Come Curare la Costipazione

In questo Articolo:Apportare Cambiamenti all'AlimentazioneCambiare lo Stile di VitaAssumere Lassativi

Che si tratti di produzione di feci dure o di difficoltà nella defecazione che si protrae per due o più giorni, quasi tutti soffrono di costipazione, ogni tanto. Di solito, apportando qualche cambiamento nell'alimentazione o assumendo dei lassativi, il problema si risolve nel giro di pochi giorni. Tuttavia, se la situazione non cambia o se i sintomi sono particolarmente dolorosi, consulta il medico.

1
Apportare Cambiamenti all'Alimentazione

  1. 1
    Bevi molta acqua. Quando sei stitico, bevi ogni giorno almeno 8 bicchieri di liquidi che non contengono caffeina. La disidratazione è una delle cause più comuni della stipsi e può peggiorarla se continui a bere pochissima acqua.[1]
    • Una volta che avrai regolarizzato la defecazione, andando di corpo almeno 3 volte a settimana senza alcuno sforzo, potrai smettere di misurare il consumo dell'acqua. Ti basterà bere quel che serve affinché le urine siano incolori, o gialle chiare, e ogni volta che hai sete.[2]
  2. 2
    Aumenta gradualmente l'apporto di fibre. Le fibre sono gli elementi più importanti di una dieta volta a incoraggiare i movimenti intestinali. Gli adulti dovrebbero mangiarne 20-35 grammi al giorno, ma raggiungi questa quantità progressivamente per evitare meteorismo e gonfiore. Prova ad assumerle da varie fonti alimentari affinché la tua dieta sia più equilibrata:[3]
    • Pane e cereali: cereali di crusca (9 g per 80 ml), frumento integrale (3,5 g per 120 ml), panini di crusca di avena (3 g).
    • Fagioli: 6-10 g per 120 ml cotti, in base alla qualità.
    • Frutta: pere (5,5 g con la buccia), lamponi (4 g per 120 ml) o prugne (3,8 g per 120 ml, se fresche).
    • Verdure: patate o patate dolci (3-4 g, cotto con la buccia), piselli (4 g per 120 ml, cotti) o verdure verdi (3 g per 120 ml, cotte).
  3. 3
    Diminuisci il consumo dei cibi a basso contenuto di fibre. Aumentare l'apporto di fibre nel regime alimentare non sarà così utile se ti accontenti di aggiungerle al resto di ciò che mangi. Carne, formaggi e alimenti industriali contengono poche fibre, o addirittura nessuna di queste sostanze, e possono indurire le feci se costituiscono la maggior parte della tua alimentazione.[4] Pertanto, mangia queste pietanze in piccole porzioni solo durante i periodi di stitichezza, e prova a sostituire alcune di loro con cibi ricchi di fibre nella tua alimentazione giornaliera.
  4. 4
    Evita il latte. Prova a non consumare latte e altri prodotti caseari per qualche giorno, per vedere se riesci a migliorare la situazione. Molte persone hanno difficoltà a digerire il lattosio, che può causare meteorismo o costipazione.[5]
    • La maggior parte dei soggetti intolleranti al lattosio può comunque approfittare di yogurt probiotici e formaggi a pasta dura.
  5. 5
    Stai attento ad altri alimenti che possono procurare stitichezza. In genere è meglio moderare il consumo dei seguenti alimenti. Possono favorire la costipazione se costituiscono gran parte della tua dieta:[6]
    • Carni ad alto contenuto di grassi.
    • Uova.
    • Dessert ricchi di zuccheri.
    • Alimenti trasformati (normalmente a basso contenuto di fibre).
  6. 6
    Considera di assumere un integratore di magnesio. Molti medici e pazienti ritengono che questa sostanza aiuti a superare la stitichezza, anche se esistono poche prove concrete a sostegno. Non prenderne più di 350 mg al giorno sotto forma di pastiglie, oppure, se si tratta di bambini tra 4 e 8 anni, somministrane loro 110 mg.[7]
    • La crusca contiene sia magnesio sia fibre, quindi costituisce un'ottima scelta alimentare.
    • Il magnesio può essere pericoloso per le persone che soffrono di problemi ai reni.
  7. 7
    Sii cauto con altri rimedi casalinghi. In quasi tutti i casi è sufficiente modificare il regime alimentare e l'assunzione dei liquidi per curare la costipazione ed evitarla in futuro. Raramente è necessario ricorrere agli integratori alimentari (oltre a quelli di fibre) e ai rimedi casalinghi, anzi può essere poco saggio usarli senza consultare il medico.
    • I rimedi casalinghi più comuni sono l'olio minerale e l'olio di ricino. Sono efficaci, ma vanno utilizzati solo come ultima risorsa. Un abuso può provocare carenza di vitamine o danneggiare l'intestino, peggiorando addirittura la stipsi nel corso del tempo. Non prenderli se stai assumendo farmaci anticoagulanti, antibiotici, medicine per il cuore o per le ossa.[8]

2
Cambiare lo Stile di Vita

  1. 1
    Vai subito in bagno quando ne senti il bisogno. Recati in bagno non appena senti lo stimolo. Rimandare questo bisogno aggrava la costipazione.[9]
  2. 2
    Non avere fretta. Sforzarsi può produrre dolorose complicazioni, quali emorroidi o ragadi anali. Quindi non affaticarti e non essere sbrigativo, ma fornisci all'intestino la possibilità di liberarsi spontaneamente.
    • Prova a sederti sul water da 15 a 45 minuti dopo aver fatto colazione.[10] Probabilmente, anche quando non ha problemi intestinali non andrai di corpo ogni giorno, ma la mattina è un ottimo momento per incoraggiare la defecazione.
  3. 3
    Prova ad assumere una posizione diversa sul water. Uno studio ha dimostrato che stare accovacciati facilita e accelera i movimenti intestinali.[11] Se non dovessi riuscire ad accovacciarti sul gabinetto, prova i seguenti movimenti:[12]
    • Piegati in avanti con le mani sulle cosce.
    • Metti i piedi su un appoggio in modo che le ginocchia superino l'altezza dei fianchi.
    • Invece di sforzarti, fai un respiro profondo con la bocca aperta. Fai dilatare lo stomaco, dopodiché contrai leggermente i muscoli in modo da tenerli fermi. Rilassa lo sfintere.
    • Ripeti questo esercizio di respirazione non più di 3 volte. Se non riesci a defecare, alzati o prendi qualcosa da leggere.
  4. 4
    Svolgi regolarmente attività fisica. L'esercizio fisico può stimolare il movimento intestinale, anche se si tratta di una passeggiata di 10 minuti più volte al giorno. Gli sport aerobici, come la corsa o il nuoto, sono particolarmente efficaci.
    • Dopo aver consumato un pasto abbondante, aspetta un'ora prima di dedicarti a un'attività fisica piuttosto intensa (che ti permetta di aumentare la frequenza cardiaca), altrimenti rischi di rallentare la digestione.[13]
  5. 5
    Prova lo stretching o lo yoga. Consistono in una serie di esercizi a bassa intensità che possono aiutare la digestione. Alcune persone considerano lo yoga una pratica particolarmente efficace, forse perché allunga l'addome.

3
Assumere Lassativi

  1. 1
    Consulta il medico se esiste il rischio di qualche complicazione. In genere è preferibile consultare il medico prima di prendere un lassativo. Per evitare che si verifichino problemi di salute, determinate categorie di persone non devono sottovalutare questa precauzione:[14]
    • Donne in gravidanza o in fase di allattamento.
    • Bambini di 6 anni o più piccoli.
    • Chi assume altri farmaci. Se stai già prendendo un olio purgativo o minerale, aspetta almeno 24 ore prima di cambiare lassativo.
    • Chi soffre di forti dolori di stomaco, crampi addominali, nausea o vomito deve evitare assolutamente i lassativi e farsi visitare immediatamente dal medico.
  2. 2
    Comincia con un lassativo che aumenta il volume delle feci. In pratica si tratta di integratori di fibre che offrono gli stessi risultati di una dieta ricca di fibre. A differenza degli altri lassativi, possono essere usati tutti i giorni, senza correre rischi, ma possono impiegare 2-3 giorni prima di fare effetto.[15] A volte provocano forti gonfiori e meteorismo, soprattutto nei casi di stipsi più grave o nelle persone che normalmente seguono una dieta povera di fibre. Riduci al minimo questo rischio bevendo 8-10 bicchieri di acqua al giorno e aumentando piano piano le quantità fino a raggiungere le dosi raccomandate. Evita questo tipo di lassativo prima di andare a letto.[16][17]
    • Alcune persone sono allergiche allo psillio, che si trova in alcuni lassativi di questo tipo.[18]
  3. 3
    Ricorri ai lassativi lubrificanti per un rapido sollievo. Non costano molto e permettono di espellere le feci con facilità grazie all'azione lubrificante dell'olio minerale o sostanze simili. Di norma fanno effetto dopo 8 ore, ma sono adatti solo per un rapido sollievo. L'uso eccessivo può portare a una carenza di vitamine.[19][20]
    • Se stai assumendo altri farmaci, consulta il medico prima di prendere un lassativo lubrificante. Accelerando il passaggio delle feci, c'è il rischio di ridurre l'assorbimento del farmaco.
  4. 4
    Prova i lassativi osmotici per ottenere un sollievo generale. Questo tipo di lassativo aiuta le feci ad assorbire più acqua e a fuoriuscire più facilmente. Agisce nel giro di 2-3 giorni.[21] Richiede un grande consumo di acqua per essere efficace e per evitare che provochi meteorismo e crampi.[22]
    • Gli anziani, i pazienti affetti da diabete e le persone che soffrono di problemi cardiaci o renali vanno controllati regolarmente per evitare che durante l'assunzione di questo lassativo si manifestino squilibri elettrolitici e sintomi connessi alla disidratazione.[23][24]
    • I lassativi salini rientrano nei lassativi osmotici.
  5. 5
    Usa un lassativo emolliente, se non sei soggetto a frequenti periodi di stitichezza. Di solito vengono prescritti dopo un parto o un intervento chirurgico, oppure ai pazienti che devono evitare di sforzarsi. Producono un effetto lieve, ma richiedono un grande consumo di acqua e vanno assunti solo per qualche giorno.[25]
  6. 6
    Prendi un lassativo stimolante, nei casi più gravi. Si tratta di un farmaco piuttosto potente e probabilmente necessita della prescrizione medica. Può dare sollievo entro 6-12 ore, provocando contrazioni nei muscoli dell'intestino.[26] Andrebbe assunto di rado, in quanto l'uso ripetuto può danneggiare l'intestino, causando dipendenza per la defecazione.[27]
    • Controlla se sull'etichetta del prodotto è menzionata la fenolftaleina. Si tratta di un composto chimico collegato alle malattie neoplastiche.[28]
    • Questo tipo di farmaco può anche provocare crampi e diarrea.
  7. 7
    Consulta il medico per i farmaci soggetti a prescrizione. Se i lassativi da banco non sortiscono gli effetti desiderati entro 3 giorni, recati dal medico. Potrebbe suggerirti altri trattamenti e analisi, tra cui:
    • Un lassativo prescrivibile, come il lubiprostone o il linaclotide. Possono essere adatti per un uso prolungato.[29]
    • Il clistere è in grado di introdurre un lassativo laddove è presente il problema o favorire l'evacuazione di feci piuttosto compatte. Sebbene non sia necessaria la prescrizione medica per acquistarlo e rientri tra i rimedi casalinghi, è meglio utilizzarlo con una certa cautela, seguendo i consigli del tuo medico.[30]
    • Se il medico sospetta un problema più grave, potrebbe prescriverti analisi del sangue e delle feci, radiografie, un esame dell'intestino, un clisma opaco o una colonscopia.[31]

Consigli

  • Assumi qualsiasi altro farmaco 2 ore prima del lassativo, in quanto quest'ultimo può ridurne l'assorbimento.[32]

Avvertenze

  • Le persone affette da fenilchetonuria dovrebbero evitare i lassativi che contengono la fenilalanina.[33]
  • Consulta il medico se, senza alcuna spiegazione evidente, si verifica qualche cambiamento nelle funzioni fisiologiche o se il medesimo cambiamento causa gravi problemi.

Riferimenti

  1. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003125.htm
  2. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/nutrition-and-healthy-eating/in-depth/water/art-20044256?pg=2
  3. http://www.niddk.nih.gov/health-information/health-topics/digestive-diseases/constipation/Documents/WINKA_constipation_508.pdf
  4. http://www.niddk.nih.gov/health-information/health-topics/digestive-diseases/constipation/Documents/WINKA_constipation_508.pdf
  5. http://www.niddk.nih.gov/health-information/health-topics/digestive-diseases/lactose-intolerance/Pages/facts.aspx
  6. www.nia.nih.gov/health/publication/concerned-about-constipation
  7. http://www.aafp.org/afp/2009/0715/p157.html
  8. http://familydoctor.org/familydoctor/en/drugs-procedures-devices/over-the-counter/laxatives-otc-products-for-constipation.printerview.all.html
  9. http://www.nhs.uk/Conditions/Constipation/Pages/Treatment.aspx
Mostra altro ... (24)

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Apparato Digerente

In altre lingue:

English: Cure Constipation, Français: soigner la constipation, Deutsch: Verstopfung kurieren, Español: aliviar el estreñimiento, Bahasa Indonesia: Mengatasi Sembelit, Português: Curar a Constipação, Русский: вылечиться от запора

Questa pagina è stata letta 3 397 volte.
Hai trovato utile questo articolo?