Gli spaghetti, siano essi italiani, giapponesi o cinesi (noodles), possono essere un contorno perfetto o un piatto delizioso. Puoi cuocerli in cinque minuti e gustarli con burro e formaggio, oppure insaporirli con una salsa particolare quando hai ospiti a cena. Sono anche un’ottima aggiunta a zuppe e stufati. Tipi di spaghetti differenti richiedono tempi di cottura diversi, ma sono sempre facili da cucinare. Leggi le istruzioni riportate di seguito e scopri come cucinare spaghetti di grano duro o fatti con pasta all’uovo, spaghetti di riso o di fagioli mungo, oppure quelli di grano saraceno, i cosiddetti “soba”.

Metodo 1 di 4:
Spaghetti di Grano Duro o fatti con Pasta all’Uovo

  1. 1
    Fai bollire una pentola d’acqua a fuoco alto.
  2. 2
    Aggiungi un pizzico di sale all’acqua. Questo insaporirà gli spaghetti e farà bollire l’acqua a una temperatura ancora più alta, riducendo i tempi di cottura.
  3. 3
    Versa gli spaghetti nell’acqua bollente. Potresti doverli rompere a metà se sono troppo lunghi per la pentola.
    • Non versare gli spaghetti finché l’acqua non inizia a bollire o saranno mollicci a fine cottura.
    • Versali con attenzione in modo da non far schizzare l’acqua bollente.
  4. 4
    Lasciali bollire. I tempi di cottura, solitamente tra i 5 e i 12 minuti, variano a seconda dello spessore degli spaghetti. Leggi le istruzioni sulla confezione.
  5. 5
    Assaggia. Aiutandoti con una forchetta o un cucchiaio, togli uno spaghetto dall’acqua e assaggialo. Dovrebbe essere abbastanza tenero da poterlo masticare, ma sempre al dente. Ci sono anche altri modi per sapere se gli spaghetti sono cotti:
    • Tira uno spaghetto contro la parete. Se rimane appiccicato, è cotto.
    • Se gli spaghetti sono un po’ chiari alle estremità, la cottura non è ancora ultimata.
    • Se gli spaghetti si avvolgono facilmente intorno a una forchetta, sono cotti.
  6. 6
    Togli gli spaghetti dal fuoco e scolali. Versali in uno scolapasta per eliminare l’acqua.
  7. 7
    Versa gli spaghetti in una ciotola e aggiungi un filo d’olio, abbastanza da non farli attaccare l’un l’altro.
  8. 8
    Condiscili oppure usali per completare un altro piatto. Questi spaghetti sono deliziosi conditi con burro, olio d’oliva, sale e pepe. Ma puoi anche aggiungerli a uno stufato o a una zuppa, oppure gustarli con salsa di pomodoro.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Spaghetti di Riso

  1. 1
    Lascia gli spaghetti di riso in ammollo per 30 minuti. Questo li ammorbidirà e li preparerà per la cottura.
    • Se stai usando degli spaghetti freschi, puoi ignorare questo passaggio.
  2. 2
    Scola gli spaghetti.
  3. 3
    Fai bollire una pentola d’acqua.
  4. 4
    Versa gli spaghetti nell’acqua. I tempi di cottura variano a seconda del tipo di spaghetti. Solitamente, però, cuociono molto rapidamente: non appena diventano soffici, sono pronti.
    • Gli spaghetti di riso che solitamente trovi in commercio devono bollire per circa 5 minuti.
    • I vermicelli sono cotti dopo soli 2 minuti.
  5. 5
    Scola gli spaghetti. Versali in uno scolapasta per eliminare l’acqua.
  6. 6
    Servi in tavola. Usa gli spaghetti di riso per completare insalate o zuppe, oppure friggili e servili dando loro la forma di un nido d’uccello.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Spaghetti di Fagioli Mungo

  1. 1
    Fai bollire una pentola d’acqua.
  2. 2
    Togli l’acqua dal fuoco e lasciala raffreddare un poco. Gli spaghetti di fagioli mungo non devono bollire ma solo restare in ammollo in acqua calda.
  3. 3
    Versa gli spaghetti nell’acqua calda e falli riposare per 15-20 minuti, finché non sono teneri.
  4. 4
    Scola gli spaghetti. Versali in uno scolapasta per eliminare l’acqua.
  5. 5
    Usa gli spaghetti di fagioli mungo per completare zuppe, stufati o piatti a base di carne, verdure o tofu saltati in padella.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Spaghetti di Grano Saraceno (Soba)

  1. 1
    Fai bollire una pentola d’acqua aggiungendo un pizzico di sale.
  2. 2
    Versa gli spaghetti nell’acqua bollente.
  3. 3
    Aspetta finché l’acqua non torna a bollire.
  4. 4
    Versa 230 ml di acqua fredda nella pentola. Questo impedirà agli spaghetti di stracuocere.
  5. 5
    Cuoci gli spaghetti per circa 5-7 minuti. Dovrebbero essere molto teneri ma non mollicci. Fai attenzione a non lasciarli bollire troppo, si scuociono molto in fretta.
  6. 6
    Scola gli spaghetti.
  7. 7
    Risciacquali velocemente con acqua fredda per interrompere la cottura.
  8. 8
    Servili caldi o freddi. In estate i giapponesi li amano serviti con del brodo freddo, mentre in inverno sono solitamente consumati con brodo caldo. Sono deliziosi quando sono cucinati con una salsa piccante a base di burro d’arachidi, pesce e verdure grigliate.
    Pubblicità

Consigli

  • Puoi comprare questo tipo di pasta al supermercato, in un negozio di cibo asiatico oppure in rete.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Una pentola
  • Uno scolapasta

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 16 153 volte
Categorie: Pane & Pasta
Questa pagina è stata letta 16 153 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità