Scarica PDF Scarica PDF

Avere problemi di pelle può farti sentire osservato; se hai l'epidermide irritata e screpolata, potresti sentirti a disagio e non voler partecipare ad attività con gli amici, senza contare il fatto che potrebbe essere dolorosa! Le cause di tale disturbo possono essere molteplici, tra cui l'uso di prodotti potenzialmente irritanti, graffi o perfino l'attrito. Tuttavia, questo tipo di infiammazione è un problema piuttosto comune che puoi curare definendo le cause e trattando la pelle con rimedi casalinghi.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Proteggere la Pelle Infiammata

  1. 1
    Mantieni la zona sofferente pulita e asciutta. Spruzza dell'acqua fredda e applica un detergente delicato, senza profumi o alcool due volte al giorno. Procedi con una pulizia anche più frequente, se noti sporcizia o residui sulla zona da trattare, dopodiché asciuga tamponando con un panno pulito per evitare ulteriore irritazione. Questa procedura ti permette di rimuovere ogni sporcizia o batteri riducendo il rischio di infezioni.[1]
    • Non frizionare o strofinare la zona in maniera troppo aggressiva, perché puoi infiammarla ancora di più.
  2. 2
    Applica una pomata protettiva. Diffondi uno strato sottile di crema, lozione o unguento che sia delicato e senza profumi o alcool. Usa prodotti a base di ossido di zinco, vaselina o aloe vera sulle zone infiammate e quelle circostanti, che aiutano a proteggere l'epidermide alleviando ogni irritazione; chiedi al farmacista o al medico di indicarti il prodotto migliore per il tuo problema specifico.[2]
    • Applica la pomata due volte al giorno o anche più spesso, se necessario.
    • La vaselina può aggravare la dermatite seborroica, evita quindi di usarla se soffri di tale disturbo.[3]
  3. 3
    Copri l'area con delle fasciature. Procurati delle garze antiaderenti o di stoffa realizzate per pelli sensibili; applica il bendaggio che hai scelto sulla pelle interessata, fissando i bordi adesivi sulla pelle sana. In questo modo, proteggi la zona dal possibile contatto con mani o dita e dalle temperature estreme, oltre che da batteri, minimizzando quindi il rischio di infezioni.[4]
  4. 4
    Diffondi della polvere lenitiva (che non sia talco) sulla pelle sofferente. Se il problema è dovuto all'irritazione da attrito, puoi applicare una polvere come l'allume o l'amido di mais; non dimenticare di spalmarla nuovamente dopo la doccia e ogni volta che la pelle è umida. Tale rimedio toglie l'umidità dall'epidermide, prevenendo ulteriore irritazione, oltre a favorire la guarigione minimizzando la frizione.[5]
    • Sembra che il talco sia associato al cancro quando viene applicato alle zone genitali, non usarlo quindi finché non saranno disponibili degli studi più approfonditi.[6]
  5. 5
    Non esporre la pelle infiammata al sole. Se vuoi che guarisca e vuoi proteggerla da ulteriori danni, devi evitare i raggi solari, soprattutto durante le ore in cui sono più forti, dalle 10:00 alle 14:00; indossa indumenti a maniche lunghe, pantaloni lunghi e un cappello. Se devi restare all'aperto, applica la protezione solare resistente all'acqua e ad ampio spettro con un fattore di protezione minimo di 30 (spalmala solo sull'epidermide sana e non su quella infiammata).[7]
  6. 6
    Non grattare la pelle pruriginosa. Questo comportamento può provocare infezioni, cicatrici e nei casi più gravi anche ispessimento cutaneo. Assumi degli antistaminici da banco o applica una crema al cortisone se non riesci a sopportare il prurito o se il disturbo è dovuto a una reazione allergica.[8]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Alleviare il Disagio

  1. 1
    Immergiti in un bagno tiepido di farina d'avena. Riempi la vasca con acqua tiepida, quanto basta per coprire la pelle infiammata; versa della farina d'avena colloidale, che è macinata molto finemente ed è specificamente prodotta per tale scopo. Immergiti quindi in questa miscela per 5-10 minuti; al termine, asciuga la pelle tamponandola e applica un prodotto idratante. Questo rimedio dovrebbe lenire il disagio e favorire la guarigione.[9]
    • Se non trovi quella colloidale, usa la farina cruda.
  2. 2
    Indossa indumenti comodi e di cotone. Durante il processo di guarigione devi tenere abiti larghi realizzati in tessuto liscio e traspirante, come il cotone molto leggero, in modo da prevenire ulteriore infiammazione, oltre ad aumentare il flusso d'aria e favorire la guarigione.[10]
    • Non mettere diversi strati di abbigliamento; fai in modo che siano comodi per evitare irritazioni e l'eccesso di umidità.
  3. 3
    Stai lontano dagli irritanti o allergeni. Riduci al minimo o evita del tutto prodotti potenzialmente irritanti o allergeni; usa solo quelli sulla cui etichetta è indicato che sono senza profumi, fragranze o coloranti. Questa accortezza permette di accelerare il processo di guarigione e impedire ulteriore flogosi.[11]
  4. 4
    Cerca cure mediche se la pelle non guarisce. Non sempre la pelle infiammata guarisce con i rimedi casalinghi. Informa il dottore quando noti sfoghi flogistici e digli quali trattamenti casalinghi hai messo in atto; egli può diagnosticare le potenziali cause del disturbo e offrirti le cure appropriate. Fatti visitare quando la pelle:[12]
    • È tanto dolente da impedirti di dormire o ti distoglie dalle normali attività quotidiane;
    • Causa molto dolore;
    • Mostra segni di infezione;
    • Non guarisce con rimedi casalinghi.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Stabilire la Causa

  1. 1
    Presta attenzione alle eruzioni arrossate per riconoscere un'infezione da lievito o batterica. Esamina la pelle infiammata e l'area circostante alla ricerca di sfoghi rossi, infiammati o pruriginosi; questi segni disseminati sull'epidermide possono indicare un'infezione batterica o da lievito. Se sospetti che l'origine sia da imputare a uno di questi microrganismi, rivolgiti al medico affinché possa formulare una diagnosi.[13]
    • Il dermatologo può consigliarti di curare meglio l'igiene per risolvere il problema ed evitare futuri altri sfoghi cutanei; nei casi più gravi può anche prescrivere dei farmaci per alleviare il disagio e favorire la guarigione.
    • L'assuzione di antibiotici potrebbe essere una possibile causa di infezione da lievito che a sua volta infiamma la pelle.[14]
  2. 2
    Verifica se gli sfoghi sono dovuti allo strofinamento con i tessuti. Controlla se la zona di pelle colpita dall'infiammazione riguarda cosce, inguine, ascelle o capezzoli; in questi casi, il disturbo potrebbe essere da imputare alla frizione con indumenti aderenti, scarpe o allo sfregamento della pelle con se stessa. Lenisci queste aree applicando uno strato sottile di unguento protettivo, per prevenire futuri sfoghi dovuti all'attrito.[15]
  3. 3
    Elimina gradualmente determinati prodotti per riconoscere quelli irritanti per te. Esamina tutte le sostanze che entrano in contatto con l'epidermide, inclusi detergenti, creme per la cura del corpo o anche farmaci per uso topico; rimuovili gradatamente dalla routine quotidiana di igiene per capire quale può essere la causa del tuo disturbo. Interrompi l'uso di un prodotto e osserva se la pelle migliora o si calma.[16]
  4. 4
    Controlla l'esposizione agli allergeni. Presta attenzione se l'infiammazione cutanea si sviluppa su aree di pelle esposta o se questa entra in contatto con potenziali allergeni, come piante, detersivi, cibi o animali. In questi casi, potresti avere una reazione allergica a qualche sostanza, che si risolve nel momento in cui non entri più in contatto con quell'elemento o lo eviti del tutto; prendi un antistaminico da banco per alleviare dolore, infiammazione e favorire la guarigione.[17]
  5. 5
    Mantieni asciutta la pelle sofferente se hai l'intertrigine. Si tratta di uno sfogo cutaneo che si sviluppa nelle pieghe della pelle. Esamina la zona di epidermide infiammata confrontandola con quella corrispondente dell'altro lato del corpo e presta attenzione se appare umida, sottile o come se avesse perso diversi strati; sono tutti sintomi che possono indicare questo disturbo. Tieni l'area interessata asciutta esponendola all'aria o tamponandola con un asciugamano per favorirne la guarigione.[19]
    • Gli sfoghi da intertrigine possono svilupparsi in qualsiasi parte del corpo esposta al calore o all'umidità.[20]
    • Per evitare ulteriore irritazione dovresti restare al fresco e non esporti al sole.
  6. 6
    Esamina la pelle alla ricerca di squame seborroiche. Presta attenzione se l'area infiammata presenta chiazze ruvide o squame. Se noti untuosità e squame giallastre, potresti soffrire di dermatite seborroica;[21] tuttavia, in alcuni casi potrebbe trattarsi della dermatite atopica (eczema). Vai dal dermatologo per ottenere una diagnosi certa.[22]
    • Il medico può consigliarti la cura più appropriata per la tua situazione, come la fototerapia o dei farmaci antimicotici per alleviare il fastidio e favorire la guarigione.
    • Questo tipo di sfogo cutaneo appare in genere su cuoio capelluto, viso, parte superiore del torace e schiena.
    • Se hai la dermatite seborroica, non devi utilizzare la vaselina perché potrebbe aggravare la situazione.[23]
  7. 7
    Riduci lo stress. La tensione emotiva può influire molto sul sistema immunitario e può innescare dei disturbi cutanei come l'acne e l'eczema.[24] Riduci i livelli di stress mangiando, dormendo a sufficienza e svolgendo regolarmente attività fisica; puoi anche prenderti del tempo per fare cose che ti piacciono e partecipare ad attività rilassanti, come lo yoga.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Sparire un SucchiottoFar Sparire un Succhiotto
Riconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIVRiconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIV
Far Sparire una CrostaFar Sparire una Crosta
Curare una Bolla di Sangue SottopelleCurare una Bolla di Sangue Sottopelle
Sbarazzarti di un Brufolo in una NotteSbarazzarti di un Brufolo in una Notte
Sbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il SenoSbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il Seno
Rimuovere un Fibroma Pendulo dal ColloRimuovere un Fibroma Pendulo dal Collo
Eliminare l'Arrossamento di un BrufoloEliminare l'Arrossamento di un Brufolo
Liberarsi Velocemente delle Croste dell'AcneLiberarsi Velocemente delle Croste dell'Acne
Rimuovere Rapidamente un NeoRimuovere Rapidamente un Neo
Curare le Croste sul VisoCurare le Croste sul Viso
Seccare i BrufoliSeccare i Brufoli
Riconoscere la ScabbiaRiconoscere la Scabbia
Togliere dei Punti di SuturaTogliere dei Punti di Sutura
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Sarah Gehrke, RN, MS
Co-redatto da:
Infermiera Registrata
Questo articolo è stato co-redatto da Sarah Gehrke, RN, MS. Sarah Gehrke lavora come Infermiera Registrata in Texas. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Phoenix nel 2013. Questo articolo è stato visualizzato 2 484 volte
Questa pagina è stata letta 2 484 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità