Come Curare la Nausea e la Diarrea Durante il Ciclo Mestruale

La sindrome premestruale (SPM) crea diversi sintomi piuttosto fastidiosi che accompagnano le mestruazioni; in alcuni casi sono associati agli sbalzi di umore, sebbene quasi sempre siano di natura fisica. In caso di SPM moderata, la nausea e la diarrea sono spesso sintomatiche e possono essere trattate modificando lo stile di vita e con vari rimedi da banco. Sii consapevole dei tuoi sintomi e impara a riconoscere quando la nausea e il vomito sono associati ad altri gravi problemi di salute.

Parte 1 di 3:
Trattare la Nausea

  1. 1
    Individua l'origine. Se soffri di nausea cronica che coincide con le mestruazioni, significa che la responsabile è proprio la SPM. Ci possono però essere altre cause, alcune più gravi di altre. Se il disagio non diminuisce dopo il ciclo mestruale o si aggrava, devi rivolgerti al medico. Qui di seguito sono elencate le cause più comuni.
    • Farmaci: le persone con lo stomaco particolarmente sensibile spesso devono assumere farmaci o vitamine accompagnati da un piccolo spuntino o un bicchiere di latte per prevenire la nausea. Se al momento stai assumendo nuovi medicinali, presta attenzione se il tuo disagio è associato a tali farmaci.
    • Stress emotivo: stai vivendo un periodo particolarmente triste o molto stressante? Queste situazioni spesso portano al voltastomaco e all'inappetenza.
    • Infezione intestinale, o gastroenterite: in genere è un disturbo di breve durata e tra i sintomi principali puoi notare nausea, diarrea, crampi e vomito. Se i sintomi sono piuttosto intensi e durano più di 24 ore, potrebbe trattarsi di un problema più grave.
  2. 2
    Tratta i sintomi. Non ci sono cure per la sindrome premestruale, ma è possibile gestire i sintomi, come la nausea, prendendo alcune precauzioni.[1]
    • Fai pasti piccoli e leggeri. Devi pur sempre nutrirti, anche con la nausea. Facendo pasti di piccole dimensioni sei certa di non appesantire lo stomaco già "sottosopra". Puoi mangiare qualcosa di secco, come un toast o dei cracker, oppure una gelatina, una purea di mele o una zuppa di pollo.
    • Evita gli odori forti. I profumi, gli odori che derivano da alcune tecniche di cottura e il fumo sono elementi che favoriscono la nausea. Se puoi, stai lontano dagli ambienti in cui sono presenti.
    • Limita i viaggi. La cinetosi provoca nausea e può aggravare i sintomi già presenti. Se devi viaggiare in auto, siediti sul sedile anteriore, in modo da ridurre le possibilità di soffrire di questo disturbo.
    • Mangia lo zenzero. Sia quello cristallizzato, candito e anche le tisane contengono i principi attivi della pianta che possono alleviare i sintomi del malessere.[2]
    • Prendi la menta. L'olio di menta in capsule e l'infuso delle foglie sono utili per ridurre i sintomi di indigestione che accompagnano la nausea.[3]
    • Bevi la camomilla. Questa bevanda rilassa i muscoli, i nervi e può donare sollievo dai crampi addominali presenti in concomitanza alla nausea e al vomito.[4]
  3. 3
    Prendi i farmaci. Esistono diversi medicinali in libera vendita particolarmente utili per ridurre i sintomi associati alla nausea. Ecco alcuni esempi:
    • Soluzione di glucosio, fruttosio e acido fosforico. Questa miscela ha un effetto lenitivo e analgesico sulle pareti dello stomaco, riducendo il disagio associato ai nervi irritati.[5]
    • Antiacidi. Sia in forma masticabile sia liquida, questi farmaci possono neutralizzare gli acidi presenti nello stomaco che causano nausea e disturbi digestivi. Se soffri di reflusso gastroesofageo, il medico potrebbe prescriverti dei farmaci per trattare tali sintomi.
    • Dimenidrinato. Questo principio attivo è presente in alcuni medicinali contro la cinetosi ed è in grado di bloccare i recettori nel cervello che inducono il vomito.[6]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Trattare la Diarrea

  1. 1
    Individua le cause. Se soffri di diarrea che si prolunga oltre i giorni delle mestruazioni o diventa cronica, devi rivolgerti immediatamente al medico. Alcune delle cause più comuni sono:[7]
    • Involontaria assunzione di cibo avariato. Evita i ristoranti a buffet dove il cibo viene presentato su vassoi riscaldati, controlla tutti i latticini e i condimenti prima di prenderli e assicurati di gettare ogni settimana tutti gli avanzi presenti in frigorifero per evitare di mangiare cibi deteriorati.
    • Allergie alimentari. Possono manifestarsi in qualunque momento della vita e provocano irritazione nel sistema digestivo. Alcuni dei disturbi più comuni, come l'intolleranza al lattosio e la celiachia, si manifestano con una diarrea cronica e inspiegabile.
    • Sindrome dell'intestino irritabile (SII). Questo disturbo, causato da uno stress e tensione intensi e duraturi, è più frequente nelle donne e può essere innescato da cibi piccanti, pasti abbondanti, alimenti fritti e dall'assunzione di grandi quantità di fibre o di prodotti vegetali.
  2. 2
    Tratta i sintomi. Di per sé, la diarrea indotta da squilibri ormonali che accompagna la SPM non è curabile, ma ci sono dei modi per ridurre i sintomi e il disagio.
    • Mangia lo yogurt. Questo alimento contiene colture microbiche che aiutano a regolare la flora batterica intestinale e facilitano la digestione. Se sei particolarmente soggetta a soffrire di indigestioni o diarrea, dovresti mangiare lo yogurt per controllare i sintomi.[8]
    • Evita i cibi dei fast food e le bevande a base di caffeina. Gli alimenti dei ristoranti fast food inducono facilmente la diarrea per il fatto che sono ricchi di sostanze grasse, peggiorando di conseguenza il disturbo di origine ormonale. Inoltre, la caffeina provoca effetti lassativi in molte persone, quindi potrebbe aggravare i problemi digestivi già esistenti.[9]
    • Fai attività fisica. Se fai regolarmente esercizio fisico, la circolazione del sangue migliora e potresti notare dei benefici sui sintomi ormonali associati alla PMS, compresi i crampi e il gonfiore. Si ritiene inoltre che in questo modo la diarrea possa scomparire.[10]
  3. 3
    Idratati spesso. La diarrea porta a una notevole perdita di liquidi e, senza un adeguato reintegro di fluidi, possono sorgere delle complicazioni dovute alla disidratazione. Quando presenti numerosi episodi di diarrea, porta sempre con te una bottiglia d'acqua e bevi a sufficienza per ripristinare il corretto livello di liquidi nel corpo.[11]
  4. 4
    Prendi i farmaci. Esistono diversi trattamenti da banco per curare la diarrea; questi sono in grado di prevenire i disturbi intestinali e possono aiutarti a riprendere le tue normali attività quotidiane durante il ciclo mestruale. Ecco i due medicinali principali:[12]
    • Loperamide, un farmaco che agisce rallentando la motilità intestinale. Ciò significa che permette all'intestino di assorbire una maggiore quantità d'acqua durante il processo digestivo.[13]
    • Subsalicilato di bismuto, che riduce l'infiammazione del tratto digestivo, limita la crescita di alcuni batteri nocivi e riduce le secrezioni digestive.[14]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Gestire la Sindrome Premestruale

  1. 1
    Tieni presente che non ci sono cure. Gli studi hanno rilevato che la SPM è dovuta al cambiamento dei livelli ormonali innescati dalle mestruazioni; tuttavia, non è ancora completamente chiaro perché alcune donne sono più sensibili rispetto ad altre e presentano una serie di sintomi diversi da altre donne nella stessa fase del ciclo.[15]
  2. 2
    Sappi che i sintomi possono essere contraddittori tra loro. Donne diverse reagiscono in maniera differente agli ormoni e alle relative fluttuazioni; in alcune, la sindrome premestruale provoca costipazione, in altre invece diarrea. Altre ancora sono piuttosto aggressive, mentre qualcuna lamenta crisi di pianto e senso di impotenza.
    • Cerca di entrare in sintonia con i sintomi. Se la PMS è molto intensa e crea molti problemi alla tua quotidianità, dovresti tenere un diario e annotare i sintomi. Prendi nota quando si manifesta un disturbo nuovo o diverso. Una parte della gestione del disagio consiste anche nel prevedere quando può manifestarsi e prendere precauzioni di salute o comportamentali per affrontarlo.
  3. 3
    Prendi delle iniziative per regolare il livello ormonale. Gli anticoncezionali ormonali, come la pillola, il cerotto, l'anello vaginale o l'iniezione, possono aiutarti a regolare le fluttuazioni endocrine e ridurre la frequenza e la gravità dei sintomi della SPM. Vai dal ginecologo per discutere la soluzione più adatta per il tuo caso specifico.
  4. 4
    Riconosci la differenza tra sindrome premestruale e problemi di salute più gravi. Altre malattie, come il disturbo disforico premestruale, la malattia infiammatoria pelvica e l'endometriosi presentano sintomi analoghi a quelli della SPM. Se manifesti nausea e diarrea, oltre a uno qualunque dei seguenti sintomi, rivolgiti immediatamente al ginecologo.[16]
    • Dolore addominale grave e cronico;
    • Febbre;
    • Eccessivo sanguinamento;
    • Dolore durante la minzione o l'evacuazione;
    • Grave senso di spossatezza;
    • Perdite vaginali anomali.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute Donna
Questa pagina è stata letta 120 063 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità