Gli eventi stressanti nella vita causano spesso problemi emotivi e comportamentali, ma su alcuni individui questi eventi hanno un effetto molto profondo e provocano un deterioramento delle normali funzioni quotidiane. Il disturbo da stress acuto (ASD, dall'inglese Acute Stress Disorder) è una patologia in cui una persona manifesta determinati sintomi legati allo stress. Se questi sintomi non vengono identificati e curati in tempi brevi, la persona rischia di sviluppare il disturbo post-traumatico da stress (DPTS, chiamato anche PTSD dall'inglese Post-Traumatic Stress Disorder).

Parte 1 di 3:
Curare il Disturbo da Stress Acuto con Terapia e Farmaci

  1. 1
    Prova la terapia dell'esposizione. È stato dimostrato che la terapia dell'esposizione sia abbastanza efficace per curare le persone con disturbi legati allo stress. Con questa tecnica al paziente viene chiesto di ricordare e visualizzare l'evento traumatico nel modo più dettagliato possibile.
    • Allo stesso tempo, vengono utilizzate tecniche che aiutano il paziente a rilassarsi e lo costringono a concentrarsi sugli aspetti positivi del trauma, fornendogli schemi di pensiero positivo.
    • L'obiettivo di questa tecnica è quello di cambiare il comportamento del paziente nella sua tendenza a evitare qualunque oggetto gli ricordi il trauma subito. Il paziente viene rassicurato del fatto che lo stimolo di cui ha così paura non provocherà nulla di tragico.
  2. 2
    Prova la terapia dell'immersione e del rilassamento. Questa è una tecnica basata sull'esposizione agli strascichi di un evento tragico. Pensa alle immagini traumatiche che spesso vengono rivissute e si fissano nella mente. Immaginale nei minimi dettagli.
    • Questo può essere fatto anche utilizzando un proiettore che mostri le immagini dell'evento traumatico. Cerca di rilassarti mentre concentri la tua attenzione su queste immagini usando le tecniche di rilassamento (per es. la respirazione profonda). Pensa a una singola immagine, concentrati sui suoi dettagli mentre cerchi di rilassarti.
    • Una volta che sei riuscito a farlo, lavora su un'immagine diversa o su altri aspetti del trauma finché non ti senti rilassato. Devi uscire da questa agonia emotiva il prima possibile.
  3. 3
    Considera l'idea di provare la terapia EMDR. La terapia EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing, ossia desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari), implica l'esposizione a immagini e oggetti che il paziente evita intenzionalmente perché li associa all'evento traumatico.
    • In questa tecnica, il paziente muove gli occhi ritmicamente, mentre concentra la mente sui ricordi dell'evento traumatico. Il terapeuta dice al paziente di spostare gli occhi da sinistra a destra oppure guida lo sguardo col movimento di un dito, mentre il paziente pensa agli eventi tragici del passato.
    • Il paziente viene poi invitato a spostare la propria attenzione su ricordi piacevoli. Questo gli permette di sentirsi rilassato e meno angosciato quando pensa all'evento traumatico.
  4. 4
    Parla con il tuo terapeuta in merito alle diverse terapie cognitive che potrebbero aiutarti. Le terapie cognitive mirano all'esame sistematico dei pensieri e al cambiamento degli atteggiamenti disfunzionali e delle interpretazioni distorte che compaiono come effetto collaterale dell'evento traumatico.
    • Queste terapie sono prevalentemente finalizzate a permettere alle persone che soffrono di stress di fidarsi e comportarsi normalmente, come facevano prima dell'evento traumatico. Questo è importante, poiché molte persone abbandonano la fede e la fiducia negli altri dopo aver vissuto un'esperienza traumatica.
    • Se ti senti in colpa per essere sopravvissuto a una tale tragedia mentre altri non ce l'hanno fatta, cercane la ragione. Potrebbe essere che Dio ha deciso di benedire la tua vita per qualche buona ragione. Egli vuole che tu faccia del bene agli altri, soprattutto coloro che sono deboli e che devono affrontare il tuo stesso problema. Tu sei forte perché sei sopravvissuto e hai la responsabilità di aiutare chi è fragile e spaventato. Cerca di vivere la tua vita al meglio.
  5. 5
    Frequenta una terapia di gruppo. Si tratta di individui che hanno gli stessi problemi e condividono i propri sentimenti, le proprie esperienze, punti di vista, e l'impatto dello stress sulle loro vite. Imparano a consolarsi gli uni con gli altri, come superare sensi di colpa e rabbia.
    • Quando molte persone con lo stesso problema si riuniscono, la prima sensazione che provano è quella di compagnia. Non si sentono più soli e isolati. Imparano a instaurare un rapporto empatico con gli altri e ad aiutarsi a vicenda.
    • Viene loro suggerito di scrivere i propri sentimenti su carta e poi condividerli per valutarne la validità. Si aiutano a vicenda nel dare un significato positivo alle loro idee e sentimenti.
  6. 6
    Prova la terapia familiare. Quando succede qualcosa di brutto a un singolo membro di una famiglia, l'intero nucleo familiare ne soffre molto. È un bene trattare l'intera famiglia come un'unità e insegnare ai vari membri come affrontare il problema in maniera efficace.
    • È responsabilità dell'intera famiglia aiutare la persona malata. Prenditi cura della persona bisognosa e parla con lei. Andate a fare una passeggiata insieme. Fate una gita di famiglia. Offri alla persona il tuo pieno sostegno. Alla fine, ritornerà a vivere.
  7. 7
    Parla con il tuo medico riguardo ai farmaci che potrebbero funzionare nel tuo caso. Alcuni farmaci possono essere efficaci per ridurre il verificarsi di incubi e attacchi di panico, per lenire la gravità della depressione e per prevenire che il paziente riviva il trauma.
    • Se necessario, gli ansiolitici e gli antidepressivi possono essere assunti previa prescrizione medica da parte di uno psichiatra. Contribuiranno a ridurre l'agonia fisica e mentale, permettendo al paziente di affrontare efficacemente le sfide della vita.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Promuovere il Rilassamento e il Pensare Positivo

  1. 1
    Allevia lo stress con le tecniche di rilassamento. Le tecniche di rilassamento si dimostrano molto efficaci sotto molti aspetti. Riducono i sintomi dello stress e contribuiscono ad alleviare alcuni disturbi causati dalla tensione, come insonnia, mal di testa, ipertensione, dolore a seguito di un intervento e molti altri.
    • Se soffri dei disturbi menzionati sopra, che sono causati o potenziati dallo stress, le tecniche di rilassamento ti aiuteranno a sentirti meglio e a riprenderti. Concentrati semplicemente sulla respirazione, sulla frequenza cardiaca e sulla tensione muscolare, poi cerca di mantenerle regolari.
    • Dovresti respirare profondamente, meditare e imparare la tecnica di rilassamento muscolare progressivo.
  2. 2
    Medita. Questa tecnica prevede che la persona sposti tutta la sua concentrazione dentro di sé, ignorando tutti i fattori di stress nella propria vita e raggiungendo infine uno stato di coscienza modificato.
    • In questo procedimento, la persona si sposta in un posto tranquillo, si concentra su un singolo suono, permettendo alla propria mente di staccarsi da tutte le preoccupazioni e da tutti i pensieri della vita quotidiana.
    • Scegli un posto tranquillo, siediti comodamente, libera la mente da tutti i pensieri e concentrati sull'immagine di una candela, oppure su una parola come "relax". Pratica questa tecnica tutti i giorni per 15 minuti o mezz'ora.
  3. 3
    Fai esercizi di auto-insegnamento. Questo tipo di terapia prevede che la persona faccia psicoterapia a se stessa. Se tu sei la persona che ha bisogno della terapia, insegna a te stesso a comportarti in maniera razionale ed efficace. Dì a te stesso che non è saggio passare l'intera giornata a preoccuparti di qualcosa che è accaduto nel passato.
    • Il passato non è più, il futuro non è ancora, quindi concentrati sul presente. Vivi al meglio il momento presente. Un giorno o l'altro devi liberarti dallo stress; potrebbe succedere dopo pochi mesi o anni, ma perché non farlo adesso?
    • Devi ritrovare te stesso il prima possibile. Non permettere a nessuno di assumere il controllo della tua vita. Non lasciare che un'altra persona ti faccia sentire patetico. Questa è la tua vita. Fai ciò che ritieni sia meglio per te, ciò che renda la tua vita sana e degna di essere vissuta.
  4. 4
    Creati una rete di supporto. Questo è molto importante perché spesso i sintomi legati al disturbo da stress acuto possono portare a disagio estremo, torpore e caratteristiche dissociative che richiedono sostegno. Ecco alcuni modi per ottenere supporto.
    • Condividi i tuoi sentimenti con le persone che ti sono vicine e ti capiscono. Cerca di spiegare loro come ti senti, poiché metà del problema si risolve parlandone liberamente con qualcuno che possiede capacità d'ascolto empatiche.
    • Spesso le immagini, i flashback, i ricordi, le illusioni creano molta agitazione e quindi problemi nel dormire, nel restare calmi e così via. In questi casi, una forte rete di supporto può aiutarti a superare meglio queste situazioni.
  5. 5
    Scrivi i tuoi pensieri negativi. Annota qualsiasi pensiero inquietante ti venga in mente. Puoi scriverli su carta. Sii consapevole dei pensieri che sono per te stressanti. Quando identifichi cosa ti provoca stress, sei già a metà della tua battaglia.
    • Lavora invece sul pensare positivo. Una volta che hai identificato i pensieri negativi, cerca di sostituirli con pensieri positivi e più razionali.
    • Questo è uno dei modi più efficaci per sbarazzarsi dei pensieri negativi.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Capire il Disturbo da Stress Acuto

  1. 1
    Riconosci i sintomi del disturbo da stress acuto. L'ASD solitamente comprende una combinazione dei seguenti sintomi.
    • Sviluppo di ansia dopo l'esposizione a un evento traumatico.
    • Provare torpore, distacco, apatia.
    • Assenza di reazioni emotive.
    • Ridotta consapevolezza dell'ambiente circostante.
    • Derealizzazione, depersonalizzazione.
    • Amnesia dissociativa.
    • Aumento dell'eccitazione.
    • Rivivere continuamente l'evento traumatico.
    • Evitare gli stimoli associati.
    • Sensi di colpa.
    • Difficoltà di concentrazione.
    • Incubi.
    • Difficoltà a dormire.
    • Iper-vigilanza.
    • Episodi depressivi.
    • Comportamento impulsivo, incurante dei rischi.
    • Trascurare la salute e la sicurezza basilari.
    • Pensieri suicidi.
    • Scatti di rabbia.
  2. 2
    Sappi che lo stress può causare problemi fisici. Lo stress esercita troppa pressione sul corpo e sulla mente. Ha effetti negativi sulle funzioni fisiologiche e può causare molti problemi di salute, come i seguenti:
    • Ulcere
    • Asma
    • Insonnia
    • Mal di testa
    • Emicrania
    • Dolori muscolari
    • Ipertensione
    • Cardiopatia coronarica
  3. 3
    Riconosci i fattori che possono giocare un ruolo nello sviluppo dello stress. Ci sono alcuni fattori che possono aumentare le probabilità di sviluppare il disturbo da stress acuto.
    • Fattori Biologici. Lo stress scatena dei cambiamenti nel cervello e porta a reazioni fisiche. Eccitazione continua, alti livelli di cortisolo e norepinefrina provocano danni ad alcune aree del cervello, ad esempio l'amigdala e l'ippocampo. Un danno a queste zone provoca altre disfunzioni, come ansia, perdita di memoria, problemi di concentrazione, ecc.
    • Personalità. Le persone sentono di avere poco controllo della propria vita tendono a sviluppare stress velocemente.
    • Esperienze dell'Infanzia. Le persone che hanno avuto esperienze negative durante l'infanzia sviluppano facilmente lo stress.
    • Stress Sociale. Le persone che hanno poco o nessun sostegno tendono a essere più colpite dallo stress.
    • Gravità del Trauma. Anche la durata, la vicinanza e la gravità del trauma giocano un ruolo nello sviluppo dello stress. Un trauma più grave causa maggiore stress.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Riferimenti

  1. Foa,E.B., Rothbaum,B.O.(1998) . Treating the trauma of rape: Cognitive-behavioral therapy for PTSD. New York, NY: The Guilford Press
  2. Karr,N.(2011).Cognitive behavioral therapy for the treatment of post-traumatic stress disorder: A review. Neuropsychiatric Disease and Treatment, 7, 167–181
  3. Ursano, R.J.(2004). Practice guidelines for the treatment of patients with acute stress disorder and posttraumatic stress disorder. Retrieved from *http://psychiatryonline.org/pdfaccess.ashx?ResourceID=243186&PDFSource=6
  4. Comer, J. R. (2008). “Abnormal psychology”. (7th Ed.) Princeton University Press, pp.518-523.
  5. Allen, Francis. (1999). “Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders”. (4th Ed.), American Psychological Association. pp. 507-511.
  6. Peale v. Norman, (1984). “Courage and Confidence”. K S Giniger Co Inc. pp. 80-88
  7. Fred, Luthans. (2002). “Organizational Behavior”. (9th Ed.). Mc Graw Hill.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 2 206 volte
Categorie: Stress, Ansia
Questa pagina è stata letta 2 206 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità