Scarica PDF Scarica PDF

Con i gamberi puoi preparare velocemente un pasto delizioso e quelli surgelati sono un asso nella manica per organizzare una cena eccezionale all'ultimo minuto. Scongelare i gamberi richiede meno di 20 minuti se usi l'acqua fredda, dopodiché potrai lessarli in acqua bollente o cuocerli in padella. Quando sei davvero di fretta, puoi saltare i passaggi che servono per scongelarli e cuocerli ancora surgelati.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Scongelare i Gamberi

  1. 1
    Metti i gamberi a bagno nell'acqua salata per 20 minuti. Per scongelarli in tempi rapidi, sciogli 30 g di sale in un litro di acqua fredda. Rimuovi i gamberi dalla confezione e mettili nell'acqua, assicurandoti che siano tutti completamente sommersi. Lasciali a bagno per una ventina di minuti.[1]
    • Scola i gamberi dall'acqua quando si sono scongelati. Prova a fletterli per assicurarti che non siano ancora congelati all'interno.
    • Il sale renderà i gamberi più saporiti.
    • Non ricongelare i gamberi senza prima averli cotti.[2]
  2. 2
    Scongela i gamberi sotto l'acqua corrente. Se hai pochissimo tempo a disposizione, questo è il metodo più rapido per scongelare i gamberi. Mettili in un colino e muovili con le mani sotto il getto d'acqua fredda per aiutarli a scongelarsi più velocemente. Generalmente questo metodo richiede solo 5-10 minuti per scongelare i gamberi.[3]
    • Assicurati che l'acqua sia fredda. L'acqua calda potrebbe iniziare a cuocere i gamberi.
    • Non ricongelare i gamberi senza prima averli cotti.[4]
  3. 3
    Evita di scongelare i gamberi usando il microonde. Anche se ti farebbe risparmiare tempo, quasi sicuramente i gamberi inizierebbero a cuocersi e, al termine della cottura vera e propria, risulterebbero gommosi e difficili da masticare.[5]
  4. 4
    Trasferisci i gamberi surgelati dal congelatore al frigorifero la sera prima di cucinarli. Questo metodo richiede un po' di organizzazione, ma è anche il più semplice e sicuro. Tutto quello che devi fare è rimuovere i gamberi dalla confezione e disporli su un piatto. Copri il piatto e mettilo nel frigorifero. Il giorno seguente i gamberi dovrebbero essersi scongelati.[6]
    • Una volta scongelati, i gamberi sono pronti per essere cotti.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Cuocere i Gamberi Scongelati

  1. 1
    Lessa i gamberi nell'acqua salata. Metti a bollire 2 litri d'acqua e aggiungi 2 cucchiai (30 g) di sale. Portala a ebollizione, prima di aggiungere i gamberi. Due litri d'acqua dovrebbero essere sufficienti per lessare correttamente 500 g di gamberi. Quando l'acqua raggiunge l'ebollizione, riduci la fiamma, metti i gamberi nella pentola e lasciali cuocere da 3 a 6 minuti o finché non diventano rosa e opachi.[7]
    • Quando sono cotti, i gamberi affioreranno in superficie.
    • Puoi mettere i gamberi sotto l'acqua corrente fredda per interrompere il processo di cottura.
    • Puoi cuocerli con il carapace se usi questo metodo.
  2. 2
    Apri i gamberi a metà e cuocili sul barbecue. Se il barbecue è a gas, impostalo a una temperatura media; se si tratta di un barbecue tradizionale a carbonella, aspetta che il calore iniziale si affievolisca prima di cominciare a cucinare. Incidi i gamberi lungo la schiena per creare un'apertura. Apri le due metà per ottenere un'ampia superficie di polpa ben livellata. Disponi i gamberi sulla griglia del barbecue e lasciali cuocere finché non diventano rosa e opachi; dovrebbero bastare da 3 a 5 minuti.[8]
    • Se i gamberi hanno ancora il carapace, non rimuoverlo, ma stacca le zampe. Riuscirai ad aprirli comunque a metà anche con il carapace.
    • Per insaporirli, ungili leggermente con l'olio o il burro prima di metterli sulla griglia.
  3. 3
    Cuoci i gamberi in padella. Scalda una padella a fiamma vivace, quindi aggiungi un pezzettino o due di burro e un cucchiaio d'olio di oliva. Quando l'olio è caldo e il burro si è fuso, aggiungi un paio di spicchi d'aglio finemente tritati e lasciali soffriggere da soli in padella per 30-60 secondi. Aggiungi i gamberi e insaporiscili con un pizzico di sale e di pepe nero. La padella non deve essere troppo piena, quindi usane una sufficientemente ampia se i gamberi sono molti. Cuocili per 3-5 minuti, mescolandoli spesso.[9]
    • Quando i gamberi sono diventati rosa significa che sono cotti, quindi allontanali dal calore.
    • Per una cottura ideale, i gamberi andrebbero asciugati prima di essere messi in padella.
    • Se hai scelto di cucinare i gamberi in padella, ricorda che è più semplice pulirli prima di cuocerli, ma se preferisci puoi lasciare il carapace.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Cuocere i Gamberi Congelati

