Come Curare Velocemente le Ferite (Usando Metodi Semplici e Naturali)

Scritto in collaborazione con: Ray Schilling, MD

I tagli possono arrecare forte dolore e lasciare il sito lesionato infiammato e indolenzito. Fortunatamente è possibile provare molti rimedi antisettici naturali per curarsi in casa. Dal momento che le ferite si rimarginano se la pelle danneggiata conserva la propria naturale elasticità e morbidezza, applicando una crema o un unguento naturale è possibile accelerarne il processo di guarigione. Tuttavia, dovresti consultare il medico se l'emorragia non si ferma, se la lesione è profonda più di 5 mm o se noti segni di infezione.

Parte 1 di 4:
Pulire la Ferita

  1. 1
    Lava e asciuga le mani. Sciacqua le mani sotto il rubinetto e insaponale con un detergente delicato. Strofinale per almeno 20 secondi, in modo da uccidere germi e batteri prima di togliere la schiuma. Asciugale con un asciugamano pulito prima di procedere.[1]
    • Puoi anche usare un gel disinfettante per le mani se non hai la possibilità di lavarle. Aspetta finché non evapora completamente, altrimenti potrebbe pizzicare quando tocchi la lesione.
    • Se puoi, indossa un paio di guanti monouso prima di intervenire sulla ferita in modo da non rischiare di trasferire germi.
  2. 2
    Tieni premuto un panno pulito o una garza per fermare l'emorragia. Prendi un panno che non lascia pelucchi e che puoi buttare una volta usato oppure un pezzo di garza abbastanza ampio da coprire tutta la lesione. Poggialo delicatamente sulla ferita ed esercita una pressione leggera appena sopra il taglio. Sostituiscilo se si impregna di sangue e continua a premere finché non smette di sanguinare.[2]
    • Se puoi, solleva l'arto interessato per ridurre l'afflusso di sangue verso la ferita e fermare l'emorragia più velocemente.

    Avvertenza: se continua a sanguinare dopo 10 minuti, chiama il medico perché potrebbe trattarsi di una lesione piuttosto grave.[3]

  3. 3
    Sciacqua la ferita sotto l'acqua corrente per almeno 5 minuti. Apri il rubinetto del lavandino o della doccia e metti l'area lesionata sotto l'acqua fredda o tiepida. Muovi i bordi della ferita in modo che il getto riesca a portare via il sangue e lo sporco intrappolato all'interno. Tienila sotto l'acqua per 5-10 minuti in modo da prevenire eventuali infezioni.[4]
    • Evita di sfregare o toccare il taglio perché potrebbe riaprirsi e ricominciare a sanguinare.
    • Non riempire il lavandino per immergere il sito lesionato nell'acqua stagnante, perché i batteri esterni potrebbero penetrare all'interno. Se necessario, utilizza un recipiente per versare acqua pulita in superficie.
  4. 4
    Disinfetta con una garza imbevuta di soluzione salina. Bagna una compressa di garza sterile di grosse dimensioni con una soluzione salina e premila leggermente sulla ferita. Alzala e abbassala rapidamente più volte in modo che la lesione non si riapra. Continua a tamponare fino a pulire completamente l'area.[5]
    • Se non disponi della soluzione salina, puoi utilizzare l'acqua del rubinetto o un disinfettante senza alcol.
    • Non usare il perossido di idrogeno perché potrebbe irritare.[6]
  5. 5
    Tampona con un asciugamano pulito senza pelucchi. Premilo delicatamente sulla ferita per assorbire l'umidità. Non strofinarlo, altrimenti potresti farti male o rischiare che la ferita riprenda a sanguinare. Piuttosto, alzalo dalla pelle e tamponalo sulla zona asciutta.[7]
    • Evita di usare un materiale lanuginoso o che lascia pelucchi perché potrebbe introdurre materiale estraneo all'interno della lesione.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Medicare la Ferita

  1. 1
    Versa il miele per assicurarti un'adeguata protezione antivirale. Opta per il miele biologico perché non è stato sottoposto a processi di trasformazione industriale e agisce in maniera più efficace. Spalmalo con le dita, facendo attenzione a non riaprire la ferita. Procedi delicatamente in modo da coprirla completamente con uno strato sottile e uniforme.[8]
    • Il miele contiene antiossidanti, ma anche proprietà antinfiammatorie e antibatteriche.
    • Se è piuttosto denso e non si applica facilmente, prova a diluirlo un po' per volta con 1 cucchiaino di acqua.
    • Puoi anche spalmarlo direttamente sulla compressa di garza se credi che sia più facile.
  2. 2
    Applica una pasta a base di curcuma se vuoi che la ferita si rimargini più rapidamente. Versa 1-2 cucchiaini (3-6 g) di curcuma in un recipiente e aggiungi ½ cucchiaino (2,5 ml) di acqua alla volta. Mescola fino a formare una pasta densa, ma spalmabile. Ricopri la ferita con un sottile strato di questa amalgama in modo che, rimanendo umida, guarisca in tempi più rapidi.[9]
    • La curcuma ha proprietà antinfettive e antiossidanti che aiutano a mantenere protette le ferite da taglio.
    • Applicata sulla pelle, può ingiallirla temporaneamente.
  3. 3
    Usa l'olio di lavanda o camomilla se vuoi una soluzione antibatterica naturale. Mescola 2-3 gocce di olio essenziale di lavanda o camomilla con un cucchiaio di olio vettore (di oliva, mandorle o avocado). Immergi un panno o una compressa di garza nella miscela e passala delicatamente sulla lesione. Distribuiscine uno strato sottile in modo da ricoprire interamente l'area circostante.[10]
    • Puoi acquistare olio di lavanda o camomilla su internet o in farmacia.
    • Puoi anche provare l'olio di melaleuca, ma tieni presente che non sono stati condotti molti studi sul suo impiego nella medicazione delle ferite.[11]
  4. 4
    Prova un olio o un unguento a base di vitamina E, in caso di infiammazione. Se la lesione sembra arrossata o gonfia, applica una piccola quantità di olio o unguento di vitamina E sulla punta di un dito e distribuiscilo delicatamente sul taglio. Cerca di farlo assorbire dalla pelle circostante, ma fai attenzione a non farti male o riaprire la ferita.[12]
    • Puoi comprare prodotti per uso topico a base di vitamina E in farmacia.
    • La vitamina E ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, quindi aiuta ad alleviare l'arrossamento e il gonfiore.
  5. 5
    Opta per un unguento allo zinco se desideri ridurre la formazione del tessuto cicatriziale. Scegli un unguento che contenga almeno il 3% di zinco perché è più efficace. Mettine una piccola quantità sulla punta di un dito e spalmalo delicatamente sulla pelle attorno al taglio. Continua a stenderlo finché non diventa trasparente, in modo che venga assorbito più facilmente.[13]
    • Puoi comprare questo prodotto in farmacia.
    • Puoi anche assumere lo zinco sotto forma di integratore. Tuttavia, consulta prima il medico per sapere se rischia di interagire con altri farmaci che eventualmente stai assumendo.
    • Il corpo utilizza lo zinco per rigenerare i tessuti cellulari in modo più efficiente, quindi grazie al suo impiego la probabilità che le ferite lascino cicatrici si riduce.
  6. 6
    Proteggi la ferita con una benda o una compressa di garza sterile. Usa una benda abbastanza grande da coprire tutta la ferita affinché non sia esposta direttamente all'aria. Premila sulla sostanza che hai usato per medicare la ferita in modo che aderisca alla pelle. Se preferisci usare una garza, chiudi i bordi con un cerotto a nastro, in modo che non si stacchi.[14]
    • Non è necessario bendare graffi ed escoriazioni di piccola entità perché spesso non lasciano cicatrici.
  7. 7
    Cambia la medicazione almeno una volta al giorno. Toglila e gettala via immediatamente ogni volta che si bagna o si sporca. Assicurati di lavare la ferita tutti i giorni, per evitare che si accumulino batteri sulla pelle. Eventualmente, prima di fasciarla di nuovo, ripeti l'applicazione dell'unguento o della soluzione topica che stai utilizzando.[15]
    • Continua a medicare la lesione finché non guarisce o non si chiude completamente.

    Avvertenza: non lasciare la stessa medicazione per più di un giorno altrimenti il rischio che la ferita si infetti è più elevato.

    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Accelerare la Guarigione

  1. 1
    Aumenta l'apporto di vitamina C e proteine nella tua alimentazione. Aggiungi il consumo di frutta e verdure, tra cui fragole, arance, mele e spinaci, in modo da assumere 75-90 mg di vitamina C al giorno. Inoltre, scegli fonti proteiche sane, come uova, carne magra, latticini e pesce, perché il corpo deve lavorare duramente per guarire. Dovresti fornirgli circa 0,8 grammi di proteine ogni chilo di peso corporeo. Cerca di introdurre questi nutrienti in piccoli pasti o spuntini nell'arco della giornata per assicurarti di assimilarli in quantità sufficienti.[16]
    • Se per esempio pesi 68 kg, hai bisogno di 54 g di proteine al giorno.
    • Se non assumi abbastanza vitamina C, chiedi al medico se puoi iniziare a prendere un integratore in grado di garantirti un apporto adeguato di questa vitamina.
    • La vitamina C contribuisce a rafforzare il sistema immunitario, mentre le proteine forniscono al corpo energie e sostanze nutritive che favoriscono la guarigione.

