vuoi stimolarlo a sviluppare i suoi interessi e il suo carattere, devi creare un sistema solido per sostenerlo. Questo non significa che devi seguirlo ogni secondo della giornata, ma che devi essere presente in tutti quei piccoli momenti, dalla sua prima partita di calcio ai momenti in spiaggia con la famiglia.
    • Quando tuo figlio comincia la scuola, dovresti sapere quali lezioni segue e i nomi dei suoi insegnanti. Rivedi i compiti insieme a lui e aiutalo se è in difficoltà, ma non farli tu al posto suo.
    • Quando tuo figlio cresce, puoi iniziare a farti un po’ da parte, stimolandolo a esplorare i suoi interessi senza averti sempre al suo fianco.
  5. 5
    Stimola la sua indipendenza. Puoi essere ancora presente per tuo figlio mentre lo incoraggi a esplorare i suoi interessi. Non dirgli quali lezioni seguire; lascialo scegliere da una varietà di opzioni possibili. Puoi aiutarlo a vestirsi, ma vai insieme a lui a comprargli i vestiti, in modo che possa dire la sua riguardo al suo aspetto. E se tuo figlio vuole giocare con gli amici o da solo con i giocattoli senza averti tra i piedi, lascia ogni tanto che costruisca la sua identità [5].
    • Se stimolerai la sua indipendenza fin da piccolo, è molto più probabile che da adulto sappia badare a se stesso.

Parte 3
Insegnare la Disciplina a tuo Figlio

  1. 1
    Puniscilo dimostrandogli affetto. Al giorno d’oggi le punizioni hanno una cattiva reputazione. Il risultato è genitori tormentati dai sensi di colpa e bambini indulgenti verso se stessi e fuori controllo. I bambini hanno bisogno di limiti. Qualche volta li ignoreranno. Le giuste punizioni sono uno dei metodi che hanno imparato da sempre gli esseri umani. I bambini devono capire a cosa si riferisce la punizione e devono sapere che deriva dall’amore dei genitori nei loro confronti.
    • Evita le forme di punizione troppo violente, come le sculacciate o le botte. I bambini che vengono presi a sculacciate o vengono picchiati non sono più disposti ad ascoltare; al contrario, gli studi dimostrano che è più probabile che siano coinvolti in risse con altri bambini o che diventino bulli.[6]
  2. 2
    Premia tuo figlio quando si comporta bene. Premiare tuo figlio quando si comporta bene è ancora più importante che punirlo quando si comporta male. Far sapere a tuo figlio quando sta facendo qualcosa di giusto stimolerà tale comportamento in futuro. Se tuo figlio si comporta bene, ad esempio condivide i suoi giochi quando si ritrova a giocare con altri bambini o è paziente durante uno spostamento in auto, fagli sapere che hai notato il suo comportamento positivo; non fare finta di niente quando si comporta bene per poi punirlo quando si comporta male.
    • Non sottovalutare l’importanza di premiare tuo figlio quando si comporta bene. Dire: “Sono così orgogliosa di te per…” può trasmettere la sensazione a tuo figlio che il suo comportamento positivo è stato veramente apprezzato.
    • Ogni tanto puoi regalargli dei giochi o fargli una sorpresa, ma non fargli credere che si merita un gioco ogni volta che fa qualcosa di buono.
  3. 3
    Sii coerente. Se vuoi insegnare la disciplina a tuo figlio in modo efficace devi essere coerente. Non puoi punire tuo figlio per aver combinato qualcosa un giorno, e poi dargli una caramella per farlo smettere un altro giorno, o addirittura non dire niente perché sei troppo stanca per iniziare a litigare. E se tuo figlio fa qualcosa di buono, come utilizzare il bagno correttamente mentre ha imparato a usare il vasino, assicurati di elogiarlo ogni volta. La coerenza è l’elemento che rafforza i comportamenti positivi e negativi.
    • Se tu e la tua compagna state crescendo vostro figlio insieme, dovreste mantenere la stessa linea di comportamento nei suoi confronti, utilizzando gli stessi metodi di insegnamento. Non dovrebbe esserci l’abitudine di distinguere tra “buoni e cattivi” in casa.
  4. 4
    Spiega le tue regole. Se vuoi davvero che tuo figlio accetti i tuoi metodi di insegnamento, devi essere in grado di spiegare perché non può fare determinate cose. Non dirgli semplicemente di non essere sgarbato con gli altri bambini o di mettere in ordine i suoi giocattoli; spiegagli perché tale comportamento sarà positivo per se stesso, per te e per la società in generale. Stabilire un collegamento tra le azioni di tuo figlio e il loro significato lo aiuterà a capire il tuo processo decisionale.
  5. 5
    Insegna a tuo figlio ad assumersi la responsabilità delle sue azioni. Si tratta di un aspetto importante per insegnargli la disciplina e costruire il suo carattere. Se fa qualcosa di sbagliato, come gettare a terra del cibo, assicurati che si riconosca colpevole di tale comportamento e spieghi perché l’ha fatto, invece di dare la colpa a qualcun altro o addirittura negare. Dopo che tuo figlio ha fatto qualcosa di sconveniente, discuti con lui della ragione per cui è successo.

    • Per tuo figlio è importante sapere che tutti sbagliano. L’errore in sé non è tanto importante quanto il modo in cui egli reagisce.

Parte 4
Costruire il Carattere

  1. 1
    Non limitare l’affinamento del carattere alle sole parole. Acquisiamo le virtù attraverso la pratica. I genitori dovrebbero aiutare i bambini a promuovere le azioni morali attraverso l’autodisciplina, le buone abitudini di lavoro, un atteggiamento gentile e rispettoso nei confronti degli altri e lo svolgimento di lavori socialmente utili. L’elemento cruciale nello sviluppo del carattere è il comportamento, il loro comportamento. Se tuo figlio è troppo giovane per un atteggiamento umanitario vero e proprio, puoi sempre insegnargli a essere gentile con gli altri, indipendentemente dalla sua età.
  2. 2
    Sii un modello positivo. Diciamoci la verità: gli esseri umani imparano principalmente prendendo dei modelli da seguire. In realtà, non puoi evitare di essere un esempio per i tuoi figli, positivo o negativo che sia. Di conseguenza, essere un buon esempio è probabilmente il tuo compito più importante. Se ti rivolgi a tua figlia strillando e poi le dici che non deve mai urlare, prendi a calci il muro quando sei arrabbiato o fai commenti cattivi sui tuoi vicini, tua figlia penserà che tali comportamenti siano giusti [7].
    • Inizia a dare il buon esempio fin dal primo giorno. Tuo figlio capirà i tuoi stati d’animo e il tuo comportamento prima di quanto tu creda.
  3. 3
    Sviluppa un buon orecchio e un occhio attento da rivolgere a quello che i tuoi figli stanno assimilando. I bambini sono come le spugne. Molto di quello che assorbono ha a che fare con i valori morali e il carattere. I libri, le canzoni, la tivù, internet e i film trasmettono messaggi in continuazione, morali e immorali, ai nostri figli. In quanto genitori dobbiamo controllare il flusso di idee e immagini che influenzano i nostri figli.
    • Se tu e tuo figlio vedete qualcosa che vi turba, ad esempio due persone che litigano al supermercato o un filmato sulla violenza al telegiornale, non lasciarti sfuggire l’opportunità di parlarne con tuo figlio.
  4. 4
    Insegna le buone maniere. Insegnare a tuo figlio a dire “grazie” e “per favore” e a trattare gli altri con un rispetto di fondo lo porterà lontano, aiutandolo a realizzarsi in futuro. Non sottovalutare il potere di insegnare a tuo figlio a essere gentile con gli adulti, a rispettare le persone più anziane e a evitare di litigare o attaccare briga con altri bambini. Le buone maniere accompagneranno i tuoi figli per il resto della loro vita e dovresti iniziare a impostare tale modello il prima possibile.
    • Un aspetto fondamentale relativo alle buone maniere consiste nel ripulire il disordine lasciato da se stessi. Insegna a tuo figlio a rimettere in ordine i suoi giocattoli quando ha tre anni, e diventerà una persona perfetta da ospitare in casa quando ne avrà ventitré.
  5. 5
    Utilizza solo le parole che vuoi che utilizzino i tuoi figli. Nonostante tu possa provare l’impulso di inveire, lamentarti o dire cose negative contro qualcuno che conosci di fronte a tuo figlio, anche se stai semplicemente parlando al telefono, ricorda che tuo figlio è sempre attento. E se stai discutendo animatamente con la tua compagna, è meglio farlo in separata sede, affinché tuo figlio non possa imitare il tuo comportamento negativo.
    • Se hai detto una parolaccia e tuo figlio se n’è accorto, non fare finta di niente. Scusati e digli che non succederà più. Se non dici niente, tuo figlio penserà che quelle parole vadano bene.
  6. 6
    Insegna ai tuoi figli l’empatia verso le altre persone. L’empatia è un elemento importante che non è mai troppo presto per insegnare. Se tuo figlio impara a provare empatia per gli altri, sarà in grado di vedere il mondo da una prospettiva più imparziale e sarà capace di mettersi nei panni degli altri. Mettiamo il caso che tuo figlio torni a casa e ti dica che il suo amico Jimmy è stato cattivo con lui; prova a parlare di quello che è successo e a vedere se riesci a capire come potrebbe sentirsi Jimmy e cosa ha determinato tale comportamento negativo [8].
    • Prendiamo l’esempio di una cameriera che al ristorante si dimentica il tuo ordine. Non dire a tuo figlio che è pigra, ma fagli notare quanto deve essere stanca dopo essere stata in piedi tutto il giorno.
  7. 7
    Insegna a tuo figlio a essere riconoscente. Insegnare a tuo figlio a essere realmente riconoscente è diverso dall’obbligarlo a dire “grazie” tutte le volte. Per insegnargli veramente a essere riconoscente, sei tu che devi dire sempre “grazie”, in modo tale che lui noti tale comportamento positivo. Se tua figlia si lamenta perché tutti a scuola hanno un nuovo gioco che tu non vuoi farle avere, ricordale che esistono molte persone meno fortunate di lei [9].
    • Falla vivere a contatto con persone di ogni genere, affinché capisca quanto è privilegiata, anche se significa non avere una Nintendo DS per Natale.
    • Dire: “Non ti ho sentita dire grazie…” dopo che tua figlia ha fatto a meno di dirlo, in realtà non trasmetterà il messaggio più del dire “grazie” tu stesso assicurandoti che lei ti ascolti.

Consigli

  • Incontra i genitori degli amici di tuo figlio. Potresti sviluppare tu stesso delle amicizie strette durante questa fase, o sapere per lo meno se tuo figlio è al sicuro a casa loro.
  • Leggi con cautela i libri che ti spiegano come fare. La fissazione di oggi in materia di educazione dei figli potrebbe tramutarsi domani nel titolo di un articolo sugli errori in cui si è caduti.
  • Impara a fare acquisti. È importante soprattutto per i vestiti, poiché trovando la taglia e lo stile giusti, il bambino si sentirà maggiormente a suo agio, e per le scarpe, in modo che i piedi siano sicuri e protetti.
  • Avere un figlio alla volta aiuta parecchio. Questo non significa aspettare due anni dal primogenito prima di avere il secondo, significa invece aspettare più di 6 anni. I bambini sono molto bisognosi di tempo, pazienza e attenzioni. Averne 2 o più può essere stressante sia per te sia per il bambino.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 29 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Genitori

In altre lingue:

English: Raise a Child, Español: criar a un niño, Português: Criar um Filho, Deutsch: Ein Kind erziehen, Русский: воспитать ребенка, 中文: 养育孩子, Français: élever un enfant, Bahasa Indonesia: Membesarkan Seorang Anak, Čeština: Jak vychovat dítě, Nederlands: Een kind opvoeden, العربية: تربية طفل, हिन्दी: बच्चों को बड़ा करें, Tiếng Việt: Nuôi dạyTrẻ, ไทย: เลี้ยงลูก, 日本語: 子供を育てる, 한국어: 자녀를 양육하는 방법

Questa pagina è stata letta 6 678 volte.
Hai trovato utile questo articolo?