  1. 1
    Risciacqua i gamberi per rimuovere i cristalli di ghiaccio prima di cuocerli in forno o in padella. Mettili in un colino e risciacquali brevemente sotto l'acqua corrente. Cerca di separarli l'uno dall'altro e di rimuovere i cristalli di ghiaccio in eccesso.[10]
    • Se intendi cuocere i gamberi nell'acqua, puoi limitarti a sbattere la confezione di gamberi sul piano di lavoro della cucina per rompere i blocchi di ghiaccio. Non è necessario risciacquarli con l'acqua corrente.[11]
    • Per questi metodi di cottura, puoi usare i gamberi con o senza carapace.
  2. 2
    Cuoci i gamberi nell'acqua bollente con l'aggiunta del sale e delle spezie. Riempi d'acqua una piccola pentola e scaldala a fiamma vivace. Aggiungi diversi pizzichi di sale e le spezie o gli aromi che preferisci. Quando l'acqua raggiunge l'ebollizione, sposta la pentola dal fuoco, aggiungi i gamberi e metti il coperchio sulla pentola. Dopo 5-6 minuti i gamberi dovrebbero essere cotti; assicurati che siano opachi e rosati.[12]
    • Aggiungi spezie e aromi che preferisci; per esempio mezzo limone spremuto insieme al suo succo, 3-4 spicchi d'aglio, un quarto di cipolla, una manciata di prezzemolo e 12-15 grani di pepe. Dato che devi semplicemente aromatizzare l'acqua, le quantità non devono essere precise. Sentiti libero di modificare gli ingredienti e le dosi a tuo piacimento.
    • Usa circa mezzo cucchiaino di sale e 2 litri d'acqua ogni 500 g di gamberi.
  3. 3
    Cuoci i gamberi nel forno. Posiziona la griglia a circa 15 cm di distanza dalla griglia superiore del forno. Accendi il grill, inforna la teglia in cui intendi cuocere i gamberi e lasciala scaldare per 10 minuti. Nel frattempo, risciacqua i gamberi e cospargili con la tua miscela di spezie preferita, per esempio con un mix di spezie Cajun. Quando la teglia è calda, indossa i guanti da forno e appoggiala sui fornelli. Aggiungi i gamberi e cuocili per circa 5 minuti.[13]
    • Puoi comprare una miscela di spezie già pronta, come quella per i tacos messicani o, se preferisci, puoi prepararla tu stesso personalizzandola a piacere. Puoi usare gli aromi e le erbe aromatiche oltre alle spezie, come aglio, basilico o rosmarino.
    • I gamberi risulteranno leggermente ricurvi una volta cotti.
    • Usa le pinze per distribuire i gamberi all'interno della teglia senza scottarti.
  4. 4
    Saltali in padella con olio e aglio. Lascia scaldare la padella a fiamma vivace, quindi aggiungi un cucchiaio di olio di oliva e un paio di pezzetti di burro. Trita 1-2 spicchi d'aglio e falli soffriggere per circa un minuto. Tampona i gamberi per asciugarli, mettili in padella e condiscili con sale e pepe. Lasciali cuocere per 5-7 minuti mescolandoli spesso, finché non diventano opachi e rosati.[14]
    • Non riempire troppo la padella, altrimenti i gamberi non si rosoleranno in modo uniforme.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Non lasciare scongelare i gamberi a temperatura ambiente fuori dall'acqua per evitare la proliferazione batterica.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Colino
  • Pentola o padella
  • Guanti da forno
  • Sale
  • Olio di oliva o burro (facoltativo)
  • Condimenti (facoltativo)

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

Randall Chambers
Co-redatto da:
Chef Personale
Questo articolo è stato co-redatto da Randall Chambers. Randall (Randy) Chambers è uno chef personale e titolare del catering Luxury Meals From Home, che si trova ad Arvada, in Colorado. Ha oltre sedici anni di esperienza nel settore della ristorazione commerciale, cinque anni di esperienza come sous chef e due come executive chef. Essendo metà boliviano, prende ispirazione dalle sue origini e il suo forte è la cucina sudamericana. Si è diplomato in Arti Culinarie all'Art Institute. Questo articolo è stato visualizzato 41 619 volte
Questa pagina è stata letta 41 619 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità