Come Curare il Melasma

Scritto in collaborazione con: Janice Litza, MD

In questo Articolo:Con Farmaci su PrescrizioneCon Procedure ProfessionaliCon Trattamenti Casalinghi Senza Prescrizione17 Riferimenti

Il melasma è una malattia cronica della pelle che provoca macchie sul viso; solitamente appaiono delle chiazze marroni, beige o anche grigio-bluastre nella parte superiore delle guance, sopra le labbra, sulla fronte e sul mento. I fattori principali responsabili di tale disturbo sono i cambiamenti ormonali e l'esposizione al sole; pertanto, la maniera più efficace per curarlo nel lungo periodo consiste nel ridurne o eliminarne le cause. Molte donne soffrono di melasma durante la gravidanza e, in questi casi, tale inestetismo dovrebbe in genere svanire naturalmente dopo la nascita del bambino.

1
Con Farmaci su Prescrizione

  1. 1
    Fatti visitare dal medico di famiglia. Prima di rivolgerti al dermatologo, parla con il tuo medico in merito ai cambiamenti dei farmaci ormonali e alle creme che puoi provare per gestire il melasma. I trattamenti per questo disturbo possono essere considerati elettivi e non sempre sono coperti dal Servizio Sanitario Nazionale (o anche da un'eventuale assicurazione sanitaria privata, se ne hai stipulata una). Informati sulle eventuali coperture e/o sui costi prima di programmare qualsiasi tipo di cura e procedura.
  2. 2
    Interrompi qualsiasi terapia farmacologica che potrebbe essere responsabile del problema. Alcune medicine, come la pillola anticoncezionale e la terapia ormonale sostitutiva, possono influire sugli ormoni e indurre il melasma; parla con il medico circa la possibilità di smettere di assumere tali farmaci.[1]
    • Sebbene la gravidanza sia in genere la circostanza più comune associata alla malattia, è in realtà noto che il disturbo si sviluppa a causa di farmaci oppure di altri malesseri che influiscono sul sistema endocrino. I contraccettivi orali e la terapia ormonale sostitutiva sono i primi due fattori responsabili del problema, dopo la gravidanza. Puoi smettere di assumerli o provare a cambiarli con altri farmaci e osservare se il melasma si riduce in maniera naturale.
  3. 3
    Cambia la cura ormonale. È spesso impossibile interrompere la terapia ormonale sostitutiva; devi valutare la ragione per cui segui tale cura per stabilire se puoi o meno sospenderla o almeno modificarne il dosaggio. Tuttavia, esistono delle tecniche per cambiare la terapia, in modo che ci siano meno probabilità che si sviluppi tale disturbo; rivolgiti al ginecologo prima di apportare qualsiasi cambiamento.
    • Inizia assumendo gli ormoni la sera. Se li prendi al mattino, potrebbero raggiungere il picco massimo di efficacia quando il sole è sorto, aumentando in questo modo il rischio di melasma; spostando il momento della terapia ormonale alla sera, puoi alleviare il problema.
    • Puoi provare a usare creme o cerotti che di solito tendono a generare meno il disturbo cutaneo rispetto al trattamento sistemico.
    • Chiedi al medico che ti venga somministrato il dosaggio minimo possibile.[2]
  4. 4
    Chiedi al dottore che ti prescriva una crema all'idrochinone. Tieni tuttavia presente che in Europa questo prodotto è vietato per usi cosmetici a causa di determinati effetti collaterali, ma può essere utilizzato come schiarente quando esiste la necessità medica.[3] Alcune creme a bassa concentrazione possono essere vendute senza ricetta medica, ma il dermatologo o il medico di famiglia può prescriverne una a dosaggi maggiori, che è più efficace contro il melasma.
    • L'idrochinone è disponibile sotto forma di crema, lozione, gel o anche liquida; agisce bloccando il processo chimico cutaneo responsabile della produzione di melanina. Dato che quest'ultima è la responsabile della pigmentazione scura della pelle, viene di conseguenza ridotta la concentrazione di pigmenti correlati al melasma.
    • L'idrochinone su prescrizione possiede in genere una concentrazione al 4%; è molto difficile che venga prescritta una crema con una concentrazione maggiore, perché può essere pericolosa e provocare l'ocronosi, una forma permanente di pigmentazione anomala della pelle.[4]
  5. 5
    Parla con il medico in merito a uno schiarente secondario. Sebbene l'idrochinone venga utilizzato come trattamento di prima scelta in parecchi casi, il dermatologo può scegliere di prescriverti un'altra cura per intensificarne l'effetto.[5]
    • La tretinoina e i corticosteroidi sono tra i trattamenti secondari usati con maggiore frequenza; entrambi accelerano il ricambio cellulare dell'epidermide. Alcuni dermatologi possono anche prescrivere una crema a "tripla azione" che contiene tretinoina, un corticosteroide e l'idrochinone in un'unica formula.
    • Altre soluzioni prevedono l'utilizzo dell'acido azelaico o quello cogico, che rallentano la produzione di pigmenti scuri della pelle.

2
Con Procedure Professionali

  1. 1
    Sottoponiti a un peeling chimico. Tale trattamento si avvale dell'acido glicolico o di altri abrasivi chimici simili per eliminare lo strato cutaneo superficiale colpito dal melasma.[6]
    • Viene applicato un liquido sulla pelle, creando una leggera ustione chimica; mano a mano che lo strato bruciato si sfalda, appare una nuova pelle fresca e senza imperfezioni. Tieni tuttavia presente che se non hai affrontato lo squilibrio ormonale responsabile del melasma, tale soluzione non lo cura.
    • Sebbene l'acido glicolico sia una delle sostanze più usate a tale scopo, una valida alternativa è quello tricloroacetico, che è abbastanza simile all'aceto. Al termine del peeling che viene eseguito con questa sostanza chimica si prova in genere una sensazione leggermente più dolorosa, ma tale trattamento rappresenta un'ottima opzione nei casi gravi.
  2. 2
    Valuta la microdermoabrasione e la dermoabrasione. In questi trattamenti viene rimosso gradualmente lo strato superiore di pelle, lasciando al suo posto una nuova epidermide pulita e libera da inestetismi.[7]
    • Si tratta in entrambi i casi di procedure mediche che sostanzialmente "smerigliano" lo strato superficiale cutaneo mediante materiale abrasivo. Durante la microdermoabrasione dei cristalli abrasivi finissimi vengono applicati sulla pelle e sono abbastanza potenti da riuscire a rimuovere con forza le cellule morte, "spazzando" via lo strato cutaneo affetto dal disturbo.
    • Solitamente sono previste cinque sessioni, a distanza di 2-4 settimane l'una dall'altra. Se la causa di fondo responsabile del melasma non viene affrontata, puoi anche scegliere di sottoporti a un trattamento di mantenimento ogni 4-8 settimane.
  3. 3
    Procedi con cautela con il trattamento laser. Sebbene in alcuni casi la procedura sia in grado di rimuovere lo strato cutaneo affetto dal melasma, può però aggravare la situazione peggiorando l'aspetto della pelle. Sottoponiti a questo rimedio solo se sai con certezza che viene eseguito da professionisti competenti e accreditati. Cerca dei trattamenti con laser ricostruttivo o dual frazionale che colpisca esclusivamente le zone pigmentate.
    • La terapia con laser frazionale è tendenzialmente più costosa e può arrivare a costare anche 1000 euro o più; tieni presente che saranno forse necessarie 3-4 sessioni nell'arco di 3-6 mesi.[8]
  4. 4
    Prova il trattamento plasma ricco di piastrine. In questo caso, il plasma viene arricchito per stimolare la guarigione e viene iniettato nel corpo. Si tratta di una procedura sperimentale e non ancora del tutto compresa; tuttavia, dai primi risultati si riscontra che non è solo in grado di trattare il melasma, ma anche di prevenirne le recidive.[9]

3
Con Trattamenti Casalinghi Senza Prescrizione

  1. 1
    Proteggi la pelle dal sole. Applica una crema solare ad ampio spettro e prendi altre misure per proteggere l'epidermide dai raggi solari; in questo modo, puoi evitare gli sfoghi di melasma e ridurre il rischio che quello presente possa peggiorare.[10]
    • Applica la crema 20 minuti prima di esporti al sole; cercane una con fattore di protezione minimo pari a 30 e verifica che sia arricchita con sostanze nutrienti, come lo zinco, che sono benefiche per la pelle.
    • Puoi anche "raddoppiare" la protezione solare mettendo uno strato di crema con SPF 15 e un altro con SPF 30.
    • Indossa un cappello a tesa larga e degli occhiali da sole grandi per offrire al viso un ulteriore riparo. Se il melasma è particolarmente ostinato, dovresti anche valutare di indossare indumenti a maniche lunghe e pantaloni lunghi; evita per quanto possibile di esporti ai raggi solari diretti.
  2. 2
    Rilassati. Lo stress può aggravare lo squilibrio ormonale e, se questo è la causa del tuo problema, devi trovare dei rimedi per ridurlo, in modo da poter gestire meglio il melasma.[11]
    • Se hai difficoltà a rilassarti, prova a mettere in atto diverse tecniche, come la meditazione o lo yoga. Se non ottieni risultati o non ti senti a tuo agio, prenditi semplicemente del tempo per fare più cose che ti piacciono; potrebbe trattarsi di camminare nel parco, leggere un libro o fare un bagno di schiuma.
  3. 3
    Procurati una crema da banco con idrochinone. Questa pomata medicale schiarisce la pelle riducendo l'aspetto degli sfoghi.[12]
    • È un prodotto disponibile sotto forma di crema, lozione, gel o liquido e agisce bloccando il processo chimico naturale responsabile della produzione della melanina; dato che è proprio quest'ultima a produrre la pigmentazione scura della pelle, con l'idrochinone se ne riduce la quantità.
    • Esistono anche delle creme all'idrochinone che apportano una leggera protezione solare; pertanto, se vuoi proteggere la pelle mentre tratti il melasma, questa opzione offre un doppio beneficio.
    • Le creme all'idrochinone disponibili in libera vendita hanno in genere una concentrazione massima del 2%.
  4. 4
    Prova una pomata a base di cisteamina. Questa sostanza è naturalmente presente nelle cellule del corpo, è sicura e provata nel trattamento del melasma.[13]
    • Si tratta di un prodotto naturale del metabolismo della L-cisteina; agisce come un antiossidante intrinseco ed è noto per la sua azione protettiva contro le radiazioni ionizzanti e come agente antimutageno. Il suo compito è inibire la sintesi della melanina per innescare la depigmentazione.
  5. 5
    Usa una crema a base di acido cogico o Melaplex. Entrambe queste sostanze sono in grado di schiarire la pelle, ma sono un po' meno aggressive e irritanti rispetto all'idrochinone; rallentano la produzione del pigmento portando di conseguenza a una nuova produzione di cellule cutanee meno scure che impediscono al melasma di radicarsi.[14]
  6. 6
    Prendi la tretinoina. Si tratta di un tipo di vitamina A che aumenta la velocità del ricambio cellulare cutaneo favorendo in tal modo una rapida riduzione dell'intensità delle macchie del melasma.[15]
    • Tieni tuttavia presente che questo prodotto da solo non è in grado di curare la malattia, se prima non hai risolto la causa di fondo; la pelle affetta può squamarsi più rapidamente, ma non ha alcun effetto se anche le cellule nuove sono colpite dal disturbo.
  7. 7
    Prova il gelso da carta. È una pianta che cresce come piccolo arbusto o cespuglio e, sebbene abbia molti usi non medicali, i suoi prodotti ed estratti possono essere utilizzati come rimedi orali o topici per trattare il melasma, purché vengano rispettate le istruzioni riportate sulla confezione.[16]
  8. 8
    Prova altri trattamenti olistici. Tra le altre sostanze per uso topico che si sono dimostrate utili ci sono mirtillo rosso, crescione, acido mandelico, acido lattico, estratto di scorza di limone, aceto di mele e vitamina C. Sono tutti prodotti in grado di ridurre i composti della produzione di pigmento della pelle, senza però annullarli completamente e senza provocare irritazione o sensibilità alla luce.
  9. 9
    Attendi. Se il melasma è stato indotto dalla gravidanza, si ridurrà dopo il parto; tuttavia, è probabile che possa ripresentarsi in caso di future gravidanze.
    • I trattamenti per i casi di melasma che non sono dovuti alla gravidanza possono essere più lunghi e aggressivi.[17]

Avvertenze

  • Se provi irritazione cutanea, la tua pelle diventa più scura o manifesti altri disturbi di carattere cutaneo dopo esserti sottoposta a trattamenti contro il melasma, contatta un dermatologo per definire il tipo di intervento per fermare tali disturbi.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Janice Litza, MD. La Dottoressa Litza è un Medico di Medicina Generale Iscritta all'Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Esercita la professione di Medico e ha lavorato come Docente Clinica per 13 anni dopo aver conseguito la Laurea in Medicina presso la University of Wisconsin-Madison School of Medicine and Public Health nel 1998.

Categorie: Disturbi della Pelle

In altre lingue:

English: Treat Melasma, Español: curar el melasma, Русский: лечить мелазму, Português: Curar o Melasma, Deutsch: Melasma heilen, Français: soigner un mélasma, 中文: 治疗肝斑, Bahasa Indonesia: Menghilangkan Melasma, Nederlands: Melasma behandelen, العربية: علاج الكَلَف, Čeština: Jak ošetřit melasma

Questa pagina è stata letta 26 221 volte.
Hai trovato utile questo articolo?