    Consiglio: nella tua alimentazione puoi anche inserire cibi ricchi di zinco, come pane integrale, semi, frutta a guscio e crostacei.

  2. 2
    Bevi l'acqua per mantenerti idratato e guarire velocemente. Cerca di berne almeno 8 bicchieri nell'arco della giornata, in modo che la pelle non si secchi. Evita le bevande zuccherate o contenenti caffeina, come i succhi di frutta, le bibite gassate e il caffè, perché possono disidratarti ulteriormente e impedire alla ferita di rimarginarsi in tempi più rapidi.[17]
    • La pelle secca può ostacolare la guarigione delle ferite da taglio e favorire la formazione di cicatrici più evidenti.
  3. 3
    Fai attività fisica regolarmente per stimolare la circolazione sanguigna e accelerare la guarigione. Prendi l'abitudine di allenarti almeno 30 minuti al giorno, 5 giorni alla settimana. Prova a camminare o fare jogging, allenarti con pesi leggeri, andare in bicicletta o nuotare. Sono attività che comportano una lieve intensità di lavoro che non va a gravare sul processo di guarigione. Continua anche dopo che ti sei ripreso completamente, in modo da ristabilirti con maggiore rapidità qualora dovessi subire altre lesioni in futuro.[18]
    • Se si è trattato di un taglio grave, chiedi al medico che tipo di esercizi puoi praticare.
    • Aumentando l'apporto di sangue e ossigeno, l'attività fisica permette alla ferita di ricevere i nutrienti necessari e guarire.
  4. 4
    Evita di bere alcolici e fumare. Riduci le bevande alcoliche e il fumo perché possono mettere il corpo sotto stress e disidratarti. Se bevi o fumi regolarmente, aspetta che la ferita guarisca completamente prima di ricominciare. In caso contrario, potrebbe impiegare più tempo per risanarsi o lasciare cicatrici.[19]
    • L'alcol e il tabagismo possono incidere negativamente sull'assimilazione dei nutrienti da parte dell'organismo e ostacolare la guarigione delle ferite.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Sapere Quando Consultare il Medico

  1. 1
    Cerca assistenza immediata se il taglio si trova in un punto delicato. Se ti sei tagliato gravemente su viso, mani o piedi potresti avere difficoltà a curarti da solo. Inoltre dovresti farti visitare se la ferita interessa un'articolazione, perché potrebbero derivare danni a nervi o legamenti. Oltre a pulirla, il medico è in grado di suturarla in modo che si chiuda adeguatamente riducendo il rischio di cicatrici.[20]
    • Se noti tracce di sporco o detriti all'interno della lesione, ma senti troppo dolore per rimuoverle da solo, consulta il medico per farti aiutare.
  2. 2
    Recati in pronto soccorso se il taglio è più profondo di 5 mm. I tagli profondi possono danneggiare muscoli e organi interni, comportando gravi complicazioni se non vengono curati. Anche se non devi preoccuparti, vai immediatamente al pronto soccorso qualora notassi uno dei seguenti sintomi:[21]
    • Non riesci a fermare l'emorragia nel giro di 20 minuti.
    • Se il sangue è rosso vivo ed esce con getto veloce, potrebbe provenire da un'arteria.
    • Fuoriesce una porzione di muscolo (rosso) o grasso (giallastro).
    • La lesione rimane aperta quando cerchi di tenerla chiusa.
  3. 3
    Consulta il medico se hai febbre o segni di infezione. Anche se la ferita si risanerà con le cure appropriate, a volte potrebbe infettarsi. Fatti visitare in caso di:[22]
    • Febbre.
    • Arrossamento.
    • Gonfiore.
    • Calore.
    • Dolore ingravescente.
    • Secrezioni purulente.
    Pubblicità

Consigli

  • Assicurati di testare qualsiasi rimedio naturale su una piccola porzione di pelle prima di utilizzarlo in modo da verificare l'eventuale insorgere di una reazione allergica che rischierebbe di peggiorare la ferita.
  • Se vuoi alleviare il dolore e l'infiammazione, prova ad applicare la borsa del ghiaccio per una ventina di minuti sul sito lesionato.[23]

Pubblicità

Avvertenze

  • Se ti sei procurato un taglio grave o ritieni che sia infetto, non curarti da solo e consulta immediatamente un medico.
  • Non togliere la crosta perché rischi di prolungare il processo di guarigione e favorire la formazione di tessuto cicatriziale.[24]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Ray Schilling, MD. Il Dottor Schilling è un Medico in pensione che vive nella Columbia Britannica. Ha esercitato nel campo della Medicina Generale in Canada per oltre 16 anni.
Categorie: Incidenti & Ferite
Questa pagina è stata letta 184 625 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità